Ultimo aggiornamento: 02/08/2021

Il nostro metodo

21Prodotti analizzati

16Ore di lavoro

5Fonti e riferimenti usati

80Commenti valutati

Dopo un buon pasto ci meritiamo il meglio. Tra i liquori più comuni c’è il brandy. Anche se non specificamente per le feste, si può comunque vedere nei cocktail. Il suo gusto e il suo aroma fanno parte dell’esperienza unica del palato. Gli anni sono una parte fondamentale della qualità del brandy.

Gli intenditori di brandy sostengono che, grazie alla sua distillazione e fermentazione, raggiunge la sua qualità originale. L’aspetto unico di questa bevanda sta nell’uva utilizzata. Così come i diversi ingredienti che vengono aggiunti nel processo di produzione. Le diverse marche sono una gamma per conoscere a fondo questa meravigliosa bevanda.




La cosa più importante da sapere

  • La base fondamentale del brandy è il vino. L’uva e le sue caratteristiche definiranno come sarà la bevanda in termini di qualità. Anche il contesto e il luogo in cui è invecchiato.
  • Essendo un liquore, il brandy può essere mescolato con diversi elementi per creare combinazioni uniche. Questo accade sia al bar che in cucina.
  • La distinzione di un brandy sta nel suo processo di invecchiamento, che è unico per ogni brandy. Questo processo dipenderà dal legno e da altri fattori nella sua produzione.

Brandy: la nostra selezione

Guida all’acquisto: cosa dovresti sapere sul brandy

Quando acquisti un brandy, devi prendere in considerazione gli aspetti più importanti per goderti al meglio la tua bevanda. Le seguenti informazioni sono specifiche per le domande più frequenti e contengono i fatti più rilevanti su questo ottimo spirito. Iniziamo!

bebida de vino

Il vino è l’elemento principale nella produzione del brandy. (Fonte: Jakub Gojda: 115373910/ 123rf)

Che tipo di liquore è il brandy?

Il brandy implica un processo di distillazione che lascia una forza alcolica nella sua composizione, per questo è considerato un liquore. Viene distillato per creare un’eau-de-vie. Una delle proporzioni più comuni utilizzate nella produzione del brandy è quella di utilizzare tre litri di vino per ottenere un litro di brandy.

Questa misura equivale a circa quattro chilogrammi di uva. Un’altra caratteristica del brandy nella sua produzione è che può essere invecchiato in legno. In questi casi, è essenziale che il legno sia quercia. Il brandy viene conservato in botti per mesi e anni, a differenza di altri liquori che possono essere fatti in giorni. Una volta invecchiato e distillato, viene imbottigliato e poi distribuito.

Che sapore ha il brandy?

Il sapore del brandy può variare da produttore a produttore. Dipenderà principalmente dal vino utilizzato per la distillazione, poiché questo componente sarà l’essenza di ogni brandy. La qualità dell’uva e il suo luogo d’origine definiscono, in larga misura, le caratteristiche finali del liquore, poiché ogni regione ha i propri sapori. Quando si usa il vino, i semi, la buccia o la polpa dell’uva vengono omessi.

Questo permette al sapore del brandy di essere più forte e crudo. Inoltre, nella produzione di questo liquore vengono utilizzate anche l’uva sultanina e le prugne secche, componenti ideali per gustarlo. D’altra parte, la botte usata per conservare il brandy tende a modificare il gusto della bevanda in modo significativo.

Come si beve il brandy?

Il brandy si beve solitamente liscio, servito in un bicchiere largo o in un tumbler per apprezzare le sue note aromatiche. Può anche essere preso con ghiaccio, che gli conferisce freschezza e offre un buon accompagnamento alla bevanda. Un altro modo di berlo, oltre agli innumerevoli cocktail che esistono, è quello di mescolarlo con

  • Cola
  • Succo naturale
  • Ginger ale
  • Acqua tonica

Quando bere il brandy

Poiché il brandy è una bevanda fatta di vino e frutta fermentata, gli esperti suggeriscono che dovrebbe essere gustato dopo un pasto. Di solito dopo cena. Alcune persone preferiscono berlo durante un pasto. A volte viene usato come bevanda digestiva. In altre circostanze, può essere offerto come un buon aperitivo per stuzzicare l’appetito prima di un pasto. Bere brandy alle feste o agli eventi sociali è insolito.

Generalmente, il brandy è usato raramente nelle celebrazioni. Anche se è possibile vedere combinazioni e miscele di brandy con diversi ingredienti nei cocktail. Si consiglia di gustarlo nella pace e nella tranquillità di un luogo piacevole, dove la persona può godersi il liquore, sia il suo sapore che il suo aroma.

bebidas en estante

Il brandy è più spesso usato dopo i pasti. (Fonte: Fewings: rND1uag0vL0/ unsplash)

Quale brandy usare per cucinare?

Il brandy è più spesso usato dopo i pasti. Tuttavia, non è una sorpresa che possa essere incluso nella preparazione di alcuni piatti. Le ricette che contengono brandy come ingrediente sono state in innumerevoli varietà e versioni nel corso della storia. Il

brandy è stato ampiamente utilizzato dagli esperti. E la sua sperimentazione ha sorpreso i palati più alti.

