Ultimo aggiornamento: 20/10/2021

Il nostro metodo

13Prodotti analizzati

21Ore di lavoro

7Fonti e riferimenti usati

88Commenti valutati

Le chiavi a urto possono non essere gli strumenti più comuni, ma questo non significa che non siano utili. Questi strumenti sono diventati un’attrezzatura interessante per gli amanti del fai da te, ma soprattutto per i professionisti della manutenzione meccanica che hanno bisogno di lavorare con i dadi tutto il tempo.

Una chiave a urto ti permetterà di stringere o allentare un dado nel modo più comodo, senza dover usare la forza. Inoltre, con questi strumenti evitiamo di “mordere” le teste, lasciandole inutilizzate. In questo articolo ti spiegheremo tutto quello che devi sapere su questi potenti strumenti in modo che tu possa scegliere quello più adatto alle tue esigenze.




Sommario

  • Nelle chiavi a urto la potenza è data dalla quantità di coppia, misurata in Newton-metri (Nm). Quindi, è importante che la potenza sia corretta per poter allentare qualsiasi elemento di fissaggio con cui stiamo lavorando.
  • A differenza di altri strumenti, le chiavi a urto si trovano di solito solo nelle officine, poiché sono strumenti molto potenti. Tuttavia, i nuovi modelli sono molto versatili e adatti a tutte le tasche.
  • Importante quanto il design o l’alimentazione è la dimensione della presa o dell’ugello. In una chiave a urto questo fattore sarà decisivo, poiché determinerà il tipo di dadi con cui potrai lavorare. La nostra raccomandazione è di sceglierne uno intercambiabile.

Avvitatore a impulsi: la nostra raccomandazione dei migliori prodotti

Guida all’acquisto: cosa devi sapere sulle chiavi a urto

Le chiavi a urto sono sempre state associate alla riparazione di auto e pneumatici. Anche se è vero che è uno strumento comune in questo tipo di lavoro, è sempre più comune trovarlo in altre aree di lavoro, come l’acciaio, le miniere e l’aeronautica. Ecco una guida all’acquisto delle chiavi a urto.

Carro blanco

La chiave a urto è molto usata nelle officine meccaniche.
(Fonte: Antonio Diaz: 20408465/ 123rf.com)

Cos’è una chiave a urto?

Le chiavi a urto o impact spanners sono state introdotte sul mercato circa 75-80 anni fa e non si sono evolute molto da allora. Sono simili nell’aspetto a un trapano, ma a differenza dei trapani (che sono alimentati dall’energia rotazionale), le chiavi a urto sono progettate per fornire una coppia elevata a bassa velocità. A differenza dei trapani, gli avvitatori a impulsi non generano una coppia costante. La loro performance potrebbe essere definita come simile a quella di mettere una chiave a mano su un dado o un bullone da allentare e colpire la chiave con un martello, girandola con incrementi brevi e graduali.

Come funzionano le chiavi a urto?

Quando la chiave a urto è alimentata, un “martello” interno colpisce contro un’incudine che è collegata a un mandrino (che può essere quadrato o esagonale) nell’ogiva dell’utensile. Questo imprime una rotazione alla chiave a bussola che è collegata al mandrino e quella rotazione è usata per stringere o allentare il dado.

Questa azione di martellamento è il suo principale vantaggio rispetto a strumenti simili, dato che ottiene due effetti importanti che mancano ad un trapano. In primo luogo, esercita molta più forza e in secondo luogo, l’azione del martello tende ad allentare la ruggine e altri depositi che tengono il dado o il bullone alla superficie e lo rendono difficile da rimuovere.

Taller

Le chiavi a urto sono fatte per fornire una coppia elevata a bassa velocità. (Fonte: Mikhail Gnatkovskiy: 103162718/ 123rf.com)

Quali sono i vantaggi di usare una chiave a urto?

I tre principali vantaggi delle chiavi a urto sono la loro elevata potenza in una dimensione compatta e un peso ridotto, la loro velocità e soprattutto l’assenza di gioco, che è la forza che tende a far ruotare la macchina e il polso dell’operatore quando la macchina fornisce potenza al mandrino. Questo significa che sono molto sicuri e facili da usare.

