Ultimo aggiornamento: 29/09/2021

L’oligoelemento zinco nel corpo umano è essenziale, specialmente per la crescita e lo sviluppo. Tra le altre cose, la sua assunzione è associata ad effetti positivi come il rafforzamento del sistema immunitario e il miglioramento dell’aspetto della pelle.

Una carenza di zinco può essere associata a varie cause e porta a diversi sintomi di carenza nel corpo. Una carenza di zinco può diventare evidente attraverso vari segni – inclusa la perdita di capelli e la svogliatezza.

Se vuoi gestire i tuoi livelli di zinco attraverso la tua dieta, gli alimenti che contengono zinco sono ideali. Questi includono legumi e noci così come carne di manzo e prodotti caseari. Puoi scoprire esattamente cosa dovresti sapere sulla carenza di zinco nei prossimi paragrafi.




Summario

  • Una carenza di zinco non ha effetti positivi sul tuo organismo. Lo zinco è coinvolto in molti processi del corpo come il sistema immunitario, il metabolismo, i processi di guarigione e la crescita di capelli e unghie.
  • Una carenza di zinco può essere legata ad una dieta squilibrata, ad un aumentato fabbisogno di zinco o ad un’elevata escrezione di zinco. Puoi assumere lo zinco attraverso la tua dieta o in varie forme come integratore alimentare.
  • L’assunzione di zinco è limitata ad una dose massima giornaliera di 25 mg. L’assunzione prolungata e il sovradosaggio possono portare a effetti collaterali. Questi includono vomito e diarrea.

Carenza di Zinco: la nostra raccomandazione dei migliori prodotti

Il nostro prodotto consigliato

Questo prodotto della Sundt è una preparazione di zinco in forma di capsule. Oltre al citrato di zinco, contiene anche olio MCT per migliorare ulteriormente i benefici per la salute di questo oligoelemento essenziale. Così, il corpo viene fornito con la potenza naturale combinata di entrambi per la dose giornaliera raccomandata di una capsula.

Questo giova a importanti funzioni del corpo, come la crescita, la sintesi proteica e il rafforzamento del sistema immunitario e cardiovascolare. Per confezione da 60 capsule, questo preparato della sundt assicura una fornitura affidabile di zinco per circa due mesi.

Il produttore presta attenzione alla massima qualità. Il preparato è anche privo di ingegneria genetica, zucchero, glutine e lattosio e quindi adatto anche a chi soffre di allergie.

Definizione: Cos’è la carenza di zinco e come si manifesta?

Gli oligoelementi possono essere definiti come minerali di cui l’organismo umano ha bisogno. Si può fare una distinzione tra oligoelementi essenziali e oligoelementi possibilmente essenziali – lo zinco appartiene a quelli essenziali insieme a ferro, iodio e rame, tra gli altri.

Essenziale significa: lo zinco è vitale, il corpo non può produrre la sostanza da solo.

Se c’è una mancanza di zinco nel tuo organismo, questo può manifestarsi con suscettibilità alle infezioni, irritazioni della pelle e perdita di capelli, tra le altre cose (1).

Background: Cosa dovresti sapere sulla carenza di zinco

Se c’è una carenza di zinco nel tuo corpo, non è immediatamente e ovviamente riconoscibile. I seguenti paragrafi trattano argomenti interessanti relativi alla carenza di zinco. Tra le altre cose, imparerai come si sviluppa una carenza di zinco e a cosa fa bene prendere lo zinco.

Cause: Come si sviluppa una carenza di zinco?

La mancanza di zinco nel tuo corpo può essere causata da vari fattori. La maggior parte delle volte, una carenza di zinco è legata a una bassa assunzione o a un’elevata escrezione. Ecco le cause più importanti.

  • Dieta squilibrata: Una dieta equilibrata è importante per l’equilibrio di zinco del tuo corpo. Questo significa che il fast food o la mancanza di risorse a causa di una dieta o di una dieta a base vegetale possono portare a una carenza di zinco (2).
  • Elevata escrezione di zinco: Varie malattie, stress così come il sovraffaticamento possono portare ad una maggiore perdita di zinco. Queste includono le malattie del fegato e dei reni.
  • Aumento del fabbisogno di zinco: le donne che stanno allattando e i bambini e gli adolescenti nelle loro fasi di crescita hanno bisogno di più zinco – questo può essere compensato attraverso la dieta o gli integratori alimentari.

Come posso rilevare una carenza di zinco?

Il modo migliore per scoprire se hai una carenza di zinco è quello di farti analizzare il sangue. Questo significa che puoi ottenere un esame del sangue dal tuo medico di famiglia per determinare il tuo livello di zinco.

