Ultimo aggiornamento: 03/08/2021

Il nostro metodo

4Prodotti analizzati

45Ore di lavoro

13Fonti e riferimenti usati

215Commenti valutati

Se sei appassionato di musica allora avrai sentito parlare di questo marchio. Marshall è uno dei marchi più storici e leggendari in circolazione. È sopravvissuto alla prova del tempo e siamo sicuri che non andrà da nessuna parte. Cerchi qualità, esperienza, varietà e un marchio affidabile? Allora smetti di cercare, perché l’hai trovato!

Sia che tu abbia appena iniziato il tuo viaggio musicale o che tu abbia concerti con migliaia di persone, c’è un amplificatore Marshall per te. Ma fai attenzione, devi avere l’amplificatore che si adatta alle tue esigenze. Qui faremo del nostro meglio per aiutarti a trovare l’amplificatore Marshall dei tuoi sogni – prendi nota!




La cosa più importante da sapere

  • Gli amplificatori Marshall sono supportati da un marchio esperto. Sono al top dell’industria musicale. Sono utilizzati da migliaia di artisti di tutti i livelli.
  • C’è molta varietà negli amplificatori Marshall. Ecco perché dovresti conoscere le differenze, solo allora potrai scegliere l’amplificatore Marshall ideale per te.
  • Ci sono molti aspetti tecnici da considerare prima di acquistare un amplificatore Marshall. In questa guida ti presentiamo i punti più importanti in modo che tu possa fare un buon acquisto.

Amplificatore marshall: la nostra selezione

Guida all’acquisto: cosa devi sapere sull’amplificatore Marshall

Sappiamo che ci sono molte opzioni sul mercato degli amplificatori Marshall. Centinaia di design con diverse specifiche. Ogni dettaglio fa la differenza per il tuo amplificatore. Ecco perché abbiamo risposto alle domande più frequenti sugli amplificatori Marshall.

Bajista ensayando

Gli amplificatori Marshall sono supportati da un marchio esperto. È al top dell’industria musicale. (Fonte: Dmytro Vietrov: 144410726/ 123rf)

Quali tipi di amplificatori Marshall esistono?

Possiamo classificare gli amplificatori secondo il loro formato. Al giorno d’oggi ci sono due tipi principali: combo e testa. Uno è molto diverso dall’altro. Qui ti mostreremo le loro principali differenze.

Tipi Caratteristiche Modelli Marshall
Combo Una singola unità che integra tutti i componenti dell’amplificatore. Semplice da usare. Marshall Studio Classic, Marshall DSL1CR
Head Preamplificatore e altoparlanti sono separati. Sono due parti che devono essere messe insieme per funzionare. Di solito ha più potenza del Combo, ma è più complicato da usare. Marshall DSL1HR, Marshall Origin 20H, Marshall VJVM410H

Qual è il sistema interno degli amplificatori Marshall?

Oltre al formato, dobbiamo conoscere il sistema interno dell’amplificatore. Queste differenze potrebbero non essere così evidenti, ma sicuramente cambiano drasticamente le caratteristiche del tuo amplificatore Marshall. Nella seguente tabella ti presentiamo i diversi sistemi interni.

Tipo Caratteristiche Modello Marshall
Amplificatore transitorio Per lo più, sono ideali per i principianti a causa del prezzo e della funzionalità. Sono meno pesanti e funzionano attraverso un trasmettitore che riceve il segnale dallo strumento e lo amplifica attraverso l’amplificatore. Non richiedono quasi nessuna manutenzione, solo una buona cura. Generalmente, il loro suono è meno pulito di altri tipi Marshall Lead 100 Mosfet
Amplificatore a valvole Sono costruiti con tubi a vuoto. Questi tubi vengono riscaldati per creare il suono. Molto pesanti e più costosi dei transistor. Richiedono più manutenzione, ma hanno una migliore qualità del suono. Marshall Origin 5C
Amplificatori ibridi Funzionano con una combinazione di valvole e transienti. Il suono è più naturale rispetto ad altri tipi di amplificatori. Dal punto di vista del prezzo, è un punto intermedio tra il transitorio e il tubo. Ha una buona potenza e un suono leggermente più caldo. Marshall Valvestate AVT50

Quali parti compongono un amplificatore Marshall?

