Ultimo aggiornamento: 30/07/2021

Il nostro metodo

4Prodotti analizzati

45Ore di lavoro

13Fonti e riferimenti usati

215Commenti valutati

Gli antistaminici sono la soluzione per quei giorni grigi quando le allergie ti bloccano. Sono le medicine più efficaci per porre fine a quei sintomi che appaiono quando il nostro corpo rileva un allergene e lo rifiuta. In questi casi possono verificarsi problemi respiratori, prurito agli occhi o alla pelle, naso che cola, tra gli altri.

Queste manifestazioni indicheranno che stai soffrendo di una reazione allergica. Se questo è il tuo caso e vuoi mettere fine ai problemi e ai disagi causati dall’allergia, dovresti sapere tutto sugli antistaminici. Il trattamento di routine con questo farmaco può rendere la tua vita più facile e persino prevenire l’insorgere di questi sintomi.




Le cose più importanti da sapere

  • Ci sono antistaminici di prima, seconda e terza generazione, con i primi che hanno più effetti collaterali.
  • Anche se non può essere provato scientificamente, è possibile utilizzare gli antistaminici durante la gravidanza o l’allattamento. Tuttavia, dovresti prima consultare un medico specialista.
  • Se non sei sicuro su quale base dovresti scegliere l’antistaminico ideale, dovresti analizzare i criteri di acquisto più importanti per fare la scelta giusta.

Antistaminico: la nostra selezione

Guida all’acquisto: cosa devi sapere sugli antistaminici

Gli antistaminici saranno i tuoi migliori alleati se soffri di qualsiasi tipo di allergia. Questo farmaco aiuta a bloccare l’istamina, una sostanza chimica che viene rilasciata dalle cellule del sistema immunitario quando c’è una minaccia esterna. Di seguito risponderemo a qualsiasi domanda tu possa avere su questi farmaci.

Bote de píldoras

Gli antistaminici alleviano i sintomi dell’allergia. (Fonte: cottonbro: 6865181/ pexels.com)

A cosa servono gli antistaminici?

Le persone con una o più allergie hanno un sistema immunitario ipersensibile. Agisce rilasciando sostanze chimiche in risposta agli allergeni che vede come una minaccia. Quello che fanno gli antistaminici è agire su queste sostanze chimiche, in questo caso l’istamina, che è responsabile della risposta infiammatoria.

Gli antistaminici sono utili per calmare o eliminare i sintomi più comuni delle allergie, come ad esempio

  • Prurito, occhi che colano.
  • Congestione nasale e scarico.
  • Orticaria acuta e cronica.
  • Prurito alla pelle.

Quali sono i benefici dell’uso degli antistaminici?

Anche se gli antistaminici non eliminano completamente l’allergia, agiscono come un trattamento per i sintomi che appaiono temporaneamente. È il più efficace, in quanto agisce direttamente contro tutte le lesioni derivanti dalle reazioni allergiche.

Mantengono la qualità della vita delle persone che soffrono di malattie allergiche, aiutandole ad affrontare senza essere un fastidio quotidiano. Possono anche essere usati per trattare e prevenire le vertigini e anche nel trattamento iniziale delle emicranie o dell’insonnia.

Sono anche comunemente usati per il raffreddore, dato che i loro sintomi sono simili a quelli delle allergie (1).

Tuttavia, anche se sono disponibili da banco, è importante che tu consulti il tuo medico in modo che possa prescriverti l’antistaminico giusto per te.

Quali tipi di antistaminici esistono?

Ci sono antistaminici di prima, seconda e terza generazione. Per capire la differenza tra loro, ti mostriamo una tabella comparativa qui sotto (2):

Prima generazione Seconda generazione Terza generazione
Composti Difenidramina, dimenidrinato, clemastina, doxilamina o clorfeniramina Loratadina, cetirizina, ebastina e rupatadina Desloratadina, levocetirizina e fexofenadina
Funzionalità Penetra l’intero sistema nervoso centrale Meno entra nel sistema nervoso centrale Agiscono selettivamente sui recettori periferici dell’istamina e non penetrano la barriera emato-encefalica
Effetti Può causare sonnolenza, aumento dell’appetito, secchezza, vertigini, costipazione, ritenzione di urina Definito come “non sedativo”, adatto per attività che richiedono concentrazione Migliora l’efficacia e riduce ulteriormente gli effetti avversi

Quali fattori di salute possono condizionare l’uso degli antistaminici?

