Ultimo aggiornamento: 28/09/2021

Se hai mai pensato ad un acquisto importante, come una macchina o una casa, hai sicuramente incontrato il termine autofinanziamento. E soprattutto per le aziende, l’autofinanziamento è un argomento importante. Ma cosa significa autofinanziamento? Quali sono i vantaggi e gli svantaggi di questo metodo? In questo articolo vogliamo esaminare queste e altre domande in modo più dettagliato.

In questo articolo ti forniremo molte informazioni e spiegazioni importanti sull’autofinanziamento in 2021. Approfondiremo anche aspetti importanti dell’autofinanziamento. Tra le altre cose, approfondiremo anche le caratteristiche importanti di questa procedura di finanziamento e spiegheremo le differenze più importanti rispetto al finanziamento del debito. Una volta che hai finito di leggere, l’autofinanziamento non sarà più un libro chiuso.




Sommario

  • L’autofinanziamento è il processo di fornire ulteriore capitale a un’impresa. Un possibile metodo di finanziamento è, per esempio, la conservazione degli utili non distribuiti. Le aziende usano anche l’emissione di azioni per aumentare il loro capitale netto.
  • Nel finanziamento azionario si fa una distinzione tra due tipi, il finanziamento interno e il finanziamento esterno. Nel finanziamento interno, il capitale è fornito dall’azienda stessa. Con il finanziamento esterno, l’azienda riceve capitale dall’esterno.
  • Il finanziamento del debito è l’opposto del finanziamento azionario. Con il finanziamento del debito, l’azienda aumenta il suo capitale preso in prestito e con il finanziamento azionario, aumenta il suo capitale netto.

Voce del glossario: Il termine finanziamento azionario spiegato in dettaglio

Di seguito, approfondiremo informazioni importanti sul tema del finanziamento azionario. Questo ti darà una rapida panoramica e presto avrai familiarità con l’autofinanziamento.

Cos’è l’autofinanziamento?

L’autofinanziamento significa che il capitale azionario aggiuntivo viene fornito ad un’azienda. E come fai a scoprire quanto capitale netto hai? Se sottrai il capitale di debito nominalmente fisso dal totale delle attività, ottieni il capitale proprio (1).

Il patrimonio netto può essere aumentato, per esempio, attraverso operazioni di finanziamento come la ritenzione di utili non distribuiti o contributi. Gli investimenti aziendali o il finanziamento di un progetto sono quindi finanziati dalle risorse proprie dell’azienda e con il proprio capitale.

Eigenfinanzierung-1

Il capitale azionario gioca un ruolo importante nell’autofinanziamento. Per determinare il capitale netto, si può creare una lista di tutte le attività esistenti.
(Fonte immagine: Tierra Mallorca / Unsplash)

Con l’aiuto dell’autofinanziamento, l’azienda può crescere senza dover assumere debiti. Pertanto mantiene il controllo delle sue finanze indipendentemente dalle influenze esterne. Ogni azienda ha una quantità diversa di capitale netto o capitale sociale a seconda della sua forma giuridica. Spesso questo capitale non è sufficiente per i grandi investimenti necessari.

Ecco perché le aziende sono interessate ad aumentare il loro capitale netto. Per fare questo, l’azienda attinge a varie misure di finanziamento per ottenere ulteriori fonti di denaro. Un esempio di autofinanziamento è quando un’azienda viene fondata con i risparmi personali.

Tuttavia, l’autofinanziamento può anche significare che una società per azioni emette azioni come parte di un’emissione iniziale(2). Inoltre, una società a responsabilità limitata o una società in nome collettivo potrebbe accogliere un nuovo azionista che porta del capitale.

Quali sono le caratteristiche principali dell’autofinanziamento?

Cosa costituisce effettivamente l’autofinanziamento? Quali sono le caratteristiche chiave. Beh, prima di tutto, l’autofinanziamento è caratterizzato dal fatto che gli investitori azionari hanno anche voce in capitolo nelle decisioni aziendali.

Una caratteristica importante del finanziamento azionario è che gli azionisti sono responsabili con tutti i loro beni o con responsabilità limitata, a seconda della forma giuridica della società. Inoltre, i proprietari dell’azienda partecipano ai profitti dell’azienda. Viceversa, però, sentono anche l’impatto finanziario delle perdite dell’azienda.

Gli azionisti beneficiano naturalmente di un buon rendimento ogni volta che vengono realizzati dei profitti. Le azioni perdono valore quando si verificano delle perdite. Inoltre, con l’autofinanziamento, il denaro rimane nell’azienda stessa e questo anche a lungo termine.

