Ultimo aggiornamento: 28/09/2021

Spontaneità, un piccolo budget di viaggio, incontrare nuove persone ed essere slegati – questo è ciò che è l’autostop.

Ti piacerebbe fare il giro del mondo in autostop? Che tu sia un autostoppista alle prime armi o che tu stia pianificando un viaggio intorno al mondo. Qui ti mostriamo come funziona davvero l’autostop e cosa devi tenere a mente.




Sommario

  • Se vuoi fare l’autostop, non puoi stare sul bordo di una strada qualsiasi. Ci sono alcune regole da cui un ascensore è permesso. Tuttavia, l’autostop è diffuso ovunque ed è un mezzo di viaggio popolare.
  • Se vuoi fare l’autostop, è importante seguire alcuni consigli di sicurezza per arrivare sano e salvo a destinazione. Inoltre, un contegno gentile e amichevole è molto importante per fare una buona prima impressione e convincere l’autista a fermarsi.
  • L’autostop non è consentito in tutti i paesi. Molti paesi hanno i loro regolamenti che dovresti conoscere prima di viaggiare. In alcuni paesi, potresti anche dover pagare dei soldi per fare l’autostop.

Definizione: cosa significa fare l’autostop?

L’autostop, l’autostop o l’autostop, comunque tu lo voglia chiamare – il principio rimane lo stesso. Un autostoppista di solito viaggia nel veicolo a motore di qualcun altro gratuitamente. La corsa stessa è chiamata ascensore o giostra.

L’autostop è anche molto ecologico perché i veicoli dei passeggeri vengono comunque utilizzati. (Fonte immagine: 123rf.com / 112442570)

Sfondo: Cosa dovresti sapere sull’autostop

L’autostop è un’alternativa economica per andare da A a B. È un ottimo modo per spostarsi. Ma nel corso degli anni l’autostop è cambiato e non è più così popolare come una volta.

Ti mostriamo come l’autostop è cambiato nel tempo e dove sta andando la tendenza oggi.

Come funziona l’autostop?

L’autostoppista sta sul lato della strada e segnala il suo desiderio di un passaggio con un pollice esteso verso l’alto. Questo segnale a mano per l’autostop è internazionale e lo stesso in ogni paese.

Gli autostoppisti spesso usano anche cartelli con la destinazione desiderata. Un’altra variante per un autostoppista per ottenere il suo prossimo passaggio è quella di rivolgersi direttamente ai conducenti di veicoli a motore. Questo accade spesso nelle stazioni di servizio o nelle stazioni di servizio autostradali.

Nel frattempo sono nate delle agenzie di car-sharing online dove puoi cercare un passaggio. Questo è un modo molto moderno di fare autostop. Una app per il car pooling è BlaBlaCar, per esempio. La versione online dell’autostop è emersa solo pochi anni fa, ma sta portando molti autostoppisti classici fuori dalla strada e su internet.

Da quanto tempo esistono gli autostoppisti?

L’autostop ha avuto origine già negli anni venti. Ma non è stato fino agli anni ’60 che questo modo di spostarsi ha avuto un boom. Specialmente tra i giovani, principalmente la generazione hippie, l’autostop era molto popolare come modo economico di viaggiare.

Alla fine degli anni ’90, l’autostop era diffuso in tutto il mondo. Il fascino dell’avventura e dell’incertezza ha certamente giocato un ruolo importante nel fascino dell’autostop.

L’autostop oggi

Oggi l’autostop ha smesso di essere un fenomeno di massa; si vedono solo pochi autostoppisti ai lati della strada. Il declino dei viaggi “con il pollice in su” può essere attribuito alla maggiore diffusione delle auto, così come alla possibilità digitale di cercare passaggi online su piattaforme speciali.

Un altro fattore importante è la sicurezza. Molti viaggiatori sono scoraggiati dal pericolo dell’autostop.

Quanto è pericoloso fare l’autostop?

