Ultimo aggiornamento: 06/10/2021

Il nostro metodo

7Prodotti analizzati

21Ore di lavoro

6Fonti e riferimenti usati

30Commenti valutati

Il contenitore per alimenti sono un grande alleato nella nostra vita quotidiana. Molti di noi hanno bisogno di portare il cibo al lavoro o di preparare il pranzo ai propri figli. È diventato un’alternativa favolosa sia per risparmiare sui nostri pasti che per rendere il nostro consumo di cibo molto più sano.

È un prodotto economico e molto versatile quando si tratta di pianificare il nostro cibo. Sia che li usiamo per conservare prodotti freschi o cotti, sono un’ottima alternativa ai sacchetti o ad altri componenti delle nostre dispense o frigoriferi. Per non parlare del fatto che quando si cuoce troppo, lo teniamo in un contenitore e lo abbiamo per un’altra situazione.




Sommario

  • Il contenitore per alimenti è il contenitore definitivo per conservare il nostro cibo. C’è una grande varietà a seconda dei nostri bisogni. Conservano la loro freschezza e il loro sapore molto meglio di qualsiasi altro contenitore.
  • Essendo articoli riutilizzabili, contribuiamo a preservare il nostro ambiente. Utilizzando gli avanzi di cottura, aiutiamo anche a ridurre il consumo di energia.
  • C’è una vasta gamma di opzioni tra cui scegliere quando si tratta di scegliere il contenitore giusto. A seconda della loro forma, del materiale o delle dimensioni, possiamo scegliere quello che più ci aggrada. Se sono per conservare, immagazzinare o trasportare, sceglieremo l’uno o l’altro.

Contenitori per alimenti: la nostra raccomandazione dei migliori prodotti

Una soluzione molto pratica per conservare il cibo, sia cotto che crudo, è quella di utilizzare un contenitore per alimenti. C’è una grande varietà di forme, materiali e dimensioni tra cui scegliere secondo i nostri gusti e bisogni.

Per fare una buona scelta, vediamo quali si adattano meglio al nostro stile di vita e alle nostre abitudini (1).

Guida all’acquisto: cosa devi sapere su un contenitore per alimenti

Ora risolveremo alcuni dei dubbi più frequenti che abbiamo quando si tratta di usare un contenitore per alimenti nella nostra vita quotidiana. Considerando alcune domande comuni, possiamo saperne di più su quale tipo di lunch box usare e come mantenerlo correttamente.

Non c’è niente di meglio che uscire in campagna e portare il proprio cibo in un lunch box. (Fonte: Priscilla Du Preez: zuEX5mOFvsg/ unsplash)

Quali sono i vantaggi e gli svantaggi del lunch box?

Molti di noi si stanno ancora chiedendo quale sia l’articolo migliore per conservare il nostro cibo, sia nel frigorifero, nel microonde o nel forno. La maggior parte dei contenitori di plastica contiene BPA, che è un prodotto chimico che può essere rilasciato quando il cibo viene riscaldato in questi contenitori e contaminarlo.

Quattro spagnoli su dieci mangiano in un contenitore di plastica al lavoro. È un modo per mangiare sano e risparmiare un po’ di soldi sul cibo da bar. Ma dobbiamo tenere a mente che non tutti sono adatti per congelare o trasportare il nostro cibo.

Ecco perché faremo un breve riassunto dei vantaggi e degli svantaggi di usare queste scatole per il pranzo per conservare il nostro cibo.

Vantaggi
  • Riutilizzabili
  • Conservano meglio il cibo
  • Impilabili
  • Comode e pratiche
  • Producono meno rifiuti
  • Trasportano il nostro cibo
Svantaggi
  • Alcune possono essere costose
  • Non tutte sono adatte a microonde e lavastoviglie
  • Alcune possono perdere liquidi
  • Devi restituirle

Quali tipi di scatole per il pranzo esistono?

