Ultimo aggiornamento: 28/09/2021

Nell’ultimo decennio sono successe molte cose nella sfera cibernetica. Uno degli sviluppi più eccitanti è la proliferazione delle criptovalute e tutti i sistemi e le tecnologie che le accompagnano. Una piattaforma innovativa che emerge da questo è Chainlink.

Questo articolo è tutto su Chainlink – dalle basi e dal background alle previsioni future e alle spiegazioni approfondite, questo articolo contiene tutto quello che devi sapere su Chainlink.




Sommario

  • Chainlink è una piattaforma che funziona su base blockchain. Integrando Oracles nel processo della blockchain, Chainlink crea una connessione tra il mondo “reale” e i sistemi blockchain.
  • Anche se ci sono diverse altre piattaforme Oracle, Chainlink è una delle poche che funziona in modo completamente decentralizzato. Quindi il principio di una blockchain non è perso qui.
  • In generale, la maggior parte delle previsioni per Chainlink e la sua criptovaluta LINK sono molto positive. Va notato qui che Chainlink dipende in parte dal prezzo di mercato di Bitcoin.

Background: Cos’è Chainlink?

Per capire cos’è Chainlink e come funziona, è necessario prima capire il background di questo argomento. Dai contratti intelligenti, alle blockchain, agli oracoli, ti spiegheremo le basi di Chainlink.

Cosa sono i contratti intelligenti?

I contratti intelligenti sono, fondamentalmente, semplici programmi che funzionano come contratti (3). La meccanica che c’è dietro è basata sulla programmazione if-then. Questo significa semplicemente che i contratti intelligenti adempiono automaticamente ai loro contratti non appena tutte le condizioni sono state soddisfatte. In parole povere, i contratti intelligenti sono contratti automatizzati che si basano principalmente sulle blockchain (3).

Qui, i contratti intelligenti si comportano come conti blockchain autonomi, con la differenza che non appartengono a nessuno. Di conseguenza, questi contratti non possono essere cambiati una volta che sono stati impostati. Naturalmente, i contratti intelligenti possono anche essere molto più complessi, coinvolgendo più parti e funzioni (3).

Cosa sono le blockchain?

In parole povere, una blockchain è un database decentralizzato che è di proprietà di ciascun membro (2). La funzione prevista di questo database era quella di una valuta digitale indipendente dalle banche o dai governi. Questa valuta è poi diventata Bitcoin. Nel frattempo, tutti i tipi di interazioni avvengono sulle blockchain (2).

Questa decentralizzazione, che rende la blockchain una pura rete peer-to-peer, elimina la necessità di fidarsi di un intermediario, dato che tutti i partecipanti interagiscono direttamente tra loro. Questo abbassa anche i costi di transazione (2).

chainlink

Blockchains e contratti intelligenti permettono alle persone di tutto il mondo di interagire direttamente tra loro. (Fonte immagine: NASA / Unsplash)

Oltre alla decentralizzazione, altre caratteristiche di una blockchain sono irreversibilità, trasparenza e anonimato. L’irreversibilità deriva dal fatto che qualsiasi informazione è memorizzata su una blockchain e non può più essere cambiata. Queste informazioni di solito equivalgono a delle transazioni. Se le informazioni cambiano, i dati memorizzati non vengono modificati (2).

Invece, un nuovo “blocco” contenente queste modifiche viene aggiunto alla catena. Così, si può tracciare la catena e vedere ogni cambiamento (2). Questo fa sì che il sistema blockchain sia anche trasparente. Qualsiasi cambiamento va in una sorta di “libro mastro aperto” (chiamato: libro mastro distribuito), che può essere visto da ogni membro (2).

I “blocchi”, cioè gli aggiornamenti delle informazioni, sono creati dai partecipanti volontari. Questi sono chiamati “minatori” e vengono pagati con le criptovalute (2). L’importo del pagamento è determinato in modo diverso in ogni sistema blockchain, anche se l’approccio “proof of work” è relativamente comune (2).

Cosa sono gli oracoli?

Il problema delle blockchain è che possono leggere i dati solo all’interno del loro sistema. Le informazioni che provengono dall’esterno sono inserite nella blockchain dai cosiddetti “oracoli” (5).

Gli oracoli sono “informatori” imparziali (1) che documentano i dati del mondo “reale” e poi li passano alle blockchain.