Negli anni 60-90, quando l’autostop era molto diffuso, si vedevano spesso nei media notizie di rapimenti, stupri o omicidi di autostoppisti. Più recentemente, tuttavia, tali crimini sono accaduti solo occasionalmente.

L’autostop non è privo di pericoli – non sai mai chi potresti incontrare. Tuttavia, nel più raro dei casi succede qualcosa. L’autostop in gruppo è anche piuttosto sicuro. (Fonte foto: 123rf.com / 82806003)

Tuttavia, gli autostoppisti hanno paura del rischio che comporta il viaggiare con un guidatore sconosciuto. Statisticamente, però, il rischio di un incidente è molto più alto.

Autostop: consigli su cosa tenere a mente durante la tua avventura

Basta stare sul lato della strada, dare un pollice in su e lasciarsi andare alla deriva – l’autostop è davvero così facile? Sì, quasi! L’autostop non è difficile o complicato, è probabilmente il modo più semplice per andare da A a B.

Tuttavia, ci sono alcune cose che dovresti tenere a mente in modo che tu possa davvero goderti la tua avventura individuale.

Prepararsi per la tua avventura in autostop

La preparazione è tutto. Anche quando fai l’autostop. Nel migliore dei casi, ovviamente, sai già dove vuoi andare. Tuttavia, dovresti investire abbastanza tempo nella ricerca e nella pianificazione del tuo percorso.

Trova la tua destinazione e pianifica il

tuo percorso Scopri i diversi percorsi e i modi migliori per arrivarci. In questo modo saprai in anticipo dove sono i posti migliori per fare l’autostop e quale percorso è il più breve e sensato. È meglio portare con te una cartina stradale o guardare la mappa sul tuo smartphone.

Tuttavia, dato che questa opzione si basa sulla tua batteria, ti consigliamo di avere sempre con te una mappa stradale. Altrimenti, ricorda sempre il tuo power bank. Questi sono anche disponibili in una versione solare, che è perfetta per l’autostop.

Pianifica abbastanza tempo

Naturalmente hai già una certa idea di quando vuoi arrivare a destinazione. Purtroppo, quando fai l’autostop, non puoi sempre contare su tutto e non sai mai esattamente quando qualcuno ti verrà a prendere e, soprattutto, quanto tempo ti porterà.

Una regola empirica dice che per una distanza di circa 500 km dovresti pianificare circa il triplo del tempo di viaggio rispetto al solito.

Questo può sembrare molto all’inizio, ma purtroppo sei dipendente da altre persone e non sai mai quanto tempo aspetterai per un passaggio. Se puoi coprire la distanza più velocemente, tanto meglio.

In Europa, le persone sono generalmente molto aperte e disponibili quando si tratta di dare un passaggio agli sconosciuti. L’autostop è abbastanza normale e socialmente accettato qui. Spesso non devi aspettare molto per essere prelevato.

Questi tempi sono solo una guida approssimativa. Naturalmente, in una buona giornata potresti dover aspettare solo 10 minuti e in una brutta giornata potresti dover aspettare due ore.

Trova un posto per dormire

Naturalmente, potresti non raggiungere la tua destinazione in un giorno e dover dormire da qualche altra parte con poco preavviso. Questi possono essere hotel, ostelli o i grandi spazi aperti. Assicurati di essere preparato per tutte le eventualità prima del tuo viaggio.

Se sei molto fortunato, il tuo autista potrebbe offrirti un posto dove stare. Tuttavia, questa è una rarità e non dovresti farci affidamento. Nel seguente capitolo, abbiamo compilato una lista di imballaggio per te in modo che tu abbia l’attrezzatura giusta per la tua avventura e un posto dove dormire.

Lista dei bagagli per l’autostop

La regola d’oro per i bagagli dell’autostop: meno ne prendi, più probabilità hai di essere raccolto. Tienilo a mente quando fai i bagagli. Abbiamo messo insieme alcune cose che dovresti assolutamente portare con te nel tuo viaggio in autostop.