Dovresti informare il tuo medico di famiglia su questo, perché la determinazione del contenuto di zinco non fa parte dell’esame standard del sangue. Tuttavia, la diagnosi di carenza di zinco è ancora controversa.

Carenza di zinco: in quali forme e tipi posso prendere lo zinco?

A seconda del dosaggio, l’oligoelemento è classificato come un integratore alimentare o un farmaco. La differenza è che se ti viene prescritto lo zinco dal tuo medico, non puoi aumentare il tuo apporto di zinco attraverso una dieta specifica.

Come suggerisce il nome, l’integratore alimentare è considerato un supplemento alla dieta e ha un dosaggio abbastanza basso.

I fattori importanti da considerare quando scegli il tuo integratore di zinco includono il dosaggio, gli additivi, il rapporto qualità prezzo e la biodisponibilità – quanto velocemente e quanto l’integratore di zinco può essere assorbito dal tuo corpo. Lo zinco può essere usato e assunto in diverse forme. Ecco le versioni più comuni.

Compresse di zinco

Il modo convenzionale e più comune di prendere lo zinco è sotto forma di compresse. Le prendi inghiottendole con un po’ d’acqua. Puoi comprare le compresse di zinco in qualsiasi farmacia e a volte anche nei negozi al dettaglio.

Vantaggi
  • Confezioni per uso mensile e annuale
  • Facile dosaggio
Svantaggi
  • Ingredienti chimici
  • Non può essere assunto con il cibo

Il lato positivo è che la confezione delle compresse è destinata ad un uso prolungato – cioè ci sono molte compresse all’interno.

Zinkmangel

Puoi prendere lo zinco in diverse forme e tipi. La più comune è la compressa di zinco (fonte della foto: Diana Polekhina/ Unsplash

È anche abbastanza economica da acquistare. La compressa di zinco è disponibile in varie combinazioni di vitamine e anche in vari dosaggi.

Capsule di zinco

Le capsule di zinco si trovano per lo più in combinazione con L-istidina e vitamina C, anche la biodisponibilità è abbastanza alta. Inoltre, la maggior parte delle capsule ha un basso livello di additivi. Anche la capsula di zinco, come la compressa, deve essere ingerita con un po’ di liquido.

Zinco Effervescente e Pastiglie

Che siano pastiglie o compresse effervescenti dissolvibili, questo tipo di assunzione di zinco è particolarmente adatto alle persone che hanno problemi a deglutire le pastiglie.

La compressa effervescente viene sciolta in un bicchiere d’acqua e di solito ha anche un sapore fruttato – proprio come le pastiglie. Assicurati di bere tutto il bicchiere.

Zinco liquido

L’oligoelemento può essere trovato anche in forma liquida. Di solito è conservato in una fiala o in ampolle. Il dosaggio avviene tramite una pipetta.

Tuttavia, questa forma di zinco è relativamente rara e di solito non si trova nei negozi al dettaglio o nelle farmacie. Il posto migliore per ottenere lo zinco liquido è online.

Unguento di zinco

Applicare un unguento di zinco sulla pelle promuove la guarigione delle ferite. Questo significa che l’unguento ha un effetto su varie irritazioni e infiammazioni della pelle. L’unguento può anche essere molto utile per la pelle impura o anche per problemi di acne.

Vantaggi
  • Promuove la guarigione delle ferite
  • Antinfiammatorio
Svantaggi
  • Irritazioni della pelle
  • Pelle grassa

Puoi trovare lo zinco come integratore alimentare abbastanza regolarmente in farmacia, tramite vari fornitori online o anche nei negozi al dettaglio. Dato che il dosaggio non è così alto, puoi ottenerli senza una prescrizione.

Le versioni a dosaggio più alto richiedono una prescrizione. Quando scegli un prodotto a base di zinco, dovresti prestare attenzione al dosaggio, agli ingredienti e alla biodisponibilità.

Sintomi: Quali effetti ha una carenza di zinco sul mio corpo?

Poiché lo zinco è importante per lo sviluppo, il metabolismo e il sistema immunitario, può manifestarsi in varie forme. Tuttavia, non si può dire in generale che la perdita di capelli, per esempio, sia legata a una carenza di zinco.

Zinkmangel

Vari effetti collaterali possono verificarsi con una carenza di zinco. Questi includono svogliatezza e irritazioni della pelle (Fonte immagine: Kinga Cichewicz/ Unsplash)

I sintomi comuni includono stanchezza permanente, guarigione più lenta delle ferite, perdita di peso e maggiore suscettibilità alle infezioni (3).