Anche se i primi modelli erano pesanti e avevano un solo senso di rotazione, oggi queste macchine si sono evolute e sono molto compatte. Gli ultimi modelli sono alimentati a batteria e possono essere trasportati nel bagagliaio della tua auto, permettendoti di eseguire un cambio di pneumatici di emergenza in pochi minuti.

Quali tipi di chiavi a urto esistono sul mercato?

Come abbiamo spiegato, c’è una grande varietà di chiavi a urto sul mercato oggi. Troverai modelli manuali, pneumatici ed elettrici, sia con cavo che a batteria. Ogni modello ha le sue caratteristiche ed è adatto ad un tipo specifico di lavoro. Di seguito esamineremo ciascuna delle chiavi a urto in modo più dettagliato:

Tipo di chiave a urto Caratteristiche
Manuale Le chiavi originali. Funziona insieme ad un martello. Anche se le versioni elettriche sono molto più convenienti, le versioni manuali sono ancora una buona scelta per il fai da te.
Pneumatico Azionato da aria compressa e deve essere collegato ad un compressore d’aria. Hanno un alto consumo d’aria e quindi richiedono grandi compressori. Sono disponibili diverse dimensioni e potenze. Le versioni più moderne sono progettate ergonomicamente per ridurre la fatica dell’operatore. Non hanno un grilletto di regolazione. Sono difficili da regolare. Ideale per bulloni e perni di grandi dimensioni. Funzionano molto bene sui bulloni arrugginiti. Non dovrebbero essere usati su dadi piccoli perché li romperebbero.
Elettrico a filo potenza simile al pneumatico, ma leggermente inferiore. Leggermente più grande di quello pneumatico a causa dello spazio del motore. Nessun compressore richiesto. Hanno una funzione di regolazione sul grilletto.
elettrici a batteria sono i più popolari al momento. Possono essere dotati di accessori per bulloni di varie dimensioni. Ideale per lavorare in spazi ristretti, ad esempio nei motori delle auto. Alimentato da batterie agli ioni di litio da 18 a 28 volt (V). Meno potente delle versioni con cavo o pneumatiche. L’uso poco frequente dello strumento esaurisce la durata della batteria. Alta portabilità. Sono la scelta migliore per i bulloni stretti o arrugginiti.

Cosa devo considerare sull’uso dei compressori d’aria con la mia chiave a urto?

Se hai deciso per una chiave a urto pneumatica, la prima cosa che ti consigliamo è di dare un’occhiata al nostro articolo sui compressori d’aria. È importante assicurarsi di avere un compressore con una potenza sufficiente per far funzionare la chiave a urto. Il modo per scoprirlo è determinare la portata (in litri al minuto) e la pressione minima dell’attrezzo. La maggior parte degli strumenti pneumatici operano sopra i 90 psi (libbre di forza per pollice) o 6,2 bar. Una pressione troppo alta influenzerà negativamente lo strumento e una pressione troppo bassa avrà di solito delle carenze. Per una buona prestazione, il compressore deve superare i requisiti di flusso e pressione dell’aria della tua chiave a urto. Di seguito c’è una tabella che spiega i requisiti di flusso e pressione per ogni dimensione di incudine:

Dimensione dell’incudine Portata Piedi al minuto (cfm) Portata Litri al minuto (lpm) Pressione PSI Pressione Kg/cm2
1 inch (“) 23 651.7 90 6.3
½” 9 254.9 90 6.3
¾” 17 481.4 90 6.3
⅜” 7 198.2 90 6.3
⅝” 15 424.8 90 6.3

Come faccio a scegliere la dimensione dell’incudine migliore per la mia chiave a urto?