  • Sacco a pelo, materassini e, a seconda della temperatura, una tenda – queste sono le cose di cui hai bisogno per passare la notte ovunque. Una notte in un autogrill è spesso inevitabile se non riesci a trovare un ascensore.
  • Mappe stradali analogiche e guide di viaggio – le mappe con le stazioni di servizio e le aree di sosta segnate sono le migliori.
  • Eddings – per aver disegnato i segni.
  • Occhiali da sole, crema solare, giacca antipioggia – la protezione dalle intemperie è particolarmente importante per te come autostoppista, dato che sarai spesso all’aperto per ore.
  • Cibo e bevande – dovresti sempre avere degli snack e una bottiglia d’acqua da riempire.
  • Zaino – il più piccolo possibile ma il tuo compagno più importante per questo viaggio.

Consigli per la sicurezza in autostop

Per ridurre il rischio di fare l’autostop, tieni a mente i seguenti consigli quando sali in macchina con qualcuno che non conosci.

  • Assicurati che il veicolo sia in una condizione sicura per il traffico. Se hai dei dubbi, non entrare.
  • Presta anche attenzione alle condizioni del conducente. È stanco, guida troppo veloce o sotto l’influenza dell’alcol? Allora non dovresti viaggiare con questo autista.
  • È meglio tenere il tuo bagaglio sulle ginocchia.
  • È meglio parlare direttamente all’ autista di una stazione di servizio, per esempio, piuttosto che stare in piedi in modo anonimo lungo la strada. In questo modo puoi scegliere meglio il tuo giro. Inoltre, queste aree sono di solito sotto sorveglianza video, quindi c’è anche una registrazione di chi sale in macchina con te.
  • Puoi anche scattare una foto del numero di registrazione dell’auto e inviarla agli amici online. È meglio farlo presente al conducente.
  • Uno spray al peperoncino in tasca o un coltello sotto la giacca ti danno un senso di sicurezza. In questo modo potrai difenderti in caso di emergenza.
  • In caso di dubbio, scendi sempre dalla macchina. Se ti senti insicuro mentre guidi, puoi sempre chiedere al conducente di fermarsi.
  • Se possibile, non fare l’autostop da solo.
  • È meglio fare l’autostop durante il giorno e non al buio.
  • Esci dalla macchina in un posto sicuro, non sulla striscia di sabbia in mezzo all’autostrada.

Il tuo aspetto come autostoppista

La prima impressione spesso determina se un guidatore si fermerà o meno. Il tuo carisma e il tuo aspetto sono quindi ancora più importanti. Sorridi e irradia gioia; questo ti farà apparire molto più simpatico e affidabile.

I vestiti luminosi e colorati sono di solito accolti meglio di quelli scuri. Togliti gli occhiali da sole, il cappello e il berretto quando sei sul ciglio della strada. Altrimenti ti coprirà il viso e il tuo potenziale passaggio cercherà di solito il contatto visivo con te.

Se sorridi sempre e irradi gioia nella tua avventura, è più probabile che qualcuno ti dia un passaggio. (Fonte immagine: 123rf.com / 10473236)

Un’altra cosa molto importante è non fumare! Se sei un non fumatore, tanto meglio. Tuttavia, le auto che passano non amano raccogliere le persone che puzzano di fumo se non fumano loro stesse. In generale, un aspetto curato è importante, ma dovresti avere l’aspetto di chi è già stato raccolto.

Fare l’autostop come donna

È molto più difficile per una donna fare l’autostop. Le donne sono generalmente viste come il sesso debole dalla società. Questo può essere messo in dubbio, ma le donne autostoppiste affrontano ancora più rischi degli uomini.

Pertanto, se sei una donna che viaggia da sola, devi stare particolarmente attenta.

Pertanto, non salire mai in macchina da solo con diversi uomini. Inoltre, dovresti essere sicuro di te e aperto; le persone timorose hanno maggiori probabilità di diventare vittime. È anche sufficiente menzionare spesso che hai un fidanzato o un marito a casa.

