Ultimo aggiornamento: 29/09/2021

Il nostro metodo

25Prodotti analizzati

25Ore di lavoro

5Fonti e riferimenti usati

70Commenti valutati

Nessuna officina dovrebbe essere senza un avvitatore a batteria. Il tuttofare per lavorare con legno, gesso, metallo, pietra e molti altri materiali. Sia per avvitare, forare o martellare, la gamma di applicazioni è molto ampia e può farti risparmiare tempo ed energia per molti compiti.

Tuttavia, scegliere il giusto avvitatore a batteria è spesso difficile. Di seguito, puoi scoprire cosa dovresti cercare quando acquisti e quale avvitatore senza fili è quello giusto per i tuoi scopi. Nel nostro test sugli avvitatori a batteria 2021, abbiamo anche testato e confrontato avvitatori a batteria con diverse potenze per aiutarti a decidere quale comprare.




Sommario

  • Sia per avvitare mensole, appendere quadri o lavorare con tutti i tipi di materiali. L’avvitatore a batteria aiuta a risparmiare il noioso lavoro con il cacciavite ed è quindi uno strumento che fa risparmiare energia e tempo.
  • A seconda dell’uso previsto, dovresti scegliere un trapano con una potenza inferiore (3,6 volt) o superiore (12 e 18 volt). Più alta è la potenza, più versatili diventano i campi di applicazione.
  • Anche altri criteri come la capacità della batteria, la coppia e la possibile funzione d’urto dovrebbero essere presi in considerazione e sono elencati più in dettaglio nel corso di questo articolo.

Avvitatore a batteria: la nostra raccomandazione dei migliori prodotti

Per un artigiano, l’avvitatore a batteria è quasi indispensabile. Ma con così tanti modelli tra cui scegliere, è facile perdere di vista quale sia quello giusto per te.

Oltre ai modelli di punta, di seguito troverai alcuni criteri che dovresti considerare quando acquisti.

Avvitatore a batteria: criteri di acquisto e valutazione

In questa sezione ti mostriamo quali aspetti dovresti considerare quando acquisti un avvitatore a batteria. Gli aspetti importanti da considerare sono:

Ora entreremo più in dettaglio sui singoli punti e spiegheremo dove si trovano esattamente le differenze.

Potenza

A seconda dell’uso, dovresti scegliere un avvitatore senza fili con una potenza maggiore o minore. Per lavori leggeri, come l’assemblaggio di una mensola, è sufficiente un avvitatore a batteria da 3,6 V.

Se hai bisogno di forare in materiali più morbidi come il legno o il metallo, dovresti optare per un modello da 12 V. Per gli impegnati nel fai da te, si raccomandano gli avvitatori a batteria da 18 V, che sono superiori agli altri modelli non solo per la potenza ma anche per la velocità e la capacità della batteria.

Capacità della batteria

Per evitare fastidiose interruzioni durante il lavoro, dovrebbe essere fornita un’alta capacità della batteria.

Una capacità maggiore ti permette di lavorare più a lungo.

Si misura in ampere-ora (Ah) e indica quanta energia può essere immagazzinata nella batteria. Mentre i modelli da 3,6 V hanno una batteria integrata, i modelli più potenti da 12 V e 18 V possono spesso essere sostituiti.

È quindi consigliabile acquistare allo stesso tempo una batteria intercambiabile. Gli attuali avvitatori a batteria sono solitamente dotati di un sistema di ricarica rapida.

Torque

La potenza che un avvitatore a batteria eroga è chiamata coppia ed è espressa in Newton metri.

Più coppia ha un avvitatore a batteria, maggiore è la sua potenza.

Una coppia elevata è quindi vantaggiosa quando si avvita e si fora materiale solido. Man mano che la potenza aumenta, anche la velocità massima di solito aumenta.

Peso

L’avvitatore a batteria non dovrebbe essere troppo pesante in modo che una buona presa sia sempre possibile durante un lungo lavoro e si eviti il dolore al polso.

Gli utensili da 3,6 V, molto più piccoli e facili da maneggiare, raramente pesano più di 1 chilogrammo, mentre i modelli da 12 e 18 volt aumentano di peso con l’aumentare della loro potenza.

Funzione di impatto

Per ottenere ancora più coppia dall’avvitatore a batteria, alcuni modelli hanno una funzione di impatto. Questo aumenta la pressione attraverso impulsi regolari nella direzione dell’asse. Questo rende molto più facile fare i fori o stringere e allentare le viti.

Senza impatto, hai più probabilità di forare materiali delicati e leggeri come il legno, il metallo o la plastica. Con l’impatto, forerai in materiali solidi come il cemento leggero o i mattoni.

Avvitatori a batteria: domande e risposte frequenti

Hai qualche domanda sugli avvitatori a batteria? Qui troverai le risposte.

Cos’è un cacciavite senza fili?

Un avvitatore a batteria è uno strumento elettrico per una varietà di diversi compiti di avvitamento e foratura. Il più grande vantaggio è principalmente che un cacciavite senza fili non ha bisogno di un cavo e utilizza solo la batteria collegata.

akkuschrauber-test

Un cacciavite senza fili ti aiuta a svolgere compiti manuali in modo rapido ed efficace (Fonte immagine: Eugen Str /Unsplash)

Il vantaggio rispetto ad un semplice cacciavite è la velocità e la potenza del cacciavite senza fili. Questo lo rende indispensabile sia per gli hobbisti ambiziosi che per gli artigiani professionisti di lunga data.

