Soggiorno moderno con camino elettrico
Ultimo aggiornamento: 09/08/2020

Il nostro metodo

14Prodotti analizzati

22Ore di lavoro

7Fonti e riferimenti usati

75Commenti valutati

Avere un camino elettrico nel salone di casa è il modo giusto per realizzare il sogno di molte persone. A chi non piace il tradizionale caminetto, che tanto calore apporta nei freddi inverni? La sua installazione però può essere ingombrante o impossibile da eseguire a causa delle caratteristiche della nostra casa. Nessuno dice però che dobbiamo rinunciare al nostro sogno.

I camini elettrici sono un’ottima alternativa alle versioni classiche. E hanno il vantaggio di essere più facili da mantenere e da pulire. Inoltre sono anche un ottimo elemento decorativo che aggiunge un tocco distintivo alle nostre case. In questa guida cercheremo di aiutarti a scegliere il miglior caminetto elettrico per le tue esigenze e realizzare così un piccolo ma grande desiderio.




Le cose più importanti in breve

  • Esistono diversi tipi di camini elettrici. Si trovano ad esempio modelli portatili, da parete, da incasso o inseribili. Te li descriveremo in dettaglio più avanti.
  • Molti camini elettrici includono la capacità di accendere fiamme senza generare calore. È un’opzione interessante quando vogliamo usarli esclusivamente come elemento di arredo.
  • La dimensione del modello che scegliamo è uno dei criteri di acquisto fondamentali. È importante scegliere un’opzione che si adatti perfettamente allo spazio in cui vogliamo installarlo. Ne parleremo meglio nella sezione finale dell’articolo.

I migliori caminetti elettrici sul mercato: la nostra selezione

Dopo una lunga giornata di lavoro, ci sono molti modi per rilassarsi. Sei una di quelle persone a cui piace leggere un buon libro seduto sul divano di casa? Se è così, sicuramente non ti dispiacerebbe un caminetto elettrico decorativo che dia un’atmosfera classica alla tua lettura. Qui ti mostriamo una selezione con alcuni dei migliori modelli oggi disponibili.

Il camino elettrico più venduto

Il camino elettrico più venduto è il Klarstein Lausanne E2, una proposta caratterizzata da un design semplice e contemporaneo, con un ottimo rapporto fra qualità e prezzo. Si installa a parete ed è gestibile interamente da telecomando. Ha un effetto fiamma centrale e strisce LED laterali dimmerabili, di 7 colori.

Il riscaldamento si può regolare a 1000 o 2000 W ed ha un cavo da 1,6 m. Misura circa 58x88x15 cm e pesa 20,7 kg.

Il camino elettrico più conveniente

Con una potenza regolabile fino a 1800 W, il Classic Fire Memphis è decisamente il caminetto elettrico più conveniente sul mercato. La luce è fornita da due piccole lampadine LED da 1 W, ed è incluso un telecomando con il quale impostare temperatura, ventilazione, illuminazione e timer.

Va incassato nel muro e misura circa 66x13x46 cm, mentre il cavo d’alimentazione è da 1,5 m.

Il miglior camino elettrico con cornice

Il Bakaji Chicago è un camino elettrico costoso ma dotato di un’elegante cornice bianca in legno, perfettamente adattabile ad arredamenti di vario tipo. Il camino in sé va incassato nel mobile a corredo, che funge da piano d’appoggio.

È dotato di due elementi da 900 W l’uno, ed è adatto a stanze di 20-30 mq. Il montaggio può risultare lungo e delicato, visto che si tratta di un caminetto voluminoso, ma nel complesso non è difficile.

Il camino elettrico con il design più moderno

Il Klarstein Studio Light & Fire 2 non è certo un camino elettrico economico, ma in compenso offre il design più moderno ed avveniristico, caratterizzato da linee semplici ed asimmetriche. Il termoventilatore è regolabile su 1000 o 2000 W, ed è dotato di fiamme LED a basso consumo.

Esteriormente è realizzato in robusto MDF di colore bianco. È infine dotato di termostato e timer per luci e riscaldamento, ed include un pratico telecomando.

