Carta da parati in camera
Ultimo aggiornamento: 11/10/2019

Il nostro metodo

Products

16Prodotti analizzati
Hours

19Ore di lavoro
Studies

4Fonti e riferimenti usati
Comments

55Commenti valutati

Nel mondo dell’arredamento, tutto ritorna. Per anni, le pareti con carta da parati sono state considerate vecchie e decadenti, dopo essere state, invece, protagoniste in ogni casa dagli anni 50 fino alla fine degli anni 70. Poi, già negli anni 80, molti tentarono di disfarsene (compito affatto semplice). Negli ultimi tempi, invece, sono tornate di moda.

Sebbene sia certo che oggigiorno la carta da parati abbia uno stile diverso e nuovo, in molti casi viene utilizzata per una sola parete della casa.  Anche usata per un’intera stanza, però, mantiene un aspetto fresco e moderno. Per scegliere il miglior modello e conoscere tutti i vantaggi di questo strumento decorativo, abbiamo preparato per te questa guida all’acquisto.




Le cose più importanti in breve

  • Innanzitutto, prima di acquistare una carta da parati, devi decidere in quale stanza vuoi usarla. Per ciascun ambiente, infatti, ci sono materiali più o meno adatti, poiché non tutti resistono allo stesso modo all’umidità o alla luce solare, ad esempio.
  • Devi anche scegliere se usare la carta da parati su una o su tutte e quattro le pareti.
  • Calcola sempre con esattezza il numero di rotoli di cui hai bisogno, per non rimanerne a corto e avere problemi con il colore. Assicurati che l’apposizione sia semplice, altrimenti dovrai rivolgerti a dei professionisti. Non dimenticare di considerare il tipo di superficie su cui vuoi mettere la carta da parati e il motivo che preferisci. Scenderemo nei dettagli nella sezione “Criteri di acquisto”.

Le migliori carte da parati sul mercato: la nostra selezione

Vogliamo iniziare questa guida proponendoti alcuni dei migliori modelli disponibili in commercio. Questo riassunto ti servirà ad individuare le opzioni più interessanti, ma anche a scoprirne delle caratteristiche da tenere in conto per assicurarsi un buon acquisto. Fai attenzione alle prossime righe!

La carta da parati più country

Questa carta da parati dona alla parete un effetto simil-legno, grazie all’alternanza di strisce marroni, blu e crema e alla sensazione ruvida al tatto. In tessuto non tessuto, con disegno in rilievo, misura 10.05 x 0.53 metri. Resiste bene alla luce diretta. Per essere applicata ha bisogno di colla specifica per carta da parati. Il motivo è molto adatto a coprire eventuali piccole imperfezioni della parete.

La carta da parati ideale per chi cerca un effetto 3D

Questo modello, autoadesivo ed impermeabile, riproduce una parete di mattoni di colore chiaro. In vinile non tossico, ha un effetto 3D molto realistico. Ciascun rotolo è largo 45 per 10 metri ed include 10 metri di carta da parati. Il venditore consiglia di acquistare la giusta quantità di rotoli per evitare discromie di colori tra diversi lotti. Può essere usata su pareti, porte, pannelli,  finestre, ante e piastrelle.

La carta da parati con il motivo più delicato

In tessuto non tessuto, questa carta da parati misura 10,05 x 0,53 metri. Di colore bianco, riporta un motivo damascato metallico, sempre nei toni del bianco, ad effetto velluto con sfondo perlato. Le recensioni riportano un colore più chiaro di quanto visibile nelle foto. Il materiale è TNT, lavabile e resistente alla luce. Ciascun rotolo copre all’incirca una superficie di  5,33 m². Necessita dell’apposita colla per carta da parati per l’applicazione.

La carta da parati fotomurale più venduta

Se quello che cerchi è avere un impatto eccezionale nella tua camera, questa carta da parati chiamata anche fotomurale potrebbe fare al caso tuo. Ha un formato di 400×280 cm e sono 8 strisce in stampa HD su TNT (tessuto non tessuto) di alta qualità. Inodore, resiste ai raggi solari e all’umidità. Secondo le testimonianze la sua applicazione è semplice e il risultato è ottimo

Guida all’acquisto: Tutto quello che devi sapere sulla carta da parati

Ora che conosci alcune delle opzioni di carta da parati in commercio, sia rispetto ai modelli che al procedimento di installazione, possiamo passare agli aspetti a cui fare attenzione per trovare il modello che fa più al caso tuo. Continua a leggere la sezione che segue e, se necessario, prendi nota!

