Una batteria acustica

I primi strumenti musicali, piatti e tamburi, si suonavano già nel lontanissimo VII a.C., ma la batteria acustica, vera regina degli strumenti a percussione, ha fatto la sua comparsa solo da qualche decina di anni. Ogni band che si rispetti deve poter contare su un batterista, soprattutto nei generi rock, pop e jazz dove il ritmo è fondamentale.

Rispetto al passato, dove era una complicazione non da poco spostarsi per i concerti con batteria al seguito, i modelli si sono evoluti diventando più compatti, senza mai tralasciare la qualità del suono. In questa guida parleremo proprio della batteria acustica descrivendola nel dettaglio, con l’obiettivo di fornirti le informazioni necessarie nel caso tu stia pensando di acquistarne una.

Le cose più importanti in breve

  •  La comparsa dei primi strumenti musicali è, come detto, da ricercare nei secoli prima di Cristo, mentre la batteria ha iniziato a diffondersi solo a partire dal 1930. Oggi costituisce uno dei punti di riferimento nel panorama musicale internazionale, e la sua popolarità non smette di crescere.
  • Le batterie acustiche possono essere di diverso tipo, a prescindere dallo stile musicale per cui sono destinate. La configurazione standard prevede cinque componenti, anche se i modelli più completi dispongono di otto tra piatti e tamburi. Suonare la batteria non è un’attività fine a sé stessa, può apportare diversi benefici come il miglioramento della concentrazione e della coordinazione.
  • Se vuoi imparare a suonare la batteria devi innanzitutto scegliere quella giusta per te. Fissare un budget è un buon inizio, siccome si possono trovare modelli da 300 euro così come da 3000, e anche avere un’idea sullo stile musicale da intraprendere può essere un ottimo punto di partenza per orientarti tra le varie alternative.

Le migliori batterie acustiche sul mercato: la nostra selezione

Prima di procedere con la guida vera e propria, abbiamo pensato potesse essere d’aiuto riportare una breve descrizione dei modelli di batteria acustica più apprezzati in circolazione. Sono state prese in considerazione solo le marche migliori, garanzia di un ottimo rapporto qualità-prezzo, e abbiamo valutato anche i pareri positivi lasciati dagli acquirenti attraverso le recensioni.

La batteria acustica con il miglior rapporto qualità-prezzo

Batteria acustica professionale provvista di cassa, rullante, due tom e due piatti charleston. Il rivestimento in PVC preserva le varie componenti dall’usura, mentre i supporti smontabili consentono di riporre la batteria e portarla con sé senza troppi ingombri. Il set è completo, poiché assieme al prodotto riceverai uno sgabello rotondo regolabile e una coppia di bacchette. Tutti i tamburi sono provvisti di almeno 10 tiranti, che assicurano un’ottima qualità del suono.

La batteria acustica più adatta per i principianti

Batteria acustica particolarmente adatta per i neofiti, il set include piatti hardware in acciaio, bacchette e sgabello. I supporti sono estremamente robusti grazie al doppio rinforzo, e le varie componenti sono facili da assemblare tramite le istruzioni che si trovano sul video tutorial online. La batteria è pensata per adattarsi a qualsiasi stile, rock e pop in particolar modo, ed è dotata di cassa, rullante, toms e piatti proprio come le batterie professionali.

La migliore batteria acustica per i bambini

Batteria acustica appositamente pensata per i bambini, provvista di cassa, due tom, un rullante ed un piatto sospeso, con rivestimento in PVC. Le dimensioni di piatti e tamburi sono appositamente ridotte per adattarsi alla facoltà di movimento di un bambino fino ai 10 anni, ma nonostante questo garantiscono un suono forte e nitido proprio come le batterie professionali. È disponibile in tre colori, nero, blu e rosso brillante.

La batteria acustica più idonea per i professionisti

Batteria acustica completa, dotata di tutte le componenti necessarie. I tamburi sono regolabili in altezza attraverso i memolock, che permettono di memorizzare le impostazioni, e sono fabbricati con pelli di alta qualità. Il pedale provvisto di catena assicura colpi forti, uniformi e decisi, i supporti sono resistenti e si fissano bene a terra grazie ai piedini in gomma. Il corpo dei tamburi è realizzato in legno di pioppo, ed è rivestito con una plastificazione specifica.

