Ultimo aggiornamento: 03/08/2021

Il nostro metodo

12Prodotti analizzati

21Ore di lavoro

8Fonti e riferimenti usati

80Commenti valutati

Nonostantesia largamente sconosciuta al grande pubblico, la chitarra elettroacustica è uno degli strumenti a corda più utilizzati dai musicisti di tutti i livelli. Molte persone pensano ancora che le chitarre elettroacustiche siano una sorta di ibrido tra una chitarra acustica e una elettrica. Non potrebbero essere più in errore.

La chitarra elettroacustica è fondamentalmente una chitarra a cui è stato attaccato un amplificatore. Questo non impedisce di riprodurli quando sono scollegati. I suoni emessi da una chitarra elettrica e una chitarra elettroacustica sono quindi completamente diversi. Vuoi saperne di più su questo strumento? Continua a leggere




La cosa più importante

  • Pochi strumenti offrono un suono come quello di una chitarra elettroacustica. Sono strumenti relativamente recenti, ma, tuttavia, sono diventati indispensabili nella musica di oggi. Fondamentalmente, sono chitarre acustiche accoppiate ad un amplificatore, ma offrono una qualità del suono che è davvero impareggiabile.
  • Ci sono molti tipi di chitarre elettroacustiche: dreadnought, jumbo, resonator, auditorium e altre. Ognuno è progettato per uno specifico stile musicale e per uno specifico tipo di utente. Oltre ai loro numerosi vantaggi, sono anche versatili grazie agli effetti sonori che il preamplificatore permette.
  • Scegliere una buona chitarra elettroacustica non è un compito facile. Per prima cosa dobbiamo sapere come funziona, come familiarizzare con le sue varie parti e quanti tipi diversi ci sono. I fattori più importanti saranno, comunque, il tipo di uso che faremo della nostra chitarra e lo stile musicale che praticheremo.

Chitarra elettroacustica: la nostra selezione

Guida all’acquisto: quello che devi sapere sulle chitarre elettroacustiche

Le chitarre elettroacustiche combinano la qualità del suono di una chitarra acustica con la versatilità e il volume di una chitarra elettrica in un unico strumento. Scegliere quello giusto per le tue capacità musicali non è sempre facile, dato che c’è una vasta gamma di modelli e configurazioni. Continua a leggere per scoprire di più su questi strumenti sensazionali.

Pochi strumenti offrono un suono come una chitarra elettroacustica.
(Fonte: Ferrero: 95622080/ Pexels.com)

Come sono le chitarre elettroacustiche?

Le chitarre elettroacustiche sono, molto semplicemente, strumenti acustici che possono essere collegati ad un amplificatore esterno. Il loro suono è essenzialmente lo stesso di quello di una chitarra tradizionale, solo aumentato e modulato da un preamplificatore incorporato nel corpo dello strumento stesso.

La maggior parte di loro rimane funzionale anche quando sono scollegati.

Il suono di questi strumenti è raccolto da dispositivi chiamati pickup piezoelettrici.

Questi pickup sono solitamente posizionati sotto la sella del ponte della chitarra, raccogliendo non solo la vibrazione delle corde, ma anche la vibrazione del corpo dello strumento. Alcuni modelli sono dotati di un microfono interno, che aggiunge ancora più profondità e qualità al suono.

Un altro elemento chiave di qualsiasi chitarra elettroacustica è il preamplificatore. Questo di solito incorpora un equalizzatore e, a seconda del produttore e del modello, vari effetti sonori e filtri.

Il suono che alla fine sentiremo attraverso l’altoparlante dell’amplificatore dipenderà dall’efficienza dei pickup piezo e dalle qualità del preamplificatore.

Quanti tipi di chitarre elettroacustiche esistono?

Fondamentalmente, qualsiasi chitarra con corde di metallo che può essere collegata ad un sistema di amplificazione può essere chiamata elettroacustica. Le chitarre elettroacustiche sono ulteriormente suddivise in vari tipi o configurazioni, che illustriamo brevemente di seguito.

Tipo Caratteristiche
Dreadnought

Questo è il tipo più popolare di chitarra elettroacustica.

È più squadrata e più ingombrante delle chitarre tradizionali.

Il suo suono è potente, con medi e alti molto piacevoli.

Jumbo

Sono di forma più rotonda rispetto al tipo

dreadnought, ma più grandi per fornire più tono.
Sono spesso favorite dai solisti folk e country.

Auditorium Sono simili nelle dimensioni alla dreadnought, ma più arrotondate.

Offrono un eccellente equilibrio di comfort, volume e ricchezza di suono.

