Ultimo aggiornamento: 10/08/2021

Il nostro metodo

13Prodotti analizzati

22Ore di lavoro

6Fonti e riferimenti usati

47Commenti valutati

Ciao, benvenuto ad un altro articolo di ReviewBox. Se sei un lettore frequente o se è la prima volta che ti unisci a noi, devi essere sicuro di essere arrivato al blog di riferimento più aggiornato e completo nel suo campo. Oggi, come in altri articoli, parleremo di uno strumento molto interessante: l’arpa.

Ha avuto una grande popolarità nei tempi in cui era un bel divertimento tra l’aristocrazia e sebbene sia strettamente legato agli angeli e ai cherubini, anche con cupido che oltre alla sua freccia porta un’arpa, questo armonioso ed emblematico strumento musicale, ha un alto grado di complessità da padroneggiare.

Se stai pensando di diventare un arpista o se lo sei già e vuoi investire nel tuo strumento, ci sono diverse considerazioni che dovresti contemplare. Quindi di seguito ti daremo informazioni come cosa è, quali vantaggi e svantaggi ha, ecc. Tutto ciò di cui hai bisogno prima di fare la tua scelta per ottenere il valore dei tuoi soldi.




La cosa più importante

  • L’arpa è uno strumento a corde pizzicate che consiste in un telaio di forma triangolare (il più comune) e corde posizionate verticalmente. Il suo suono è ottenuto pizzicando le corde con le dita.
  • Esistono diversi tipi di arpe, in quanto variano per dimensioni e stile, e anche per la costruzione delle parti coinvolte nella loro realizzazione. Ma fondamentalmente rientrano in una classificazione che le divide in arpe con pedali e arpe con leve.
  • Per comprare un’arpa dobbiamo prendere in considerazione punti che comportano decisioni importanti per portare a casa ciò di cui abbiamo bisogno, alcuni di questi sono: materiale, corde, dimensioni, tra gli altri dettagli.

Arpa: la nostra raccomandazione dei migliori prodotti

Guida all’acquisto: quello che devi sapere sull’arpa

Quando vai nel negozio di tua scelta per comprare la tua arpa, è meglio che tu sia soddisfatto, perché non è uno strumento economico. Quindi prendi nota delle informazioni qui sotto, perché approfondiremo tutto ciò che riguarda il prodotto in modo che tu possa acquistare ciò di cui hai bisogno con certezza.

bella donna dai capelli ricci che suona l’arpa su una spiaggia lungo il fiume al tramonto

Cos’è l’arpa?

L’arpa è uno strumento che esiste da anni; è uno strumento a corde pizzicate, il che significa che per suonarla, le corde devono essere pizzicate con le dita, emettendo le loro note armoniche fino a creare suoni che compongono una melodia. Ha un telaio e le corde sono posizionate verticalmente.

La gamma esistente è ampia e puoi trovare arpe grandi o quelle che sono più facilmente trasportabili, così come la sua custodia può variare e una o più caratteristiche incluse in ognuna di esse.

Quali sono i vantaggi di un’arpa?

Come qualsiasi altro strumento, questo ha grandi vantaggi e molti altri svantaggi che ci aiutano a determinare se è quello che vogliamo o no. Per esempio, la grande varietà che esiste ci permette di scegliere quello che meglio si adatta ai nostri bisogni e desideri.

Un altro grande vantaggio è che nonostante la sua storia e la serietà che persiste in questo strumento, i suoi suoni ci permettono di suonare quasi ogni tipo di genere musicale e di suonare come solista o all’interno di un accompagnamento strumentale moderno o classico.

Vantaggi
  • Varietà di tipi esistenti
  • Può suonare qualsiasi genere di musica
  • Fatto in varie dimensioni
  • Non molta concorrenza
Svantaggi
  • Strumento molto complesso da imparare
  • Difficile da trasportare
  • Il prezzo richiede un grande investimento

Arpa con pedale o senza pedale – A cosa dovresti prestare attenzione?

