Ultimo aggiornamento: 06/10/2021

Il nostro metodo

7Prodotti analizzati

21Ore di lavoro

6Fonti e riferimenti usati

30Commenti valutati

L’ammorbidente è un prodotto presente in ogni casa. Tutti amiamo la morbidezza e il profumo che lascia sui nostri vestiti. Tuttavia, in molti casi ci dimentichiamo di conoscere a fondo i suoi benefici e le sue caratteristiche per scegliere quello più adatto.

Qui, ti mostriamo quali sono i più desiderati dagli utenti; e imparerai come scegliere il migliore per soddisfare le tue esigenze. Non avrai più bisogno di spendere ore per prendere la migliore decisione d’acquisto. Dopo questa guida, sarai in grado di scegliere il tuo ammorbidente ideale come un esperto.




Sommario

  • Più che morbidezza e profumo per i nostri vestiti Sapevi che rende più facile la stiratura? Scopri i benefici dell’ammorbidente.
  • L’ammorbidente liquido è il più conosciuto, ma possiamo trovarlo anche in forma granulare o in salviette per l’asciugatrice.
  • Un ammorbidente per ogni esigenza: pelle sensibile? ecologico? concentrato o diluito? Questi sono alcuni dei fattori di acquisto più rilevanti.

Ammorbidente: la nostra raccomandazione dei migliori prodotti

Scegliere il miglior ammorbidente non è un compito facile, data la grande varietà di ammorbidenti disponibili. Ecco la nostra selezione di quattro ammorbidenti che si distinguono per la loro qualità. Ognuno di loro ha caratteristiche specifiche che lo collocano al top della sua categoria.

Guida all’acquisto: cosa dovresti sapere sull’ammorbidente

La vasta gamma di ammorbidenti sul mercato rende il nostro processo di selezione non così facile. Ecco perché abbiamo preparato questa guida con tutte le informazioni di cui hai bisogno per fare la tua scelta migliore.

Scegliere l’ammorbidente perfetto per i tuoi vestiti non è un compito facile. (Fonte: Dan Gold: aJN-jjFLyCU/ unsplash)

Quali sono gli ingredienti dell’ammorbidente?

Gli ingredienti più importanti sono i tensioattivi cationici, soprattutto composti ammoniacali quaternari. Senza entrare nei tecnicismi, la cosa più rilevante è che sono responsabili della morbidezza, del volume e prevengono l’elettricità statica dei capi. Possiamo anche trovare le seguenti sostanze chimiche presenti negli ammorbidenti: alfa-terpineolo, acetato di benzile, alcol benzilico, cloroformio, acetato di etile e terpinolene.

La maggior parte di loro sono agenti aromatizzanti. Al giorno d’oggi, ci sono alternative prive di sostanze chimiche, perché come vedremo di seguito, alcune di esse non sono tollerate dalle pelli sensibili, oltre ad avere un impatto significativo sull’ambiente.

Ammorbidente liquido, ammorbidente granulato o fogli per asciugare – quale scegliere?

L’ammorbidente più disponibile in commercio è in forma liquida. Tuttavia, ci sono altri tipi tra cui scegliere. Ci sono tre tipi di ammorbidente sul mercato. Diamo un’occhiata a ciascuno di essi

  • Ammorbidente liquido: come abbiamo già visto, questo è l’ammorbidente più usato nelle case. Il suo utilizzo è indicato sulla confezione e dobbiamo seguire le istruzioni del produttore.
  • Ammorbidente granulato: Questa è l’alternativa più ecologica e allo stesso tempo più economica. Tuttavia, la sua efficacia può essere ridotta con alcuni tipi di indumenti, che potrebbero non essere morbidi come desiderato.
  • Salviette di ammorbidenteper asciugatrice: questo è il modo di applicare l’ammorbidente quando si asciugano i vestiti. La salvietta viene introdotta direttamente nell’asciugatrice. Sono molto comodi da usare e molto efficaci, anche se è un prodotto poco conosciuto.

Con la seguente tabella avrai una panoramica, così sarà più facile per te scegliere il formato desiderato:

Liquido Granulare Salviette
Profumo Ampia varietà di profumi Non profumato Ampia varietà di profumi
Ecologico Alcune varietà sono ecologiche La maggior parte ecologica. Non inquinano gli ecosistemi marini
Concentrato Concentrato in alcune varietà Non concentrato Concentrato
Dove usare Lavatrice Lavatrice Asciugatrice

Come usare l’ammorbidente?

La prima cosa è sapere dove mettere l’ammorbidente nella nostra lavatrice. Troverai un cassetto con diversi scomparti, per scoprire in quale va il tuo ammorbidente, è meglio leggere il manuale di istruzioni, dato che ogni lavatrice sarà diversa. È importante non applicare l’ammorbidente direttamente sui vestiti, dato che questo potrebbe macchiarli, a meno che la tua lavatrice non abbia un cassetto perché è un vecchio modello.