Quando e in quale dosaggio devo prendere lo zinco?

Se stai prendendo lo zinco, l’ora del giorno non è particolarmente rilevante. Tuttavia, dovresti assicurarti di prendere il tuo zinco e i tuoi pasti allo stesso tempo. La Società Tedesca di Nutrizione differenzia l’assunzione di zinco raccomandata in base all’età e al sesso di una persona.

Nelle seguenti tabelle puoi trovare il dosaggio di zinco raccomandato per genere – queste sono per l’assunzione di un giorno. I requisiti di zinco differiscono tra uomini e donne. La gamma di dosaggio dipende dalla quantità di fitato nel tuo corpo.

Il fitato è un sale che causa il legame dello zinco. Questo rende più difficile per il corpo assorbire l’oligoelemento. Questo significa che maggiore è l’assunzione di fitati, più il tuo corpo ha bisogno di zinco (4, 5).

Raccomandazione di dosaggio per gli uomini

Una persona sana perde in media da 2 a 3 mg di zinco al giorno (6). Questo significa che è importante assumere abbastanza zinco – sia attraverso la tua dieta che attraverso gli integratori.

Età assunzione di zinco in mg al giorno
da 0 a meno di 12 mesi 1,5-2,5 mg
da 1 a meno di 10 anni 3-6 mg
da 10 a meno di 19 anni 9-14 mg
19 anni e più 11-16 mg

Diversi studi internazionali fanno raccomandazioni simili per quanto riguarda la raccomandazione del dosaggio di zinco (4).

Raccomandazione di dosaggio per le donne

Questa tabella riguarda le raccomandazioni di assunzione di zinco per le donne. Questa raccomandazione è stata fatta dalla Società Tedesca di Nutrizione ed è la seguente.

Età assunzione di zinco in mg al giorno
da 0 a meno di 12 mesi 1,5-2,5 mg
da 1 a meno di 10 anni 3-6 mg
da 10 a meno di 19 anni 8-11 mg
19 anni e più 7-10 mg

Dall’età di 10 anni, la raccomandazione di assunzione di zinco è più bassa per le donne che per gli uomini. Altre raccomandazioni indicano che il bisogno di zinco è maggiore nelle donne durante l’allattamento.

Di conseguenza, il consumo raccomandato è leggermente più alto, da 11 a 14 milligrammi al giorno. Alle donne incinte, specialmente nel secondo e terzo trimestre, si raccomanda anche un’assunzione maggiore di 9-13 milligrammi al giorno.

Tuttavia, l’assunzione in questi casi dovrebbe essere discussa in anticipo con il medico (4).

Effetti collaterali e dosaggio eccessivo

Gli effetti collaterali possono certamente verificarsi quando si prende lo zinco. Nausea e diarrea sono tipiche. Inoltre, le irritazioni della pelle sono state riportate più frequentemente come effetti collaterali. Se devi prendere lo zinco per un periodo di tempo più lungo, dovresti monitorare il livello di rame del tuo corpo.

Il rame è importante per il legame del pigmento rosso del sangue. Un dosaggio troppo alto di zinco è dannoso; il fabbisogno giornaliero di 25 mg non dovrebbe essere superato. Viene anche sottolineato che l’assunzione permanente non è salutare.

È molto improbabile che questo sia causato dalla dieta; è molto più probabile che sia causato dall’assunzione di integratori di zinco. Una dose troppo alta dell’oligoelemento può portare a malattie croniche e, nel peggiore dei casi, all’avvelenamento (7).

A cosa serve lo zinco?

Nel corpo umano, la più alta percentuale di zinco si trova nel fegato, negli occhi e nei globuli rossi, tra gli altri posti – quindi coinvolto nel metabolismo. Alcuni ormoni sono forniti dell’oligoelemento zinco, per esempio gli ormoni della crescita e gli ormoni sessuali.

I tessuti con un alto contenuto di zinco sono il fegato, il pancreas, i muscoli, i testicoli, la prostata e l’iride e la retina dell’occhio (6).

Inoltre, l’oligoelemento è importante per lo sviluppo fisico di una persona.

Carenza di zinco: i migliori consigli e trucchi

Ti senti permanentemente svogliato, hai i capelli o le unghie fragili o vuoi semplicemente combattere le irritazioni della tua pelle?

Questi sintomi potrebbero essere dovuti ad una carenza di zinco. Ecco alcuni consigli e spiegazioni sull’argomento.