Dobro La sonorità di queste chitarre proviene da un cono risonatore di metallo inserito nel corpo.

Questo cattura le vibrazioni delle corde e le amplifica, offrendo un volume maggiore rispetto ad altri tipi di chitarre.

Folk

Sono strumenti leggermente più piccoli e quindi offrono meno volume.

Hanno una grande ricchezza di suono.

Quali sono le parti principali di una chitarra elettroacustica?

Se sei nuovo nel mondo delle chitarre elettroacustiche, alcuni termini potrebbero non suonarti familiari. Questo è il caso delle sue parti principali, che esamineremo di seguito.

  • Pickup. Dispositivi piezoelettrici incaricati di catturare le vibrazioni delle corde e del corpo della chitarra.
  • Spina di uscita. Connettore dove viene inserito il cavo che collega lo strumento all’amplificatore esterno.
  • Preamplificatore o preamplificatore. Dispositivo integrato nel corpo della chitarra incaricato di regolare il suo volume, così come i toni alti e bassi.
  • Collo. Situato alla fine del collo, è dove si trovano i perni che tengono tese le corde.
  • Capo. Si trova nella parte inferiore del pegbox e le corde si appoggiano su di esso.
  • Tastiera. Pezzo di legno attaccato al collo in cui sono incastrati i tasti.
  • Tasti. Dividono la tastiera in intervalli regolari e, quando vengono premuti con la mano sinistra, producono le diverse note.
  • Ponte. Questo è il punto in cui si attaccano le corde. Si trova nella parte inferiore dello strumento, sotto la cassa armonica.

Ci sono molti tipi di chitarre elettroacustiche: dreadnought, jumbo, resonator, auditorium e altre. (Fonte: Chuttersnap: r3dQGXRgScI/ Unsplash.com)

Quali sono i vantaggi di suonare una chitarra elettroacustica?

Uno dei principali vantaggi di questi strumenti è che, anche non collegati, possono essere suonati come una chitarra acustica tradizionale, a differenza delle chitarre elettriche. Pertanto, l’uso di un amplificatore non è essenziale e possiamo suonarla ovunque.

Inoltre, esistono modelli elettroacustici di quasi tutti i tipi di chitarra.

Un altro dei suoi vantaggi è l’equalizzazione. Tramite il preamplificatore integrato, possiamo modulare le vibrazioni emesse dallo strumento, mettendo a punto la sonorità degli alti, dei bassi e dei medi. In questo modo, è possibile controllare le tonalità per adattarle al tipo di musica che stiamo suonando. Una tonalità più alta, per esempio, aiuta ad enfatizzare la melodia.

La maggior parte delle chitarre elettroacustiche sono dotate di un accordatore integrato, quindi non è necessario comprarne uno. D’altra parte, raggiungono un volume che sarebbe impossibile da raggiungere con una chitarra acustica, grazie alla loro connessione ad un amplificatore esterno. Questo però non ci impedisce di poterci muovere con essa mentre suoniamo, specialmente sul palco.

Quali sono le migliori marche di chitarre elettroacustiche?

Oggigiorno è facile trovare buone chitarre elettroacustiche a prezzi abbastanza accessibili. Anche le marche meno conosciute hanno chitarre nel loro catalogo che sono in grado di mettere in ombra i produttori di lunga data. Tuttavia, ci sono nomi che sono sinonimo di qualità, come quelli elencati di seguito.

  1. Fender. Fondata nel 1946, questa azienda americana di strumenti musicali include marchi di chitarra come Gretsch e Takamine, tra gli altri. I loro design e materiali audaci sono il segno distintivo dei loro strumenti. Musicisti come Eric Clapton o Mark Knopfler si sono fidati delle loro chitarre.
  2. Gibson. Se c’è un produttore leggendario nel mondo delle chitarre, questo è Gibson. Con sede a Nashville, l’azienda possiede marchi di chitarra rinomati come Epiphone. I loro strumenti sono sinonimo di qualità e durata.
  3. Yamaha. La principale virtù del gigante giapponese è la straordinaria qualità dei suoi strumenti e la sua vasta gamma di modelli. È uno dei produttori con più chitarre elettroacustiche nel suo catalogo e quello che offre la più ampia gamma di prezzi.
  4. Ibanez. Questo produttore giapponese si è specializzato nell’offrire chitarre di qualità eccezionale in una vasta gamma di prezzi. L’azienda prende il nome da Salvador Ibáñez (1854-1920), un liutaio spagnolo le cui chitarre furono distribuite in Giappone dall’azienda Hoshino Gakki. Quando l’azienda spagnola chiuse, Gakki decise di produrre le proprie chitarre classiche.
  5. Chitarre Taylor. Specializzato in chitarre acustiche ed elettriche, questo marchio americano è tra i più apprezzati dai musicisti di tutto il mondo. È un produttore innovativo, con chitarre di fascia media e alta che possono raggiungere i 3000 euro.