Attento al tuo abbigliamento! È meglio vestirsi in modo poco appariscente e non indossare abiti troppo aderenti o troppo corti, altrimenti potresti attrarre uomini con le intenzioni sbagliate. Se segui questi consigli, non c’è niente che impedisca alle donne di fare l’autostop.

Autostop per principianti

Se non hai mai fatto l’autostop prima d’ora o stai cercando consigli su come farlo funzionare meglio la prossima volta, abbiamo messo insieme alcuni consigli utili per l’autostop qui sotto.

Ti aiuteranno sicuramente a trovare un passaggio e a raggiungere la tua destinazione.

Fare l’autostop la mattina presto

L’uccello mattiniero cattura il verme. È sicuramente importante che tu cerchi di fare l’autostop all’inizio della giornata, perché la maggior parte delle persone sono fuori al mattino.

Che sia sulla strada per il lavoro, un viaggio d’affari o altre escursioni. Hai sicuramente più possibilità di ottenere un passaggio al mattino.

Esci in tempo

Assicurati di non rimanere in macchina troppo a lungo. A volte questo ti porterà più vicino alla tua destinazione, ma i collegamenti da lì potrebbero essere peggiori.

Pertanto, guarda sempre la tua mappa o il navigatore satellitare per trovare il posto migliore per scendere per un altro giro.

Superare la timidezza

Anche se all’inizio lo trovi difficile, avvicinati apertamente alle persone e chiedi educatamente se possono darti un passaggio.

Una conversazione amichevole in anticipo abbassa le tue inibizioni e crea fiducia. Avrai sicuramente più probabilità di trovare un passeggero in questo modo. I

camionisti come opportunità di ride-sharing

I camionisti sono la perfetta opportunità di ride-sharing. Sono in viaggio tutto il giorno, di solito coprono lunghe distanze e sono spesso alla ricerca di qualcuno con cui parlare.

L’autostop nelle aree di sosta è quindi anche un vantaggio. In questo modo, i conducenti possono guardarsi attentamente intorno prima e sopravvalutare se vogliono darti un passaggio o meno.

Evita le città

Le città non sono affatto ideali per l’autostop. Spesso ci possono volere ore per uscire dal centro della città e non sei più vicino alla tua destinazione.

Le persone viaggiano in tutte le direzioni, ci sono molti ingressi autostradali diversi e di solito coprono solo distanze molto brevi.

Firma sì o no?

In linea di principio, un cartello è un buon modo per convincere gli automobilisti a fermarsi. È solo che puoi mettere una chiave nel lavoro quando si tratta delle scritte.

Non scrivere una destinazione specifica sul tuo cartello, ma dai una direzione.

In questo modo è più probabile che qualcuno ti dia un passaggio per qualche chilometro ma non ti porti direttamente a destinazione.

Non dire

A proposito di pochi chilometri. Spesso non vale la pena prendere un passaggio con qualcuno che sta andando solo nella direzione approssimativa.

Spesso è difficile allontanarsi da quel punto. È meglio aspettare che qualcuno ti porti all’incrocio successivo in modo che tu possa andare avanti più velocemente da lì.

Cos’altro dovresti sapere sull’autostop

Sta a te decidere in quale paese e regione fare l’autostop. Tuttavia, come già detto, devi prima chiarire se l’autostop è permesso.

Dovresti anche controllare la dogana del paese in anticipo. Una volta che hai scelto la tua destinazione, rimane solo una domanda:

Dove esattamente fai l’autostop?

L’autostop è vietato?

In alcuni paesi l’autostop è proibito o permesso solo in certi posti. Anche se come autostoppista spesso parti senza una destinazione fissa, dovresti almeno sapere a grandi linee dove sta andando il viaggio in modo da poterti informare in anticipo sulla situazione legale.