Guida all’acquisto: Tutto quello che devi sapere sul caminetto elettrico

Come abbiamo detto, un camino elettrico può essere una buona alternativa quando non possiamo averne uno tradizionale. Tuttavia prima di comprarne uno, o subito dopo, potresti avere dei dubbi sul suo utilizzo. La sezione che segue ti aiuterà a dissipare ogni tua eventuale incertezza, poiché ci troverai le nostre risposte alle domande più frequenti sul caminetto elettrico.

Coppia davanti a un camino acceso

Molti camini elettrici includono la capacità di accendere fiamme senza generare calore. È un’opzione interessante quando vogliamo usarli esclusivamente come elementi di arredo. (Fonte: Guillem: 37232646/ 123rf.com)

Cos’è un camino elettrico?

Un camino elettrico è un apparecchio che imita un camino classico, sia esso a legna, a gas o a carbone. Va notato che la funzione dei camini elettrici è principalmente ornamentale. È vero però che questi apparecchi possono anche riscaldare l’ambiente in cui vengono utilizzati. Tuttavia, come regola generale, non producono tanto calore quanto un caminetto tradizionale.

Il caminetto elettrico simula le fiamme e la legna che arde.

Normalmente le fiamme vengono create grazie a delle luci LED. Inoltre, molti modelli includono diverse luci di illuminazione sullo fondo o laterale. La maggior parte dei modelli disponibili attualmente permettono di scegliere tra il modo luce e calore o solo la simulazione delle fiamme.

Quali sono i vantaggi e gli svantaggi di un camino elettrico?

Uno dei principali vantaggi di un camino elettrico è che non richiede molta manutenzione. Come regola generale, è sufficiente collegarlo alla corrente affinché funzioni. Così, ad esempio, ci risparmia il lavoro ingombrante di bruciare legna da ardere. Qui di seguito ti mostriamo alcuni dei suoi vantaggi più notevoli, nonché i suoi principali svantaggi:

Vantaggi
  • La sua installazione è molto più semplice di quella di un caminetto tradizionale.
  • È molto facile da usare.
  • No, richiede un caminetto esterno.
  • Non genera fumo né fuliggine.
  • Non dobbiamo preoccuparci di togliere la cenere.
  • Non ha bisogno di combustibile, basta connetterlo a una presa della corrente.
  • Generalmente è facile da trasportare.
  • Molti modelli includono un temporizzatore.
  • Molte opzioni permettono di accendere solamente le fiamme ornamentali, senza generare calore.
  • È più sicuro, specialmente per i bambini e gli animali.
  • Esistono opzioni con una gran varietà di luci colorate per l”illuminazione di fondo.
Svantaggi
  • Come regola generale, questo tipo di caminetto ha una funzione più ornamentale che pratica. È considerato un tipo di riscaldamento di supporto, ma non riscalda tanto quanto un camino tradizionale.

Ha bisogno di areazione un camino elettrico?

No, i camini elettrici non hanno bisogno di areazione. Questo ovviamente perché la fiamma che producono non è reale, ma un’immagine che viene simulate. Di conseguenza, non generano fumo ed è per questo motivo che non c’è bisogno di un sistema di aerazione con il nostro camino elettrico. Ovviamente non c’è nemmeno bisogno di alcun tipo di comignolo esterno.

Questo è uno dei grandi vantaggi dei camini elettrici decorativi. Non richiedono un sistema che canalizzi il fumo all’esterno della casa. L’installazione quindi sarà molto più semplice e molto più economica. Inoltre richiedono molta meno manutenzione. Uno dei lavori più ingombranti in un camino tradizionale è mantenere pulito lo scarico dei fumi.

Sapevi che un caminetto elettrico da incasso occupa meno spazio nella stanza, ma richiede un’installazione più complessa?

Quanti tipi di camino elettrico esistono ad oggi?