A seconda delle nostre esigenze e abitudini, possiamo scegliere tra una grande varietà di lunchbox sul mercato. Potremmo fare una selezione molto varia di scatole per il pranzo a seconda della capacità, della forma, del materiale o del luogo di destinazione di questo contenitore per alimenti. Diamo un’occhiata ad alcuni di essi per farci un’idea

  • Trasporto: se vogliamo trasportare il nostro cibo in ufficio o per un viaggio. Dovremo sapere se sono a tenuta stagna, poiché potremmo causare un disastro quando apriremo il nostro e vedremo che tutto il liquido che conteneva si è rovesciato fuori. Manterranno la freschezza e la qualità del cibo ovunque andremo.
  • Conservazione: quando si tratta di conservare il cibo nei barattoli, ciò di cui abbiamo bisogno è che siano grandi e, soprattutto, impilabili. In questo modo guadagneremo spazio nelle nostre dispense e lo avremo molto più visibile e organizzato. Evitare di avere diversi sacchetti di prodotti nei nostri armadi.
  • Avanzi: spesso quando abbiamo degli avanzi dei nostri pasti possiamo conservarli e usarli di nuovo in un altro momento. Con questo tipo di contenitore possiamo conservare gli avanzi mantenendo le loro proprietà.
  • Alte temperature: se abbiamo bisogno di congelare o riscaldare ciò che abbiamo nel nostro contenitore, dobbiamo selezionare molto bene il contenitore. I produttori di solito indicano le temperature che possono sopportare per mantenerli in buone condizioni e non deteriorare i prodotti che contengono.

Come pulire una scatola per il pranzo?

Grazie al fatto che le scatole per il pranzo sono riutilizzabili, otteniamo uno dei maggiori benefici da questo contenitore. Ma per farli durare il più a lungo possibile, devono essere mantenuti correttamente. Ecco perché è molto importante sapere come pulire il tuo contenitore in modo che duri più a lungo.

Chi non si è mai macchiato di pomodoro fritto e non è riuscito a rimuovere la macchia per tutta la vita? Impariamo come pulire correttamente i nostri contenitori per il pranzo, tenendo conto di alcuni fattori

  • Solo acqua e sapone. Questi due componenti sono il modo più semplice ed efficace per tenerli sempre pronti all’uso.
  • Non utilizzare materiali abrasivi. Se usiamo spugne ruvide o d’acciaio graffieremo e danneggeremo il nostro contenitore. Questo creerà aree dove lo sporco rimarrà e sarà più difficile da rimuovere con spugne morbide.
  • Con acqua fredda. Anche se può sembrare il contrario, se hai conservato del cibo molto speziato o puzzolente, è sempre meglio pulirlo in questo modo. Questo eliminerà quegli aromi sgradevoli quando sarà il momento di usarli di nuovo.
  • Bicarbonato con acqua. Se dissolviamo questo componente, ci aiuterà ad eliminare completamente gli odori che possono rimanere dopo il lavaggio. Senza che si mescolino con il cibo che poi conserveremo.
  • Asciuga molto bene. È molto importante che quando conserviamo le nostre tazze siano asciutte. I batteri possono essere prodotti se l’umidità rimane al loro interno. Quindi la cosa migliore da fare è conservarli sempre aperti per assicurarsi che non rimangano tracce d’acqua dopo il lavaggio.

Quali sono le alternative alla scatola del pranzo?

Quando pensiamo ad una scatola del pranzo, la prima cosa che ci viene in mente è la plastica. Come già sappiamo, questo materiale dovrebbe essere evitato a tutti i costi, poiché sta uccidendo il pianeta.

Nel caso dei contenitori per il pranzo, dato che sono riutilizzabili, non genereremo così tanto inquinamento (2).

Ecco perché stanno arrivando sul mercato diverse alternative all’uso dei contenitori usa e getta. E così possiamo evitare di continuare a generare tonnellate di plastica che raggiungono gli oceani. Vediamo quali tipi di materiali possiamo utilizzare che non sono usa e getta

  • Contenitori di vetro o cristallo. Sono poco costosi e sono disponibili in una varietà di dimensioni. Ottima opzione sia per i liquidi che per i solidi. Possono essere conservati ovunque e resistono molto bene alle alte temperature. Possono essere utilizzati per il congelamento o per il successivo riscaldamento.
  • Contenitori in acciaio inossidabile. Assicurandoti che il materiale sia sicuro al 100% per gli alimenti e che non sia mai fatto di alluminio. Sono molto pratici e durevoli. Più leggero di quelli in vetro. Alcuni di essi sono anche ermetici, il che li rende più facili da usare.
  • Borse di stoffa. Non possiamo usarli per il cibo che non è solido. Ma sono perfetti per sostituire i sacchetti di plastica, dato che sono riutilizzabili. Trasporto di pranzi o panini in un modo molto conveniente, sano e sostenibile. La maggior parte di essi può essere lavata in lavatrice, il che allunga la loro vita utile.
  • Avvolgimento in cera d’api. Un’alternativa molto trendy e versatile. Possono essere utilizzati sia per conservare che per trasportare il cibo. Di solito sono fatti di cotone e tessuto di canapa ricoperti di cera d’api.

