Ultimo aggiornamento: 02/08/2021

Il nostro metodo

12Prodotti analizzati

23Ore di lavoro

6Fonti e riferimenti usati

85Commenti valutati

L’elisir di lunga vita, come i primi alchimisti europei chiamavano questo distillato alcolico che pensavano potesse curare tutto. L’acquavite è una delle bevande più tradizionali, fatta fin dall’antichità in Oriente, è arrivata in Occidente durante le Crociate e non è cambiata molto da allora.

L’acquavite è una bevanda alcolica che, come la vodka, è basata sul cosiddetto alcol puro. È la base di molte altre bevande alcoliche come il gin e la vinaccia. In questo articolo vogliamo aiutarti a trovare il miglior brandy sul mercato in modo da poterlo gustare con i tuoi cari.




La cosa più importante da sapere

  • L’acquavite era originariamente distillata dagli alchimisti arabi come base alcolica per fare profumi. I primi alchimisti occidentali che impararono l’arte della distillazione la usarono per estrarre lo “spirito” dal vino. Questo creò la prima eau-de-vie, che fu usata come rimedio medico.
  • Oltre ad essere uno spirito in sé, l’acquavite è usata come base per la distillazione di altri tipi di bevande. L’acquavite è fatta dalla fermentazione e dalla distillazione di prodotti agricoli organici.
  • I primi e gli ultimi colpi della distillazione dello spirito non sono adatti al consumo umano. Questi sono chiamati testa e coda e vengono utilizzati per distillare altre bevande.
  • La classificazione di queste bevande dipende dall’ingrediente utilizzato per la fermentazione del primo “mash”. Rum, tequila, whisky e vodka sono tipi di alcolici.

Brandy: la nostra selezione

Il brandy è una bevanda tradizionale, ottenuta dalla distillazione di una fermentazione alcolica. Tutte le basi di questa fermentazione sono di origine agricola, che siano paste o succhi. Di seguito, abbiamo selezionato le migliori acquaviti sul mercato per aiutarti a scegliere le migliori e godertele con le tue cene e i tuoi pasti.

Guida all’acquisto: cosa dovresti sapere sulle acquaviti

L’acquavite o aquavit è un liquore tradizionale, una delle prime bevande fermentate scoperte dall’uomo. Oggi c’è un’enorme varietà di tipi, marche e distillati diversi sul mercato. Per aiutarti a capire cos’è l’acquavite, abbiamo preparato una guida all’acquisto con le domande più frequenti.

Grupo de personas celebrando juntos

L’acquavite è un’acquavite molto ipocalorica dalla quale vengono rimossi tutti gli zuccheri attraverso processi di distillazione. (Fonte: Vasin Leenananuruksa: 100105651/ 123rf.com)

Cos’è il brandy?

Il brandy è uno spirito distillato dalla fermentazione alcolica. In questo processo vengono utilizzati prodotti agricoli biologici come frutta, verdura, cereali e granaglie. Gli alcolici provengono da piante ricche di saccarosio, che è l’elemento essenziale per la loro produzione, essendo il principio dell’alcol diluito.

Il nome può riferirsi a qualsiasi bevanda alcolica distillata. Tuttavia, è più comunemente applicato a quelli con tra il 30% e il 59% di alcol in volume.

Lo spirito è usato come base per molti liquori, anche se lo spirito originale veniva consumato liscio.

Da dove viene lo spirito?

Lo spirito era originariamente distillato come alcol per la profumeria. L’arte di distillare l’alcol dalle piante arrivò per la prima volta in Occidente attraverso la Spagna durante le invasioni islamiche. Gli alchimisti arabi portarono l’arte della distillazione e l’alambicco in Europa. L’arte di distillare gli alcolici è attribuita ad Arnau de Vilanova.

Hombre bebiendo aguardiente sentado en una butaca

Gli alcolici di solito contengono tra il 30% e il 45% di alcol in volume. Altrimenti non può essere chiamata eau-de-vie. (Fonte: Andrey Kiselev: 43906369/ 123rf.com)

Alcune curiosità sull’acquavite?

Arnau de Vilanova e il suo discepolo Ramon Llull cercavano l’elisir della vita o l’elisir dell’eterna giovinezza quando distillarono per la prima volta l’acquavite. Decisero di svuotare una brocca di vino nell’alambicco per estrarne l’essenza. Il risultato fu una sostanza incolore che, se ingerita, provocava euforia, il che sembrava provare la loro teoria.