Come per tutti i farmaci, ci sono una serie di effetti collaterali che possono colpire alcune persone quando li assumono. Tuttavia, dovresti prendere in considerazione anche altri aspetti personali, per i quali dovresti consultare il tuo medico sulla possibilità o meno di prendere questo farmaco. Questi fattori o condizioni per l’uso degli antistaminici sono (3):

  • Diabete
  • Epilessia
  • Malattia cardiaca
  • Disturbo della tiroide
  • Problemi alla prostata
  • Glaucoma
  • Donne incinte o che allattano

Quali sono gli effetti collaterali degli antistaminici?

Se non è presente nessuna delle patologie o condizioni di cui sopra, si raccomanda comunque di consultare uno specialista prima di assumere antistaminici. Tuttavia, è necessario essere consapevoli dei possibili effetti collaterali che gli antistaminici possono causare:

  • Sonnolenza
  • Stanchezza, vertigini o visione offuscata
  • Bocca secca
  • Mancanza di appetito o aumento dell’appetito
  • Nervosismo emotivo o irritabilità
  • Costipazione

Gli antistaminici di prima generazione di solito hanno più effetti collaterali, specialmente quelli legati alla sonnolenza. Nel caso degli antistaminici di seconda generazione, questo effetto non si verifica, perché non hanno un effetto sedativo.

Quando dovrebbero essere presi gli antistaminici?

Gli antistaminici sono trattamenti sintomatici, il che significa che aiutano ad alleviare i sintomi della malattia, ma non la eliminano. Si tratta quindi di un farmaco che di solito viene assunto su richiesta, nel momento in cui si verificano i primi risultati della reazione allergica.

Tuttavia, questo dipenderà anche dal tipo di malattia allergica.

Nel caso di malattie allergiche che hanno una durata più lunga e sono più comuni, un trattamento più continuo può essere preso per un periodo di tempo più lungo.

Questo può anche aiutare a prevenire la comparsa di nuovi sintomi. Tuttavia, ricorda che i tempi, la durata e la forma del trattamento, attraverso gli antistaminici, devono essere approvati da un medico.

Gli antistaminici possono essere presi durante la gravidanza o l’allattamento?

Durante la gravidanza, e specialmente nel primo trimestre, è consigliabile eliminare tutti i farmaci inutili dalla tua vita. Anche se non ci sono prove scientifiche che gli antistaminici causino problemi al feto o al suo sviluppo, è sempre importante consultare un professionista.

Le malattie allergiche possono peggiorare durante la gravidanza o, al contrario, migliorare. I farmaci che non sono raccomandati durante questo periodo includono gli antistaminici intranasali e di prima generazione. Come micofenolato mofetile, metotrexato, ciclosporina, azatioprina e zilueton (4).

Anche per quanto riguarda il periodo dell’allattamento, non ci sono studi scientifici che confermano la nocività degli antistaminici. Tuttavia, dipende dal loro tipo e dalla loro composizione. Si sa che la possibilità di trasmettere la dose somministrata al bambino è solo dell’1% (4).

Persona sosteniendo a bebe en brazos

Ogni situazione è diversa, quindi informati prima di prendere qualsiasi farmaco e non automedicarti. (Fonte: Kristina Paukshtite: 3270224 / Pexels)

Quali sono le alternative agli antistaminici?