Come trasportare correttamente un contenitore di plastica?

Una delle parti più complicate dell’utilizzo di un contenitore di plastica è il suo trasporto. C’è il rischio che i liquidi all’interno possano fuoriuscire e causare un pasticcio. Per questo motivo, dobbiamo avere dei contenitori che ci danno la sicurezza di essere ermetici. Potrebbe essere una gran seccatura aprire il nostro cibo e tutto è uscito dal sacchetto in cui lo trasportiamo.

Portare il cibo al lavoro è una buona opzione per prendersi cura di se stessi e risparmiare allo stesso tempo.

Se vogliamo trasportare il nostro cibo, la nostra raccomandazione è per contenitori bassi, a bocca larga ed ermetici. In questo modo lo troveremo più comodo e pratico. Sono facili da trasportare e facili da pulire dopo. Ci sono due punti importanti da ricordare quando si porta il cibo da casa a qualsiasi altro luogo

  • Lascia raffreddare il cibo. L’ideale sarebbe cucinarlo la sera e metterlo in frigo durante la notte, evitando così la proliferazione di microrganismi. In seguito, una volta che il nostro contenitore si è raffreddato dopo la cottura, mettilo in frigorifero fino al momento di trasportarlo.
  • Proteggere la catena del freddo. Dobbiamo mantenere la temperatura alla quale il contenitore è stato conservato e quando arriviamo a destinazione, dobbiamo rimetterlo nel frigorifero in modo che si mantenga. Se non possiamo, dovremmo trasportarlo in una borsa frigo o termica, per mantenere il cibo fresco fino al momento di mangiarlo.
  • Tiralo fuori dal frigo all’ultimo momento. Non è consigliabile tenere un barattolo a temperatura ambiente per più di due ore. Quindi cerca di tenere il tuo cibo in frigorifero il più a lungo possibile.

Come conservare il cibo in un contenitore per alimenti?

Dobbiamo prendere in considerazione alcuni aspetti legati all’igiene quando conserviamo il nostro cibo. Per assicurarsi che la nostra salute non ne risenta, è importante tenerne conto. Quando vogliamo conservare il cibo o spostarlo in un altro luogo, dobbiamo stare attenti a non contaminarlo con funghi o batteri. Ecco alcuni suggerimenti da considerare (3)

  • È preferibile consumare il cibo cotto entro 24 ore dalla cottura. Se prolunghiamo il loro tempo e la loro temperatura favoriamo la crescita dei microrganismi.
  • Evita di conservare salse, uova, maionese, panna, pesce o carne che non sono stati adeguatamente cotti. Questi alimenti si deteriorano molto velocemente ed emanano forti aromi.
  • Conserva sempre le verdure ben asciutte, in modo che non si deteriorino così facilmente.
  • Tieni gli alimenti separati, con scompartimenti in modo che non si mescolino.
  • Prepara verdure asciutte ma ben cotte, così come carne, pasta e riso. È meglio lasciarli un po’ al dente per approfittare del riscaldamento per finirli.
  • Se possiamo prendere pezzi interi di frutta e prepararli dopo, è meglio metterli già tagliati nei contenitori.
  • Assicurati che il tuo contenitore abbia un coperchio rigido ed ermetico. Questo assicurerà una migliore conservazione del cibo.
  • Dobbiamo evitare l’umidità, la luce e l’aria. In questo modo, le condizioni del nostro cibo dureranno meglio in ogni momento.

Quando abbiamo bisogno di trasportare il nostro cibo, possiamo utilizzare i tipici contenitori per alimenti come il contenitore per alimenti. (Fonte: Spencer Davis: M7PZdI8Zjo/ unsplash)

Quale scatola per il pranzo è meglio per i bambini?

Con le scatole per il pranzo dei bambini avrai a portata di mano una merenda sana e gustosa per il tuo piccolo. In questo modo puoi nutrire il tuo bambino nel modo giusto mentre sei in viaggio, seguendo le stesse abitudini che hai a casa.

Completarle con borse per snack riutilizzabili ti aiuterà a prenderti cura del pianeta. I contenitori per il pranzo dei bambini sono fatti con materiali non tossici. Se hai intenzione di usarli per trasportare cibo, scegli il set di contenitori per bambini (4).

Criteri di acquisto

Per fare la scelta giusta tra la varietà di prodotti sul mercato, stiamo per dettagliare alcuni criteri di acquisto. Ne abbiamo evidenziati cinque, che pensiamo possano essere di grande interesse per te da conoscere in modo che tu possa fare una migliore selezione di tazze per la tua cucina.