Queste informazioni sono necessarie alle blockchain per eseguire i contratti intelligenti, poiché questi entrano in vigore solo quando si verificano determinate condizioni. Le caratteristiche importanti di un Oracle sono integrità, disponibilità e riservatezza (1).

Quali sono i problemi con gli oracoli?

Poiché l’esecuzione di qualsiasi contratto intelligente dipende dagli oracoli, la loro affidabilità gioca un ruolo importante. Quindi è molto importante assicurarsi che le informazioni di un Oracle siano legittime e imparziali (13).

Quindi per controllare se le informazioni di un Oracolo sono affidabili, diversi Oracoli vengono confrontati tra loro. Se le informazioni provenienti da diversi oracoli sono d’accordo tra loro, si può assumere che siano corrette.

Più oracoli vengono confrontati tra loro, più i dati sono affidabili. Questo rende sempre più scomodo e costoso utilizzare i servizi di Oracles (1).

Inoltre, gli oracoli contraddicono lo scopo di una blockchain. Dopo tutto, quest’ultimo si basa su un sistema decentralizzato in cui non si deve fare affidamento sui dati individuali. Se c’è poi la necessità di fidarsi di terzi, sorge una discrepanza tra lo scopo previsto di una blockchain e la sua effettiva applicazione (13).

Come fa Chainlink a risolvere questi problemi?

Chainlink supera il “problema Oracle” funzionando come una piattaforma per gli Oracoli. Questo decentra gli Oracoli stessi. In questo processo, anche i vari oracoli sono formati in una blockchain.

In termini pratici, questo significa che diversi oracoli sulla piattaforma Chainlink sono ordinati e confrontati tra loro per mezzo di una blockchain (1).

Qui vengono considerate varie caratteristiche. Per esempio, viene misurato il tempo di cui un Oracle ha bisogno per divulgare le informazioni. Più tempo ci vuole, peggiore è la valutazione, ovviamente.

L’integrità di un Oracle è valutata in modo simile. Le informazioni che fornisce su un particolare evento vengono confrontate con le informazioni fornite da altri oracoli. Più l’informazione si discosta dalla maggioranza, peggiore è la valutazione dell’oracolo (1).

La differenza con le piattaforme Oracle esistenti sta nella decentralizzazione di Chainlink (13). Qui, gli oracoli non sono valutati da un’autorità centrale, ma dagli stessi membri del Chainlink (10). I membri possono anche diventare loro stessi Oracoli.

La criptovaluta interna, LINK, funziona come incentivo per i membri di Chainlink (13). Più un operatore di nodo opera in modo affidabile, meglio viene pagato (5, 13). Le entità partecipanti che non operano in modo affidabile ricevono una penalità in cui i token LINK vengono ritirati da loro (5).

Come funziona Chainlink?

Va notato all’inizio che Chainlink non è limitato a specifiche blockchain, ma è generalmente compatibile con tutte. Quindi se un contratto intelligente su una blockchain ha bisogno di dati esterni, viene inviata una richiesta a Chainlink (5, 9). Gli oracoli adatti sono poi determinati tramite smart contract e comunicati alle parti contraenti (1, 5).

La determinazione degli oracoli dipende dai requisiti che sono descritti nel contratto smart(1).

Gli oracoli selezionati sono poi messi in contatto con i partner del contratto, dove le parti possono negoziare varie condizioni, ecc. Gli oracoli e loro stessi sono selezionati dai contraenti stessi (1).

Alla fine di questo processo, viene creato un contratto Chainlink SLA, dove SLA sta per Service Level Agreement (9). Questo contratto contiene tre subcontratti, che sono un contratto di reputazione, un contratto di corrispondenza degli ordini e un contratto di aggregazione (9).

chainlink

Chainlink collega i partner contrattuali partecipanti con oracoli adeguati. (Fonte immagine: Cytonn Photography / Unsplash)

Il primo valuta le prestazioni generali dell’Oracle. Il contratto di corrispondenza degli ordini media le richieste del contratto intelligente agli oracoli e le loro risposte a loro volta alle parti contraenti. Infine, il Contratto di aggregazione guarda tutti i dati e li confronta (9) tra loro per generare il risultato più accurato.

Quali sono i vantaggi e gli svantaggi di Chainlink?

