Uomo che usa un anemometro
Ultimo aggiornamento: 28/08/2020

Il nostro metodo

12Prodotti analizzati

22Ore di lavoro

16Fonti e riferimenti usati

63Commenti valutati

Sebbene si creda che i Maya avessero già inventato l’anemometro precedentemente, in realtà le prime notizie della sua esistenza risalgono al XV secolo. In ogni caso, al di là delle controversie sulla sua origine, è del tutto innegabile la sua grande utilità. Ha applicazioni in campi che vanno dalla meteorologia all’aeronautica.

Attualmente esiste un’ampia varietà di modelli di anemometro, sia per uso domestico che professionale. Ovviamente questi ultimi hanno un prezzo più alto, ma offrono migliori prestazioni. L’anemometro per uso domestico invece, è uno strumento compatto e leggero, che si trasporta facilmente ed è comunque affidabile, pur essendo meno preciso.




Le cose più importanti in breve

  • Gli anemometri sono strumenti per misurare la velocità del vento, motivo per cui trovano, tra l’altro, applicazioni in nautica, aeronautica e le previsioni del tempo.
  • In generale, gli anemometri per uso domestico tendono a essere compatti, leggeri e, solitamente, sono molto facili da usare.
  • Tra i vari criteri di acquisto che devi tenere presente c’è l’uso che farai dell’anemometro. Come puoi immaginare, se lo userai per scopi professionali avrai bisogno di un modello diverso che non servirebbe invece per un uso casalingo. Parleremo di questi e altri aspetti nella sezione finale dell’articolo.

I migliori anemometri sul mercato: la nostra selezione

In questa sezione è possibile consultare una selezione completa di anemometri. In essa abbiamo incluso strumenti sia per professionisti che per utenti che lo usano in ambito casalingo. Naturalmente, tutti i prodotti che abbiamo selezionato offrono un ottimo rapporto qualità-prezzo e sono tutti ben recensiti da chi li ha acquistati.

Il miglior anemometro per uso sportivo

L’HoldPeak 866B è in grado di misurare la velocità di un flusso d’aria in 5 diverse unità di misura, con la possibilità di visualizzare una media aritmetica, ed i valori minimi e massimi registrati. Misura anche la temperatura del vento, su scala Celsius e Fahrenheit, mentre il display è retroilluminato. La confezione include due pile AAA per alimentarlo, una custodia ed un cordino per il polso.

Gli acquirenti ne sono entusiasti ed è infatti uno dei meglio recensiti e più venduti in assoluto; è uno strumento compatto e versatile, che si adatta all’uso in molti sport ed hobby.

Il miglior anemometro per uso domestico

Quella in esame è una soluzione economica per chi avesse bisogno di un anemometro in casa, per qualsiasi motivo e spendendo una cifra davvero irrisoria. Nonostante la premessa, il Proster TL0017 gode di ottime recensioni oltre che di un volume di vendita in costante crescita, con utenti soddisfatti che ne apprezzano la compattezza, la versatilità, e l’ottima copertura antiurto di cui è dotato.

È in grado di misurare la velocità di un flusso d’aria fino a 55 nodi e in 5 diverse unità di misura, oltre che la temperatura da -10 °C a 45 °C (oppure da 14 °F a 113 °F).

Il miglior anemometro con misurazione libera

L’ERAY SR-9819 è un anemometro semi-professionale in grado di calcolare la velocit’ dell’aria in 5 unità di misura, il flusso dell’aria (CMM e CFM) e la temperatura. Il display è ampio e retroilluminato, e può visualizzare anche il valore massimo, minimo e medio della velocità del vento. La sonda con elica non è fissa allo strumento ma è collegata ad esso tramite cavo, il che consente di effettuare misurazioni affidabili anche a distanza o negli ambienti più angusti, situazioni molto comuni in ambito professionale.

Gli acquirenti ne apprezzano l’ottimo rapporto qualità-prezzo e la fornitura di una valigetta per il trasporto, essendo in fondo uno strumento non particolarmente robusto.

