Schermata ciber sicurity
Ultimo aggiornamento: 12/08/2020

Il nostro metodo

11Prodotti analizzati

23Ore di lavoro

15Fonti e riferimenti usati

59Commenti valutati

Il tuo computer è ben protetto? Se ultimamente hai notato che è lento, che i tuoi file si rovinano o si perdono, o che il funzionamento in generale risulta alterato, è probabile che sia rimasto vittima di qualche virus informatico. Sembra orribile, vero? Non ti preoccupare. Oggi puoi trovare a tua disposizione una grande varietà di antivirus che possono offrirti la cybersicurezza di cui hai bisogno.

Ormai da diverso tempo si raccomanda di installare programmi antivirus su tutti i dispositivi informatici. Per proteggere informazioni sensibili o per allungare la vita utile dei dispositivi, questi programmi sono infatti diventati indispensabili. Se non sai bene come funzionano o quale sia quello più adatto alle tue esigenze, continua a leggere questo articolo specializzato con i dati più aggiornati.




Le cose più importanti in breve

  • L’obiettivo dei programmi antivirus è rilevare ed eliminare virus informatici, un tipo di software che infetta il codice di un dispositivo con obiettivi maligni. Con un potente antivirus, potrai proteggere i tuoi dati personali, mantenere buone prestazioni del computer o di altri dispositivi e prevenire potenziali pericoli.
  • Esistono diversi tipi di antivirus, a seconda della funzione che svolgono, dell’obiettivo a cui mirano e della categoria. La maggior parte di tali programmi (e i migliori) sono a pagamento, ma è possibile trovarne anche qualcuno gratuito. Oggi, esistono antivirus per tutti i sistemi operativi e per tutti i dispositivi informatici.
  • Se stai pensando di installare un antivirus, dovresti tenere in considerazione una serie di criteri: ad esempio, il tipo di sistema operativo del dispositivo, la presenza di una licenza ufficiale e autorizzata e di una VPN che non lo rallenti.

I migliori antivirus sul mercato: la nostra selezione

Installare un programma antivirus è un passo fondamentale verso la tua cybersicurezza e la prevenzione di potenziali pericoli informatici. In tempi di grande connettività, le minacce sono più che mai presenti. Se non sei sicuro di quale tipo di antivirus acquistare, dai un’occhiata alla nostra selezione dei migliori prodotti attualmente disponibili.

L’antivirus consigliato dagli specialisti

Da sempre molti specialisti nel settore informatico consigliano di affidarsi a Bitdefender, definendolo come uno degli antivirus più potenti, efficienti ed aggiornati. Con Total Security si ha accesso alla protezione web contro ransomware e malware di ogni genere, ad una VPN da 200 MB giornalieri, ad un sistema di parental control avanzato, e alla funzione anti-furto ed anti-smarrimento. Questa licenza è valida per 12 mesi e per 5 dispositivi PC/Mac e Android/iOS.

L’antivirus preferito dagli acquirenti

Nonostante il prezzo sia sempre un po’ più alto rispetto alla media, Kaspersky Internet Security rappresenta non di rado la soluzione preferita dagli acquirenti, forse per abitudine, o per l’efficienza del programma, o per l’interfaccia intuitiva e funzionale. È un antivirus piuttosto completo, che garantisce un’eccellente protezione web. La licenza è valida per un anno ed è attivabile da un solo utente su PC e dispositivi mobili

L’antivirus con licenza per dispositivi illimitati

La licenza AVG TuneUp 2020 è valida per un anno d’uso e per dispositivi illimitati, una soluzione adatta quindi a proteggere tutta la famiglia. L’antivirus in esame, noto soprattutto per la sua variante gratuita, garantisce una buona protezione web e fornisce al contempo una suite di strumenti, sia su smartphone che su PC, utili per velocizzare e pulire il dispositivo in uso.

Il pacchetto di antivirus più completo

Il Norton Antivirus 2020 è senza dubbio fra gli antivirus più conosciuti ed usati di tutti i tempi. Questo speciale pacchetto deluxe è completo in tutto e garantisce ogni componente di protezione del software, inclusa una protezione web avanzata ed una VPN a disposizione dell’utente. La licenza comprende 15 mesi di prodotto ed è utilizzabile su 5 dispositivi diversi, inclusi PC e smartphone. Il pacchetto include inoltre 50 GB di archiviazione su cloud.