Guida all’acquisto: Tutto quello che devi sapere sulla batteria acustica

Le batterie costituiscono uno degli strumenti più completi e gratificanti da suonare. Obbligano il musicista a coordinare il movimento di braccia e gambe, dovendo raggiungere tutti i piatti e i tamburi dell’impianto, e soprattutto per i neofiti la pratica è fondamentale per raggiungere i risultati sperati. Nelle prossime righe cercheremo di rispondere ad alcune tra le domande più frequenti sull’argomento, con l’obiettivo di spazzare via i dubbi in merito ed offrirti un quadro completo sul prodotto.

Ragazzo che suona la batteria acustica

Suonare la batteria comporta la coordinazione di braccia e gambe, dovendo raggiungere tutti i tamburi e i piatti dell’impianto. (Fonte: StockSnap: 2596931/)

Da quante componenti è costituita una batteria acustica?

Le configurazioni delle batterie acustiche possono essere di diverso tipo, ma possiamo individuare cinque elementi fondamentali: una cassa, un rullante, due toms e un floor tom. Possono poi essere annessi diversi tipi di piatti, e per completare il quadro non devono mancare le bacchette e i supporti. Entriamo nel dettaglio:

  • Cassa. Si tratta della componente più importante, perché dà ritmo ai bassi che caratterizzano la maggior parte degli stili musicali. Si suona col piede, attraverso un apposito pedale, e il suo supporto regge il peso dei due toms.
  • Toms. Sono dei piccoli tamburi, simili in tutto e per tutto alla cassa, ma di dimensioni ridotte. Generalmente due di questi sono fissati sulla cassa, mentre il terzo (il floor tom) rimane appoggiato ad un trespolo a fianco del batterista.
  • Rullante. Possiede un diametro simile a quello dei toms, ma è di altezza inferiore. Al suo interno, sotto al patch di risonanza, ha delle spirali regolabili che forniscono un suono caratteristico, molto diverso da quello dei toms.

Perché scegliere proprio una batteria acustica?

Da qualche anno a questa parte si sono diffuse a livello internazionale le batterie elettroniche, che ormai possono contare su un suono molto simile a quello delle batterie acustiche. Allora perché puntare su un modello tradizionale? Le batterie acustiche danno vita a vibrazioni che, per quanto avvicinabili, non potranno mai essere raggiunte dai modelli elettronici, che inoltre sono più difficili da suonare.

Anche l’impatto estetico non è da sottovalutare. Hai mai visto il batterista di una band, in televisione o a un concerto, suonare con un modello elettronico? Questi sono fabbricati in plastica e metallo e risultano poco attrattivi, mentre le batterie classiche, realizzate in legno, personalizzabili e con le finiture laccate, sono irrinunciabili per i veri professionisti.

Batteria elettrica

Non si può paragonare l’impatto estetico di una batteria acustica con quello di una batteria elettronica. (Fonte: Sjjerez: 3862668/ pixabay.com)

Le batterie acustiche sono quelle normalmente utilizzate nelle accademie e nei conservatori, perché permettono di praticare sullo strumento in modo completo e allenare l’orecchio a percepire le sfumature del suono. A loro sfavore dobbiamo dire che sono più ingombranti, quindi tieni conto della trasportabilità se hai intenzione di suonare spesso fuori casa.

Quali vantaggi ci sono nel suonare una batteria acustica?

Se hai mai provato a suonare uno strumento, qualsiasi esso sia, avrai forse provato la sensazione di benessere che è in grado conferire: suonare è un’attività liberatoria, ottima per scacciare lo stress e farci sentire in armonia con noi stessi. La batteria, in particolare, apporta una serie di benefici che elenchiamo qui in basso.