È un malinteso comune che più grande è l’incudine, migliori sono le prestazioni della chiave a urto. Non penseresti mai di usare una chiave da 1 pollice su un bullone da 10 mm. Devi considerare la dimensione dei bulloni con cui stai lavorando e trovare una chiave adatta a quella dimensione, così come un’incudine compatibile. Le chiavi a urto comunemente usate (le più leggere) hanno tre misure di incudine: ¼”, ½” e ⅜ pollici (“). Le pistole più forti, utilizzate per lavori professionali difficili come la riparazione di camion, hanno incudini di ½”, ¾” e 1″. È importante scegliere quello giusto per il tuo lavoro, soprattutto per non cadere in basso. La seguente tabella mostra la compatibilità delle incudini e delle serrature:

Dimensione incudine (pollici) Bit in mm Bit in pollici
1/4 3 – 3,2 – 3,5 – 4 – 4,5 – 5 – 5,5 – 6 – 7 – 8 – 9 – 9 – 10 – 11 – 12 – 13 – 14 5/32 – 3/16 – 7/32 – ¼ – 9 /32 – 5/16 – 11/32 – ⅜ – 7/16 – 1/2 – 1/2 –
3/8 5,5- 6 – 7 – 8 – 9 – 10 – 11 – 12 – 13 – 14 – 15 -16 – 17 – 18 – 19 – 20 – 21 – 22 ¼ – 5/16 – 11/32 – ⅜ – 7/16 – ½ – 9/16 – ⅝ – 11/16 – ¾ – 13/16 – ⅞
1/2 8 – 9 – 10 – 11 – 12 – 13 – 14 – 15 -16 – 17 – 18 – 19 – 20 – 21 – 22- 23 – 24 – 25 – 26 – 27 – 28 – 30 – 32 ⅜ – 7/16 – ½ – 9/16 – ⅝ – 11/16 – ¾ – 13/16 – ⅞ – 15/16 – 1 – 1-1/16 – 1-⅛ – 1-⅝ – 1-3/4
3/4 19 – 22 – 24 – 26 – 27 – 28 – 30 – 32 – 34 – 36 – 38 – 41 – 42 – 45 – 46 – 48 – 50 5/16 – 1-⅛ – 1-3/16 – 1-¼ – 1-5/16 – 1-⅜ – 1-7/16 – 1-½ – 1-¾
1 36 – 38 – 41 – 46 – 50 – 54 – 55 – 58 – 60 – 63 – 65 – 67 – 70 – 71 – 75 – 77 – 80 15/16 – 1 – 1-1/16 – 1-⅛ – 1-¼ – 1-5/16 – 1-1/2

Quanti giri al minuto richiede una chiave a urto?

Anche se dipenderà in gran parte dai tuoi bisogni, una velocità ideale per una chiave a urto è di 3000 giri al minuto (RPM) o più.

Come abbiamo già spiegato, il funzionamento di questi strumenti si basa sulle rotazioni per stringere o allentare i dispositivi di fissaggio. Più rotazione significa meno sforzo da parte dell’utente.

Velocità inferiori possono ritardare il completamento di un compito, quindi se la velocità è un requisito per il tuo lavoro, vorrai scegliere una chiave a urto con un’alta velocità e un alto numero di giri, anche se dovrai sacrificare qualche coppia o impatto al minuto, alla fine ne varrà la pena.

Cosa sono gli impatti al minuto (ipm) e come influenzano le chiavi a urto?

Il numero di impatti al minuto (ipm), come la velocità, deve essere alto, poiché gli avvitatori a impulsi richiedono molto contatto per agire su un elemento di fissaggio per stringerlo o allentarlo. Se il tuo budget non ti permette di comprare una chiave con un alto numero di ipm, cercane una con un buon equilibrio tra coppia, velocità e ipm.

Un ipm più alto significa che ci sarà più contatto tra l’utensile e l’elemento di fissaggio. Più contatto significa che l’elemento sarà tenuto più saldamente in posizione. Aggiungi a questo valori di coppia e velocità considerevoli e avrai una chiave a urto quasi perfetta.

Taller de automoviles

Esistono vari tipi di chiavi a urto, ti consigliamo di scegliere quella più adatta alle tue esigenze. (Fonte: Nakhorn Yuangkratoke : 65219844/ 123rf.com)

Cosa devo sapere sulle chiavi a urto se mi occupo di lavori pesanti?

