Ultimo aggiornamento: 30/09/2021

Cos’è esattamente un credit default swap? Ci sono diversi termini e definizioni per questo concetto. La traduzione tedesca è, per esempio, credit default swap, ma una parola usata frequentemente per i CDS è soprattutto credit default insurance.

Per poter capire meglio la complessità del credit default swap, questo articolo tratterà la definizione in dettaglio. Inoltre, la tua conoscenza dell’argomento sarà avvalorata da esempi e ulteriori spiegazioni.




Sommario

  • I credit default swap sono credit default swap.
  • Con un credit default swap, il venditore di CDS interviene se il prestito è inadempiente.
  • La banca che acquista il credit default swap paga un premio per la copertura del rischio, che si basa sulla probabilità di default del debitore.

Informazioni di base: Tutto quello che devi sapere sui credit default swap

Le domande più frequenti sui CDS trovano risposta qui sotto. Questa è principalmente una spiegazione dettagliata di cos’è un credit default swap. Troverai definizioni, spiegazioni, grafici ed esempi.

Cos’è un credit default swap?

Il credit default swap (o CDS) è una polizza assicurativa sul credito che i creditori acquistano da terzi per proteggersi finanziariamente contro la possibile insolvenza del debitore. In questo caso, il rischio di credito è staccato dalla relazione di credito.

Come funziona un credit default swap?

Qui le definizioni e i ruoli più importanti sono definiti in modo più dettagliato. Questi sono importanti per capire l’esatto flusso di denaro e di credito. Successivamente, il processo di acquisto dei credit default swap viene spiegato in modo più dettagliato e infine il processo viene illustrato con un esempio.

Un credit default swap copre il tuo prestito in caso di insolvenza.

Ci sono tre ruoli importanti in un credit default swap: Il creditore, il debitore e il venditore di CDS. Il modo in cui il CDS funziona è che se il prestito dell’acquirente del CDS non viene rimborsato, il venditore del CDS paga quell’importo. In cambio, il venditore di CDS riceve un premio in anticipo.

La distribuzione dei ruoli in un CDS

Qui spieghiamo più in dettaglio la distribuzione dei ruoli nell’acquisto e nella vendita di un credit default swap

  • Creditore (acquirente di protezione): la persona, la banca o l’istituzione che concede un prestito. Nel caso di un CDS, i creditori sono raramente privati.
  • Debitore: la persona, la banca o l’istituzione che ha contratto il prestito. Nel caso di un CDS, il rischio è l’insolvenza di questa persona.
  • Venditore di CDS (venditore di protezione): terze parti come banche e istituzioni che vendono i CDS. Di nuovo, questi sono raramente, se non mai, individui privati.

Questi termini sono importanti per capire il processo di acquisto e come funziona un credit default swap. I crediti, il collaterale e i rischi associati ai CDS si basano su queste relazioni di acquisto.

Il processo CDS

Con un CDS, il prestatore o venditore di rischio (= creditore) si copre dal rischio di insolvenza del debitore. Pagando un premio al venditore di CDS, il creditore diventa così l’acquirente di protezione e riceve la protezione del venditore di protezione sotto forma di CDS.

I credit default swap vengono acquistati, per esempio, dalle banche che prestano grandi somme alle imprese edili. Si suppone che il rischio di insolvenza del credito sia ridotto comprando un CDS. (Fonte immagine: Tierra Mallorga / Unsplash)

Questo premio di copertura può essere pagato una volta, ma anche su un periodo più lungo, come trimestrale o semestrale. Un altro termine è CDS spread ed è spesso basato sull’importo nominale di un’obbligazione. I credit default swap sono scambiati principalmente da banche d’investimento o investitori istituzionali, raramente anche da grandi aziende.

Se il prestito può essere rimborsato, il credit default swap non entra in vigore. In questo caso, la banca che ha prestato il prestito subisce una piccola perdita a causa del premio pagato in anticipo, ma non è stata esposta al rischio di perdere l’intero importo del prestito.

Esempio: Marie vuole comprare una casa. Per farlo, prende un prestito con la sua banca e diventa così un debitore. La sua banca è il creditore. La banca non è sicura che Marie possa effettivamente ripagare il prestito, perché c’è il rischio che diventi insolvente nel corso degli anni.

Quindi la banca si protegge: paga uno spread CDS, o un premio, ad una banca d’investimento in modo che paghi l’importo del prestito alla banca creditrice in caso di inadempienza di Marie. Il rischio di default viene così trasferito.

Qual è la differenza tra l’assicurazione del credito e un credit default swap?

I prestiti sono contratti per diversi scopi e possono anche essere assicurati in diversi modi. I credit default swap sono spesso intesi erroneamente come assicurazione del credito. Tuttavia, questi tendono a garantire prestiti aziendali piuttosto che immobili o prestiti bancari. In questo caso, entra in gioco l’assicurazione contro le insolvenze, come il credit default swap.