Scegliere una buona chitarra elettroacustica non è un compito facile. Per prima cosa devi sapere come funziona, come familiarizzare con le sue diverse parti e quanti tipi diversi esistono. (Fonte: Jordan: 39fy-rebgcs/ Unsplash.com)

Criteri di acquisto

Sai già com’è fatta una chitarra elettroacustica, quanti tipi esistono e i principali produttori. Tuttavia, scegliere lo strumento che meglio si adatta alle tue esigenze richiede di considerare una serie di fattori, che sono elencati di seguito

Tipo di chitarra

Dreadnought, jumbo, resonator o auditorium sono alcuni dei tipi di chitarre elettroacustiche che esistono. Anche se a prima vista possono sembrare molto simili, ognuno di loro è progettato per essere suonato da un tipo molto specifico di utente e per uno specifico stile musicale. Le dimensioni delle chitarre jumbo, per esempio, possono essere scomode per alcune persone.

Le dimensioni e il peso della chitarra, quindi, hanno un’influenza decisiva sulla scelta. Uno strumento piccolo e sottile produrrà toni più alti. D’altra parte, una chitarra ingombrante avrà un suono più profondo. Da qui l’importanza di valutare correttamente lo stile musicale che praticheremo con essa in modo che non ci siano sorprese.

Le chitarre elettroacustiche sono semplicemente strumenti acustici che possono essere collegati ad un amplificatore esterno. (Fonte: Rangel: r5zhgy-a8e4/ Unsplash.com)

Legno

La qualità del legno è uno dei fattori chiave da considerare quando si sceglie una chitarra elettroacustica. Anche se il volume e l’equalizzazione dipendono dai pickup e dal preamplificatore, il legno è ancora fondamentale per un suono ricco e di qualità.

L’abete rosso e il cedro sono i legni più comunemente usati per la parte superiore.

Per quanto riguarda il fondo -la parte posteriore della chitarra- e le fasce -le parti laterali-, i legni più comuni utilizzati nella loro fabbricazione sono l’acero, il mogano e il palissandro.

Illegno di acero è molto bello esteticamente e favorisce bassi potenti e alti definiti. Il mogano e il palissandro, invece, offrono alti armonici definiti e bassi arrotondati.

L’uso che daremo alla chitarra

L’uso che faremo determinerà in gran parte il tipo di chitarra che sceglieremo. Giocare a casa, nel tuo tempo libero, non è la stessa cosa che giocare a livello professionale. Ricorda che c’è un tipo di chitarra per ogni stile musicale e che, all’interno di ogni classe, c’è una vasta gamma di forme, dimensioni e configurazioni.

Onestamente, non pensiamo che valga la pena spendere diverse migliaia di euro per una chitarra Taylor di fascia alta se hai intenzione di usarla per fare pratica a casa. Se sei agli inizi, una chitarra più un set di amplificatori è la strada da percorrere, che è sufficiente per iniziare. Vedrai come, man mano che progredisci, le tue mani e le tue orecchie chiederanno una chitarra di fascia più alta.

Accessori

Ci sono set di chitarre molto completi sul mercato, in modo da non dover comprare nulla per iniziare a suonare. Sono più adatti ai principianti e alle persone che vogliono semplicemente dare libero sfogo alle loro inclinazioni musicali.

Tuttavia, di solito devi comprare gli accessori separatamente, il che può aumentare significativamente il costo.

  1. Per prima cosa, potresti aver bisogno di cambiare le corde perché non si adattano al modo in cui vuoi suonare lo strumento.
  2. Successivamente, dovrai investire in un buon amplificatore esterno, poiché questo è ciò che converte il segnale elettrico dal preamplificatore in suono.
  3. Se la chitarra non ne ha uno, dovrai anche comprare un accordatore, uno strumento essenziale per ogni chitarrista.

Microfoni

Il numero, la disposizione e la qualità dei microfoni hanno un’influenza fondamentale sul suono della chitarra. Ce ne sono tre tipi: ponte, pickup e microfoni interni. I microfoni a ponte sono pickup piezoelettrici che raccolgono principalmente la vibrazione delle corde.

I microfoni a pickup raccolgono le vibrazioni del corpo in legno dello strumento.