Come la maggior parte delle piattaforme, Chainlink ha sia svantaggi che vantaggi. Quindi, nella sezione seguente, esamineremo i pro e i contro di Chainlink:

Vantaggi
  • Chainlink espande le possibili applicazioni dei contratti intelligenti collegandoli al mondo &#8220
  • reale&#8221
  • (6, 7)
  • Poiché Chainlink è basato sulla tecnologia blockchain, la decentralizzazione e la rete P2P sono preservate (2)
  • Processo veloce grazie all”accessibilità degli oracoli (13)
  • Non esiste un”autorità centrale che possa censurare i contratti intelligenti (es.Es.) (13)
  • Grazie al sistema di aggregazione, viene trasmessa una maggiore quantità di dati affidabili (13)
  • Grazie al meccanismo della blockchain, tutte le transazioni, ecc. sono visibili (13)
  • Chainlink è in linea di principio compatibile con tutte le piattaforme blockchain. Non è quindi legato a Ethereum (13)
Svantaggi
  • I partner contrattuali devono fidarsi del processo di Chainlink e dei dati risultanti (11)
  • Chainlink ha una superficie di attacco relativamente ampia (11)
  • Il sistema di ricompensa funziona bene, ma in cambio il sistema di punizione non è molto maturo (11)
  • Ci potrebbero essere problemi nell”area della protezione dei dati (13)

Chainlink ha anche alcuni svantaggi, come abbiamo stabilito. Quanto siano gravi questi problemi e se Chainlink li risolverà, probabilmente diventerà chiaro in futuro.

Come sarà il futuro di Chainlink?

In generale, la maggior parte delle opinioni verso Chainlink sono positive. Anche se la crisi di Covid ha colpito anche la criptovaluta LINK, è in una tendenza al rialzo (8). Il precedente massimo, raggiunto nel febbraio 2021, non è stato superato o riconquistato da allora (8), anche se quest’anno è abbastanza promettente per LINK (8, 9, 10, 11).

La ragione di queste previsioni è, tra le altre cose, la costante crescita delle partnership che Chainlink sta creando. Inoltre, Chainlink ha dimostrato di essere una piattaforma flessibile e molto versatile (8). Questo è in parte dovuto ai molti sviluppi tecnici di Chainlink, che fanno anche relativamente bene sul mercato azionario (9). Infine, Chainlink ha costruito una forte comunità che sembra essere relativamente fedele al progetto (10).

Quindi si può dire che Chainlink soddisfa i tre requisiti più importanti per una criptovaluta di successo (10). Questi sono lo sviluppo della tecnologia, la costruzione di partnership e la promozione della comunità (9, 10). Tuttavia, va notato qui che LINK, come la maggior parte delle criptovalute, è legato a Bitcoin ed è ancora messo in ombra da esso (10).

Ci sono alternative a Chainlink?

Chainlink non è l’unica piattaforma che si occupa di Oracoli. Alcune altre piattaforme sono meno adatte al confronto perché sono centralizzate. Altri, tuttavia, potrebbero diventare concorrenti:

  • Protocollo NEST: Questa piattaforma Oracle funziona in modo relativamente simile a Chainlink, con la differenza che la procedura di penalizzazione è più chiaramente definita. Quindi, qui c’è ancora meno incentivo a diffondere informazioni false. NEST è conosciuto principalmente in Cina finora (11).
  • Hivemind: Questa piattaforma è nata come una sidechain di Bitcoin. All’interno di Hivemind, tuttavia, viene utilizzata la valuta Votecoin. In generale, Hivemind ha molte somiglianze con Chainlink, anche se non è ancora così sviluppato (13).
  • Mobius: Mobius è, di per sé, più una piattaforma per gli sviluppatori, per mezzo della quale si possono collegare i programmi con le piattaforme blockchain. Tuttavia, Mobius include anche un programma Oracle (13).

La differenza principale tra Chainlink e queste alternative è che gli oracoli risiedono nel sistema Chainlink e sono integrati nel meccanismo della blockchain. Nella maggior parte delle altre piattaforme Oracle, decentralizzate o meno, le fonti di informazione sono esterne a (13).

Conclusione

Anche se ci sono alcuni programmi che funzionano in modo simile a Chainlink, molti di loro non sono altrettanto promettenti. Da quando Chainlink è stata rilevata dalla piattaforma di trading Coinbase nel 2019, la piattaforma ha guadagnato sempre più attenzione.

Anche Chainlink si sta muovendo costantemente e ha già la fiducia di una comunità in crescita. Mentre LINK è ancora messo in ombra da Bitcoin, un buon numero di investitori vede già un futuro promettente davanti a sé.