Le allergie sono malattie presenti in una gran parte della popolazione mondiale, quindi non sono sconosciute e si sa molto su di esse. Dato che sono un problema con cui molte persone hanno sempre a che fare, ci sono rimedi e alternative. Tra queste opzioni, te ne offriamo alcune completamente naturali:

Alternative Tè verde Ortica Erba medica Timo Curcuma
Composizione Contiene quercetina e catechine Erba nel tè Infuso Erba ricca di vitamina C e flavonoidi Radice
Funzione Agisce come antiossidante, diminuisce il rilascio di istamina Inibisce il rilascio di istamina, diminuisce la presenza di allergeni nelle vie respiratorie e allevia la congestione Aiuta ad alleviare il bruciore agli occhi e l’eccesso di muco nel naso Aiuta a stabilizzare i mastociti e fornisce benefici antimicrobici Agisce come antinfiammatorio, antiossidante e inibisce l’attivazione dei mastociti

Criteri di acquisto

Sai già come funzionano gli antistaminici nel nostro corpo e quali sono i loro benefici e svantaggi. In questa sezione, condivideremo con te i criteri di acquisto più importanti da considerare prima di fare la tua scelta. Dovrai analizzarli e abbinarli alle tue esigenze per determinare quale prodotto è quello giusto per te.

Amministrazione

Gli antistaminici non sono disponibili solo in compresse o capsule orali. Ci sono anche compresse masticabili, che sono più facili da prendere per coloro che hanno problemi a deglutire le compresse. Per i bambini più piccoli, gli antistaminici sono disponibili in sciroppo o gocce orali, con diversi gusti per renderli più piacevoli da ingoiare.

Nei casi in cui c’è scarico nasale o congestione, gli antistaminici spray sono comuni. Questi vengono applicati su ogni narice e agiscono direttamente contro questo sintomo. Per le reazioni che causano irritazione agli occhi, possono essere disponibili colliri. Sono disponibili anche in forma di crema, per i casi di prurito o orticaria sulla pelle.

Ci sono anche altri modi di somministrare gli antistaminici, come le fiale, che vengono somministrate per via endovenosa o intramuscolare. Sono disponibili anche antistaminici iniettabili, anche se il loro uso è meno comune.

Persona en mesa con cuaderno de carton y tiras de papel

Gli antistaminici di prima generazione possono causare sonnolenza o stanchezza, quindi dovresti fare attenzione quando fai certe attività come guidare, lavorare o andare a scuola. (Fonte: Cup of Couple: 6632854 / Pexels)

Interazione con altri farmaci

Questo è uno dei criteri che dovresti prendere in considerazione. Proprio come il consumo di alcol durante l’assunzione di farmaci non è raccomandato, è anche importante sapere quali farmaci possono e non possono interagire tra loro.

Gli antistaminici possono interagire con molti farmaci che, come gli antistaminici, devono essere metabolizzati e convertiti in derivati attivi o inattivi. Tali farmaci possono essere trovati su (5):

  • Antibiotici macrolidi come claritromicina, azitromicina o eritromicina
  • Antimicotici
  • Antistaminici H2 (cimetidina e ranitidina)
  • Antidepressivi
  • Antiretrovirali

Quando sei in trattamento con qualsiasi altro farmaco da prescrizione, un medico dovrebbe essere consultato sulla possibilità di interazione con l’antistaminico prescritto, per evitare conseguenze avverse.

Sonnolenza

Come menzionato sopra, gli antistaminici possono generalmente causare sonnolenza o stanchezza. Questo può influenzare la nostra vita quotidiana, diminuendo la nostra attenzione ed essendo potenzialmente pericoloso a seconda dell’attività da svolgere.

Per questo motivo, dovresti prima controllare se l’antistaminico che stai per prendere può causare questo effetto e prendere alcune precauzioni. Come ad esempio non guidare mentre sei sotto gli effetti degli antistaminici. Tieni anche presente che gli antistaminici di seconda e terza generazione agiscono in misura minore sul sistema nervoso centrale.

Durata

Alcuni antistaminici durano solo da 4 a 6 ore, mentre altri durano di più, tra le 12 e le 24 ore. Gli antistaminici di terza generazione hanno la più lunga durata dell’effetto, fino a 48 ore.

La durata più lunga significa che le ingestioni sono meno frequenti nel tempo e, quindi, il numero di dosi è ridotto.

Gli antistaminici possono essere assunti quotidianamente per aiutare a controllare i sintomi e possono anche essere presi in anticipo per prevenire l’insorgere dei sintomi. Questo è particolarmente vero durante le stagioni delle allergie più comuni.

Riassunto

Gli antistaminici aiutano le persone con allergie ad affrontare una malattia che è così fastidiosa in certi periodi dell’anno. Come risultato degli sviluppi scientifici, stanno diventando disponibili nuovi tipi di antistaminici che agiscono in modi diversi sul sistema nervoso centrale.

