Ultimo aggiornamento: 30/07/2021

Il nostro metodo

7Prodotti analizzati

21Ore di lavoro

6Fonti e riferimenti usati

30Commenti valutati

L’alcol è uno dei prodotti più utilizzati al mondo e c’è una ragione per questo. È un composto che aiuta nell’eliminazione di microbi e batteri (1). Assicura anche una certa prevenzione di alcune malattie (1).

Inoltre, i formati in cui si presenta lo rendono facile da usare e da trasportare. In questo articolo ti mostreremo i dettagli da prendere in considerazione in modo da poterne trarre il massimo. Continua a leggere!




Le cose più importanti da sapere

  • L’alcol agisce direttamente sui microrganismi presenti sulla superficie dove viene applicato. Così, denatura le proteine e causa la morte di virus e batteri.
  • Sia l’alcool etilico che quello isopropilico hanno dimostrato di essere più efficienti nella disinfezione rispetto ad altri composti.
  • Contrariamente a ciò che molte persone pensano, l’uso frequente di alcol sulle mani non causa alcun tipo di lesione.

Alcol: la nostra selezione

Guida all’acquisto: cosa devi sapere sull’alcool

L’alcool è attualmente il disinfettante più usato. Questo potente composto aiuta a prevenire una vasta gamma di malattie (1). Inoltre, è facile da applicare e ha un effetto immediato. Queste caratteristiche lo rendono un prodotto altamente raccomandato. Qui rispondiamo ad alcune domande che potresti avere sull’alcol.

Il gel alcolico è solitamente il più pratico per l’uso quotidiano. (Fonte:
Devyn Holman c_fnbdBL2bQ/ Pexels)

Cos’è l’alcol?

Gli alcolici sono un gruppo di composti organici. Tecnicamente parlando, devono contenere gruppi idrossilici (-OH) nella loro struttura molecolare (2). Il composto si trova solitamente allo stato liquido. La parola alcol è forse uno dei termini più antichi. Nei tempi antichi significava “la polvere” e poi “l’essenza”. Così, per esempio, l’alcol distillato dall’uva era considerato “l’essenza” del vino.

Organización Mundial de la SaludUso de alcohol como desinfectante de manos
“L’uso dell’alcol non genera resistenza nei batteri o nei virus sulle superfici. Infatti, diminuisce la possibilità della loro riproduzione. Pertanto, il suo uso frequente è raccomandato (9).”

Quali tipi di alcoli esistono?

Ci sono tre tipi principali di alcoli (2):

Alcool etilico Alcool metilico Alcool isopropilico
Chiamato anche alcool di grano Noto come alcool di legno Nome alternativo è alcool disinfettante
Si trova nelle bevande alcoliche, nelle medicine e nei cosmetici Usato come carburante e solvente. Principalmente per uso industriale Usato per pulire la pelle e come sterilizzante

Quali sono gli usi dell’alcol?

Come abbiamo appena visto, ci sono tre tipi di alcoli. La loro diversa composizione gli conferisce diverse proprietà e quindi diverse applicazioni e usi.

Alcool etilico (etanolo)

  • L’alcol è l’alcol presente nelle bevande alcoliche. Può essere ottenuto dalla fermentazione di frutta e cereali (come l’orzo o il mais, tra gli altri). Questo è il motivo per cui viene chiamato alcol di grano. È usato principalmente nelle bevande, ma ha anche usi industriali.
  • L’alcol denaturato è etanolo con impurità (2). Questi sono aggiunti di proposito per renderlo inadatto al consumo. Questo prodotto è spesso usato come solvente.

Alcool metilico (metanolo)

Il metanolo non è adatto al consumo umano, poiché è tossico per il corpo. Un consumo di 30 ml di questo composto è sufficiente a causare la morte (3).
  • Originariamente era ottenuto dalla distillazione di trucioli di legno e segatura. Per questo motivo è anche chiamato alcol di legno. È uno dei solventi industriali più comuni. Inoltre, è utilizzato nei processi legati alla plastica e ai combustibili.
  • Il suo consumo è tossico.
  • Durante il Proibizionismo, un periodo in cui era illegale commercializzare bevande alcoliche negli Stati Uniti, qualsiasi alcol veniva utilizzato per preparare bevande. La mancanza di controllo nella produzione di bevande alcoliche ha portato ad una grande percentuale di bevande illegali contenenti metanolo. Questo ha portato a molti casi di morte e cecità.