Guida all’acquisto: Tutto quello che devi sapere sugli antivirus

Se trascorri la maggior parte del tuo tempo connesso a Internet, le probabilità di infezione informatica aumentano considerevolmente. Conviene installare un antivirus quanto prima, così da prevenire minacce nei confronti dei tuoi dati personali e dei tuoi dispositivi. Vuoi saperne di più sui vari tipi di antivirus e sul loro funzionamento? Allora, continua a leggere questa sezione, in cui risponderemo alle domande più frequenti.

Donna che si occupa della ciber sicurity

L’obiettivo dei programmi antivirus è rilevare ed eliminare virus informatici, un tipo di software che infetta il codice di un dispositivo con obiettivi maligni. (Fonte: Rawpixel: 60043601/ 123rf.com)

Che cosa sono esattamente gli antivirus?

Gli antivirus sono programmi per prevenire, rilevare ed eliminare virus informatici. I virus esistono dagli anni ‘80 e sono un tipo di software che attacca altri programmi informatici, modificandoli, in modo che includano una copia (potenzialmente evoluta) di se stessi. Ciò li rende altamente pericolosi, dato che possono accedere ad informazioni confidenziali.

Come funzionano gli antivirus?

Gli antivirus sono programmi o codici di software. Un tempo dovevano essere eseguiti manualmente, mentre oggi funzionano in maniera automatica e ad alta velocità. Anche se i meccanismi di funzionamento possono variare a seconda degli obiettivi e del tipo di antivirus, per la maggior parte si basano sulle seguenti azioni:

  1. Scansionare tutti i file, e-mail e programmi esistenti sul dispositivo o che vengono ricevuti e installati. Molti virus possono essere nascosti tra i documenti e nella struttura di cartelle e programmi.
  2. Monitorare i file man mano che vengono aperti o creati per assicurarsi che non siano infetti. Si tratta di una protezione in tempo reale contro i virus che può influenzare il rendimento dei dispositivi.
  3. Ispezionare periodicamente il dispositivo in maniera esaustiva per verificare se esistono file o programmi corrotti e, di conseguenza, eliminare i virus che potrebbero essersi introdotti.

Come fanno gli antivirus a rilevare le minacce informatiche?

Anche se alcuni specialisti affermano che non esiste un algoritmo perfetto per rilevare e identificare un virus informatico, con il tempo certi meccanismi sono diventati “buone prassi”. A seconda della tecnologia utilizzata, un antivirus può rilevare minacce in modi diversi. I più comuni sono i seguenti:

  • Firma di virus: Molti antivirus dispongono di un database che archivia firme di virus. Si tratta, sostanzialmente, del numero di passaporto di un virus, cioè di una catena di caratteri (numeri, lettere) che identifica in maniera inequivocabile un determinato virus. Quando un antivirus rileva questa “impronta digitale”, ha più probabilità di successo nel combattere il virus.
  • Rilevazione euristica: Meccanismo che scansiona i file alla ricerca di schemi di codice simili a quelli usati dai virus. Non è necessario che ci sia una coincidenza perfetta con una firma di virus archiviata: l’obiettivo è ricercare somiglianze più generali applicando algoritmi.​
  • Rilevamento per comportamento: Si tratta di analizzare il sistema dopo aver rilevato un errore o un malfunzionamento.
  • Rilevamento per sandbox: Si tratta di usare il software su macchine virtuali per capire se il programma esegue o meno istruzioni maligne. Anche se questo meccanismo è sicuro, effettuare tutte le prove prima di eseguire il software sulla macchina reale richiede parecchio tempo.

Coppia sorridente davanti a un PC

Esistono diversi tipi di antivirus, a seconda della funzione che svolgono, dell’obiettivo a cui mirano e della categoria. La maggior parte di tali programmi (e i migliori) sono a pagamento, ma è possibile trovarne anche qualcuno gratuito. (Fonte: Yeulet: 41392750/ 123rf.com)

Da quali minacce protegge un antivirus?

Inizialmente, gli antivirus erano stati progettati con il solo obiettivo di rilevare ed eliminare un solo tipo di malware: i virus che si replicano come codici maligni in un computer. Con il passare del tempo, il malware è proliferato in ogni tipo di minacce e i programmi antivirus si sono dovuti evolvere. Oggi, proteggono da una grande varietà di pericoli:

  1. BHO maligni (dall’inglese, browser helper object): plugin dei motori di ricerca, presenti soprattutto in Windows.
  2. Browser hijacker: un tipo di software indesiderato che modifica la configurazione di un web browser senza il permesso dell’utente per immettervi pubblicità indesiderata.
  3. Ransomware (furto di dati): un tipo di programma che limita l’accesso a determinate parti o file del sistema operativo infettato e chiede un riscatto in cambio della rimozione di tale limitazione.
  4. Frode informatica.
  5. Adware: qualsiasi programma che mostra o offre automaticamente pubblicità indesiderata o ingannevole.
  6. Spyware: malware che raccoglie informazioni su un computer e trasmette queste informazioni ad un’entità esterna senza che l’utente lo sappia o, comunque, senza la sua autorizzazione.
  7. URL infetti.
  8. Spam o e-mail indesiderate.
  9. Attacchi di phishing o furto d’identità: insieme di tecniche che cercano di ingannare una vittima guadagnandosi la sua fiducia.
  10. Il metodo consiste nel farsi passare per una persona, un’azienda o un servizio (furto di identità di terzi affidabili) a fini manipolativi.
  11. Attacchi bancari online.

Come vengono classificati gli antivirus?

Non tutti gli antivirus sono uguali, né funzionano allo stesso modo. Le diverse modalità con cui un computer può essere attaccato, infettato o danneggiato hanno portato allo sviluppo di programmi diversi per rilevare ed eliminare i virus. Oggi, gli antivirus possono essere classificati in base a criteri molto differenti, a seconda delle loro finalità, obiettivi, condizioni e funzioni:

In base alla finalità In base all’obiettivo In base alla funzione In base allo stato
Preventivi: Anticipano l’infezione per evitare l’ingresso di un programma maligno. Non sono i più utilizzati, dato che solitamente rallentano il funzionamento del dispositivo. Firewall : Agiscono come muro difensivo per bloccare l’accesso ad un sistema da parte di programmi. Sono altamente consigliati per quei dispositivi con connessione permanente (o frequente) ad una rete o a Internet. L’obiettivo è quello di controllare il traffico in entrata e uscita e bloccare le attività sospette. Eliminatori-riparatori: Cercano di eliminare le minacce dalle parti infette del sistema. E, successivamente, riparano il dispositivo per riportarlo alle sue condizioni precedenti. Passivi: Non offrono né funzionamento né protezione permanenti, per quanto installati sul dispositivo.
Identificatori: Cercano di identificare minacce che possano influenzare il rendimento del sistema operativo. Per farlo, esplorano il sistema ed esaminano le sequenze di codici relativi ai programmi pericolosi. Antispyware: Applicazioni che rilevano ed eliminano i programmi spia, cioè quelli che si installano nel dispositivo in maniera occulta per scoprire le abitudini di navigazione, le password e altri dati. Rilevatori: Avvisano l’utente della presenza di un virus noto. Attivi: Quelli che, per quanto non esercitino una protezione costante, sono comunque in esecuzione e funzionanti.
Decontaminatori: Cercano di eliminare l’infezione che ha danneggiato il dispositivo e, al contempo, di riportare il sistema nello stato in cui si trovava prima di essere attaccato dal programma nocivo. Anti-popup: Cercano di rilevare ed evitare l’esecuzione dei fastidiosi annunci che compaiono durante la navigazione, i cosiddetti pop-up. Molti di questi annunci, infatti, nascondono spyware. Immunizzanti: La loro funzione è quella di anticipare l’ingresso o l’attacco di qualsiasi programma maligno. Principalmente, hanno il compito di vigilare sull’esecuzione delle applicazioni, di formattare i dischi e di copiare i file. Online: Non sono installati sul dispositivo ed effettuano l’analisi via Internet. Vengono usati soltanto per sapere se nel dispositivo è presente qualche virus.
Antispam: Vengono usati per prevenire la ricezione di e-mail spazzatura (spam) o indesiderate nella posta in arrivo. Euristici: Funzionano simulando l’avvio di programmi per vedere come si comportano, per poter così identificare situazioni sospette. Offline: Quei programmi che vengono installati nel dispositivo per la sua protezione e che hanno il compito di rilevare minacce ed eliminare applicazioni dannose.
Anti-malware: Programmi che bloccano ed eliminano qualsiasi forma di malware, vale a dire qualsiasi software maligno o programma che si infiltra in un dispositivo con l’obiettivo di danneggiarlo. Residenti: Si trovano nella memoria del dispositivo e analizzano i programmi dal momento in cui l’utente li apre, per rilevare se il file aperto contenga o meno qualche virus.

Vale la pena usare due antivirus?

Anche se, in prima battuta, può sembrare che con un maggior numero di antivirus si potrà godere di una maggiore protezione, è stato dimostrato che questa situazione non è la più indicata. I motivi principali sono due: in primo luogo, verrebbe duplicata la possibilità di generare falsi positivi e, in secondo luogo, eseguire due programmi antivirus potrebbe rallentare seriamente le prestazioni del dispositivo.