Ezio FalconiFamoso mixologist
“L’acqua permanente o acqua d’oro prolunga la vita. Ecco perché merita di essere chiamata l’acqua della vita”.

Come si classifica l’aguardiente?

Uno dei modi più comuni di classificare l’aguardiente è in base alla materia prima da cui è fatto. Lo spirito di canna è chiamato rum e si distingue per il fatto che è fermentato con la canna da zucchero. Il whisky è un’acquavite fatta da cereali, mentre la tequila è fatta dall’agave blu tequila.

Se l’acquavite è fatta dall’uva, si chiama brandy, dalle ciliegie si chiama Kirschwasser e dal riso si chiama Sochu. Molti brandy non hanno un nome specifico, ad esempio brandy di sidro, brandy di palma o brandy di idromele. Possono anche essere classificati come liquori di vino o liquori di vinaccia.

Quali tipi di liquori semplici esistono?

Come abbiamo già spiegato, i tipi di liquori più comuni in Occidente sono rum, brandy, whisky e tequila. Altre varianti diffuse sono la ciliegia, la mela e l’albicocca, che sono molto comuni nell’Europa centrale. In Oriente, quelli fatti con linfa di palma e riso sono comuni e considerati esotici.

Altri liquori comuni in Asia sono quelli fatti dalla fermentazione del latte, come la tuba, il buri o il brandy mongolo. Questi sono spesso raggruppati sotto la dicitura arrac, un termine molto ampio per qualsiasi spirito esotico. Di seguito una tabella di acquaviti semplici:

Tipo Ingrediente Colore Produzione Caratteristiche
Acquavite di pere Pere. Bianco. Fermentato in bottiglia o in vasi di acciaio. Non invecchiato. Alcuni lasciano crescere la pera all’interno della bottiglia, la bottiglia viene applicata al frutto durante la sua crescita.
Aguardiente de ciruela Pluela huertana. Rojo. Selezione di varietà di prugne secondo il paese di produzione. Aguardiente dulce.
Aguardiente de serva. Bacche di Betula. Blanco. Un incrocio tra diversi alberi di sorbo, conosciuto come“Alisier de Fontainebleau“, è solitamente utilizzato per la produzione di questo liquore. Tuttavia, è importante utilizzare le sorbe selvatiche. Chiamato anche Alise, dall’Alsazia.
Acquavite di mele Mela. Bianco o ambrato. Il sidro è distillato e invecchiato in quercia. Due nomi: spirito di sidro o spirito di vinaccia.
Acquavite d“uva Uve e vini. Bianco se fatto con il vino. Ambra se mosto o vinaccia. Distillazione del vino. Fermentazione dell’uva e distillazione del mosto. Conosciuto come brandy o cognac.
Acquavite di cereali Tutti i tipi di cereali e grani. Bianco o ambrato. Un purè di cereali e zuccheri fermentati. Il mosto fermentato viene distillato. A seconda della materia prima può essere: whisky, sake, vodka o soju.
Ciliegie e cherry brandy Ciliegie e amarene. Scuro. Il frutto viene schiacciato, insieme alle foglie dell’albero. Viene fermentato e distillato. Il più conosciuto è il “marasquino”.
Aguardiente de agave Agave azul y agave americana. Bianco. Ambra quando invecchiato. L’agave viene cotta e fermentata e distillata e invecchiata in botti di quercia.
Spirito di canna da zucchero Canna da zucchero e melassa. Scuro. La canna da zucchero viene schiacciata. Il mosto viene fermentato e distillato. Se fatto con la canna da zucchero si chiama rum. Se fatto con la melassa è chiamato “cachaça”.

Quali sono le proprietà del brandy?

Il brandy era originariamente distillato come rimedio per le malattie. 100 grammi di aguardiente contengono ferro, calcio e vitamina K. È anche povero di sodio. È anche a basso contenuto di sodio, quindi può essere consumato anche nelle diete. Ha poche calorie e la maggior parte dei brandy non contiene zuccheri artificiali.

Il brandy è una bevanda che tradizionalmente viene bevuta dopo pasti abbondanti, poiché aiuta la digestione. Inoltre è sempre stato usato per migliorare la circolazione del sangue e come un modo per ridurre lo stress e i nervi.

