Un cavalletto da pittore
Ultimo aggiornamento: 22/06/2020

Il nostro metodo

12Prodotti analizzati

18Ore di lavoro

7Fonti e riferimenti usati

82Commenti valutati

Per alcuni, è un lavoro. Per altri, è una vocazione e uno dei loro hobby preferiti. Non importa quale sia il motivo per cui dipingi, l’importante è farlo e usare gli accessori giusti per ottenere il meglio. Se sei qui, è proprio per cercare uno dei più indispensabili, ossia il cavalletto da pittore. Sappiamo che può non essere una decisione semplice.

Non preoccuparti, è per questo che siamo qui. Con la guida che abbiamo preparato per te oggi vogliamo aiutarti a scegliere la miglior cavalletto in modo da ottenere il massimo dall’artista che è in te. Che ne pensi? Continua a leggere se vuoi sapere tutto quanto è necessario su questo pratico articolo per dipingere.




Le cose più importanti in breve

  • Un cavalletto è un accessorio fondamentale per tutti coloro che si dedicano alla pittura o che trascorrono lunghi periodi di tempo a dipingere. Oltre ad offrire un maggior comfort, permette di avere una migliore prospettiva delle tue opere d’arte.
  • Fortunatamente, oggi possiamo trovare cavalletti da pittore di più forme e dimensioni, quindi troverai sempre quello più adatto alle tue esigenze.
  • Per fare la scelta più appropriata è essenziale prendere in considerazione criteri di acquisto come i materiali di fabbricazione, il tipo di appoggio, l’uso che ne vuoi fare. Ne parleremo meglio nella sezione apposita.

I migliori cavalletti da pittore sul mercato: la nostra selezione

Sappiamo che la grande varietà di cavalletti da pittore che l’attuale mercato offre può rendere difficile la scelta del tuo prossimo alleato per dipingere. Abbiamo quindi studiato e preparato per te una selezione con i migliori prodotti, tra cui ne troverai di diversi tipi, per tutte le esigenze. Forse uno di questi è proprio quello che stai cercando!

Il cavalletto per dipingere più pratico

Sicuramente, uno dei motivi che hanno portato la maggior parte dei consumatori a scegliere questo cavalletto a cassetta è la sua praticità e funzionalità. È un cavalletto a forma di valigetta in cui, oltre a posizionare i tuoi quadri, puoi trasportare tutto il necessario per dipingerli.

La valigetta comprende diciotto colori acrilici, sei pennelli, una tela, una tavolozza di miscelazione e un coltello. Cosa si può volere di più? Ideale come regalo per i principianti e per chi dipinge come hobby.

Il miglior cavalletto da pittore in alluminio

Cavalletto in alluminio con altezza regolabile da 50 a 165 centimetri e ha un supporto per i dipinti, che renderà il tuo lavoro molto più confortevole. Nonostante la robustezza dei suoi materiali, è un cavalletto molto leggero e facilmente trasportabile in modo da poterlo portare ovunque tu vada.

Le gambe hanno una base in gomma che garantisce la stabilità necessaria, anche se per qualche utilizzatore la stabilità non è il suo punto forte. Non è consigliato a chi dipinge ad acquarelli.

Il miglior cavalletto da tavolo

Se stai cercando un piccolo cavalletto da tavolo, questa è l’opzione con il miglior rapporto qualità-prezzo. È realizzato in legno di faggio che lo rende molto robusto, ma anche leggero. La sua installazione è molto semplice e si ripiega completamente.

Oltre alla pittura, questi tipo di cavalletto può essere utilizzato per esporre i dipinti stessi. Adatto per tele fino a 40 centimetri.

Il miglior cavalletto da studio

Il cavalletto da studio Artina offre diverse possibilità di inclinazione, ha delle ruote per spostarlo facilmente ed è utilizzabile per tele fino a 210 centimetri. È realizzato in legno massello di faggio, che assicura robustezza e stabilità.

Consigliato sia per dipingere ad acquerello che con colori ad olio o con gli acrilici. Esaltata l’alta qualità, soddisfacente anche per i professionisti.