Il miglior anemometro professionale

Il Testo 410-2 è un anemometro professionale che gode di eccellenti recensioni, in grado di assicurare valori affidabili e fornito di manuale per la calibrazione manuale dello strumento. Può misurare, oltre che alla velocità del vento, anche la temperatura percepita e l’umidità dell’aria.

È infine capace di calcolare una media delle misurazioni in un arco temporale, il punto di rugiada (temperatura di condensazione) e di bulbo umido (temperatura di raffreddamento in seguito all’evaporazione).

Guida all’acquisto: Tutto quello che devi sapere sull’anemometro

Se stai pensando di acquistare un anemometro, sicuramente hai almeno alcune nozioni sul suo funzionamento e sulle sue applicazioni. Tuttavia, probabilmente anche tu hai dei dubbi sul suo funzionamento. Affinché tu possa risolverli, abbiamo preparato questa sezione per te.

Gli anemometri sono strumenti per misurare la velocità del vento, per i quali trovano, tra l’altro, applicazioni in nautica, aeronautica e per effettuare previsioni meteorologiche. (Fonte: Zaiets: 140512021/ 123rf.com)

Cos’è esattamente un anemometro?

L’anemometro è uno strumento tecnico il cui scopo principale è misurare la direzione del vento (o di qualsiasi gas). In questo modo, può aiutare a fare previsioni del tempo. È anche un essenziale strumento di volo. Spesso può anche misurare la temperatura del vento.

Come riesce a misurare la velocità del vento l’anemometro?

Gli anemometri misurano la velocità istantanea del vento, che è soggetta ad oscillazioni dipendenti dalle diverse raffiche di vento. Una misura più accurata è quindi la velocità media. Un modo per ottenere questo valore consiste nell’eseguire diverse misurazioni a intervalli di tempo di svariati minuti.

Quindi i dati ottenuti vengono sommati e divisi per il numero di misurazioni effettuate. Tali misurazioni vengono ottenuto in maniera diversa secondo il tipo di anemometro.

Quanti tipi di anemometro esistono?

Si possono distinguere principalmente i seguenti cinque tipi di anemometri. Ognuno è più adatto per un tipo di misurazione.

  • Anemometro a spinta: Effettua misurazioni della velocità del vento mediante una sfera cava o una pala fissata ad una piastra fissa. In questo modo al passaggio del vento si alza permettendo di determinarne la velocità. Oggi viene usato pochissimo.
  • Anemometro a rotazione: È il sistema più comune. Consente misurazioni accurate. Ha delle coppette (scodelle) che ruotano con il passaggio del vento. La loro velocità di rotazione permette di determinare la velocità del vento. È disponibile sia manuale che digitale.
  • Anemometro termico o a filo caldo: Usa una sonda anemometrica calda. Quando viene a contatto con il vento la sua temperatura si abbassa, il che consente di misurarne la velocità. In generale, è un metodo piuttosto accurato.
  • Anemometro sonico: È il sistema più moderno e quindi il più costoso. Per misurare la velocità del vento utilizza un segnale acustico. È un metodo accurato e viene utilizzato nel campo della meteorologia professionale.
  • Anemometro a compressione: Si basa sul tubo di Pilot. Ha due piccoli tubi, uno con un foro anteriore e l’altro con un foro laterale, che misurano la differenza di pressione tra loro per ottenere la velocità del vento.
Victor Hugo Scrittore francese del XIX secolo

“I principi governano tutto, tranne il vento”.

Quali sono i vantaggi e gli svantaggi dell’anemometro?

Gli anemometri offrono una serie di importanti vantaggi, sia per l’utilizzo da parte di utenti domestici che professionali. Puoi verificarli nella tabella seguente in cui abbiamo incluso anche i loro principali inconvenienti.