Donna che incolla la carta da parati

La prima cosa da fare per applicare la carta da parati è preparare la parete, che deve essere il più liscia possibile. (Fonte: Dolgachov: 26923231/ 123rf.com)

Cos’è la carta da parati?

La carta da parati è un tipo di carta che si usa per tappezzare le pareti. Oggigiorno viene fabbricata con vari materiali, ed utilizzata con vari scopi di arredamento e decorazione. Ad esempio, si può usare anche per rivestire mobili, piastrelle o per lavori artigianali. Alcuni modelli sono autoadesivi, altri invece richiedono l’impiego di una colla specifica.

Meglio la carta da parati o imbiancare la parete?

Uno dei dubbi più frequenti, e che potresti avere prima di ridipingere una stanza, è quale sia la scelta migliore tra carta da parati e vernice tradizionale. Di sicuro, entrambe le opzioni hanno pro e contro, dunque è importante che tu le conosca per scegliere quella più adatta alle tue esigenze. Eccoti due tabelle che riassumono vantaggi e svantaggi delle due, rispetto ad altri materiali.

Vantaggi della carta da parati Vantaggi dell’imbiancatura
Copre meglio le irregolarità della parete. Si applica più facilmente.
È più originale. Si pulisce meglio.
Dura di più. Solitamente è più economica.
Svantaggi della carta da parati Svantaggi dell’imbiancatura
Devi saperla applicare. Il colore reale si vede solo quando si asciuga la vernice.
Si toglie difficilmente. A volte la coprenza non è quella desiderata.
Le macchie sono difficili da rimuovere. Bisogna lasciarla asciugare.
Se si rompe i se rompe è difficile ripararla. L’odore mentre si imbianca può essere poco piacevole.

Quali tipi di carta da parati esistono?

Troverai sul mercato vari tipi di carta da parati. Oggi, questo prodotto si è evoluto notevolmente ed esiste in più versioni oltre a quella tradizionale. Per decidere al meglio cosa fa per te, è bene che tu le conosca. Prendi nota delle principali caratteristiche, ma anche del modo d’uso.

  • Base di carta. La versione più usata per anni, benché ultimamente si usi sempre meno, perché difficile da applicare e anche abbastanza delicata. Bisogna usare una colla specifica da applicare sia sulla carta che sulla parete. Se non sei particolarmente esperto di fai-da-te, ti consigliamo di rivolgerti ad un professionista.
  • Base TNT (Tessuto non tessuto). Si chiama in questo modo perché le fibre di carta non sono state lavorate, e sono dunque più resistenti perché senza fili. È un materiale perfetto per qualunque stanza della casa, compresi bagno e cucina. Va benissimo anche per essere usato in uffici o attività. Si applica più semplicemente, in quanto la colla va messa solo sulla parete.
  • Finitura in vinile. Il più resistente, dunque il più usato. Sopporta bene il passare del tempo, l’umidità ed i raggi solari. È composto principalmente da una base TNT, che può essere di carta in alcuni modelli, con finiture quasi sempre satinate o matt. Perfetto per qualunque tipo di ambiente.
  • Finitura non vinilica. Ha una finitura matt, e può dare un bellissimo effetto visivo, simile al mattone. Di solito ha una base in carta. Considera però che questo tipo di carta da parati è ormai in disuso, perché sostituita da quella con finitura in vinile matt.
  • Carte da parati con rilievi. La base è di carta o TNT. Avendo dei rilievi, sono usate, in genere, per coprire pareti con irregolarità o imperfezioni.
  • Carte da parati in fibre naturali. Si tratta di un tipo di carta da parati molto richiesto, perché fabbricato con materie prime naturali. In genere la base è TNT con una bellissima finitura.
  • Carte da parati per vernici. Sono molto pratiche: devi solo applicare la carta, che potrai poi verniciare del colore che desideri. Inoltre, potrai farlo più volte. Proteggono le pareti nel tempo, dunque sono un’ottima opzione per attività commerciali di ogni tipo.
Una parete con carta da parati

Il rapporto è la distanza verticale che esiste tra due punti identici della carta. (Fonte: Katarzyna Bialasiewicz: 90754880/ 123rf.com)

Quale risultato vuoi ottenere con la carta da parati?