In questo caso, dovrai aggiungerlo quando non c’è più detersivo, nell’ultimo risciacquo. Per quanto riguarda il dosaggio raccomandato, sarà indicato sull’etichetta della confezione dell’ammorbidente, è importante seguire le istruzioni del produttore per eseguire il processo correttamente.

Quali sono gli errori più comuni quando si utilizza l’ammorbidente?

Molte persone fanno l’errore di aggiungere più del dosaggio raccomandato per intensificare il profumo. Questo può lasciare i vestiti macchiati e con una consistenza appiccicosa che non è piacevole. Se l’ammorbidente che stai usando non soddisfa le tue esigenze in termini di profumo, dovresti considerare di sceglierne un altro che fornisca una fragranza più intensa e duratura.

Puoi optare per una delle nostre raccomandazioni. D’altra parte, aggiungere la stessa dose di ammorbidente ad ogni lavaggio è un altro errore comune. È importante prendere in considerazione il carico di vestiti che metti in lavatrice. Altrimenti, l’efficacia dell’ammorbidente sarà ridotta.

Quali sono i benefici dell’uso dell’ammorbidente sui tuoi vestiti?

Prima di tutto, c’è qualcosa che non passa inosservato: il profumo che i vestiti emanano dopo il lavaggio.

Se usi l’ammorbidente giusto, questo profumo potrebbe accompagnarti per tutto il giorno.

D’altra parte, come suggerisce il suo nome, la morbidezza che lascia sui nostri vestiti è qualcosa di innegabile. Una sensazione molto piacevole che ci dà l’uso dell’ammorbidente. Inoltre, protegge le fibre degli indumenti, aiutando a mantenerli in buone condizioni più a lungo. Infine, possiamo fare riferimento ad altre proprietà che ha, come rendere più facile la stiratura o evitare l’elettricità statica nei tessuti.

C’è qualche tipo di indumento per cui l’ammorbidente non dovrebbe essere usato?

Tutti vogliamo che i nostri vestiti siano morbidi e profumati, ma dobbiamo fare attenzione quando usiamo l’ammorbidente su alcuni indumenti

  • Abbigliamento sportivo: Questo tipo di indumento è progettato per assorbire il sudore e l’ammorbidente può fargli perdere le sue proprietà di traspirazione.
  • Microfibra: molti dei panni per la pulizia che usiamo in casa sono fatti di questo tipo di tessuto sintetico con proprietà assorbenti che potrebbero essere perse con l’uso dell’ammorbidente.
  • Asciugamani: Un caso simile si verifica con gli asciugamani, che potrebbero anche perdere la loro assorbenza se usi l’ammorbidente quando li lavi.

Quali sono alcuni usi alternativi per l’ammorbidente?

Se ti dicessi che puoi usare l’ammorbidente per qualcosa di diverso dal lavaggio dei tuoi vestiti, potresti pensare che sia una sciocchezza.

L’ uso dell’ammorbidente va oltre il nostro bucato.

Nella seguente lista troverai quattro usi alternativi dell’ammorbidente.

  1. Per dare lucentezza ai mobili: Per farlo, hai bisogno di un litro d’acqua, un cucchiaio di alcol e un cucchiaio di ammorbidente.
  2. Per pulire il bagno: questo si ottiene con la stessa miscela usata per lucidare i mobili. È anche efficace contro il calcare.
  3. Deodorante per ambienti con ammorbidente: tutto quello che devi fare è mescolare un tappo di ammorbidente e acqua calda in una bottiglia spray. Otterrai una fragranza duratura per la tua casa.
  4. Addio elettricità statica: la stessa miscela usata per creare il nostro deodorante fatto in casa con ammorbidente può essere applicata a tappeti o divani statici per eliminare l’elettricità statica.

Quando usi l’ammorbidente, proteggi i tuoi vestiti seguendo le istruzioni sulla confezione. (Fonte: jordi pujadas: -6Ju76xzahY/ unsplash)

Come influisce l’ammorbidente sull’ambiente?

L’ammorbidente contiene sostanze chimiche che finiscono per inquinare l’ambiente. I tensioattivi cationici che contiene impiegano molto tempo a biodegradarsi. Stiamo parlando di sostanze chimiche che influenzano l’ecosistema marino e le piante, tra gli altri. Inoltre, l’ammorbidente è un prodotto che genera una grande quantità di rifiuti di plastica a causa del suo imballaggio.

Tuttavia, oggi molte marche che si preoccupano di prendersi cura del pianeta hanno imballaggi biodegradabili e formule che hanno eliminato le sostanze chimiche più aggressive. Una grande alternativa che consideriamo nella nostra lista di prodotti raccomandati.

Criteri di acquisto

Quando compriamo l’ammorbidente cerchiamo un profumo che ci avvolga. Tuttavia, scegliere il prodotto giusto è molto più di questo. In questa sezione, parleremo dei fattori chiave per confrontare e scegliere l’ammorbidente più adatto alle nostre esigenze.