Vantaggi
  • Esistono modelli ad un prezzo abbastanza economico.
  • Sono molto facili da usare.
  • Di solito sono dispositivi leggeri e facili da trasportare.
  • Normalmente eseguono anche altri tipi di misurazioni.
  • Hanno una moltitudine di applicazioni.
Svantaggi
  • I più economici non sono troppo precisi.
  • Richiedono batterie, che devono essere sostituite frequentemente.
  • Passato un certo tempo potrebbe essere necessario calibrarlo.

Quali applicazioni ha un anemometro?

Gli anemometri hanno applicazioni in diversi campi, come agricoltura, aeronautica, nautica, edilizia e pratica sportiva, tra gli altri. Ovviamente hanno anche diversi usi domestici. Pertanto, molte persone li usano prima di far volare i droni, poiché potrebbe non essere consigliabile in certe condizioni di vento forte.

Sono utilizzati anche da atleti come surfisti, velocisti, ciclisti o saltatori in lungo. In alcuni casi, per sapere se le condizioni sono appropriate per la loro pratica sportiva e in altri per sapere fino a che punto i loro tempi sono validi. Nei lavori sono utili per migliorare la sicurezza delle opere e in agricoltura per verificare le condizioni di irrigazione.

È possibile misurare la velocità dell’aria nei sistemi di ventilazione o raffreddamento con un anemometro?

Un’altra interessante applicazione degli anemometri è la misurazione del flusso d’aria nei sistemi di ventilazione o raffreddamento. Tuttavia, per effettuare misurazioni accurate, è necessario disporre di attrezzature specifiche per questo. Infatti, come puoi vedere nel video seguente, sono presenti dispositivi adattati alle diverse tipologie di bocchette di ventilazione.

Di quali altri strumenti di misura potrei aver bisogno oltre agli anemometri?

A seconda dell’attività professionale o ludica che andrai a realizzare, potrebbero essere necessari diversi strumenti di misurazione. Successivamente, spieghiamo brevemente le caratteristiche di alcune dei più comuni che vengono spesso utilizzati per misurare alcune delle più importanti grandezze ambientali.

  • Termometro: con il quale è possibile misurare la temperatura ambiente, di persone, animali o oggetti.
  • Barometro: che viene utilizzato per misurare la pressione atmosferica.
  • Altimetro: il cui scopo principale è misurare l’altitudine rispetto ad un riferimento che solitamente è il livello del mare.
  • Igrometro: con il quale è possibile misurare l’umidità ambientale.
  • Stazione meteorologica: che può eseguire misurazioni di diverse grandezze, come temperatura, pressione atmosferica e livello di umidità, tra gli altri.
foco

Gli anemometri sono particolarmente utili per spegnere gli incendi, in quanto consentono di stimare l’evoluzione del fuoco.

Criteri di acquisto

A REVIEWBOX.it, vogliamo aiutarti nel processo di acquisto di un anemometro. Per questo abbiamo preparato per te una lista con una serie di criteri di acquisto che riteniamo possano esserti utili. Se li prendi in considerazione, sarà più facile per te scegliere il dispositivo più adatto alle tue esigenze.

Uso che farai dell’anemometro

A seconda dell’uso che intendi fare dello strumento, è conveniente che abbia alcune caratteristiche o altre. Nella tabella seguente, puoi vedere alcuni consigli al riguardo.

Se hai bisogno di un anemometro per ti si addice uno
Uso professionale, che offre le misurazioni più accurate possibili, come il tipo sonoro.
Navigazione, che offre una buona precisione e se possibile che indichi anche la direzione del vento.
Attività ricreative all’aperto, compatto, leggero e facile da trasportare.
Attività acquatiche, resistente all’acqua, compatto e che si possa usare con una sola mano.
Misurare la velocità dell’aria nei sistemi di ventilazione o di scarico, appositamente progettato per questo compito e che disponga di accessori per le diverse tipologie e dimensioni di griglie.

Accuratezza di misurazione

Gli anemometri più economici di solito non sono ben calibrati o molto precisi. Pertanto, eseguirai misurazioni con errori del 5% o del 10%. Se desideri misurazioni più precise, puoi optare per uno professionale. Esistono infatti modelli ad un prezzo non eccessivamente alto che garantiscono una precisione intorno all’1%.