Per chi è adatto un avvitatore senza fili?

Tutti coloro che hanno a che fare con attività di avvitamento e foratura almeno di tanto in tanto dovrebbero avere un avvitatore a batteria a portata di mano. Permettono un lavoro manuale efficace.

Che sia per uso privato, hobbistico o professionale, gli avvitatori senza fili fanno risparmiare tempo ed energia.

A seconda dell’applicazione, puoi scegliere tra diversi potenti avvitatori a batteria, per cui puoi decidere secondo le tue preferenze personali.

akkuschrauber-test

Stringi le viti, fai dei fori. Un avvitatore a batteria è indispensabile per gli artigiani (Fonte immagine: Matt Antonioli / Unsplash)

Se devi fare solo lavori di avvitamento occasionali, un dispositivo da 3,6 volt è sufficiente. Per forare materiali morbidi, dovresti optare per un avvitatore a batteria da 12 volt, e per lavorare con materiali molto solidi, da 18 volt.

Quali tipi di avvitatori a batteria esistono?

Fondamentalmente, i campi di applicazione degli avvitatori a batteria possono essere differenziati in base alla loro potenza.

Potenza Descrizione Applicazione
Cacciavite cordless 3.6 V piccolo e compatto, bassa potenza e velocità lavori di avvitamento semplici (es. montaggio mobili)
Cacciavite cordless 12 V maneggevole, più potente, alta capacità della batteria lavori di foratura e avvitamento semplici e medi
Cacciavite cordless 18 V pesante, capacità e potenza della batteria molto alta impatto medio e pesante, lavori di foratura e avvitamento

Se sei spesso coinvolto in lavori manuali, si raccomanda un avvitatore a batteria più potente.

Quali sono le alternative ai cacciaviti a batteria?

Un avvitatore senza fili è multifunzionale. Se non ne hai uno a portata di mano, ci sono varie alternative per forare e avvitare.

  • Trapanoa batteria: un trapano elettrico per fori che, a differenza dell’avvitatore a batteria, ha solo la funzione di foratura e non di avvitamento.
  • Chiave: la controparte meccanica del cacciavite a batteria. Adatto per stringere le viti in materiali morbidi se non è disponibile un avvitatore a batteria.

Nonostante queste alternative, un avvitatore senza fili è raccomandato perché combina diverse funzioni in un unico dispositivo compatto. Inoltre, può essere utilizzato per svolgere il lavoro in modo più rapido ed efficace.

Avvitatore a batteria, trapano a batteria o avvitatore a impulsi a batteria. Qual è la differenza?

Quando cerchi degli avvitatori a batteria, ti imbatterai sempre in diversi modelli. Ti spieghiamo le differenze tra loro.

Tipo Descrizione
Cacciavite a batteria Cacciavite a batteria che funziona solo con le viti
Trapano a batteria Avvitatore a batteria che ha una funzione di foratura oltre a quella di avvitamento
Trapano a percussione a batteria avvitatore a batteria che può anche forare a percussione. Questo significa che la perforazione è intensificata dagli impulsi. I materiali sensibili come il legno, il metallo o la plastica devono essere forati senza impatto. I materiali solidi come il calcestruzzo leggero o i mattoni, d’altra parte, dovrebbero essere forati con impatto.

Troppo pochi possono limitare il tuo lavoro. Troppi, d’altra parte, possono complicare il tuo lavoro inutilmente.

Di quali accessori hai bisogno per il tuo avvitatore a batteria?

A seconda del materiale da lavorare, dovresti anche scegliere gli accessori per il tuo avvitatore a batteria. Per forare materiali diversi, come il legno, il metallo e la pietra, hai bisogno di punte da trapano di forma e costruzione diversa. Per questo scopo, di solito ci sono set prefabbricati con punte da trapano di varie dimensioni.

Di tanto in tanto sono necessari anche diversi accessori per avvitare. Oltre al classico incavo a croce, ci sono anche, per esempio, profili esagonali interni ed esterni o Torx. Qui sono disponibili anche dei set contenenti una selezione dei cacciaviti più comunemente usati.

Conclusione

Ci sono molti fattori da considerare quando si acquista un avvitatore a batteria. La cosa più importante è che dovresti considerare per cosa verrà utilizzato l’avvitatore a batteria. Se vuoi girare le viti solo occasionalmente per uso privato, è meglio scegliere un dispositivo da 3,6 V.

Se hai bisogno di forare anche il legno o altri materiali morbidi, è meglio optare per un avvitatore a batteria da 12 V. Per gli artigiani avanzati che lavorano regolarmente su materiali duri, si raccomanda un utensile da 18 V. Parallelo, dovresti sempre prestare attenzione alla coppia, che indica la potenza dell’avvitatore a batteria in Newton metri.

I principianti e gli artigiani per hobby dovrebbero sempre optare per un modello tuttofare più economico, possibilmente con una varietà di accessori. Questo coprirà le applicazioni più importanti e nulla ostacolerà il tuo lavoro.

Fonte dell’immagine: 112842174 / 123rf

Recensioni