L’autostop in Germania

L’autostop è generalmente consentito in Germania. Non è esplicitamente regolato dalla legge tedesca. Gli autostoppisti devono quindi rispettare l’ordinanza sul traffico stradale come tutti gli altri pedoni.

Questo regolamento stabilisce che le persone possono entrare nella carreggiata solo in determinate condizioni. L’autostrada è quindi una zona vietata.

Le aree di sosta e le stazioni di servizio spesso servono come punti di consegna e di raccolta. Tuttavia, spetta all’operatore e al proprietario decidere se l’autostop è permesso lì.

Autostop all’estero

L’autostop è regolato individualmente in ogni paese. A Singapore, per esempio, l’autostop è completamente vietato.

Paese Difficoltà Legale Pagamento
Albania Facile A volte
Australia Medio No
Belgio Facile No
Bosnia Medio No
Bulgaria Medio No
Canada Facile Dipende dallo stato No
Cile Medio No
Cina Medio a difficile Spesso
Costa Rica Medio No
Danimarca Facile a medio No
Finlandia Medio No
Francia Medio No
Grecia Medio No
Italia Pesante No
Islanda Facile No
Spagna Pesante No
Svezia Molto pesante No

Tuttavia, negli Stati Uniti, in Canada o in Australia, i regolamenti dipendono dallo stato. In alcuni paesi, come Romania, India, Indonesia, Sudafrica e Messico, gli autisti richiedono un pagamento.

Qual è il posto migliore per fare l’autostop?

Il paese e la regione in cui fai l’autostop dipende da te. Tuttavia, come già detto, devi prima chiarire se l’autostop è permesso. Dovresti anche controllare la dogana del paese in anticipo. Una volta che hai scelto la tua destinazione, rimane solo una domanda:

Dove vai esattamente? La cosa più importante è che ti trovi in un posto dove è sicuro fermarsi. In questo modo, il guidatore è meno stressato e più propenso a fermarsi, ed è più sicuro per te salire. Inoltre, tu e il tuo bagaglio dovreste essere chiaramente visibili.

Dovresti evitare di fare l’autostop di notte, ma se lo fai in caso di emergenza, dovresti indossare un gilet ad alta visibilità. Le stazioni di servizio autostradali sono il trampolino di lancio per gli autostoppisti. Puoi essere lasciato lì in sicurezza e trovare un nuovo passaggio attraverso un contatto diretto.

Autostop per una buona causa

Nel 2007, la società tedesca Autostop ha fatto rivivere l’autostop in Germania – e per una buona causa. Queste cosiddette gare di autostop si svolgono ormai in tutto il mondo.

Gli sponsor pagano una certa somma per ogni chilometro percorso. In altre gare, gli autostoppisti generano donazioni per organizzazioni caritatevoli.

Ci sono app per l’autostop?

Ci sono ora anche delle app per l’autostop che possono rendere la tua avventura più facile. Questo si riferisce principalmente alle mappe per la navigazione, dato che la connessione internet non è buona e stabile ovunque e in ogni paese.

Ci sono varie app che ti permettono di accedere alle mappe e alla navigazione offline. Ci sono anche applicazioni che ti mostrano i migliori posti per fare l’autostop nella tua zona – e di solito anche offline.

Conclusione

Se viaggi come autostoppista, non solo risparmi denaro ma conosci anche nuove persone viaggiando con molti autisti diversi. Come autostoppista vivi storie uniche e puoi viaggiare per il mondo individualmente.

Hai voglia di avventura? Allora prepara il tuo zaino e mettiti in viaggio. Con i nostri suggerimenti e consigli, sei pronto a fare l’autostop.

Ulteriori letture: Fonti e link interessanti

http://mira-mireau.com/2015/03/11/als-frau-alleine-trampen-tipps-fuer-frauen/

http://hitchwiki.org/de/Sicherheit https://www.bruderleichtfuss.com/reisen-per-anhalter-15-tipps-fuers-trampen/

Fonte immagine: 123rf.com / 117112674

Perché puoi fidarti di me?

Recensioni