Nel mezzo, ci sono gli anemometri per uso domestico con precisioni intorno al 3%. Ovviamente è anche importante eseguire correttamente le misurazioni. E, in determinate circostanze, eseguire diverse letture per assicurarsi che siano più veritiere.

Anemometro nero

In generale, gli anemometri per uso domestico tendono a essere compatti, leggeri e, di solito, anche molto facili da usare. (Fonte: Wongpeth: 140640360/ 123rf.com)

Informazioni offerte sullo schermo

In generale, gli anemometri digitali hanno display LCD, spesso retroilluminati. Attraverso di loro possono offrire più informazioni oltre alla velocità del vento. D’altra parte, possono presentare le informazioni sulla velocità del vento per mezzo di diverse grandezze. Le più comuni sono le seguenti:

  1. Metro al secondo (m/s)
  2. Chilometro all’ora(km/h)
  3. Miglia all’ora (mph)
  4. Piedi al minuto (ft/min)
  5. Nodi

Intervallo di velocità in cui è possibile effettuare misurazioni

Ogni anemometro è progettato per eseguire misurazioni in uno specifico intervallo di velocità. Allo stesso modo, accade con il resto delle grandezze che possono essere misurate. In generale, il valore minimo è solitamente lo stesso praticamente in tutte le apparecchiature, 0 m/s o molto vicino ad esso. Tuttavia, il massimo può variare notevolmente.

Normalmente, sono predisposti per misurare velocità del vento massime fino a 30 m/s o più. Quando si tratta della temperatura dell’aria, se vivi in ​​una zona con un clima freddo, dovresti controllare se può misurare temperature inferiori allo zero. Sfortunatamente, non tutte le apparecchiature lo fanno, alcune registrano solo temperature da 0 °C.

Funzionalità aggiuntive che offre

Gli attuali anemometri digitali possono misurare altre grandezze oltre alla velocità del vento. In questo modo, possono indicare la direzione del vento, la temperatura, l’umidità, la sensazione termica e altri tipi di grandezze. D’altra parte, ci sono anemometri che hanno connettività bluetooth.

Questi anemometri possono essere collegati allo smartphone o altri dispositivi. In questo modo è possibile accedere alle letture tramite il telefono e tramite le applicazioni dei diversi produttori è possibile analizzare le misurazioni. In generale, queste app sono solitamente progettate per iOS e Android.

Conclusioni

Gli anemometri sono strumenti di misura che consentono di conoscere la velocità del vento, quindi hanno una moltitudine di applicazioni. A livello professionale, vengono utilizzati in settori come la nautica, l’aeronautica, l’agricoltura e l’edilizia, tra gli altri. Inoltre, gli utenti domestici li usano durante le loro gite o per scoprire se possono pilotare i loro droni.

Quindi, a seconda dell’uso che farai dell’anemometro, potresti essere interessato a uno di un tipo o dell’altro. Se non hai bisogno di effettuare misurazioni molto precise, puoi scommettere su un modello economico, dal design compatto e leggero. In questo modo potrai sempre portarlo con te. Negli ultimi anni, quelli che possono essere collegati al telefono cellulare hanno guadagnato popolarità.

Infine, se ritieni che questa guida sia stata utile nel tuo processo di scelta, puoi scriverci un commento o condividerlo attraverso i tuoi diversi social network.

(Fonte dell’immagine in evidenza: Zaiets: 141893795/ 123rf.com)

Perché puoi fidarti di me?

Giacomo Scrittore
Ho una laurea in filologia e ingegneria mineraria, per me Reviewbox è la combinazione perfetta tra lavorare con il linguaggio e la tecnologia. Nel mio lavoro cerco sempre di prestare molta attenzione ai dettagli e di creare contenuti che possano essere veramente interessanti e utili per il lettore. Alla fine, ciò che mi motiva è fare un lavoro ben fatto e di qualità.