Alcool isopropilico (propan-2-ol)

  • Questo alcool è usato come disinfettante. Questo per due motivi: non secca la pelle e di solito non è tassato e regolato dal governo (2).
  • In Spagna, questo tipo di alcol è addirittura esente da IVA (5).
  • È tossico se ingerito (4), ma a contatto con la pelle non la attraversa così facilmente, ecco perché viene utilizzato come disinfettante.

Da dove viene l’alcol?

Come abbiamo visto, l’alcol può provenire da cereali, frutta, legno, attraverso processi di fermentazione. È importante chiarire che dopo questo processo, se vogliamo alcol puro, dobbiamo distillare la soluzione.

Processo di distillazione
Processo in cui la temperatura della soluzione viene aumentata finché una delle sostanze che la compongono non bolle. Questa sostanza, quando bolle, passa allo stato gassoso. Sarà poi raffreddato e il gas si condenserà e si trasformerà nuovamente in un liquido. In questo modo otteniamo questa sostanza in una forma più pura.

C’è anche un altro modo, che non richiede un processo di fermentazione. L’alcol si ottiene attraverso un processo di idratazione dell’etilene (derivato dal petrolio) (1). Questo è un gas e, dopo alcune reazioni, si ottiene l’alcol etilico. La maggior parte degli alcoli acquistati in farmacia o nei supermercati sono di origine industriale. Tuttavia, ci sono anche alcoli di cereali.

Cos’è l’alcol isopropilico?

Come abbiamo visto, l’alcol isopropilico è spesso usato come disinfettante, perché ha un effetto meno seccante sulla pelle. Esso e l’etanolo sono equivalenti per quanto riguarda il processo di igienizzazione, in quanto soddisfano il loro scopo antisettico. Tuttavia, in alcuni paesi, l’isopropanolo è stato scelto per il suo costo inferiore e la facilità di accesso (10).

In ogni caso, l’Organizzazione Mondiale della Sanità offre due formule per un disinfettante domestico. Uno è basato sull’etanolo e l’altro sull’isopropanolo. Dichiara inoltre che l’effetto microbicida di entrambe le formule è stato testato secondo gli standard dell’Unione Europea EN 1500 (11).

Come agisce l’alcol quando disinfetta?

L’alcol agisce direttamente sui microorganismi presenti sulla superficie dove viene applicato. La struttura molecolare dell’alcol causa una denaturazione delle proteine. Questo porta alla morte cellulare degli organismi minori. Questi effetti variano nel tempo, a seconda del tipo di virus o batteri (8).

L’alcol generalmente non viene utilizzato al 100%, ma è stato dimostrato che è sufficiente per la disinfezione al 70% (6). Aumentare il grado di concentrazione può significare sprecare il prodotto. Possiamo anche affermare che l’alcol funziona meglio su certi virus rispetto ad altri composti come la glicerina o il cloruro di benzalconio (7).

Sono disponibili salviette igienizzanti. (Fonte: Kelly Sikkema: _e5z-AK_qDk/ Pexels)

Ci sono dei rischi nell’uso dell’alcol?

Come abbiamo visto, l’alcol è abbastanza forte da danneggiare le cellule dei microorganismi, ma non così forte da danneggiare le cellule della pelle. L’Organizzazione Mondiale della Sanità ci dice che non ci sono prove a sostegno che l’alcol causi danni alle mani. L’uso frequente di alcol, sia etilico che isopropilico, non causa cambiamenti significativi (9) nella pelle o nel sangue.

Criteri di acquisto

Quando si acquista alcol, sorgono diverse domande. Questo perché la varietà in cui può essere acquistato è abbastanza grande. Per prima cosa dobbiamo considerare dove lo useremo e cosa vogliamo disinfettare. Per farlo, ecco una serie di criteri che possono essere utili.

Presentazione

L’alcol può presentarsi in diverse presentazioni

  • Gel: Questo è il più disponibile in commercio, grazie alla sua facile applicazione sulle mani. È anche facile da distribuire e trasportare. Questo tipo di prodotto è efficace e offre una piacevole esperienza d’uso.
  • Salviette: sono progettate per la disinfezione delle superfici. In questo modo, possiamo usare il panno per pulire le posate in un ristorante o qualsiasi superficie che incontriamo.
  • Liquido: Questo è il più comune nelle farmacie. Puoi comprarlo per creare le tue formule e poi usarlo in spray. Può anche essere usato su uno straccio per disinfettare le suole delle scarpe.
  • Aerosol: Questi sono pronti per essere spruzzati su una superficie esterna. Sono spesso convenienti per l’applicazione su superfici più grandi, come i tavoli.