Un camino elettrico può portare un’atmosfera accogliente in casa nostra. Molti hanno alcuni aspetti in comune, come la simulazione della fiamma o l’assenza di fumo. Tuttavia, oggi possiamo differenziare diversi tipi di camini elettrici.Qui sotto ti descriviamo i principali:

  • Camino elettrico mobile – è uno dei camini elettrici di dimensioni più piccole. Il suo design e le dimensioni lo rendono facile da trasportare da un posto all’altro. È l’ideale se vogliamo spostarlo da una stanza all’altra.
  • Camino elettrico a parete – questo tipo di caminetto elettrico è progettato per essere appeso a una parete. Il suo grande vantaggio è che non richiede un’installazione complessa né deve essere eseguito alcun tipo di lavoro. Il suo assemblaggio è simile a quello di un televisore a schermo piatto. Inoltre, ci sono modelli con design e dimensioni molto vari.
  • Camino elettrico da incasso – nel caso di camini elettrici da incasso, l’installazione può essere un po’ più complicata. Per realizzarla avremmo bisogno di fare un buco nel muro in cui incassare il camino. Il suo grande vantaggio è che non sporge dal muro. Naturalmente, potrebbe essere necessario assumere un professionista che ti aiuti con la sua installazione.
  • Camino elettrico inseribile – sono quei camini elettrici che vengono inseriti nel foro di un caminetto tradizionale non utilizzato. In questo modo, si trasforma il tradizionale in una versione più scenica. In questa categoria possono essere inclusi i tronchi elettrici che invece di includere l’intera struttura del camino, hanno un design a forma di tronchi con luci che simulano le fiamme.
  • Camino elettrico da arredamento – i camini elettrici decorativi non includono la funzione di riscaldamento. Molti modelli consentono l’attivazione dell’illuminazione indipendentemente dal fatto che la modalità di riscaldamento sia attivata o meno. I camini elettrici decorativi sono puramente ornamentali e non danno la possibilità di riscaldare la stanza.
  • Camino elettrico con mobile – sono quelli che vengono venduti già inseriti in qualche tipologia di mobile. In generale, l’aspetto esterno imita quello dei camini classici con comignolo.

Qual è la potenza di un camino elettrico?

La potenza della maggior parte dei camini elettrici varia tra i 900 ei 2000 watt circa. Maggiore è la potenza, più alta è la capacità di riscaldamento. Come abbiamo detto prima, un caminetto di questo tipo non riscalda tanto quanto un modello tradizionale. Questi ultimi possono raggiungere potenze di 15000 watt. La differenza, come si può vedere, è notevole.

Tuttavia, un camino elettrico può essere utile per riscaldare le nostre case per zone. Ad esempio, se vogliamo aumentare la temperatura del soggiorno senza riscaldare tutta la casa con il riscaldamento. In questo modo, è possibile risparmiare sulle bollette. Inoltre, la maggior parte dei camini elettrici incorpora diversi livelli di calore, almeno alto, medio e basso.

Caminetto elettrico da parete

Esistono diversi tipi di camini elettrici. Si possono trovare ad esempio modelli portatili, da parete, da incasso o inseribili. (Fonte: Danieleralte: 15285447057/ 123rf.com)

Criteri di acquisto

Un camino elettrico è un’aggiunta interessante alle nostre case. Tuttavia, è importante avere chiari alcuni aspetti prima di decidere su un modello specifico. Fattori come le dimensioni o il design possono far pendere il nostro equilibrio verso un’opzione piuttosto che un’altra. Ecco i criteri che dovresti considerare:

Dimensione

Prima di tutto, dobbiamo decidere dove vogliamo posizionare il nostro caminetto elettrico. O in quali luoghi, nel caso in cui la nostra intenzione sia di spostarlo regolarmente. A seconda di questo possiamo scegliere un modello più grande o più piccolo. Non importa quanto piccolo sia il modello scelto, è molto probabile che superi il mezzo metro di lunghezza.

Naturalmente, si possono trovare opzioni più grandi, lunghe un metro o anche di più. Quando si pensa alle dimensioni del nostro caminetto elettrico, dobbiamo tenere conto del tipo che stiamo per acquistare. Se optiamo, ad esempio, per uno che include il mobile, probabilmente occuperemo più spazio nella stanza.