Tradizionalmente, le chiavi a urto erano progettate per lavori molto pesanti. Sono stati utilizzati per la riparazione di veicoli, l’aeronautica e il cambio di pneumatici. Tuttavia, con l’entrata sul mercato dei modelli elettrici e, soprattutto, con l’arrivo delle pistole a batteria, l’uso di questi strumenti è diventato più diffuso. Se hai intenzione di usare la tua chiave a urto per lavori pesanti o molto pesanti, ci sono alcune cose da considerare.

Per esempio, i modelli pneumatici, capaci di usare molta potenza, sono i migliori. Dovresti anche scegliere modelli dritti a due mani, che saranno molto più potenti degli altri. Ecco una tabella dei parametri più importanti per le chiavi a urto in generale per lavori pesanti:

Parametro Dimensione incudine ¾ Dimensione incudine 1″
Consumo d’aria (L/min) 150-159 150
Coppia massima (Nm) 1400-1500 3600-4000
Velocità (rpm) 5500-6700 4000
Impatti al minuto 1000-1050 500
Peso (kg) 3.5 – 6.0 12-13
Vibrazione (m/s2) 20-25 4.5
Pressione sonora (dBa) 96-99 92

Nella tabella seguente mostriamo gli stessi parametri, ma in base al lavoro molto pesante (lavoro di riparazione professionale di camion, uso aeronautico o cantieristico):

Parametro Dimensione incudine ¾ Dimensione incudine 1 Dimensione incudine ½
Consumo d’aria (L/min) 181 190 113
Coppia massima (Nm) 1630-1700 2440 1100
Velocità (rpm) 6200 5500 9800
Impatti al minuto 1050 900 1270
Peso (kg) 3.7 – 4.1 6.8 – 7.3 2.2
Vibrazione (m/s2) 10.4 8.5 6.6
Pressione sonora (dBa) 99.8 104 99.9

Quali sono gli usi e le applicazioni di una chiave a urto?

Le chiavi a urto sono diventate molto popolari, specialmente dall’avvento dei modelli a batteria. Come strumento portatile, i loro usi si sono moltiplicati considerevolmente. Questo li rende, per esempio, eccellenti compagni sulla strada o nel garage. Li vedrai anche nei cantieri dove non ci sono prese di corrente. Ecco una tabella con alcune delle applicazioni più comuni delle chiavi a urto:

Applicazione Caratteristiche
Automotive Le chiavi a urto sono sempre state utilizzate nella riparazione e nell’assemblaggio automobilistico. I modelli a batteria sono un’aggiunta ideale all’auto, specialmente per un’emergenza, come il cambio di una ruota. Le chiavi a batteria sono migliori di quelle manuali, dato che non c’è il pericolo di torcersi il polso nel mezzo di un lungo viaggio.
Garage o officine meccaniche Le chiavi a impulsi sono sempre state presenti nelle officine meccaniche. Stringono dadi e bulloni velocemente e facilmente. I modelli a batteria permettono ai meccanici di lavorare in posti stretti come i motori.
Carpenteria e decorazione Molti mobili richiedono l’uso di viti e bulloni per l’assemblaggio. Le chiavi a urto rendono questo lavoro molto facile. Per il montaggio all’esterno, le chiavi a urto elettriche rendono facile rimuovere i bulloni arrugginiti.
Uso domestico Molti mobili ed elettrodomestici contengono dadi e bulloni. Una chiave a urto può essere molto utile per i lavori di riparazione in casa, ad esempio per sostituire un lavandino.

Come si usa una chiave a urto?