Graduazione

Come abbiamo visto, la graduazione dell’alcol determina la sua purezza e questo determina l’effetto antisettico. Gli studi dimostrano che il 70% di alcool uccide già i microrganismi, quindi questo sarebbe sufficiente da applicare sulle mani, per esempio (12). Le formule con il 60% di alcool o meno hanno molto meno effetto sulla denaturazione delle proteine di batteri e virus (12).

L’Organizzazione Mondiale della Sanità, nelle sue formulazioni di disinfezione (10), raccomanda di usare etanolo al 96% e isopropanolo al 99%. Una di queste due concentrazioni funzionerà molto bene.

Il gel alcolico è spesso il più comodo da portare in borsa. (Fonte: Noah ckXArRPO8Qw/ Pexels)

Tipo di imballaggio

Esiste anche una grande varietà di imballaggi con un unico scopo: facilitare la distribuzione del prodotto. Così, troviamo prodotti con valvole, aerosol e bottiglie. Ci sono anche taniche con diversi litri di prodotto.

Quale sceglierai dipenderà dalla quantità di cui hai bisogno, così come da dove lo applicherai. Ci sono anche piccole bottiglie e persino braccialetti che ti permettono di portare l’alcol in modo leggero e facile.

Fragranza

Questo criterio sarà presente nei prodotti che sono destinati all’uso immediato, poiché l’alcol puro non ha odore. La fragranza aiuta a rendere l’esperienza d’uso più piacevole. La maggior parte dei prodotti utilizzati per l’igienizzazione delle mani sono dotati di additivi per idratare la pelle durante l’uso.

Sia l’alcol etilico che quello isopropilico sono efficaci antisettici topici. Questi alcoli uccidono i microrganismi in una ferita superficiale, ma la loro bassa tossicità non danneggia le cellule della pelle (2).

Riassunto

Abbiamo visto che l’alcol è il composto più comunemente usato nella disinfezione quotidiana. Ecco perché è importante conoscere la sua origine e la sua applicazione. In questo modo, possiamo essere sicuri di igienizzare correttamente le nostre mani e gli oggetti che usiamo.

Usare l’alcol aiuta a prevenire alcune malattie e questo ci permette di mantenere il nostro livello di salute. Speriamo che tu abbia trovato utile questa guida e se l’hai fatto, sentiti libero di condividerla sulle tue reti!

(Fonte dell’immagine in evidenza: Sonjachnyj: 142297169/ 123rf)

Riferimenti (12)

1. Boyce J, Pittet D. Guideline for Hand Hygiene in Health-Care Settings [Internet]. Centers for Disease Control and Prevention. 2002 [Junio 2021]. Available from: https://www.cdc.gov/mmwr/preview/mmwrhtml/rr5116a1.htm
Fonte

2. WADE, L., 2016. QUIMICA ORGANICA, VOL I. 9th ed. PEARSON, pp.429-460.
Fonte

3. Campos Caubet L, Sánchez Ortiz S, González Peredo R. Intoxicación por metanol, xileno y tolueno: a propósito de un caso [Internet]. Formación Médica Continuada en Atención Primaria. 2021 [Junio 2021]. Available from: https://booksc.org/dl/14304346/3c6907
Fonte

4. Padrón Galarraga C. Envenenamiento por Alcohol Isopropílico y Acetonitrilo [Internet]. 2015 [Junio 2021]. Available from: http://revtecnologia.sld.cu/index.php/tec/article/view/212
Fonte

5. BOLETÍN OFICIAL DEL ESTADO Disposición 6872 del BOE [Internet]. 2021 [Junio 2021]. Available from: https://www.fide.es/wp-content/uploads/2021/04/IVA-0-SOL-HIDROALCOHOLICAS-PROPILICO-ISOPROPILICO.pdf
Fonte

6. Edmonds S, Macinga D, Mays-Suko P. Comparative Efficacy of Commercially Available Alcohol-based Handrubs and WHO-Recommended Handrubs: Which is More Critical, Alcohol Content or Product Formulation? [Internet]. American Journal of Infection Control. 2011 [Junio 2021]. Available from: https://doi.org/10.1016/j.ajic.2011.04.061
Fonte

7. Suiter A, Karanja P, Newman J, Klein D. In Vitro Skin Comparison of Alcohol and Non-Alcohol Hand Sanitizers [Internet]. American Journal of Infection Control. 2011 [Junio 2021]. Available from: https://doi.org/10.1016/j.ajic.2011.04.062
Fonte

8. Ingram L, Buttke T. Effects of Alcohols on Micro-Organisms [Internet]. Academic Press, London. 2021 [Junio 2021]. Available from: https://booksc.org/dl/21105561/620f13
Fonte