Per cucinare, si raccomanda di utilizzare il brandy e alcuni liquori che contengono una gradazione alcolica non superiore a 40 proof. Nella maggior parte dei casi, il brandy scelto per la cottura dovrebbe essere il più vecchio possibile. In modo che il cibo riceva tutti i sapori e gli aromi della bevanda in modo migliore.

Criteri di acquisto

Da questo punto in poi, valuteremo gli aspetti più importanti per elaborare l’acquisto del tuo brandy. Dovrebbe essere basato sulle tue preferenze. Pertanto, abbiamo per te i fattori decisivi che dovresti prendere in considerazione, se stai cercando la migliore esperienza di brandy possibile.

Origine

La vera origine del brandy è sconosciuta. Attualmente, il più grande produttore al mondo è il cosiddetto marchio “Emperor” delle Filippine. Altri produttori includono gli Stati Uniti, la Francia e la Grecia, tra gli altri. Quando si sceglie un brandy, l’opzione nazionale può essere la prima scelta. Tuttavia, vale la pena provare i liquori prodotti in altri paesi. Questi fondono la nobiltà dei materiali di riserva con vini delicati come input per la loro produzione.

Età

Non è una sorpresa che il brandy invecchi, acquisendo così la sua caratteristica consistenza e corpo. Il brandy, a seconda di quanto tempo è stato invecchiato, avrà una classificazione. Secondo i produttori francesi delle regioni del Cognac e dell’Armagnac, la classificazione è la seguente

  • V.S. (Very Special ): Un brandy la cui miscela più giovane è stata invecchiata per almeno due anni.
  • V.S.O.P. (Very Superior Old Pale ): Un brandy la cui miscela più giovane è stata invecchiata per quattro anni.
  • O.X. (Old Extra ): Un brandy la cui miscela più giovane è stata invecchiata per sei anni.

D’altra parte, il sistema di classificazione della città di Jerez, materializzato dal Consejo de Regulación de la Denominación de Brandy, propone i propri criteri. Classifica il brandy in tre categorie

  • Solera: Brandy invecchiato per sei mesi.
  • Solera Reserva: Brandy invecchiato per almeno un anno.
  • Solera Gran Reserva: Brandy invecchiato per almeno tre anni.

camisa y bebida

Nella produzione del brandy, il vino è richiesto in grandi proporzioni per la sua distillazione. (Fonte: Litvin: Dm-8wFBfQ48/ unsplash.com)

Quantità

Le distillerie sanno quanto brandy è raccomandato per la distribuzione. Le bottiglie e le presentazioni generalmente variano tra le seguenti dimensioni

  • 0.7 litri: Questa è la dimensione più comune per le bottiglie di qualsiasi tipo, ma non è la più piccola. Ci sono bottiglie più piccole, che fanno parte della gamma di bottiglie distribuite in tutto il mondo.
  • 1 Litro: Questa è un’altra misura comune per gli alcolici come il brandy.
  • 1.5 litri: chiamato anche Magnum, anche se non è molto comune per il brandy.
  • 3 Litri: usato per le edizioni speciali
  • 4.5 litri: Questa è una misura molto utilizzata in paesi come l’Inghilterra, in quanto è considerata una presentazione di regali.

Aroma

Nella produzione del brandy, il vino è necessario in grandi proporzioni per la distillazione. Gli aromi variano a seconda del processo di vinificazione. Tuttavia, per la maggior parte hanno un aroma fruttato, agrumato o dolce. Alcune versioni, a seconda della produzione, possono sapere di prugne e uva sultanina.

A sua volta, l’aroma del brandy sarà direttamente determinato dal legno in cui è invecchiato. Anche se questa può essere la quercia, può essere estratta da diversi alberi o origini. Come “Quercus alba americana” o da “Limusín”.

Contenuto di alcol

Ogni processo di distillazione è diverso. Il vino o l’acquavite con cui viene fatto il brandy è responsabile di fornire il suo timbro finale, in termini di composizione alcolica. Il brandy può essere trovato sul mercato con una gradazione alcolica non inferiore a 30 proof.

Come proporzione massima, può raggiungere i 60 gradi di composizione alcolica. Tuttavia, la misura media è 40 proof. Questo criterio influenza l’impatto del brandy sul palato e sul gusto. A seconda di come bevi questa bevanda, sentirai la purezza dell’alcol e, allo stesso tempo, il suo livello di invecchiamento.

Sommario

Il brandy è uno dei liquori più raffinati e consigliato ai palati più raffinati. È ideale da bere prima, durante o dopo i pasti. Può anche essere usato in cucina, aggiungendo valore a qualsiasi ricetta. Tuttavia, la sua caratteristica principale è quella di essere un perfetto compagno in quei momenti o momenti di tranquillità e riflessione. L’essenza di ogni brandy è data dal vino, cioè dall’uva che viene fermentata.

Gli esperti concordano sull’importanza delle botti nella perfezione del brandy. Il modo migliore per conoscere a fondo il brandy è quello di prendere un sorso di questo delicato liquore nella nostra bocca. Il nostro palato e la nostra immaginazione ne godranno. Speriamo che tu abbia trovato utili i nostri consigli e non dimenticare di lasciarci un commento e di condividerli sulle tue reti.

(Featured image source: karandaev: 80807163/ 123rf)

Perché puoi fidarti di me?

Recensioni