Alcuni produttori hanno aggiunto un ulteriore microfono all’interno del corpo delle loro chitarre. Questo produce un basso più profondo e ricco e quindi un suono di qualità superiore. Tuttavia, ci sono musicisti professionisti che preferiscono posizionare un microfono di fronte alla buca della chitarra poiché ritengono che questo dia un suono più pulito e naturale.

Il suono di questi strumenti è raccolto da dispositivi chiamati pickup piezoelettrici. (Fonte: Cloudypixel: ekut_nicp-g/ Unsplash.com)

Preamplificatore

Il preamplificatore – chiamato anche preamp – è un dispositivo solitamente incorporato in uno dei lati della chitarra. Questo dispositivo amplifica il segnale proveniente dai pickup piezoelettrici che raccolgono le vibrazioni delle corde e del legno. Il preamplificatore invia il segnale tramite un cavo all’amplificatore esterno, che riproduce il suono.

Ogni produttore monta un certo tipo di preamplificatore nelle sue chitarre. Fishman è una delle marche di preamplificatori più popolari tra i professionisti perché offrono un suono di qualità e sono solitamente poco costosi. Boss, Takamine, Tech 21, Grace Design o Artec sono altri produttori di preamplificatori molto apprezzati dai musicisti di tutto il mondo.

Corde

Le corde delle chitarre elettroacustiche sono solitamente in metallo, mai in nylon, poiché interagiscono meglio con i pickup piezo. Se hai già un certo livello, scegli una chitarra con corde di qualità, di produttori come Ernie Ball o D’Addario. Per un suono superiore dovresti comprare le corde Elixir, una delle marche più quotate.

Quando scegli il tuo strumento, guarda lo spessore delle corde attaccate ad esso. Più grande è la chitarra – una jumbo o una dreadnought, per esempio – più spesse devono essere le corde per un suono ottimale. Gli strumenti più piccoli, d’altra parte, suonano meglio con corde più sottili.

Un altro elemento chiave di qualsiasi chitarra elettroacustica è il preamplificatore. Questo di solito incorpora un equalizzatore e, a seconda del produttore e del modello, vari effetti sonori e filtri. (Fonte: Picjumbo.com: 225230/ Pexels.com)

Rapporto qualità/prezzo

La qualità del suono di una chitarra elettroacustica dipende in gran parte dal modo in cui è fatta. Ecco perché dovremmo diffidare dei modelli troppo economici, perché potrebbero nascondere materiali inadatti o difetti di fabbricazione. Questo non significa che dobbiamo spendere molti soldi per comprare una buona chitarra.

Oggi ci sono produttori prestigiosi, come Ibanez o Fender, con chitarre con un buon rapporto qualità-prezzo. Sono ideali per iniziare a giocare, anche se presto avrai bisogno di modelli di qualità superiore e quindi più costosi.

A partire da 150 € puoi trovare chitarre di fascia media di marche come Yamaha o Harley Benton con un ottimo rapporto qualità-prezzo.

Cerca informazioni e opinioni

Quando scegli una chitarra elettroacustica è essenziale provarla o, almeno, cercare informazioni e opinioni di altri utenti. Se non hai la possibilità di suonarlo in negozio, fai qualche ricerca in rete e cerca dei video su YouTube di musicisti che hanno provato lo strumento. Questo ti darà un’idea approssimativa di cosa aspettarti dal modello che stai pensando di acquistare

Sommario

Anche se sono quasi degli ultimi arrivati, le chitarre elettroacustiche sono diventate strumenti indispensabili per i musicisti di tutti gli stili e condizioni. Oggi esiste una grande varietà di chitarre elettroacustiche, dalle più economiche ai modelli top di gamma riservati esclusivamente ai musicisti professionisti.

In questo articolo ti abbiamo mostrato come le chitarre acustiche differiscono dalle chitarre elettroacustiche. Ti abbiamo anche parlato dei vantaggi di suonare questo versatile strumento, così come delle diverse varianti che esistono. Non potevamo finire senza darti alcuni consigli per rendere la scelta della tua nuova chitarra elettroacustica il più facile possibile.

Se hai trovato il nostro articolo utile e interessante, puoi condividerlo sui tuoi social network, come Facebook o Twitter. Aiuterai altre persone e, tra l’altro, sarà il tuo modo di ricompensare il nostro lavoro. E se hai qualche domanda o pensi di avere qualcosa da contribuire, puoi farlo nella nostra sezione commenti, saremo felici di aiutarti

(Featured Image Source: Herhelizhiu: 88224265/ 123rf.com)

Recensioni