9. Organización Mundial de la Salud. Infection prevention and control: Alcohol-based handrub risks and hazards [Internet]. Q&A Details. 2020 [Junio 2021]. Available from: https://www.who.int/news-room/q-a-detail/alcohol-based-handrub-risks-hazards
Fonte

10. WHO. WHO Guidelines on Hand Hygiene in Health Care: First Global Patient Safety Challenge Clean Care Is Safer Care. [Internet]. National Center for Biotechnology Information. 2009 [Junio 2021]. Available from: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK144054/
Fonte

11. WHO. WHO Guidelines on Hand Hygiene in Health Care: First Global Patient Safety Challenge Clean Care Is Safer Care. [Internet]. National Center for Biotechnology Information. 2009 [Junio 2021]. Available from: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK143996/#parti_ch10.s2
Fonte

12. Marquez Riveiro M, Ashley Neumann V. Efficacy and effectiveness of alcohol in the disinfection of semi-critical materials: a systematic review [Internet]. US National Library of Medicine National Institutes of Health. 2015 [Junio 2021]. Available from: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4623738/
Fonte

Perché puoi fidarti di me?

Documento ufficiale
Boyce J, Pittet D. Guideline for Hand Hygiene in Health-Care Settings [Internet]. Centers for Disease Control and Prevention. 2002 [Junio 2021]. Available from: https://www.cdc.gov/mmwr/preview/mmwrhtml/rr5116a1.htm
Vai alla fonte
Libro di testo
WADE, L., 2016. QUIMICA ORGANICA, VOL I. 9th ed. PEARSON, pp.429-460.
Vai alla fonte
Libro di testo
Campos Caubet L, Sánchez Ortiz S, González Peredo R. Intoxicación por metanol, xileno y tolueno: a propósito de un caso [Internet]. Formación Médica Continuada en Atención Primaria. 2021 [Junio 2021]. Available from: https://booksc.org/dl/14304346/3c6907
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Padrón Galarraga C. Envenenamiento por Alcohol Isopropílico y Acetonitrilo [Internet]. 2015 [Junio 2021]. Available from: http://revtecnologia.sld.cu/index.php/tec/article/view/212
Vai alla fonte
Sito ufficiale
BOLETÍN OFICIAL DEL ESTADO Disposición 6872 del BOE [Internet]. 2021 [Junio 2021]. Available from: https://www.fide.es/wp-content/uploads/2021/04/IVA-0-SOL-HIDROALCOHOLICAS-PROPILICO-ISOPROPILICO.pdf
Vai alla fonte
Libro di testo
Edmonds S, Macinga D, Mays-Suko P. Comparative Efficacy of Commercially Available Alcohol-based Handrubs and WHO-Recommended Handrubs: Which is More Critical, Alcohol Content or Product Formulation? [Internet]. American Journal of Infection Control. 2011 [Junio 2021]. Available from: https://doi.org/10.1016/j.ajic.2011.04.061
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Suiter A, Karanja P, Newman J, Klein D. In Vitro Skin Comparison of Alcohol and Non-Alcohol Hand Sanitizers [Internet]. American Journal of Infection Control. 2011 [Junio 2021]. Available from: https://doi.org/10.1016/j.ajic.2011.04.062
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Ingram L, Buttke T. Effects of Alcohols on Micro-Organisms [Internet]. Academic Press, London. 2021 [Junio 2021]. Available from: https://booksc.org/dl/21105561/620f13
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Organización Mundial de la Salud. Infection prevention and control: Alcohol-based handrub risks and hazards [Internet]. Q&A Details. 2020 [Junio 2021]. Available from: https://www.who.int/news-room/q-a-detail/alcohol-based-handrub-risks-hazards
Vai alla fonte
Sito ufficiale
WHO. WHO Guidelines on Hand Hygiene in Health Care: First Global Patient Safety Challenge Clean Care Is Safer Care. [Internet]. National Center for Biotechnology Information. 2009 [Junio 2021]. Available from: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK144054/
Vai alla fonte
Articolo informativo
WHO. WHO Guidelines on Hand Hygiene in Health Care: First Global Patient Safety Challenge Clean Care Is Safer Care. [Internet]. National Center for Biotechnology Information. 2009 [Junio 2021]. Available from: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK143996/#parti_ch10.s2
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Marquez Riveiro M, Ashley Neumann V. Efficacy and effectiveness of alcohol in the disinfection of semi-critical materials: a systematic review [Internet]. US National Library of Medicine National Institutes of Health. 2015 [Junio 2021]. Available from: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4623738/
Vai alla fonte
Recensioni