Ora che ti abbiamo spiegato tutto quello che devi sapere sulle chiavi a urto, le loro caratteristiche più importanti e i loro usi, è il momento di vedere come usare correttamente questi potenti strumenti in modo che tu possa ottenere il massimo da loro ed evitare incidenti e ferite. Ecco una guida passo dopo passo su come utilizzare una chiave a urto:

  • Controlla il manuale del produttore. Il primo passo è molto importante; non usare mai un attrezzo senza prima controllare la guida del produttore. Devi familiarizzare con lo strumento e le sue caratteristiche principali.
  • Collega la chiave. Nel caso del cordless, collega la batteria al caricatore e aspetta che sia completamente carica. Nel caso di quelli elettrici, collega il cavo alla rete. Alcuni modelli si accendono automaticamente, mentre altri hanno un interruttore.
  • Seleziona la testa. A seconda della dimensione del dado che vuoi allentare, dovrai scegliere la chiave giusta. Una volta che hai trovato la testa corretta, stringi saldamente la presa quadrata della chiave. Non cambiare mai la testa con la macchina accesa.
  • Allenta i dadi. Tieni la chiave con entrambe le mani, posiziona la chiave sul dado e premi il grilletto. Non rilasciare il grilletto finché il dado non è allentato. Se il pezzo ha diversi dadi, allenta ogni dado come descritto sopra.
  • Stringi i dadi. Assicurati che il dado non sia stretto. Posiziona la chiave sulla testa del bullone, imposta l’interruttore per stringere, tieni la chiave stretta e premi il grilletto. Tieni l’azione finché il dado non smette di girare. Non stringere troppo, perché potresti danneggiarli.
  • Spegni lo strumento. Quando il lavoro è finito, spegni la chiave a urto. Scollegare il cavo di alimentazione o rimuovere la batteria dalla base. Riponi la chiave e i suoi accessori nella sua custodia.

Llanta de carro

I modelli moderni di chiavi a urto sono più compatti.
(Fonte: Nejron: 29257932/ 123rf.com)

Criteri di acquisto

Le chiavi a urto sono uno degli strumenti professionali più versatili disponibili. Questo strumento fornisce la massima coppia per stringere e allentare i dadi con il minimo sforzo per l’utente. Il prossimo passo nel tuo acquisto sarà capire quali sono i fattori decisivi che trasformano un buon strumento in uno perfetto:

Colpi al minuto

Il numero di colpi o impatti al minuto, così come la velocità, devono essere sufficientemente alti, poiché la chiave richiede molto contatto per lavorare su un elemento di fissaggio, sia per stringere che per allentare. Questo fattore è importante perché ti permetterà di fare un lavoro molto pesante in un tempo molto breve. Per esempio, se vuoi un avvitatore a impulsi per la tua auto, per quando succede l’imprevisto, questo fattore non sarà rilevante, poiché qualsiasi chiave è in grado di allentare i dadi di una ruota. D’altra parte, se vuoi una macchina per un lavoro professionale, cercane una che abbia un buon equilibrio tra imp e velocità complessiva.

traje azul

Le moderne chiavi a urto sono molto più facili da usare.
(Fonte: Luckybusiness: 47341324/ 123rf.com)

Potenza

La potenza di un avvitatore a impulsi è generalmente data dalla quantità di coppia, misurata in Nm, che produce. Questa è la caratteristica più importante dello strumento e anche una delle più sottovalutate dagli utenti.

Avere abbastanza potenza per allentare qualsiasi elemento è un fattore chiave: più alta è la coppia, più potente è la chiave.

Ricorda che la potenza massima dovrebbe sempre essere maggiore della potenza richiesta per il lavoro. Pertanto, è importante sapere qual è il valore di Nm suggerito per il lavoro in questione. Per esempio, per i lavori di manutenzione e riparazione non abbiamo bisogno di molta potenza, mentre per i lavori con le macchine sì.

RPM

Come abbiamo già spiegato, una buona chiave a urto sarà quella con un RPM superiore a 3000. Il funzionamento di questi strumenti si basa sulle rotazioni con cui dadi e bulloni vengono stretti o allentati. Più rotazioni richiederanno meno sforzo da parte dell’operatore, dato che l’impatto si occupa della velocità di lavoro extra.

Velocità inferiori possono ritardare il completamento di un compito, quindi se stai cercando di lavorare velocemente questo fattore sarà decisivo nella tua decisione di acquisto. Se questo è il caso, farai bene a dare la massima priorità alla velocità, anche se dovrai sacrificare un po’ di potenza lungo la strada.