Tim CookCEO di Apple
“Se si mette una chiave sotto lo zerbino per la polizia, anche un ladro potrebbe trovarla. I criminali stanno utilizzando tutti gli strumenti tecnologici a loro disposizione per hackerare gli account delle persone. Se sanno che c’è una chiave nascosta da qualche parte, non si fermeranno finché non l’avranno trovata”.

Criteri di acquisto

Se temi per la tua cybersicurezza e per le informazioni sensibili che custodisci nei tuoi dispositivi informatici, non c’è niente di meglio di un antivirus per liberarti di tutte queste preoccupazioni. Al giorno d’oggi, esistono così tante minacce online che sarebbe folle lasciare incustoditi la tua identità, i tuoi programmi e i tuoi file. Ecco qui alcuni criteri da prendere in considerazione prima di scegliere un antivirus.

Sistema operativo

Può sembrare ovvio, ma non lo è. Anche se la maggior parte degli antivirus funziona con molti o tutti i sistemi operativi, alcuni sono limitati a sistemi specifici. Prima di acquistarne uno, quindi, considera non solo il sistema operativo che usi, ma anche i tipi di dispositivi su cui è installato (computer, telefono, tablet, tra gli altri).

Allerta virus in un PC

Alcuni antivirus moderni includono una connessione VPN (rete privata virtuale) quale parte integrante del loro pacchetto di sicurezza. (Fonte: Gioiak2: 80433638/ 123rf.com)

Licenza ufficiale e autorizzata

Per quanto sembri un paradosso, ci sono molti virus che si travestono da antivirus. Si tratta di programmi falsi che operano assumendo il controllo del computer, disabilitando l’antivirus e inondandoti di messaggi che ti avvisano che il tuo PC è infetto. Per non ritrovarti in questa situazione, evita le offerte di antivirus gratuite e acquistane uno dotato di licenza ufficiale.

VPN inclusa

Un vantaggio aggiunto degli antivirus di oggi è, senza dubbio, l’inclusione di una VPN. Questa rete serve per criptare i tuoi dati ogni volta che utilizzi Internet. Creando una rete ultra-sicura che nasconde il tuo indirizzo IP e garantisce l’anonimato della tua connessione, otterrai un livello di protezione extra per tenere lontane le minacce informatiche. Verifica che il tuo antivirus disponga di questo potente alleato.

Velocità e rendimento

Uno dei maggiori problemi degli antivirus è il fatto, una volta installati, di rallentare il computer o altri dispositivi. Prima di acquistare il pacchetto che hai in mente, verifica che non richieda più di 128 GB di RAM per funzionare. Altrimenti, pur essendo protetto, il tuo dispositivo presenterà seri problemi di rendimento e faticherà a lavorare.

Protezione extra

Con tutte le nuove minacce informatiche attualmente esistenti, ormai non basta più un antivirus che protegga esclusivamente dai malware. Ciò poteva essere sufficiente 30 anni fa, ma oggi un buon programma deve far fronte ad altre forme di virus che possono danneggiare il tuo dispositivo o compromettere la tua cybersicurezza. Le più pericolose di tali forme sono:

  • Spam o posta indesiderata
  • Spyware
  • Adware
  • Furto d’identità
  • URL infetti

Conclusioni

Gli antivirus sono programmi che rilevano, monitorano, identificano ed eliminano virus informatici di ogni tipo. Una volta installati nel computer o in un altro dispositivo, sono in grado di proteggere i tuoi dati, file e programmi da tutte le minacce che circolano in Internet. Oggi, inoltre, sono molto efficaci anche contro pericoli come lo spam e i furti d’identità.

Non tutti gli antivirus funzionano allo stesso modo. I loro meccanismi variano a seconda dell’obiettivo che perseguono, della loro funzione e del loro stato, tra gli altri fattori. I più moderni includono una connessione VPN per assicurare una maggiore privacy online. È consigliabile che dispongano di una licenza ufficiale e che, una volta installati, non rallentino il dispositivo.

Se l’articolo ti è piaciuto, condividilo con i tuoi contatti così che altre persone possano conoscere in maniera approfondita tutto ciò che occorre sapere sugli antivirus. Se lo desideri, puoi anche lasciarci un commento, a cui risponderemo il prima possibile. Grazie mille!

(Fonte dell’immagine in evidenza: Adiruch: 73919829/ 123rf.com)

Perché puoi fidarti di noi?

Recensioni