Nel corso degli anni la tecnologia degli amplificatori è cambiata molto. Oggi, sono composti da molte piccole parti che insieme raggiungono suoni molto particolari. Tuttavia, ci sono tre parti fondamentali: preamplificatore, amplificatore di potenza e altoparlante. Di seguito ti mostreremo le funzioni principali di ogni parte

  • Preamp: Questo è il luogo in cui operano gli equalizzatori, la distorsione e i canali. Si occupa di livellare la tensione elettrica inviata dallo strumento. Genera il tono dell’amplificatore.
  • Amplificatore di potenza: si occupa di aumentare la potenza del segnale inviato dallo strumento.
  • Altoparlante: genera il suono grazie all’arrivo del segnale amplificato e alla vibrazione della sua membrana.

Come equalizzare un amplificatore Marshall?

Tutti abbiamo un suono da sogno nella nostra testa, ma non sappiamo come arrivarci.

Il suono può cambiare drasticamente nel tuo amplificatore con poche manopole.

Sembra semplice, ma credici non lo è. Per ottenere il suono perfetto, devi conoscere a fondo i controlli del tuo amplificatore. Perché ogni cambiamento ti dà un suono molto diverso.

Quali controlli ci sono su un amplificatore?

Quasi tutti i controlli agiscono sul preamplificatore. La stragrande maggioranza degli amplificatori Marshall ha almeno tre elementi di base: EQ, controllo del guadagno e unità di riverbero.

Primer plano de amplificador marshall

Gli amplificatori Marshall con molti controlli sono migliori per i più esperti. (Fonte: Tagarro: d7iHitiPPog/ Unsplash)

Cos’è un equalizzatore?

Viene utilizzato per elaborare il segnale audio e modificare le frequenze del segnale elaborato. In parole povere, viene utilizzato per potenziare le bande di frequenza per ottenere il suono che desideri. Le bande di frequenza sono divise in bassi, medi e alti.

  • Bassi: rendono il tuo suono “corposo”. Il basso e la batteria abitano questo spazio, quindi in una chitarra non è troppo rilevante.
  • Midrange: Qui è dove la chitarra si muove. Quando si suona da soli, rimuovere il mid potrebbe pulire il suono. Ma, con l’accompagnamento di altri strumenti, aggiunge presenza, chiarezza e definizione senza dover alzare il volume. Raccomandiamo un minimo del 25%.
  • Alti: il suo utilizzo dipende dal livello di distorsione che usiamo. Un suono senza distorsione e con alti alti ti darà un suono cristallino e molto pulito.

Cos’è il controllo del guadagno?

Fondamentalmente è il controllo del volume. Questo è forse il punto più complicato, se non lo gestiamo potremmo non essere in grado di controllare il nostro amplificatore come vorremmo. Si divide in due concetti chiave: volume in entrata e volume in uscita

  • Volume d’ingresso (Gain/Drive/Pre/Distortion/Lead/Volume): questo è fondamentalmente la quantità di segnale che entra nell’amplificatore. Se vuoi un suono pulito non dovrebbe essere troppo alto. Di conseguenza, se stai cercando la distorsione, allora dovresti alzarlo al massimo.
  • Volume di uscita (Master/Main Volume/post): controlla i decibel indipendentemente dal volume di ingresso. Funziona come il controllo sulla tua TV a casa, più alto è il volume di uscita, più forte è il suono.

Cos’è il controllo del riverbero?

Il controllo del riverbero è una cosa semplice. Più distorsione, meno riverbero. Più distorsione c’è, meno riverbero, perché il suono si sporcherà. Se il suono è pulito, possiamo impostarlo al massimo e suonerà benissimo. Ma possiamo anche usarlo per dare effetti ai nostri suoni. Con molto riverbero, la chitarra suonerà lontana e viceversa. Qui si tratta di trovare il punto che ti piace.

Quali sono le impostazioni di suono più comuni?

Ci sono già modi conosciuti per arrivare a diversi tipi di suono. Ora che sai come cambiare il suono del tuo amplificatore Marshall, ti invitiamo a giocare e scoprire nuove impostazioni.Tuttavia, se vuoi andare sul sicuro, dai un’occhiata alla tabella qui sotto.

100%

Clean sound Crunch Classic Rock Jazz NU-Metal
Bass 50% 50% 100% 50% 100%
Mid 50% 50-75% 100% 50% 0%
Treble 75% 50% 100% 40% 100%
Volume d’ingresso Al minimo. A metà strada. Al massimo. Al minimo. Al massimo.