Sapevi che l’aguardiente può alleviare i sintomi della tosse nei processi influenzali?

Quanti gradi ha l’aguardiente?

Il contenuto di alcol dell’aguardiente dipende in gran parte dal tipo e dalla sua composizione. Tuttavia, i liquori con una gradazione alcolica compresa tra il 30% e il 45% sono solitamente indicati come brandy. Alcuni tipi, come la vodka, possono essere più alti, fino al 59%.

Aguardiente hecho en barrica

Anche se il brandy è una bevanda a sé stante, è comunemente usato come base per altri alcolici. (Fonte: Jacek Nowak: 26122709/ 123rf.com)

Aguardiente come base alcolica

Anche se l’aguardiente è una bevanda a sé stante, è comunemente usata come base per altri alcolici. Questo perché l’eau-de-vie non ha né sapore né odore. La maggior parte di esso è anche incolore, il che lo rende una base ideale su cui fare altre bevande. Questi liquori derivati dall’acquavite di solito hanno un alto contenuto alcolico.

Ci sono liquori sul mercato che sono fatti esclusivamente come base per altri liquori. Questi sono diversi da quelli commerciali perché non sono adatti al consumo, in quanto non hanno sapore e sono molto più forti.

Samuel JohnsonCritico letterario, poeta e saggista inglese
“Il chiaretto è una bevanda per ragazzi; Il porto è per uomini; ma chi aspira ad essere un eroe deve bere aguardiente”.

Quanto dura una bottiglia di brandy quando è aperta e in buone condizioni?

Alcuni brandy, come il whisky e la vodka, durano molto tempo una volta aperti. Se la bottiglia non contiene aria, può durare per anni. Per conservare al meglio il contenuto, è molto importante tenerli ben sigillati e conservarli in posizione verticale, in luoghi freschi e bui, sempre lontano dalla luce del sole che può influenzare il sapore.

D’altra parte, i liquori alla crema durano molto meno tempo. Dovrebbero essere conservati in frigorifero e ben chiusi. Questi tipi di liquori alla panna, a differenza dei tradizionali liquori distillati, di solito hanno una data di scadenza sulle loro etichette.

Come si consuma l’aguardiente?

Aguardiente è una bevanda molto versatile. Può essere consumato liscio e non ghiacciato, come è stato tradizionalmente, o può essere consumato in bicchieri ghiacciati o con ghiaccio. Di solito si beve con il caffè o dopo i pasti, poiché aiuta la digestione dopo pasti pesanti. Può anche essere consumato come parte di mixer e cocktail.

Azúcar de caña

Per fare lo spirito, la canna da zucchero viene schiacciata e il mash viene fermentato e distillato. (Fonte: Phonlawat Chaicheevinlikit: 48119343/ 123rf.com)

Cosa va bene con la grappa?

Il miglior abbinamento per la grappa sono i dolci. Si sposa molto bene con tutti i tipi di ricette dolci e torte. È l’accompagnamento ideale per fiori di pan, perrunillas, polvorones, alfajores e pasticcini che completano l’orujo e fanno una combinazione meravigliosa. L’acquavite è ideale da bere con il caffè.

Criteri di acquisto

Come hai già visto, troverai un’enorme varietà di acquaviti sul mercato. Diverse distillazioni, materie prime e sapori. L’alcol è una bevanda complessa e per aiutarti nella tua decisione di acquisto, abbiamo messo insieme questa guida con i criteri di acquisto più importanti quando si sceglie un alcolico.

Presentazione

La presentazione di una bevanda alcolica dice molto su di essa. E non solo perché il design di una bottiglia è più bello di un’altra. Le grandi distillerie sono impegnate nella qualità in ogni aspetto e il design è uno di questi. Come per tutto il resto, lo spirito di qualità va prima all’occhio e poi alla bocca, non dimenticarlo mai.

Le migliori marche offrono bottiglie con forme molto curate e attraenti. Anche le etichette sono di solito di alta qualità, alcune di esse raccontano le storie delle loro distillerie. Non dimenticare le custodie, poiché alcune marche presentano i loro prodotti in confezioni di lusso molto curate.

Vaso con aguardiente junto a una botella

Aguardiente è la più antica bevanda distillata tradizionale conosciuta dall’uomo.
(Fonte: Ersler Dmitry: 46484711/ 123rf.com)

Distilleria

Alcune cantine hanno una lunga tradizione nella produzione di aguardiente. In Messico, con la tequila, troviamo le famose 10 casas tequileras. Questa è una caratteristica molto importante, le grandi bodegas distillano i migliori alcolici. In Spagna puoi trovare marchi come El Afilador, che è stato il primo a commercializzare l’aguardiente.