Guida all’acquisto: Tutto quello che devi sapere sul cavalletto da pittore

Sebbene a prima vista sembri un articolo molto semplice, in realtà se conosci meglio il cavalletto da pittore sai che è piuttosto complesso. Quindi è piuttosto normale avere dubbi sul suo funzionamento, soprattutto per chi è alle prime armi. In questa sezione risponderemo alle domande più frequenti su questo tipo di cavalletto, così da dissipare ogni tuo eventuale dubbio al riguardo.

Uomo che disegna usando un cavalletto

Un cavalletto è un accessorio fondamentale chi si dedica alla pittura o trascorre lunghi periodi di tempo a dipingere. (Fonte: Shironosov: 57068027/ 123rf.com)

Quanti tipi di cavalletto da pittore esistono?

Partiamo dall’inizio, differenziando i diversi tipi di cavalletto tra cui è possibile scegliere. Qui sotto elenchiamo i principali modelli:

  • Cavalletto da tavolo: è di dimensioni molto compatte e, come suggerisce il nome, deve essere posizionato su un tavolo. Uno dei suoi principali vantaggi è che può essere riposto molto facilmente.
  • Cavalletto treppiede: il più comune, quello che viene in mente ogni volta che pensiamo a un cavalletto da pittore. È molto leggero e stabile. Generalmente consente la regolazione in altezza e di solito ha piedini antiscivolo.
  • Cavalletto da campagna: è sempre un treppiedi, ma particolarmente leggero, pieghevole e portatile, da usare per usare per esempio per dipingere all’aria aperta.
  • Cavalletto a cassetta: sicuramente il più pratico di tutti. Occupa pochissimo spazio e all’interno dello stesso cavalletto è possibile conservare tutto il materiale necessario per dipingere.
  • Cavalletto da studio: il più sofisticato. È quello usato dai professionisti o scuole di belle arti. È molto più robusti e la qualità è generalmente migliore dei modelli da usare a casa, poiché è realizzato in maniera tale da resistere a lavori più grandi e pesanti.
  • Cavalletto da esposizione: chiamato anche cavalletto “a lira”, non ha la stessa stabilità dei modelli precedenti, quindi è l’ideale per riporre le tele solo per esposizione (è usato anche per esporre le fotografie).

Che tipo di mantenimento richiede un cavalletto da pittore?

Una cosa da tenere a mente quando utilizzi un cavalletto da pittore è la sua manutenzione. Nonostante sia un articolo per l’uso quotidiano, devi saper prenderti cura di esso per garantirne il corretto funzionamento e una maggiore durata. In questo senso, bisogna fare una distinzione della manutenzione in base al materiale di fabbricazione del cavalletto:

Cavalletto di legno Cavalletto di metallo
Sarà necessario idratare il legno con una certa frequenza per evitare la comparsa di crepe. Puoi usare olio di lino grezzo (per finiture oliate o naturali) o cera d’api (per vernici). Normalmente è protetto da uno strato di vernice piuttosto resistente, quindi questo tipo di cavalletto non necessita di una manutenzione speciale oltre alla normale pulizia.

Inoltre è importante che, di tanto in tanto, controlli e serri bene tutte le viti e i dadi per assicurarti che siano in buone condizioni, soprattutto nei cavalletti in legno. Questo tipo di materiale infatti tende ad espandersi e contrarsi secondo l’umidità o la temperatura della stanza, quindi devi prestare maggiore attenzione anche a questi dettagli.

Perché è così utile il cavalletto da pittore?

Abbiamo già accennato ai vantaggi che ha possedere un cavalletto da pittore. Qui sotto però mettiamo a tua disposizione una tabelle riepilogativa con pro e contro, in modo che tu possa farti un’idea più precisa sulle motivazioni per cui vale la pena averne uno, oltre ai suoi svantaggi.