Va notato che questo grafico è un’approssimazione, ma non è esatto. Ricorda che è musica ed è tutto molto soggettivo. Buona fortuna!

Criteri di acquisto

Speriamo di aver risposto alle tue domande sugli amplificatori Marshall. Tuttavia, non è tutto. Ora che ne sai un po’ di più, ti diremo quali punti dovresti prendere in considerazione per scegliere l’attrezzatura perfetta per te.

Usa

Questo è forse il punto più importante. A seconda dell’uso che farai del tuo amplificatore, avrai bisogno di un certo tipo di attrezzatura. Per la pratica domestica, forse il Marshall DSL1CR fa per te. Se stai suonando un concerto all’aperto, il Marshall VJVM410H andrà benissimo. D’altra parte, devi considerare quale strumento collegherai all’amplificatore.

Ci sono amplificatori per chitarra elettrica, chitarra elettroacustica, basso e altro. Questi sono punti che sembrano ovvi, ma non lo sono. Normalmente, la descrizione di un amplificatore Marshall ti dirà per quale strumento è fatto. A sua volta, con le informazioni che ti abbiamo dato su questi amplificatori, saprai quale tipo dovresti usare.

Livello di esperienza dell’utente

Non avrai bisogno di un grande amplificatore e di spendere tutti i tuoi risparmi se sei agli inizi. A seconda del tuo livello di esperienza e della tua fase di apprendimento, l’amplificatore di cui hai bisogno cambierà.;;Ecco una tabella per aiutarti a scegliere il tuo amplificatore Marshall.

Caratteristiche Chitarra elettrica principiante Chitarra acustica principiante Chitarra elettrica intermedia Chitarra acustica intermedia Chitarra elettrica avanzata Chitarra acustica avanzata
Potenza 15W 15W 50W 50W 100W 100W
Effetti sonori Overdrive Chorus Overdrive, Chorus e Dela Chorus e Dela Può essere una pedaliera analogica o digitale Dipende dalle preferenze. Può essere Wah Wah, Delay, Chorus, Overdrive, Octave, Fuzz, tra gli altri

Dimensione

Gli amplificatori Marshall sono disponibili in molte dimensioni. Vanno dagli amplificatori portatili, da portare ovunque, agli amplificatori da 18 pollici per concerti. Normalmente, più grande è l’amplificatore, più potenza raggiungerà. Tuttavia, questo non è sempre il caso.

Dovresti tenerlo a mente, perché se prendi un altoparlante troppo grande, sarà ovviamente molto difficile da trasportare. Le dimensioni più comuni sono 8,10,12,15 e 18 pollici di diametro.

Sound

Ricordiamoci sempre che stiamo parlando di musica. In questo senso, non esiste una legge assoluta. Un amplificatore Marshall può sembrare l’amplificatore giusto, ma si scopre che dopo averlo ascoltato non ti piace il suono. Anche se ci sono modi per manipolare i suoni, ci sono sempre dettagli che sono particolari per ogni amplificatore.

Ecco perché dovresti sapere che il suono dipende esclusivamente dal gusto. Quando si tratta di musica, i tecnicismi arrivano fino a un certo punto.

Vista de frente de amplificador marshall

Gli amplificatori portatili Marshall sono molto convenienti, facili da usare e da trasportare. (Fonte: Zhenina: 3c9Ltv9kf_s/ Unsplash)

Summary

Ci sono molti aspetti tecnici da considerare se vuoi un amplificatore Marshall. In questo contenuto ti abbiamo dato gli strumenti di cui hai bisogno per scegliere l’amplificatore perfetto per te. Questa marca ha una miriade di opzioni, quindi puoi trovarne una che si adatti alle tue esigenze.

Ricorda che puoi diventare un esperto degli aspetti tecnici del tuo amplificatore Marshall, e ancora non trovare il suono che stai cercando. Ecco perché, se questo sarà il tuo primo amplificatore, ti consigliamo di investire in uno economico. Con il passare del tempo e l’acquisizione di più esperienza, sarai in grado di identificare meglio l’amplificatore perfetto per te.

(Fonte dell’immagine: Chekalov: rRVGpLI5ceo/ Unsplash)

Perché puoi fidarti di me?

Recensioni