Carenza di zinco: gestire il tuo apporto di zinco attraverso la dieta

A meno che tu non voglia passare direttamente agli integratori, vale la pena provare a cambiare la tua dieta – per garantire il tuo apporto di zinco. Qui puoi scoprire quali cibi sono ricchi di zinco e quali dovresti evitare.

Gli alimenti ricchi di zinco includono carne di manzo, frattaglie, ostriche, latticini, varie noci come arachidi e noci, segale e grano (3, 6).

Zinkmangel

Lo zinco è un oligoelemento essenziale di cui il corpo umano ha bisogno per diversi processi (Fonte immagine: Victor Garcia/ Unsplash)

Se sei carente di zinco, assicurati di evitare alti consumi di ferro, calcio, rame e caffeina. Questi rendono più difficile per il tuo corpo assorbire l’oligoelemento. Una dieta specifica può aiutare a compensare la carenza di zinco. Se solo gli aggiustamenti della dieta non funzionano, puoi sempre usare gli integratori alimentari.

Carenza di zinco: rafforza il sistema immunitario con lo zinco

Vari studi dimostrano che l’assunzione di zinco ha effetti positivi su un sistema immunitario indebolito. Tra le altre cose, può accorciare la durata del raffreddore e può essere usato per trattare le irritazioni della pelle e guarire le ferite. Puoi leggerne di più qui.

Accorciare

la durata di un raffreddore Sempre più spesso si sente dire che l’assunzione di zinco può accorciare la durata di un raffreddore. Lo studio di Hemilä e Chalker ha indagato più da vicino e ha scoperto che la durata di alcuni sintomi può essere ridotta.

Questi includono tosse, naso bloccato, gola graffiante o raucedine. Tuttavia, va notato che in compenso non si sono riscontrati cambiamenti in relazione al mal di testa e alla febbre (7, 8, 9).

Trattare le irritazioni della pelle

In caso di irritazioni della pelle o anche di malattie, l’applicazione di zinco è molto utile. Nella maggior parte dei casi, questo avviene attraverso un trattamento esterno – come una pomata allo zinco. L’assunzione orale è stata provata anche in vari studi sull’acne (10, 11).

Ulteriori risultati

Sempre più studi vengono pubblicati che mostrano una connessione tra i livelli di zinco e le malattie croniche, inclusa la depressione.

Se una persona che soffre di depressione ha un basso livello di zinco o addirittura una carenza di zinco nel suo corpo, questo ha un impatto sulla gravità della malattia (12).

Conclusione

Nel complesso, una carenza di zinco significa che tutto il tuo organismo è indebolito. In generale, si raccomanda di usare lo zinco solo dopo aver consultato il tuo dermatologo, perché può anche portare ad un sovradosaggio.

Puoi trovare vari preparati di zinco nei supermercati e nelle farmacie. Lì puoi trovare diversi tipi e dosaggi dell’oligoelemento – spesso in combinazione con altri minerali e vitamine. Se pensi di avere un forte deficit di zinco, fai analizzare il tuo sangue dal tuo medico di famiglia per verificare la presenza di una carenza di zinco.

Fonte dell’immagine: Ivanova/ 123rf

Riferimenti (12)

1. Brigelius-Flohé R., Petrides P. (2014) Essentielle Spurenelemente. In: Heinrich P., Müller M., Graeve L. (eds) Löffler/Petrides Biochemie und Pathobiochemie. Springer-Lehrbuch. Springer, Berlin, Heidelberg. https://doi.org/10.1007/978-3-642-17972-3_60
Fonte

2. Wolfgang Maret, Harold H. Sandstead (2014), Zinkbedarf und Risiko und Nutzen einer Zinksupplementierung, Perspectives in Medicine, Volume 2, Issues 1–4, Pages 3-18, ISSN 2211-968X, https://doi.org/10.1016/j.permed.2013.09.002
Fonte

3. Deutsche Gesellschaft für Ernährung e. V. (2019), Ausgewählte Fragen und Antworten zu Zink
Fonte

4. Deutsche Gesellschaft für Ernährung e. V. , Zink Referenzwerte
Fonte

5. Hajo Haase, Sabine Ellinger, Jakob Linseisen, Monika Neuhäuser-Berthold, Margrit Richter (2020), Revised D-A-CH-reference values for the intake of zinc, Journal of Trace Elements in Medicine and Biology, Volume 61, ISSN 0946-672X, https://doi.org/10.1016/j.jtemb.2020.126536.
Fonte

6. Hans-Georg Classen, Uwe Gröber, Klaus Kisters (2020), Ernährungsforum, Zink - Das unterschätzte Element, Deutscher Apotheker Verlag
Fonte