Inoltre, i CDS sono a volte negoziati in borsa. In questo caso, gli indici sono altamente speculativi, ed è per questo che l’indice CDS (vedi sotto) esiste per rappresentare l’andamento dei costi dei debitori e del mercato dei CDS. L’indice CDS e i premi di default sono discussi più in dettaglio di seguito.

Come vengono calcolati i premi CDS?

Ci sono vari modi di pagare il premio CDS (o CDS spread), che il creditore deve pagare al venditore di CDS

  • Premio singolo
  • Premio a lungo termine

L’importo esatto del premio viene calcolato sulla base della probabilità di inadempienza, o sulla base di quale probabilità di inadempienza viene assegnata al prestito. A questo scopo, ci sono agenzie specifiche che classificano i valori di default per diversi gruppi o prestiti. Le agenzie più note per il rating del credito sono Moondy, Standard & Poor’s (S&P) e Fitch.

Anche i credit default swap possono essere scambiati sul Börde. Le agenzie di rating ci aiutano con le loro classifiche per ottenere una valutazione più accurata della probabilità di default del prestito. (Fonte immagine: Austin Distel / Unsplash)

La seguente lista ti mostra i termini per diverse probabilità di default. Tuttavia, le agenzie di rating non hanno una categorizzazione standardizzata, motivo per cui la seguente lista potrebbe non essere applicabile a tutte, ma fornisce una panoramica dei diversi livelli di affidabilità creditizia:

Probabilità di default Rating
Da AAA ad A Rischio di default da molto basso a basso
Da BBB a B Rischio d’insolvenza esistente
Da CCC a C Rischio di insolvenza con alta probabilità

Le rispettive agenzie di rating spesso hanno le loro aggiunte. Per esempio, BB può anche essere BB+ da Standard & Poor’s e Ba1, 2 o 3 da Moondy. Tuttavia, AAA o tripla A si dice che abbiano una probabilità di default di quasi lo 0 per cento.

Quando si calcola la probabilità di default e quindi lo spread dei CDS, è importante che la perdita calcolata per il venditore di CDS venga fuori di nuovo. Questo è spiegato di nuovo con un semplice esempio:

Esempio: una banca copre 100 prestiti di 100 milioni di euro ciascuno con i CDS. In media, uno di questi prestiti viene perso, con una perdita di 100 milioni di euro per la banca. Pertanto, un premio di almeno 1 milione per ogni prestito dovrebbe essere pagato alla banca in modo che non finisca con una perdita. Nel migliore dei casi, il premio è leggermente superiore a questo importo in modo da poter ottenere un certo profitto sulla copertura.

Cos’è il CDS INDEX?

L’indice CDS è un altro modo di descrivere la probabilità di default. Questo indice è espresso in punti base. 100 punti base risultano in una probabilità di default dell’1%.

O si può utilizzare il rating delle agenzie (vedi sopra), o si valuta il rischio delle attività sottostanti in borsa. Come banca, questo significa, per esempio, quanto ti costerebbe coprire 100 milioni di euro. Se la risposta è 1 milione, sai che l’indice è 1%. Se l’indice sale, sale anche il rischio di default.

Ha senso comprare un credit default swap come privato?

Come piccolo investitore, puoi comprare azioni in borsa o investire in fondi che trattano i CDS. Tuttavia, questo difficilmente ha senso, dato che si basano su speculazioni di insolvenze e sono quindi molto rischiose.

Specialmente come persona privata, tali rischi dovrebbero essere evitati, dato che il trading e l’investimento in credit default swap spesso coinvolgono somme nell’ordine dei milioni, così che soprattutto le grandi aziende sono coinvolte in questo mercato.

Quali sono i rischi di un credit default swap?

Anche se i credit default swap sono principalmente intesi come una copertura per i prestatori, sorgono comunque vari rischi. È importante notare qui che i rischi e, soprattutto, i pagamenti del rischio che concretamente derivano dal credit default swap non colpiscono affatto i privati, ma prevalentemente le banche e le aziende che commerciano con loro:

Esempio: prima della crisi finanziaria del 2008, molte banche di mutui erogavano prestiti alle imprese di costruzione per case con un rating di AAA e li coprivano attraverso vari CDS per diversificare il rischio. Nonostante la bassa probabilità di default, tuttavia, alcuni dei prestiti non poterono essere onorati, così che un gran numero di CDS entrò in vigore come una cascata e tutto puzzava insieme.

Le banche che acquistano credit default swap dovrebbero quindi soppesare questo rischio. In alternativa, in una situazione del genere, si potrebbe stipulare un’ipoteca collaterale, se possibile, in modo che il prestito sia garantito per la banca in un modo diverso.

Conclusione

Il credit default swap è un modo sensato per i prestatori di coprire i prestiti erogati contro l’insolvenza dei debitori pagando un premio calcolato sulla base della probabilità di insolvenza del debitore.

I CDS sono utilizzati per negoziare i rischi di pagamento, il che fornisce sicurezza ma crea anche rischi. Esiste un mercato separato per i CDS ed è per questo che la situazione di questi prestiti può essere spesso opaca e rischiosa.

Fonte immagine: burak/ pexels

Perché puoi fidarti di me?

Recensioni