Oggi hai molte opzioni a portata di mano, basta fare una ricerca per trovare centinaia di bodegas e distillerie. La nostra raccomandazione è quella di scegliere una bevanda da una cantina con tradizione, poiché hanno l’esperienza di anni e ricette di famiglia che vengono passate di padre in figlio.

Sapevi che l’acquavite ha un contenuto alcolico tra il 30% e il 45%?

Semplice o composta

Le acquaviti semplici sono quelle che sono fatte da una singola materia prima. Sul mercato troverai brandy di mele, pere, prugne, cereali, riso o ciliegie. Questi sono gli alcolici tradizionali, di colore chiaro e corposi. Sono bevande con un’alta gradazione alcolica e vengono solitamente bevute dopo i pasti.

Gli alcolici composti sono distillati con altri elementi. Il più comune è fatto con l’anice, come la cazalla o la ruta. Anche il pacharán, che è un brandy di prugne. Alcuni liquori composti sono a base di nebrina, che è l’ingrediente principale del gin, e quelli più esotici sono fatti con il latte.

Tipo di spirito

Come abbiamo già detto, ci sono diversi tipi di spirito. Il più comune è quello di dividerli secondo i loro ingredienti principali. Ecco perché puoi trovare gli alcolici di riso, che sono tipici dell’Asia, come il sake o il soju. In Occidente, gli alcolici più comuni sono il vino e i liquori di cereali.

Grupo de amigos reunidos bebiendo

Come hai già visto, troverai un’enorme varietà di alcolici sul mercato. Diverse distillazioni, materie prime e sapori. (Fonte: Mark Bowden: 42311861/ 123rf.com)

Dolce o secca

L’acquavite è solitamente distillata senza zuccheri aggiunti. L’acquavite è un’acquavite a bassissimo contenuto calorico dalla quale vengono rimossi tutti gli zuccheri mediante processi di distillazione. Questi alcolici secchi sono più naturali, fatti utilizzando ricette tradizionali e prodotti agricoli biologici.

Altri alcolici, come la tequila o il rum, contengono zucchero. Ci sono anche derivati della sansa e creme di acquavite con zuccheri aggiunti. Queste bevande sono più appetibili, ma meno naturali.

Contenuto di alcol

Gli alcolici di solito contengono tra il 30% e il 45% di alcol in volume. Altrimenti non può ottenere la denominazione di eau-de-vie. Tuttavia, il termine spirito può riferirsi praticamente a qualsiasi bevanda con un alto contenuto alcolico. Alcuni alcolici possono arrivare fino a 59 gradi.

Controlla la forza dell’alcol prima di acquistare. Se hai intenzione di berlo liscio, in un bicchiere ghiacciato dopo un pasto, scegline uno che sia tra i 30 e i 45 gradi, altrimenti sarà troppo forte e potrebbe anche essere sgradevole.

Uso

Anche se l’aguardiente è una bevanda da consumare, viene anche usato come base per distillare altri alcolici. Se hai intenzione di farlo, scegli una base distillata appositamente per questo uso, in quanto sarà molto più economica dello spirito disponibile in commercio, dato che non hanno sapore o odore e sono destinati a questo uso.

Sommario

Lo spirito è la più antica bevanda distillata conosciuta dall’uomo. È uno spirito tradizionale fatto dalla fermentazione e dalla distillazione di prodotti agricoli organici. È un’acquavite che viene bevuta in tutto il mondo, specialmente come “tocco” finale ai pasti pesanti, poiché aiuta la digestione pesante.

C’è una grande varietà di acquaviti sul mercato. Quelli semplici sono fatti con un solo ingrediente come l’uva o i cereali. I composti sono di solito più dolci e usano alcune vinacce e vini come base. In questo articolo abbiamo spiegato come trovare e selezionare il miglior brandy sul mercato.

Se ti è piaciuto l’articolo, lascia un commento o condividilo con i tuoi amici e familiari per trovare il miglior brandy sul mercato.

(Featured image source: Tadeusz Wejkszo: 29571911/ 123rf.com)

Perché puoi fidarti di noi?

Recensioni