Design

Le chiavi a urto tradizionali, quelle per uso pesante in officina, hanno una forma dritta. Questi sono molto più costosi e pesanti, ma esercitano anche più coppia degli altri. Queste macchine hanno un design allungato, con maniglie laterali e posteriori, ideali per mantenere la stabilità durante i compiti più pesanti. Si inseriscono in posti stretti, ma sono pesanti.

Il design a forma di pistola è il più comune tra le chiavi casalinghe. Le chiavi a urto elettriche e a batteria hanno sempre questo tipo di design. Sono molto più compatti e leggeri, ti permettono di lavorare molto più a lungo e sono facili da trasportare. Sono azionati dal grilletto e sono molto facili da usare per tutti i tipi di utenti.

Alimentazione

Ci sono tre tipi principali di chiavi a urto: pneumatiche, con cavo e a batteria. Le chiavi pneumatiche sono più economiche di quelle elettriche, ma richiedono un compressore d’aria per funzionare. Sono utilizzati per la meccanica e altri compiti in cui è necessaria molta forza e non sono adatti a piccole viti e all’uso domestico. Per il lavoro domestico, i modelli elettrici sono la scelta migliore.

Se hai intenzione di lavorare solo con piccoli bulloni (ad esempio riparando elettrodomestici) è meglio scegliere quelli a batteria, che sono molto comodi e leggeri. Questi, grazie alla libertà che offrono, sono una buona aggiunta alla tua auto, poiché possono salvarti in caso di foratura.

Comodità d’uso

Il comfort è un aspetto che non dovrebbe essere trascurato quando si cerca una chiave a urto. Tra le altre cose, perché non importa quanto sia potente la chiave, se non puoi tenerla comodamente o se è troppo pesante, non ti servirà a nulla, perché sarà scomoda e ti stancherai molto più rapidamente.

Ecco perché la prima cosa da considerare di una chiave a urto dovrebbe essere il suo peso. Dato che stiamo parlando di utensili manuali, è consigliabile mantenere il peso il più leggero possibile, in modo che lavorare con esso sia comodo, e tieni presente che la dimensione influenzerà anche l’incudine e la sua potenza, quindi scegli saggiamente.

Tipo di incudine

È un malinteso comune che più grande è la dimensione dell’incudine, migliore è la chiave a urto, ma questo spesso non è il caso. Come abbiamo già spiegato nella nostra guida all’acquisto, dovresti scegliere l’incudine più adatta per ogni lavoro. A seconda dell’incudine o della presa, puoi aggiungere alcune misure di chiavi.

Cableado

Esistono diversi modelli di chiavi a urto: manuali, pneumatiche ed elettriche. (Fonte: Talashow: 85565754/ 123rf.com)

Considera per cosa intendi utilizzare il tuo avvitatore a impulsi e scegli l’incudine di conseguenza. Per esempio, per un uso comune o domestico, è meglio cercare macchine con incudini da ¼” o ½”, queste si adattano alle chiavi più comuni e ti permetteranno di cambiare i pneumatici dell’auto o di lavorare sui diametri dei bulloni più comuni.

Riassunto

Probabilmente hai visto i meccanici di un team di Formula 1 correre ai box e cambiare tutte e quattro le ruote in pochissimo tempo. Se ti sei mai chiesto come questo sia possibile, la risposta è abbastanza semplice: grazie alle chiavi a urto che rendono questo compito un gioco da ragazzi. In questo articolo abbiamo esaminato le caratteristiche più importanti delle chiavi a urto.

Abbiamo spiegato punto per punto tutto quello che devi sapere su di loro e su come funzionano, e ti abbiamo mostrato quali sono i principali fattori di acquisto. Ora tocca a te decidere, segui i nostri consigli e scegli il miglior avvitatore a impulsi. Se ti è piaciuto l’articolo, lascia un commento o condividilo con i tuoi amici e familiari per trovare la migliore chiave a urto sul mercato.

(Fonte dell’immagine in primo piano: Vasuta Thitayarak: 55568629/ 123rf.com)

Recensioni