Prima di decidere quale acquistare, devi avere chiaro il risultato che vuoi ottenere. È importante perché, a seconda dell’effetto che cerchi, dovrai orientarti su un tipo di carta da parati piuttosto che un altro. Fai tesoro dei consigli che ti daremo qui di seguito.

  • Rendere l’ambiente più accogliente. Scegli colori neutri o pastello. Se scegli una stampa, orientati su quelle che donano calore, come piccoli motivi fiorati.
  • Rendere più accogliente una stanza grande. Prova a tappezzare una parete scegliendo un colore scuro.
  • Rendere lo spazio visivamente più grande. Scegli sempre colori chiari. Le stampe devono essere molto leggere: opta per forme geometriche. L’ideale, però, sarebbe una carta da parati senza motivi.
  • Cambiare una parete al centro della stanza. Dovrai tappezzare un’unica parete: prova con una carta da parati molto appariscente, o per il colore o per la stampa. Il resto delle pareti, ovviamente, dovranno essere di una tonalità chiara.

Come applicare la carta da parati?

La prima cosa da fare per applicare la carta da parati è preparare la parete, che deve essere il più liscia possibile, sebbene alcuni tipi possano coprire le irregolarità. Qualche minuto prima di applicarla, prova a stenderla per stirarla un po’. Se è stampata o forma un disegno più complesso, segui le istruzioni per posizionarla.

Ci sono carte da parati che hanno bisogno di una colla particolare, mentre altre sono autoadesive. Applica la colla come da istruzioni, poi posiziona la carta sulla parete con cautela. Inizia dal centro e prosegui dall’alto verso il basso. Fai asciugare un po’ ciascun foglio prima di passare al successivo. Passa un rullo su ogni foglio applicato, per eliminare eventuali bolle d’aria, e taglia il materiale in eccesso. Assicurati di avere una scala pieghevole idonea per ciò che devi fare.

Incollato sulla carta da parati

La carta da parati è un tipo di carta che si usa per tappezzare le pareti. (Fonte: Dolgachov: 35794679/ 123rf.com)

Quali sono i vantaggi e gli svantaggi della carta da parati?

A questo punto della nostra guida, avrai già più chiaro che tipo di carta da parati comprare. Ovviamente, deve rispondere alle tue esigenze. Prima di addentrarci nei criteri finali da prendere in considerazione per l’acquisto, diamo un’occhiata ai vantaggi e agli svantaggi della carta da parati.

Vantaggi
  • Sono molto decorative
  • Ce ne sono di estremamente economiche
  • È molto versatile
Svantaggi
  • Applicarla può rivelarsi complicato
  • Alcune opzioni sono abbastanza costose

Criteri di acquisto

Eccoci giunti quasi al termine di questa guida all’acquisto. Dopo aver scoperto le caratteristiche principali della carta da parati, sei quasi pronto a scegliere. Prima, però, fai attenzione agli aspetti che seguono per assicurarti di acquistare il prodotto perfetto per te.

  • Quanti rotoli comprare
  • Rapporto
  • Applicazione
  • Parete
  • Design

Quanti rotoli comprare

È importante comprare tutti i rotoli di cui hai bisogno nello stesso momento, per non rischiare che, essendo di lotti differenti, il colore risulti diverso. Per calcolare il numero che ti serve, misura innanzitutto i metri quadrati della parete da tappezzare. Poi dividi la cifra per i metri quadrati di ciascun rotolo. A questo numero aggiungicene sempre uno per sicurezza. Ecco che otterrai il numero di rotoli di carta da parati che dovrai comprare.