Le nuove generazioni di questo farmaco generano meno sensazione di stanchezza o insonnia e prolungano il loro effetto nel tempo. Bere alcol o prendere altri medicinali durante il trattamento con antistaminici può avere un effetto negativo sul corpo. Per questo motivo, dovremmo essere prudenti e consultare uno specialista.

Se hai trovato interessante il nostro contenuto, ti invitiamo a condividerlo sui tuoi social network e a lasciarci i tuoi commenti.

(Fonte dell’immagine in primo piano: Roman: 94480568/ 123rf.com)

Riferimenti (8)

1. Jáuregui Presa, I., et al. «Antihistamínicos y descongestivos». En A. Peláez e I. Dávila, eds. Tratado de alergología. Madrid: Ergon, 2012
Fonte

2. Antihistamínicos para las alergias [Internet]. Medlineplus. Biblioteca Nacional de Medicina de los Estados Unidos. 2020 [2021]
Fonte

3. Seidman MD, Gurgel RK, Lin SY, et al. Clinical practice guideline: allergic rhinitis. Otolaryngol Head Neck Surg. 2015;152(1 Suppl):S1-S43. PMID: 25644617.
Fonte

4. Gonzalez-Estrada A, Geraci SA. Allergy Medications During Pregnancy. Am J Med Sci. 2016 Sep;352(3):326-31. doi: 10.1016/j.amjms.2016.05.030. Epub 2016 Jun 3. PMID: 27650241.
Fonte

5. Jáuregui Presa, I. «Antihistamínicos (orales, tópicos nasales y oculares)». En Mullol, J., ed. Rinomecum. Barcelona: Ediciones Permanyer, 2012.
Fonte

6. Álvarez Martínez M. Antihistamínicos y rinitis [Internet]. Revista Offarm. Elsevier. Vol.24. Núm. 4. 2005 [2021]
Fonte

7. Benedí J. Antihistamínicos H1 [Internet]. Revista Farmacia Profesional. Elsevier. Vol. 19. Núm. 3. 2005 [2021]
Fonte

8. Espinosa P. Alergias (síntomas, sensibilización) y el papel de la histamina [Internet]. Elsevier. 2018 [2021]
Fonte

Perché puoi fidarti di me?

Artículo médico
Jáuregui Presa, I., et al. «Antihistamínicos y descongestivos». En A. Peláez e I. Dávila, eds. Tratado de alergología. Madrid: Ergon, 2012
Vai alla fonte
Enciclopedia médica
Antihistamínicos para las alergias [Internet]. Medlineplus. Biblioteca Nacional de Medicina de los Estados Unidos. 2020 [2021]
Vai alla fonte
Artículo médico
Seidman MD, Gurgel RK, Lin SY, et al. Clinical practice guideline: allergic rhinitis. Otolaryngol Head Neck Surg. 2015;152(1 Suppl):S1-S43. PMID: 25644617.
Vai alla fonte
Artículo médico
Gonzalez-Estrada A, Geraci SA. Allergy Medications During Pregnancy. Am J Med Sci. 2016 Sep;352(3):326-31. doi: 10.1016/j.amjms.2016.05.030. Epub 2016 Jun 3. PMID: 27650241.
Vai alla fonte
Artículo médico
Jáuregui Presa, I. «Antihistamínicos (orales, tópicos nasales y oculares)». En Mullol, J., ed. Rinomecum. Barcelona: Ediciones Permanyer, 2012.
Vai alla fonte
Revista médica
Álvarez Martínez M. Antihistamínicos y rinitis [Internet]. Revista Offarm. Elsevier. Vol.24. Núm. 4. 2005 [2021]
Vai alla fonte
Revista médica
Benedí J. Antihistamínicos H1 [Internet]. Revista Farmacia Profesional. Elsevier. Vol. 19. Núm. 3. 2005 [2021]
Vai alla fonte
Revista médica
Espinosa P. Alergias (síntomas, sensibilización) y el papel de la histamina [Internet]. Elsevier. 2018 [2021]
Vai alla fonte
Recensioni