Camino elettrico bianco da parete

Un camino elettrico è un dispositivo che imita la versione classica, sia esso a legna, a gas o a carbone..
(Fonte: Syaidi: 95622080/ 123rf.com)

Design

Il camino elettrico ha una componente estetica molto importante. Soprattutto quelli che rientrano nella categoria dei camini elettrici da arredamento, cioè quelli che non hanno funzione di riscaldamento. Dobbiamo quindi valutare le diverse opzioni di design e il tipo di camino che il mercato di questo prodotto ci offre.

Da un lato, è altresì importante tenere presente il colore del modello che scegliamo. È fondamentale optare per uno che sia in armonia con la stanza in cui vogliamo collocarlo. I colori più popolari sono i toni nero e crema. Inoltre, dobbiamo decidere se vogliamo un modello che imiti il ​​mattone, per esempio, o qualcosa di più sobrio, con finiture più semplici.

Consumo

Tra due camini con caratteristiche simili, il nostro consiglio è di optare per quello che implica un minor consumo. Il consumo energetico di un caminetto elettrico dovrebbe essere dettagliato nelle specifiche del produttore. I dispositivi con la maggiore efficienza energetica sono quelli di classe A o superiore (fino a A+++).

Questo aspetto è importante anche se non usiamo molto spesso il nostro caminetto elettrico. A lungo termine, una buona efficienza energetica può portare a notevoli risparmi sulle nostre bollette. Per questo motivo, si consiglia anche che le luci incorporate nel modello da noi scelto siano a LED. Questo tipo di lampadina consuma meno delle lampadine tradizionali.

Fonte di alimentazione

Alcuni camini elettrici sono alimentati a batteria. Tuttavia, la maggior parte dei modelli richiedono una presa elettrica per funzionare. Dobbiamo tenerne conto quando acquistiamo il nostro caminetto. Il cavo di alimentazione deve essere lungo a sufficienza per raggiungere la spina più vicina alla posizione del caminetto. Alcuni esperti sconsigliano l’uso di prolunghe.

Versatilità

È un criterio non da sottovalutare, la versatilità del modello che scegliamo. Questo fattore sarà influenzato, ad esempio, dall’illuminazione posteriore o laterale. E che la luce emessa abbia sfumature diverse. Alcuni modelli includono fino a dodici colori in questa illuminazione e l’opzione che cambiano automaticamente ogni pochi secondi.

D’altra parte, dovremmo anche controllare che il camino includa diversi livelli di calore. I più elementari sono tre: alto, medio e basso. È anche interessante che abbia diversi gradi di intensità per la luce delle fiamme. Alcuni prodotti includono telecomandi e la possibilità di essere programmati fino a sette giorni in anticipo.

Sapevi che esistono modelli di camini elettrici che possono essere inseriti nel foro di un camino tradizionale che non viene più utilizzato?

Conclusioni

La scelta di un buon caminetto elettrico di buona fattura, ma economico, può essere complicata. Ci sono molti fattori che dobbiamo prendere in considerazione quando se ne sceglie uno. Per cominciare, è importante avere chiaro in mente il tipo di caminetto elettrico che vogliamo. Preferisci un prodotto che sia mobile o uno integrato? Uno da parete o con il suo mobile? O forse preferisci un semplice caminetto elettrico da arredo.

Qualunque siano le tue preferenze, avere chiari i criteri di cui ti abbiamo parlato ti aiuterà a restringere la ricerca in larga misura. La maggior parte dei modelli è molto semplice da installare. In alcuni casi, è sufficiente collegarli semplicemente a una presa di corrente. In altri casi, come con le opzioni integrate, potresti aver bisogno dell’aiuto di un professionista.

Speriamo che questa guida abbia fatto luce sulla tua ricerca del camino elettrico perfetto. Se è così, lasciaci un commento o condividi questi suggerimenti sui tuoi social network!

(Fonte dell’immagine in evidenza: Shiyan: 93644518/ 123rf.com)

Perché puoi fidarti di noi?

Recensioni