L’arpa ha una lunga storia alle spalle, dato che il suo sviluppo risale all’inizio del XIX secolo, ma da allora in poi sono state sviluppate varianti a seconda di diversi fattori come il numero di elementi che la compongono, le dimensioni, ecc.

Tuttavia, nonostante la varietà che esiste, tutte le arpe rientrano in una classificazione che implica se hanno pedali o leve. Di conseguenza, inizieremo a capire quali tipi esistono per determinare il più adatto alle nostre esigenze.

Con leva. Sono quelli che nella parte superiore dello strumento, nel cosiddetto collo dell’arpa, hanno una leva che aiuta l’arpista a suonare due corde che rappresentano due note diverse su ogni corda. Stringendoli o allentandoli puoi creare note naturali, piatte o alte.

Con pedale. Conosciute anche come Celtiche, queste sono arpe con 7 pedali inclusi. Si trovano nella parte inferiore dello strumento e sono simili ai pedali del pianoforte. Ogni pedale include note alte, medie, basse e naturali. I pedali danno all’arpista la possibilità di suonare qualsiasi tipo di canzone. Queste arpe non hanno leve.

Arpa con leva Arpa con pedale
Funzione Suona due note diverse su ogni corda Suona note alte, medie, basse e naturali, note basse e naturali
Posizione Collo dell’arpa Sul collo
Livello Principianti Avanzato
Capacità Limitata perché una mano deve stare sulle leve Qualsiasi melodia può essere suonata usando entrambe le mani

Ci sono altri tipi di arpe?

Le arpe hanno deliziato le orecchie della gente fin dall’antichità e sono emerse nuove versioni e altre sono state migliorate o modificate secondo le necessità che musicisti ed esperti hanno determinato. C’è una vasta gamma, ma alcuni di essi sono:

Arpe elettriche. Creato per essere in grado di amplificare il loro suono sul palco permettendo al pubblico di sentire ogni singola nota proveniente da questo strumento. Sono di alta qualità e prestazioni. Producono un suono molto pieno.

Arpe gotiche. Queste sono arpe più strette con una tavola armonica più sottile rispetto alle arpe tradizionali. Possono avere disegni appuntiti e teste alte. Queste arpe non hanno pedali.

Arpe a filo moderne. Così chiamati perché sono fatti di corde di filo, la loro costruzione è molto forte. Sono facili da manovrare e sono comuni nei festival e nelle competizioni di musica celtica o irlandese.

Arpe a corde incrociate. Queste sono arpe con due file di corde posizionate ad angolo retto. Si suona con entrambe le mani e in modo simile a un pianoforte con diesis e bemolle.

Arpa Jarocha. Arpa di origine messicana, ampiamente utilizzata a Veracruz per il figlio Jarocho. È fatta di legno e ha corde che vanno da 32 a 36 accordate diatonicamente in 5 ottave.

Quanto costa un’arpa?

Se hai appena iniziato e non sai ancora se questo sarà lo strumento a cui ti legherai per sempre, allora ti consigliamo di cercarne una usata o meglio ancora una in affitto. D’altra parte, se sei un professionista in questo campo saprai in anticipo che le arpe non sono esattamente lo strumento più economico.

Criteri di acquisto

Avere la possibilità di acquistare lo strumento dei tuoi sogni è una delle sensazioni più soddisfacenti, soprattutto quando sei sicuro di aver acquistato esattamente ciò di cui avevi bisogno e che la scelta che hai fatto non ti ha lasciato senza nulla. Per questo motivo, è essenziale conoscere le caratteristiche che puoi incontrare, in modo da poter decidere per tempo cosa è meglio per te.