Dimensione

La dimensione è qualcosa che dovremmo considerare quando acquistiamo le nostre tazze a seconda delle nostre esigenze e dello spazio che abbiamo.

A seconda di ciò che abbiamo intenzione di conservare, faremo anche la nostra scelta, dato che non vogliamo avere troppo spazio al loro interno per conservare meglio il cibo. Abbiamo una vasta gamma di possibilità tra cui scegliere. Potremmo dividerli in tre gruppi principali, anche se ce ne sono molti altri

  • Piccolo. Sono contenitori molto versatili perché possono essere utilizzati per molte cose diverse. Sono perfetti per le salse o i condimenti che useremo in seguito. Di solito sono di circa 5 cm in cui tenere piccole quantità di cibo liquido o secco.
  • Medio. Questi sono i più popolari, poiché possono essere utilizzati sia per trasportare un pasto individuale che per organizzare il nostro cibo nelle dispense o nei frigoriferi. Normalmente parliamo di dimensioni da 15 a 20 cm.
  • Grande. Ideale per conservare verdure, brodi o puree. Essendo grandi, non sono raccomandati per il trasporto dei nostri pasti, non sono i più comodi. Le loro misure sono solitamente tra i 20 e i 30 cm.

C’è una grande varietà di diversi tipi di contenitori sul mercato per aiutarti a fare la scelta giusta. (Fonte: Kim Deachul: NOAzwcMzZJA/ unsplash)

Forme

Anche la forma della nostra ciotola è qualcosa da prendere in considerazione. Dipenderà dallo spazio che avremo a disposizione per organizzarli meglio. Tutti noi abbiamo un armadio o un cassetto con un sacco di tazze che è impossibile tenere ben posizionate.

Tra i coperchi e i contenitori, ci sono momenti in cui è un vero tetris nei nostri armadi. Ecco perché vogliamo darti alcune linee guida su ciò che sarebbe più efficace per noi

  • Rotonda. Non sono i migliori per gestire lo spazio quando dobbiamo conservarli, ma sono i più efficaci quando si tratta di trasportarli. Dato che non hanno angoli o fessure, sono facili da pulire. Molto utile per conservare liquidi o salse.
  • Rettangolare e quadrato. Perfetti perché si adattano l’uno all’altro e così possiamo gestire meglio il nostro spazio. Sia nei frigoriferi che nelle dispense sono i migliori per la conservazione. Sono i più comuni, ma alcuni non sono molto impermeabili a causa degli angoli che hanno.
  • Decorativo, ce ne sono anche molti che hanno una forma decorativa. Sono normalmente utilizzati per la presentazione del cibo piuttosto che per la conservazione dei nostri pasti. Sono più difficili da pulire perché tendono ad avere molti angoli e fessure.

Materiali

A seconda dei materiali scelti, potremo utilizzarli in modi diversi, dato che non sono tutti adatti a luoghi specifici. Forni, lavastoviglie o microonde sono luoghi problematici da utilizzare e non ci si può mettere dentro qualsiasi pentola.

Da qui l’importanza di definire per cosa li useremo per fare una corretta selezione del nostro materiale. Ora cercheremo di descrivere quelli più comuni sul mercato e in questo modo avremo una scelta migliore

  • Vetro o cristallo. Contenitori molto versatili, dato che possono essere utilizzati per qualsiasi luogo o momento. Possono essere messi in forno, messi in lavastoviglie o usati nel microonde. Molto facili da lavare, sembrano sempre come nuovi. L’unico inconveniente è il loro peso. Quando si tratta di trasportarli, sono più pesanti del resto dei materiali disponibili.
  • Acciaio inossidabile. Sono la soluzione perfetta in termini di resistenza, dato che sono meno sensibili di quelli in vetro. Inoltre pesano poco e sono più facili da trasportare. Sono molto facili e convenienti da pulire, dato che il grasso viene facilmente rimosso dalla superficie. Lavastoviglie, congelatore e frigorifero.
  • Plastica. Sono i più comuni sul mercato. Sono molto facili da trasportare grazie alla loro leggerezza, il che li rende ideali per trasportare i nostri piatti da una parte all’altra. Quello a cui dobbiamo stare molto attenti è la loro composizione. Dobbiamo confermare che non contengono componenti tossici come il BPA.

Lavastoviglie e microonde

Come abbiamo già visto, non tutte le tazze sono adatte a lavastoviglie e microonde, che sono già essenziali nelle nostre cucine.