  • Aiuta a sentirsi meglio. La musica migliora la stato d’animo, lo dicono anche gli esperti, e nel caso della batteria gli effetti positivi si moltiplicano. Il semplice fatto di suonarla può offrire una sensazione di liberazione dalle preoccupazioni quotidiane.
  • Migliora la coordinazione e la concentrazione. Come anticipato in precedenza, la coordinazione di mani e piedi è fondamentale per suonare la batteria in modo armonioso, e può migliorare solo con la pratica. Anche la concentrazione, necessaria durante l’esecuzione di un pezzo, può essere allenata suonando la batteria.
  • Sviluppa l’intelligenza. La coordinazione e la sensibilità al ritmo aiutano a sviluppare il cervello, abituandolo a percepire suoni diversi.
  • È un ottimo esercizio per tenersi in forma. La batteria è lo strumento che più di tutti aiuta a bruciare le calorie. Anche se si suona da seduti la parte superiore del corpo è in continuo movimento, tanto quanto le estremità inferiori, per questo può essere un ottimo esercizio per perdere peso e tenersi allenati in modo divertente e senza troppa fatica.

Come prendersi cura al meglio della propria batteria acustica?

Come tutti gli strumenti musicali, anche le batterie devono essere trattate con un certo riguardo per non pregiudicare la sonorità col passare del tempo. Il rivestimento laccato dei tamburi deve essere pulito accuratamente con un panno di cotone per evitare che rimangano dei segni; puoi anche utilizzare il detergente per i mobili di legno che usi normalmente.

I piatti sono rivestiti da una pellicola che li protegge dall’ ossidazione e dalle macchie di grasso che possono depositarsi. Per eliminare la patina di polvere che si accumula col tempo basta passare un panno di cotone inumidito, mentre per rimuovere lo sporco più ostinato occorre servirsi di acqua e sapone, oppure utilizzare un prodotto specifico suggerito dal venditore.

Batteria e bacchetta

La batteria acustica, così come tutti gli strumenti in circolazione, ha bisogno di essere trattata con cura per ricavarne il massimo potenziale in termini di suono. (Fonte: Lee Travathan: 185866/ pixabay.com)

Tipologie di batterie acustiche in base allo stile musicale.

Tutti abbiamo un genere musicale preferito, ma a prescindere da quale esso sia gli esperti consigliano di approcciarsi alla batteria acustica con un ritmo rock. Una volta affinata la tecnica, potrai passare ad altri stili come il jazz, il funky, il pop, il metal… insomma, sarai in grado di riprodurre tutta la musica che più ti piace. Di seguito ti mostriamo i diversi stili musicali e le configurazioni della batteria acustica corrispondenti.

  • Rock. Chiamato anche pum chak, è lo stile più facile da imparare. Parliamo di un ritmo in quattro tempi in cui interagiscono tanto le mani quanto i piedi; le batterie progettate per le rock-band assicurano un volume maggiore rispetto a quelle tradizionali, e in genere sono di dimensioni più grandi.
  • Fusion. Le batterie fusion sono più piccole e offrono un suono più morbido, meno marcato rispetto a quelle rock. Costituiscono l’opzione migliore per i principianti.
  • Jazz. Le batterie da jazz sono molto particolari, ridotte nelle dimensioni rispetto alle altre perché pensate per locali piccoli. Il jazz è uno stile musicale abbastanza complicato, che richiede molta capacità di improvvisazione.

Che differenze ci sono fra le batterie per principianti e quelle per i professionisti?

Esistono batterie per i principianti, per i professionisti e anche per chi si trova ad un livello intermedio. Ma nello specifico in cosa differiscono? Sono tre gli aspetti che cambiano: il prezzo, il materiale di fabbricazione ed il numero di pezzi. Se sei alle prime armi non vale la pena spendere più di 500 euro, mentre le batterie per i professionisti non costano meno di 700 euro.

Le batterie acustiche di gamma media o alta sono fabbricate con materiali nobili, hanno laccature di qualità e supporti resistenti spesso in acciaio inossidabile. Quelle per i principianti sono prodotte con materiali legnosi di bassa qualità, e i supporti sono in ferro o plastica. Riguardo il numero di pezzi, quelle essenziali contano con almeno 5 tra tamburi e piatti, mentre i batteristi affermati suonano con non meno di 8 pezzi.

Stewart CopelandBatterista dei The Police

“Colpisco la batteria più forte degli altri, più volte degli altri e senza mai stancarmi, ma uso la mia energia solo quando è strettamente necessario”.