Vantaggi
  • Si tratta di un prodotto che può durare molto, se mantenuto bene
  • È versatile
  • È semplice da usare
  • Si trasporta facilmente
  • Contribuisce a farci mantenere una postura corretta
  • Se ne trovano di tutti i prezzi
  • Richiedono una manutenzione semplice
Svantaggi
  • I modelli più economici potrebbero non durare molto
  • Possono ocupare molto spazio una volta aperti
  • Si sporcano facilmente

Come puoi vedere, i vantaggi superano gli svantaggi, che, inoltre, non sono un grosso problema. Per tutti questi motivi, l’uso dei cavalletti è sempre più diffuso anche tra i pittori principianti e quelli che dipingono solo nel loro tempo libero.

Quale cavalletto da pittore devo scegliere?

Ci sono così tante situazioni in cui è possibile usare un cavalletto che è difficile scoprire quale sia il migliore per noi in ogni caso. Inoltre, non possiamo avere un cavalletto diverso per ogni situazione, giusto? Comunque noi abbiamo pensato alle situazioni più comuni, e scelto quello che sarebbe il cavalletto più idoneo in tali circostanze:

  • Se ti dedichi professionalmente alla pittura e la dimensione delle tele che utilizzerai è molto varia, è meglio che tu abbia un cavalletto da studio o un treppiede il più robusto possibile.
  • Se ti muovi spesso e ami stare all’aria aperta quando dipingi, ma vuoi comunque una sufficiente stabilità, ti consigliamo il treppiede da campagna.
  • Se la pittura è il tuo passatempo preferito, ma la pratichi solo a casa, un cavalletto da tavolo ti sarà più che sufficiente.
  • Per dipingere con gli acquerelli, considera di usare un cavalletto orizzontale e inclinabile che impedisca ai colori di gocciolare.
  • Per la pittura con colori acrilici o ad olio, è preferibile un cavalletto che possa essere posizionato verticalmente quando deve asciugare il colore, in modo che la polvere non si attacchi facilmente.
Donna che ammira un quadro su un cavalletto

Fortunatamente, oggi puoi trovare cavalletti di più forme e dimensioni, quindi troverai sempre quello più adatto alle tue esigenze. (Fonte: Deklofenak: 103438358/ 123rf.com)

Criteri di acquisto

Veniamo al momento più importante: scegliere il miglior cavalletto per te. Se hai ancora dubbi su quale modello scegliere, questa ultima sezione dell’articolo ti sarà particolarmente utile. Prova a prendere in considerazione i seguenti criteri di acquisto che ti proponiamo. Ti aiuteranno a prendere la decisione finale senza ripensamenti.

Materiali

Negli articoli come i cavalletti per dipingere, in cui tutto può incidere per il risultato finale, i materiali sono fondamentali. In generale, possiamo trovarli in legno o metallo, che hanno caratteristiche diverse e possono essere utili in differenti situazioni:

Caratteristiche Cavalletto di legno Cavalletto di metallo
Materiale principale Faggio, bambù o “lyptus” Alluminio
Resistenza e durata Alta Alta 
Estetica Classica e sofisticata Più moderna
Mantenimento Bisogna prendersi cura del legno per farlo durare di più Minore, anche se bisogna prevenire la ruggine
Uso abituale Professionisti o amante della pittura Scuola d’arte o corso di pittura
Costo Generalmente costano di più Hanno un prezzo più accessibile

Regolazione

Uno dei motivi principali per cui i cavalletti da pittore sono così pratici è che ci consentono di lavorare comodamente grazie alla regolazione in altezza o alla posizione della tela. Non tutti però hanno una regolazione simile. Ecco i principali tipi che si trovano in commercio:

  • Con scorrimento a binario: eleva la tela a passi. È un sistema molto semplice e funzionale che impedisce al legno di deteriorarsi. Si consiglia di usarlo quando la tela non è sul cavalletto per evitare che il suo peso danneggi il meccanismo.
  • Elettrica: di solito la regolazione elettrica la troviamo nei cavalletti professionali più robusti progettati per supportare lavori di grandi dimensioni. L’elevazione o inclinazione può essere a pedale o azionabile tramite un interruttore.
  • Con manovella: il sistema più classico che si trova spesso nei modelli di fascia alta. È quello con il design più tradizionale, è più pratico e più facile da usare.