Questo è il motivo per cui dobbiamo prestare molta attenzione alle istruzioni del produttore per confermare se possono essere utilizzati o meno in questi apparecchi. I contenitori di plastica per il pranzo sono di solito quelli che soffrono di più problemi.

Cerca di non mettere il cibo ancora caldo nel contenitore di plastica, perché questo può deformare il contenitore e può causare cambiamenti di sapore. Allo stesso modo, non chiudere mai con il cibo caldo, in modo che possa raffreddarsi più velocemente.

Allo stesso modo, fai molta attenzione quando li cuoci al microonde. Se non sono adatti, potrebbero sciogliersi o cadere a pezzi, rovinando i nostri pasti (5).

Conservazione

Per una buona conservazione dei nostri pasti nei contenitori, dobbiamo conoscere alcune linee guida prima di iniziare ad usarli con leggerezza. Conduciamo una vita molto impegnata con il lavoro e gli orari della spesa, così che siamo quasi costretti a cucinare per diverse volte o giorni. Ecco perché è essenziale conservare il nostro cibo in modo consapevole.

La conservazione a freddo è il metodo più usato in casa

Sapendo che non tutti gli alimenti durano lo stesso tempo, è necessario conoscere alcuni elementi essenziali per poter fare i nostri calcoli. La carne o il pesce freschi non durano un giorno in frigorifero, mentre questi stessi prodotti possono durare due o tre giorni se cucinati. Le verdure crude durano circa quattro o cinque giorni. Finché sono in contenitori ben sigillati si manterranno in buone condizioni.

Sommario

I contenitori hanno reso la nostra vita più facile quando abbiamo bisogno di immagazzinare, conservare o trasportare il nostro cibo. Che sia per gli avanzi o per cucinare in altri momenti, sono sempre un’ottima soluzione per conservare le loro proprietà. Abbiamo una vasta gamma di opzioni in termini di materiali, forme e dimensioni tra cui scegliere.

Cerchiamo di essere molto consapevoli quando facciamo la nostra scelta, poiché ognuna di esse è specifica per il suo uso o luogo di conservazione. Dai più piccoli ai più grandi, la credenza della cucina è diventata un grande alleato nelle nostre cucine. Fanno parte della vita in diversi momenti della giornata.

(Fonte dell’immagine in primo piano: Olsson: lMcRyBx4G50/ unsplash)

Riferimenti (5)

1. Raquel R-S, Gustavo E. R-M, Rosa M-R. [Internet]. ENVASES INTELIGENTES PARA LA CONSERVACIÓN DE ALIMENTOS. Universidad Autónoma Indígena de México; 2014 [2021Aug].
Fonte

2. Durango AM, Soares NDF, Arteaga MR. Filmes y revestimientos comestibles como empaques activos biodegradables en la conservación de alimentos. Biotecnol. sector agropecuario agroind. [Internet]. 1 de julio de 2011 [2021]
Fonte

3. Alfredo GM. [Internet]. Preelaboración y conservación de Alimentos. Akal; 2010 [2021Aug].
Fonte

4. Delgado Olea, Nazaret; Navarro Benítez, Tania; Ruíz Guerrero, Marta María. Revista Internacional de Enfermería. Contaminantes en la alimentación infantil. 2019 [2021Aug].
Fonte

5. Eduardo del Río “Rius”. Plástico + microondas = cáncer. 2005 [2021Aug].
Fonte

Rivista scientifica
Raquel R-S, Gustavo E. R-M, Rosa M-R. [Internet]. ENVASES INTELIGENTES PARA LA CONSERVACIÓN DE ALIMENTOS. Universidad Autónoma Indígena de México; 2014 [2021Aug].
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Durango AM, Soares NDF, Arteaga MR. Filmes y revestimientos comestibles como empaques activos biodegradables en la conservación de alimentos. Biotecnol. sector agropecuario agroind. [Internet]. 1 de julio de 2011 [2021]
Vai alla fonte
Libro
Alfredo GM. [Internet]. Preelaboración y conservación de Alimentos. Akal; 2010 [2021Aug].
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Delgado Olea, Nazaret; Navarro Benítez, Tania; Ruíz Guerrero, Marta María. Revista Internacional de Enfermería. Contaminantes en la alimentación infantil. 2019 [2021Aug].
Vai alla fonte
Rivista
Eduardo del Río “Rius”. Plástico + microondas = cáncer. 2005 [2021Aug].
Vai alla fonte
Recensioni