Fonte dell’immagine: 66750719/123rf

Riferimenti (14)

1. Cryptolist. (2021). Was ist Chainlink?
Fonte

2. Cryptolist. (2021). Was ist eine Blockchain?
Fonte

3. Cryptolist. (2021). Was sind Smart Contracts?
Fonte

4. Cryptolist. (2021). Was ist Ethereum?
Fonte

5. CoinMarketCap. (2021). Chainlink - Kurs, Grafiken, Marktkapitalisierung.
Fonte

6. Chainlink. (2021). Homepage. SmartContract Chainlink Ltd SEZC
Fonte

7. Chainlink. (2021). Solutions. SmartContract Chainlink Ltd SEZC
Fonte

8. Kerkmann, J. (2021). Chainlink Prognose 2021 bis 2026: Lohnt sich ein Investment?. Blockchainwelt
Fonte

9. Bitcoin2Go. (2021). Chainlink Prognose 2021: Welches Potenzial hat das Orakel-Netzwerk von LINK?
Fonte

10. Küster, F. (2021). ChainLink Prognose 2021 | 2025 | 2030 LINK Kurs Prognose. Die Kryptozeitung.
Fonte

11. Sangalli, J. (2020). Why ChainLink is NOT the oracle of the future. Medium.
Fonte

12. Marquez, R. (2020). Crypto influencer: 3 Chainlink competitors have a 100x profit potential. Crypto News Flash.
Fonte

13. Acharya, U. (2018). Decentralized Oracles: Why Ethereum Needs ChainLink, and Not the Other Way Around. Fynestuff.
Fonte

14. Burgos Santana, J. (2020). Vier Gründe warum Chainlink der nächste Hype der Kryptowelt wird. BitcoinMag.
Fonte

Perché puoi fidarti di me?

Was ist Chainlink?
Cryptolist. (2021). Was ist Chainlink?
Vai alla fonte
Was ist eine Blockchain?
Cryptolist. (2021). Was ist eine Blockchain?
Vai alla fonte
Was sind Smart Contracts?
Cryptolist. (2021). Was sind Smart Contracts?
Vai alla fonte
Was ist Ethereum?
Cryptolist. (2021). Was ist Ethereum?
Vai alla fonte
Chainlink - Kurs, Grafiken, Marktkapitalisierung
CoinMarketCap. (2021). Chainlink - Kurs, Grafiken, Marktkapitalisierung.
Vai alla fonte
Chainlink Homepage
Chainlink. (2021). Homepage. SmartContract Chainlink Ltd SEZC
Vai alla fonte
Chainlink Lösungen
Chainlink. (2021). Solutions. SmartContract Chainlink Ltd SEZC
Vai alla fonte
Chainlink Prognose 2021 bis 2026: Lohnt sich ein Investment?
Kerkmann, J. (2021). Chainlink Prognose 2021 bis 2026: Lohnt sich ein Investment?. Blockchainwelt
Vai alla fonte
Chainlink Prognose 2021: Welches Potenzial hat das Orakel-Netzwerk von LINK?
Bitcoin2Go. (2021). Chainlink Prognose 2021: Welches Potenzial hat das Orakel-Netzwerk von LINK?
Vai alla fonte
ChainLink Prognose 2021 | 2025 | 2030 LINK Kurs Prognose
Küster, F. (2021). ChainLink Prognose 2021 | 2025 | 2030 LINK Kurs Prognose. Die Kryptozeitung.
Vai alla fonte
Why ChainLink is NOT the oracle of the future
Sangalli, J. (2020). Why ChainLink is NOT the oracle of the future. Medium.
Vai alla fonte
Crypto influencer: 3 Chainlink competitors have a 100x profit potential
Marquez, R. (2020). Crypto influencer: 3 Chainlink competitors have a 100x profit potential. Crypto News Flash.
Vai alla fonte
Decentralized Oracles: Why Ethereum Needs ChainLink, and Not the Other Way Around
Acharya, U. (2018). Decentralized Oracles: Why Ethereum Needs ChainLink, and Not the Other Way Around. Fynestuff.
Vai alla fonte
Vier Gründe warum Chainlink der nächste Hype der Kryptowelt wird
Burgos Santana, J. (2020). Vier Gründe warum Chainlink der nächste Hype der Kryptowelt wird. BitcoinMag.
Vai alla fonte
Recensioni