Carta da parati in mansarda

Ci sono modelli di carta da parati molto economici. (Fonte: Katarzyna Bialasiewicz: 41381803/ 123rf.com)

Rapporto

Il rapporto è la distanza verticale tra due punti identici della carta da parati. Devi tenerlo in conto nel posizionare più rotoli uno dopo l’altro, per assicurarti che la stampa o il disegno combacino come devono. Per le carte da parati lisce o con linee verticali, il rapporto è zero: combaciano sempre. Per gli altri tipi, invece, c’è sempre qualche centimetro di differenza che viene comunque indicato sull’etichetta.

Questo aspetto serve a calcolare bene di quanti rotoli hai bisogno. Potrebbe sembrarti complicato, ma non preoccuparti: il venditore potrà aiutarti a decidere la quantità finale, ma il tuo calcolo approssimativo è una buona base per sapere da dove iniziare rispetto alla quantità di carta da parati da comprare.

Applicazione

Come hai già visto, la carta da parati con base in carta è complicata da applicare, perché si incolla alla parete, dunque potresti aver bisogno di un professionista che ti aiuti a metterla. Gli altri tipi, invece, sono più semplici, poiché la colla va applicata solo alla parete. Il più facile da usare è il tipo autoadesivo. In ogni caso, segui le istruzioni riportate sulla confezione.

Parete

Se la parete su cui lavori è liscia, non avrai problemi ad applicare la carta da parati. Se invece ha irregolarità o imperfezioni evidenti, ti conviene correggerle prima, rendendola uniforme ed omogenea per non rischiare che la carta non si stenda bene. Se si tratta di una parete già tappezzata, puoi applicarci una nuova carta da parati se quella vecchia è rovinata, ma sarebbe sempre meglio togliere il vecchio strato prima di farlo.

Puoi applicare la carta da parati anche su mattonelle, ma è necessario applicare prima un primer sull’area. Potrai poi usare carta da parati TNT o vinilica. Se vuoi usarla su mobili in legno, dovrai prima smerigliarli bene. In tutti i casi, segui sempre i consigli del produttore o del venditore.

Design

Il design della carta da parati è un aspetto fondamentale. La carta stessa appesantisce gli ambienti, in qualche modo. Quindi, se la usi in una stanza, opta per colori chiari e stampe leggere. Se si tratta di grandi pareti, scegli un modello tradizionale, a meno che tu non sia pronto a cambiare di nuovo la carta in qualche anno. Se la carta da parati è molto vistosa, scegli il resto dell’arredamento molto semplice e moderato.

Miren LarrañagaArredatrice di interni

“Oggi, la carta da parati ci dà l’opportunità di dare via libera alla nostra creatività e ci permette di personalizzare in modo originale qualunque stanza”.

Conclusioni

Senza dubbio, la carta da parati è tornata molto in voga negli ultimi anni. Questo elemento di decorazione, se sfruttato bene, ti fornisce molte opzioni per arredare uno o più ambienti. Devi sapere con chiarezza il tipo di carta che fa più al caso tuo, e l’effetto che vuoi ottenere usando una carta da parati sulle tue pareti.

Compra sempre tutti i rotoli di carta da parati di cui hai bisogno allo stesso momento, per evitare di rimanere senza. Al massimo, potrai restituirli, se te ne avanzeranno troppi. Controlla anche se potrai applicare la carta da parati da solo o avrai bisogno dell’aiuto di un professionista. Se metti in pratica i nostri consigli, avrai di sicuro un ottimo risultato.

Se la nostra guida ti è sembrata interessante, condividila sui tuoi social. Puoi anche lasciarci un commento o farci una domanda qui sotto. Ti risponderemo il prima possibile!

(Fonte dell’immagine in evidenza: Katarzyna Białasiewicz: 43837843/ 123rf.com)

Perché puoi fidarti di noi?

Dalila Coviello Redattrice e traduttrice
Le parole sono il mio più grande amore: ne ho scritte di mie, in italiano (Alice nel Paese dei call center, Nike Editrice, 2014), e da più di sei anni ne traduco da altre lingue, divertendomi ogni volta. Sono anche appassionata di digital, e social media e storytelling sono il mio pane quotidiano.
Come madre mi piace scoprire nuovi prodotti per la casa e scriverne in modo che anche altri li conoscano meglio. La mia priorità è di aiutarti a selezionare il miglior articolo possibile. Sei con me?