Anche se gli azionisti investono nella società con l’obiettivo di generare un ritorno positivo, non c’è l’obbligo di restituire il capitale agli azionisti o ai proprietari.

L’autofinanziamento è applicabile a diversi tipi di società, come le società per azioni o le società in nome collettivo. La differenza è che nel caso delle società per azioni, le azioni possono essere emesse per aumentare il capitale netto. Questo non è possibile con le società in nome collettivo e il loro capitale netto può essere aumentato solo attraverso più partecipazioni.

Quali sono i tipi di autofinanziamento?

Si fa una distinzione nell’autofinanziamento in base alla provenienza del denaro. Pertanto, si può distinguere tra due tipi di autofinanziamento: finanziamento interno e finanziamento esterno.

Con il finanziamento interno, il capitale richiesto è fornito dall’azienda stessa.

L’azienda conserva i profitti passati. Questo è anche chiamato autofinanziamento. Con l’aiuto del capitale aggiuntivo, l’azienda può espandersi e investire, per esempio. Con il finanziamento interno, il denaro proveniente dal fatturato del business stesso fluisce nell’azienda.

Il cosiddetto rapporto di flusso di cassa mostra all’imprenditore quanto sia grande il potenziale di finanziamento interno. Questo rapporto confronta i pagamenti fatti e ricevuti in un certo periodo di tempo. Solo se i pagamenti in entrata sono superiori a quelli in uscita, l’impresa può utilizzare il finanziamento interno per aumentare il suo capitale netto.

Con il finanziamento esterno, l’azienda riceve nuovo capitale dall’esterno attraverso fornitori di capitale esterni. Allo stesso tempo, rappresenta la variante di finanziamento azionario più comune dei due tipi. In cambio del capitale fornito, gli investitori ricevono una quota della società.

Il modo più semplice per implementare il finanziamento esterno è quello di aumentare i contributi. Questo viene fatto, per esempio, emettendo azioni. In questo modo, gli azionisti con nuovo capitale partecipano all’azienda attraverso nuovi contributi. In alternativa, gli azionisti esistenti possono fornire ulteriori risorse finanziarie.

Tuttavia, le loro possibilità finanziarie spesso non sono sufficienti per finanziamenti più grandi. A volte è difficile per i nuovi imprenditori in particolare ottenere un prestito. Per aggirare questo problema, un metodo popolare è quello di dare ai nuovi azionisti una quota della società. Gli azionisti ricevono poi azioni della società come compenso.

Quali sono i vantaggi e gli svantaggi dell’autofinanziamento?

L’autofinanziamento offre diversi vantaggi. Da un lato, il più alto rapporto di capitale proprio possibile offre il grande vantaggio che l’azienda diventa più indipendente nei confronti dei finanziatori esterni, come le banche. Quando sono necessarie risorse finanziarie, non deve necessariamente prendere un prestito o collaborare con le banche.

Il capitale proprio più elevato raggiunto attraverso l’autofinanziamento dà anche di solito all’azienda un migliore rating di credito e un migliore rating aziendale in generale. Questo è dovuto al fatto che il patrimonio netto è considerato capitale di passività. Inoltre, è un tipo di finanziamento che non ha interessi e oneri di rimborso.

Questo significa anche che non c’è tensione sulla liquidità. A differenza del prestito, le risorse finanziarie sono disponibili per un periodo di tempo illimitato e il rischio che l’azienda fallisca a causa di insolvenza o di un debito eccessivo è relativamente basso. Spesso è difficile trovare dei prestatori, specialmente per gli imprenditori che hanno fondato la loro azienda solo di recente.

Ecco perché l’autofinanziamento è un mezzo popolare per ottenere finanziamenti, specialmente per le giovani aziende. Naturalmente ci sono anche degli svantaggi associati all’autofinanziamento.

Per esempio, il profitto effettivo dell’azienda non può essere ridotto dai profitti che vengono distribuiti. Questo significa che la pressione fiscale non può essere ridotta.

Inoltre, il costo dell’aumento del capitale può essere abbastanza alto perché gli azionisti si aspettano anche un rendimento elevato a causa del rischio di perdere le loro azioni.

Quali sono le differenze tra il finanziamento azionario e il finanziamento del debito?

L’opposto dell’autofinanziamento è il cosiddetto finanziamento del debito. Questo è il reperimento di risorse finanziarie attraverso il prestito. Per questo motivo, il finanziamento del debito è a volte chiamato anche finanziamento del prestito(4).

Il capitale preso in prestito deve ovviamente essere rimborsato secondo le condizioni concordate. Le risorse finanziarie richieste sono solitamente fornite dalle banche dietro pagamento di interessi. In questo punto, il finanziamento del debito differisce significativamente dal finanziamento azionario, poiché gli imprenditori hanno dei creditori.