Aroma

Questa è una scelta molto personale, niente è fissato nella pietra quando si tratta di gusto. Sul mercato troviamo una grande diversità di profumi per i nostri ammorbidenti (freschi, agrumati, floreali, …), forse li preferisci intensi o sottili, ma nessuno può resistere a una fragranza che dura nei vestiti per molto tempo dopo il lavaggio.

Non tolleri i prodotti profumati? Ci sono anche ammorbidenti non profumati sul mercato, come quelli biologici o ipoallergenici, per coloro che sono più sensibili agli odori. Questo è probabilmente il criterio più comune quando si sceglie un ammorbidente, e in molti casi l’unico, ma non dovremmo fermarci qui. Andremo più in dettaglio su altri fattori chiave di seguito. Ricorda, vogliamo scegliere il meglio del meglio.

Trovare un ammorbidente che fornisca un profumo intenso e duraturo è possibile. (Fonte: StockSnap: 2563491/ pixabay)

Livello di concentrazione

Questo è un criterio importante da prendere in considerazione, perché come abbiamo visto sopra, la quantità di prodotto che dobbiamo applicare al nostro bucato dipende in larga misura dalla sua concentrazione. Ci sono due tipi di ammorbidente a seconda della loro concentrazione

  • Ammorbidente diluito. Questo è il più tradizionale, motivo per cui l’etichetta non indica questa caratteristica. Generalmente, sono venduti in formati più grandi di quelli concentrati e la quantità di prodotto necessaria per ottenere lo stesso effetto sarà maggiore.
  • Ammorbidente concentrato. Questo è il prodotto domestico preferito. Come abbiamo appena visto, il vantaggio del prodotto concentrato è che con meno quantità si ottiene lo stesso risultato, quindi finisce per essere più redditizio. Inoltre, gli utenti lo preferiscono perché lascia un profumo più intenso sui loro vestiti.

Tipo di pelle

Non tutte le pelli hanno lo stesso livello di tolleranza Hai mai notato il prurito quando ti metti i vestiti dopo il lavaggio? C’è una vasta gamma di ammorbidenti ipoallergenici sul mercato, formulati appositamente per le pelli più sensibili, come quelle atopiche. La sua composizione, priva di sostanze chimiche aggressive, evita la comparsa di reazioni allergiche.

Non possiamo dimenticare che la pelle del bambino è una delle più sensibili, per questo le marche di ammorbidente hanno creato prodotti appositamente indicati per loro, con formule specifiche e fragranze più delicate.

Packaging

Se il nostro ammorbidente ha una confezione pratica, ci renderà più facile quando facciamo il bucato. Allo stesso tempo, un ammorbidente con un dispenser lo renderà più facile da usare ed eviterà di sprecare il prodotto. Alcuni di essi, specialmente quelli più grandi, hanno un manico per renderli più facili da tenere in mano.

Non dobbiamo dimenticare il materiale utilizzato per realizzare il contenitore. Oggigiorno, molti di essi sono fatti con un’alta percentuale di plastica riciclata, il che rende il prodotto più sostenibile.

Tecnologia

Possiamo trovare ammorbidenti specificamente progettati per neutralizzare gli odori; altri, con tecnologia a microcapsule profumate, che rilasciano il profumo per attrito attraverso l’uso dei vestiti. Alcuni di essi sono anche creati appositamente per facilitare la stiratura, eliminare l’elettricità statica o restituire la vivacità dei colori ai nostri capi.

Come puoi vedere, i produttori di ammorbidente cercano di coprire tutte le esigenze che possiamo avere, ed è per questo che stanno emergendo nuove tecnologie per migliorare i risultati dell’uso dell’ammorbidente nel nostro bucato. Se non ne eri a conoscenza, ora hai un fattore in più da prendere in considerazione quando fai il tuo acquisto.

Prodotto ecologico

Come abbiamo già detto, oggi è possibile trovare un ammorbidente che sia rispettoso dei nostri vestiti e dell’ambiente. Diverse marche sul mercato hanno ammorbidenti senza sostanze chimiche nocive o coloranti nella loro composizione. Anche la bottiglia è qualcosa che si è evoluta e in molti casi troviamo imballaggi quasi interamente biodegradabili.

Ecco i vantaggi e gli svantaggi dell’ammorbidente ecologico:

Vantaggi
  • Nessuna sostanza chimica dannosa per la salute e l’ambiente
  • Adatto alle pelli sensibili
  • La riduzione delle sostanze chimiche protegge la nostra lavatrice
  • Confezione biodegradabile al 100%
Svantaggi
  • Meno varietà
  • Profumo più delicato

Riassunto

Ora che conosci in profondità gli ammorbidenti, avrai Avrai scoperto molte caratteristiche e benefici che non conoscevi prima, così come quali sono i migliori sul mercato. D’ora in poi, sarai in grado di utilizzare i criteri di cui sopra per fare la scelta migliore nel tuo processo di acquisto. Condividi questa conoscenza per aiutare i tuoi amici e la tua famiglia. E ogni volta che ne hai bisogno, torna a consultare la guida.

(Featured image source: vadimgozhda: 65422198/ 123rf)

Recensioni