Materiale

Il legno è utilizzato per realizzarle, sia nella tavola armonica (l’anima dell’arpa) che nel suo corpo, che influenza il suono, anche se in modo più sottile. Il tipo di legno e di vernice usati o non usati in queste parti avranno un’influenza diretta sull’effetto del suono prodotto. Tra i legni utilizzati ci sono:

Spruce. La scelta numero 1 del legno da utilizzare, poiché ha un eccellente equilibrio tra forza e flessibilità, permettendo un buon ritorno delle vibrazioni. Questo legno è spesso usato nella tavola armonica.

Plywood. Questo consiste in diversi strati sottili di legno incollati insieme. Lo strato esterno è di solito esteticamente il legno più sottile. In termini di suono, proietta potenti note di base senza molti overtones, ricchezza o calore.

Legno massiccio. Utilizzato nella fabbricazione di arpe di fascia alta o arpe da concerto. Di solito viene utilizzato per la parte della colonna. Proietta con potenza e ricchezza le frequenze armoniche del suono. Trasmette buone vibrazioni che non sono influenzate da nessuna colla che deve essere utilizzata come nel caso del compensato.

Corde

Le corde sono un altro elemento indispensabile di questi strumenti, poiché vengono utilizzate per generare i toni e i colori del suono. Ci sono diversi tipi di materiali con cui possiamo deliziare il nostro orecchio, scegliendo tra nylon, carbonio, budello naturale, bassi e fili di metallo.

Nylon. Fornisce un suono chiaro, luminoso e cristallino ed è molto versatile e durevole. Richiedono meno sforzo, sono leggeri e non sono sensibili alla temperatura o all’umidità perché sono sintetici, ma impiegano più tempo a stabilizzarsi una volta posizionati sull’arpa. Questo tipo di corda è usato principalmente sulle arpe a leva.

Carbon. O fluoruro di polivinile. Progettato per imitare il suono delle corde di budello senza gli svantaggi. Questo materiale rimane stabile, poiché non reagisce alla temperatura o all’umidità, né si rompe frequentemente.

Budello naturale. Queste corde in budello di mucca o di pecora forniscono un suono rotondo e voluttuoso e sono utilizzate sia sulle arpe a pedale che su quelle a leva. Hanno un suono brillante, ideale per il jazz o la musica classica. Si stabilizzano rapidamente quando vengono posizionati sull’arpa.

Corde del basso. Sulle arpe con più di 27 corde, dalla quinta ottava in giù, vengono utilizzate corde a filo basso. Sono fatti di un’anima di acciaio, avvolti con seta o altro materiale e poi ricoperti di acciaio inossidabile o bronzo. Sono corde che si stabilizzano facilmente quando vengono posizionate sull’arpa.

Metal. Le corde fatte di questo materiale sono state utilizzate per secoli, ma al giorno d’oggi sono utilizzate su arpe di alta gamma. Sono anche preferite per la loro capacità di raggiungere un volume maggiore e a volte sono usate insieme alle corde in budello naturale.

Dimensione

Sebbene ci sia una varietà di dimensioni, la dimensione media è tra 1,6 e 1,8 metri, ma possono anche essere divise in due classi: corde da pavimento e corde da giro. Quale preferisci sarà una questione personale e ognuno avrà le sue caratteristiche e i suoi vantaggi.

Quelli a pavimento. Come implica il nome, sono a terra, quindi non c’è bisogno di trasportarli o tenerli in posizione, sono semplicemente posizionati sul pavimento mentre l’utente si siede su una panchina o uno sgabello. È sufficiente sedersi ad un’altezza comoda e adeguata.

Arpe Lap. Queste sono arpe che teniamo sul nostro braccio, dato che non sono molto grandi, possiamo metterle su noi stessi per suonarle. Il conflitto iniziale è quello di mantenere l’equilibrio mentre si padroneggia lo strumento. Il grande vantaggio di questo tipo di arpa è la sua portabilità e la facilità di stoccaggio.

(Fonte dell’immagine in primo piano: Noemi-Italy/ Pixabay.com)

Perché puoi fidarti di me?

Recensioni