I fornitori di capitale azionario, a differenza dei fornitori di capitale di debito, hanno un interesse a mantenere l’azienda.

In contrasto con i fornitori di capitale di debito, che nella maggior parte dei casi hanno solo diritto a un ritorno sul capitale e hanno un interesse a mantenere e rimborsare il capitale di debito, i fornitori di capitale azionario hanno altri interessi.

Gli investitori azionari sono interessati a mantenere l’azienda. A differenza del finanziamento azionario, nel finanziamento del debito non ci sono azionisti che hanno voce in capitolo a causa delle loro azioni nella società e quindi hanno anche diritto alla distribuzione dei profitti.

Nella creazione di un’impresa, gli ostacoli finanziari sono spesso una barriera alla formazione e i fondatori d’impresa spesso preferiscono il finanziamento azionario al finanziamento del debito quando si tratta di finanziare (3).

Questo potrebbe anche essere dovuto al fatto che è spesso difficile per le piccole e medie imprese in particolare ottenere finanziamenti esterni sotto forma di prestiti o sovvenzioni(5). In pratica, le aziende spesso usano sia il finanziamento azionario che quello a debito.

Conclusione

L’autofinanziamento è un mezzo molto importante per fare investimenti mantenendo un alto grado di controllo perché non c’è dipendenza da potenziali creditori. Tuttavia, quando un’azienda decide di utilizzare l’autofinanziamento, deve anche accettare alcuni svantaggi.

Questi includono, per esempio, il fatto che il carico fiscale non può essere ridotto perché il profitto distribuito non può essere dedotto dal profitto effettivo. Nel complesso, l’autofinanziamento è un buon modo per aumentare il capitale proprio dell’azienda.

La distinzione dal finanziamento del debito è fatta principalmente dall’origine delle risorse finanziarie, ma di solito molti finanziamenti sono fatti con l’aiuto di una miscela di capitale proprio e finanziamento del debito.

Proprio come il finanziamento del debito, il finanziamento azionario ha i suoi vantaggi e svantaggi, che chiunque stia pensando di avviare un’attività dovrebbe conoscere.

Fonte immagine: pitinan/ 123rf.com

Riferimenti (5)

1. von Arnim, Bernd (1974) : Die Eigenfinanzierung: Definition und Darstellung, Wirtschaftsdienst, ISSN 0043-6275, Verlag Weltarchiv, Hamburg, Vol. 54, Iss. 3, pp. 152-156
Fonte

2. Staroßom, Heiko (2012): Eigenfinanzierung über die Börse. Corporate Finance Teil 2 pp 353-388
Fonte

3. Myers, Stewart et al. (1984.): Corporate financing and investment decisions when firms have information that investors do not have, North-Holland, Journal of Financial Economics 13,187-224
Fonte

4. Bross, Bernhard (1974): Die Fremdfinanzierung: Definition und Darstellung, Wirtschaftsdienst, ISSN 0043-6275, Verlag Weltarchiv, Hamburg, Vol. 54, Iss. 3, pp. 157-160
Fonte

5. Funding Circle (2019): Fremdfinanzierung im Mittelstand. Unausgeschöpftes Potenzial im digitalen Kreditgeschäft.
Fonte

Perché puoi fidarti di me?

Wissenschaftlicher Artikel
von Arnim, Bernd (1974) : Die Eigenfinanzierung: Definition und Darstellung, Wirtschaftsdienst, ISSN 0043-6275, Verlag Weltarchiv, Hamburg, Vol. 54, Iss. 3, pp. 152-156
Vai alla fonte
Wissenschaftliches Fachbuch
Staroßom, Heiko (2012): Eigenfinanzierung über die Börse. Corporate Finance Teil 2 pp 353-388
Vai alla fonte
Wissenschaftliche Studie
Myers, Stewart et al. (1984.): Corporate financing and investment decisions when firms have information that investors do not have, North-Holland, Journal of Financial Economics 13,187-224
Vai alla fonte
Wissenschaftlicher Artikel
Bross, Bernhard (1974): Die Fremdfinanzierung: Definition und Darstellung, Wirtschaftsdienst, ISSN 0043-6275, Verlag Weltarchiv, Hamburg, Vol. 54, Iss. 3, pp. 157-160
Vai alla fonte
Wissenschaftliche Studie
Funding Circle (2019): Fremdfinanzierung im Mittelstand. Unausgeschöpftes Potenzial im digitalen Kreditgeschäft.
Vai alla fonte
Recensioni