7. Nadine Sprecher (2020), Deutsche Apotheker Zeitung
Fonte

8. King, S., Glanville, J., Sanders, M. E., Fitzgerald, A., & Varley, D. (2014). Effectiveness of probiotics on the duration of illness in healthy children and adults who develop common acute respiratory infectious conditions: a systematic review and meta-analysis. The British journal of nutrition, 112(1), 41–54. https://doi.org/10.1017/S0007114514000075
Fonte

9. Hemilä, H. and Chalker, E. (2015) The effectiveness of high dose zinc acetate lozenges on various common cold symptoms: a meta-analysis. BMC Family Practice 16:24 doi:10.1186/s12875-015-0237-6
Fonte

10. Nadine Sprecher (2019), Deutsche Apotheker Zeitung
Fonte

11. Nadine Sprecher (2019), Deutsche Apotheker Zeitung
Fonte

12. Swardfager, W., Herrmann, N., Mazereeuw, G., Goldberger, K., Harimoto, T., & Lanctôt, K. L. (2013). Zinc in depression: a meta-analysis. Biological psychiatry, 74(12), 872–878. https://doi.org/10.1016/j.biopsych.2013.05.008
Fonte

Perché puoi fidarti di me?

Wissenschaftliche Studie
Brigelius-Flohé R., Petrides P. (2014) Essentielle Spurenelemente. In: Heinrich P., Müller M., Graeve L. (eds) Löffler/Petrides Biochemie und Pathobiochemie. Springer-Lehrbuch. Springer, Berlin, Heidelberg. https://doi.org/10.1007/978-3-642-17972-3_60
Vai alla fonte
Wissenschaftliche Studie
Wolfgang Maret, Harold H. Sandstead (2014), Zinkbedarf und Risiko und Nutzen einer Zinksupplementierung, Perspectives in Medicine, Volume 2, Issues 1–4, Pages 3-18, ISSN 2211-968X, https://doi.org/10.1016/j.permed.2013.09.002
Vai alla fonte
Wissenschaftliche Studie
Deutsche Gesellschaft für Ernährung e. V. (2019), Ausgewählte Fragen und Antworten zu Zink
Vai alla fonte
Zink
Deutsche Gesellschaft für Ernährung e. V. , Zink Referenzwerte
Vai alla fonte
Wissenschaftliche Studie
Hajo Haase, Sabine Ellinger, Jakob Linseisen, Monika Neuhäuser-Berthold, Margrit Richter (2020), Revised D-A-CH-reference values for the intake of zinc, Journal of Trace Elements in Medicine and Biology, Volume 61, ISSN 0946-672X, https://doi.org/10.1016/j.jtemb.2020.126536.
Vai alla fonte
Wissenschaftliche Studie
Hans-Georg Classen, Uwe Gröber, Klaus Kisters (2020), Ernährungsforum, Zink - Das unterschätzte Element, Deutscher Apotheker Verlag
Vai alla fonte
Erkältung im Griff – dank hochdosiertem Zink
Nadine Sprecher (2020), Deutsche Apotheker Zeitung
Vai alla fonte
Wissenschaftliche Studie
King, S., Glanville, J., Sanders, M. E., Fitzgerald, A., & Varley, D. (2014). Effectiveness of probiotics on the duration of illness in healthy children and adults who develop common acute respiratory infectious conditions: a systematic review and meta-analysis. The British journal of nutrition, 112(1), 41–54. https://doi.org/10.1017/S0007114514000075
Vai alla fonte
Wissenschaftliche Studie
Hemilä, H. and Chalker, E. (2015) The effectiveness of high dose zinc acetate lozenges on various common cold symptoms: a meta-analysis. BMC Family Practice 16:24 doi:10.1186/s12875-015-0237-6
Vai alla fonte
Kampf gegen Akne – ist Zink ein Ausweg?
Nadine Sprecher (2019), Deutsche Apotheker Zeitung
Vai alla fonte
Zinkversorgung überprüfen – unterstützende Therapie der Neurodermitis
Nadine Sprecher (2019), Deutsche Apotheker Zeitung
Vai alla fonte
Wissenschaftliche Studie
Swardfager, W., Herrmann, N., Mazereeuw, G., Goldberger, K., Harimoto, T., & Lanctôt, K. L. (2013). Zinc in depression: a meta-analysis. Biological psychiatry, 74(12), 872–878. https://doi.org/10.1016/j.biopsych.2013.05.008
Vai alla fonte
Recensioni