Criteri di acquisto

Siamo giunti alla sezione finale di questa guida. Prima di concludere vorremmo fare un breve riepilogo di quanto detto fin qui elencando gli aspetti più importanti da considerare al momento di un eventuale acquisto. Comprare una batteria richiede un investimento non di poco conto, meglio quindi informarsi a dovere su ogni dettaglio e non lasciare nulla al caso.

  • Fissa un budget
  • Dai importanza al genere musicale che hai intenzione di suonare
  • Meglio acquistare pezzi singoli o un set completo?
  • Le garanzie delle marche migliori

Fissa un budget

Il prezzo varia a seconda della qualità, vale per le batterie acustiche e per tutte i prodotti in generale. Ciò che più influisce è il materiale di fabbricazione, da cui dipende la nitidezza del suono. Cerca di fissare un budget stabilendo un tetto massimo, e valuta il modello migliore in base al tuo livello di musicista: non vale la pena spendere troppo se sei alle prime armi o se hai intenzione di regalare la batteria a un bambino.

Batteria acustica dall'alto

Se parti da un livello intermedio o avanzato puoi trovare ottime batterie a buon prezzo, anche a meno di 700 euro. (Fonte: Nadfrank: 1841575/ pixabay.com)

Dai importanza al genere musicale che hai intenzione di suonare

Consigliamo di iniziare a praticare sulla batteria con un ritmo rock, siccome è il più semplice da imparare e da riprodurre. Anche se ti appassionano generi musicali opposti cerca di approcciarti in questa maniera, ti sarà utile per porre le basi della tua carriera! Inoltre su youtube puoi trovare parecchi video tutorial interessanti, tanto per i principianti che per i professionisti, potrebbe essere un metodo utile per fare pratica.

Meglio acquistare pezzi singoli o un set completo?

In genere è molto più comune trovare in vendita dei set completi, ma i negozi specializzati spesso offrono anche pezzi singoli (come ricambio in caso di rottura dei tamburi o dei piatti). Cerca di evitare le batterie super economiche, è molto probabile che siano fabbricate con materiali scadenti: rischi di spendere tutti i soldi che hai risparmiato in pezzi da sostituire.

Le garanzie delle marche migliori

I batteristi esperti sanno distinguere un suono di qualità da uno scadente, per questo scelgono di affidarsi solamente alle marche migliori. Queste garantiscono non solo ottime prestazioni, ma anche un uso prolungato nel tempo: cosa fondamentale per uno strumento abbastanza costoso come la batteria.

Attualmente le marche giapponesi sono quelle più in voga: Yamaha, Tama, Pearls stanno dominando il mercato mondiale delle batterie acustiche, in aperta competizione con le fabbriche tedesche. Drum Workshop e Sonor, nata nel lontano 1946, offrono solo batterie di ottima fattura e spesso sono le preferite dalle band.

Conclusioni

In questo articolo abbiamo parlando approfonditamente della batteria acustica, lo strumento a percussione più famoso e suonato al mondo. Per fornirti un quadro completo sul prodotto abbiamo elencato e descritto i migliori modelli in circolazione, selezionati in base alla marca e alle recensioni degli acquirenti.

Se stai pensando di comprare una batteria devi tenere in considerazione il materiale di fabbricazione, che influisce in modo decisivo sulla qualità del suono. Considera il tuo livello di partenza e assicurati di scegliere una batteria non troppo articolata: se sei alle prime armi bastano i cinque pezzi fondamentali, non è necessario disporre di 10 tamburi e 5 piatti! Ricorda che una batteria acustica può anche essere un regalo molto azzeccato per un bambino o per un amico appassionato di musica, valuta l’idea!

Se l’articolo ti è piaciuto condividilo sulle tue reti social e lasciaci un commento: saremo felici di leggerlo e sapere cosa ne pensi. A presto!

(Fonte dell’immagine in evidenza: Nadfrank: 1841583/ pixabay.com)

Perché puoi fidarti di me?

REVIEWBOX Redazione
REVIEWBOX
I redattori di REVIEWBOX fanno ricerche approfondite e scrivono articoli interessanti e completi per aiutare gli utenti a fare la scelta giusta nel momento in cui devono trovare il miglior prodotto per le proprie esigenze.