Questi tipi di regolazione si riferiscono principalmente a cavalletti tripodi o da studio, anche se negli ultimi tempi troviamo questo tipo di sistema anche nei modelli da tavolo. Tuttavia, in quest’ultimo e in a cassetta troviamo anche chiusure che fissano la tela con viti a testa zigrinata in modo che non si muova mentre lavoriamo.

Donna che dipinge durante una lezione d'arte

Uno dei motivi principali per cui i cavalletti da pittore sono così pratici è che ci consentono di lavorare più comodamente grazie alla regolazione in altezza o alla posizione della tela. (Fonte: Shironosov: 57068023/ 123rf.com)

Uso e portabilità

A proposito di comfort non possiamo non parlare della portabilità. Perché, almeno che tu non debba utilizzare il cavalletto solo per dipingere sempre nello stesso posto, devi tener conto della facilità o complessità della sua trasportabilità.

Anche se lo utilizzi in un unico posto, probabilmente dovrai muoverlo spesso.

Si trovano ormai anche modelli con ruote sulle zampe che ne facilitano il movimento. Assicurati che le ruote abbiano un robusto blocco per garantire stabilità quando dipingi e non dimenticare anche la possibilità di piegarlo, sempre per facilitare la portabilità.

Se sei una persona che ama dipingere all’aria aperta potrebbero esserti utili sia i cavalletti a cassetta che quelli da campagna. Questi sono i più portatili di tutti. In effetti, molti artisti ne hanno uno per la casa e uno portatile per quando dipingono fuori.

Altre funzioni

Sapevi che esistono anche cavalletti adattati per persone con mobilità ridotta? Ebbene sì, questo tipo di cavalletti hanno il design simile al cavalletto da tavolo con però una base su cui si posa. Qualcosa come una scrivania con ruote dove avrai tutto ciò di cui hai bisogno a tua disposizione per dipingere.

Dariel MirandaCodirettore di Arte Miranda

“I cavalletti metallici tendono a presentare meno problemi contro gli agenti atmosferici, essendo l’ideale per facoltà, scuole d’arte e altri luoghi in cui il cavalletto deve essere usato intensivamente e senza preoccupazioni. D’altra parte, sono meno estetici di quelli in legno e, visto che una volta nel nostro studio il cavalletto diventa come un altro mobile della casa, molti di noi preferiscono quelli in legno che quelli in metallo.”

Conclusioni

Sono molti gli esperti che affermano che dipingere è benefico per la mente e una delle attività più rilassanti che esistano per aiutarci a schiarire le idee (1). Se anche tu vuoi tirar fuori l’artista che è in te, qualsiasi sia la ragione per farlo, non farti mancare un oggetto tanto prezioso come il cavalletto da pittore.

Oltre ai vantaggi più evidenti di un cavalletto, in particolare comfort e postura corretta, questo oggetto migliorerà la qualità dei tuoi dipinti. Grazie ad esso avrai una prospettiva migliore di ciò che stai dipingendo. E anche se esiste un numero impressionante di modelli disponibili, ormai sai già come scegliere il cavalletto per te, non è così?

Se hai trovato utile la nostra guida sul cavalletto da pittore, condividila sui social media e lasciaci un commento. Saremo felici di dipingere con te!

(Fonte dell’immagine in evidenza: Lightfieldstudios: 120052456/ 123rf.com)

Riferimenti (1)

1. La mente è meravigliosa - "La pittura come terapia" - 17 aprile 2016 - Consultato il 22/06/2020
Fonte

Perché puoi fidarti di me?

Priscilla Scrittrice e traduttrice
Sono laureata in lingue e la mia passione principale è viaggiare. Grazie al lavoro di scrittrice freelance, posso girare il mondo mentre scrivo degli argomenti che preferisco, come i prodotti di bellezza, gli animali e l'arte.
Articolo "La pittura come terapia"
La mente è meravigliosa - "La pittura come terapia" - 17 aprile 2016 - Consultato il 22/06/2020
Vai alla fonte