Cuscini antidecubito
Ultimo aggiornamento: 10/08/2021

Il nostro metodo

7Prodotti analizzati

21Ore di lavoro

6Fonti e riferimenti usati

30Commenti valutati

Alcune malattie come la paraplegia, l’obesità e altre malattie terminali impediscono ai pazienti di avere una mobilità efficiente, il che può portare a ulcere cutanee note come piaghe da decubito che sono generate dalla pressione sul derma. Per evitare la comparsa di queste ulcere, l’uso di cuscini antidecubito è raccomandato perché riduce la pressione di appoggio, favorendo la circolazione del sangue.

In questo senso, abbiamo raccolto informazioni sui prodotti più eccezionali di questa categoria, essendo l’Adiggy Medical AD400 uno dei più popolari a causa del design laminato con 4 cm di schiuma ad alta resilienza, per sostenere fino a 100 Kg di peso, combinato con 3 cm di schiuma viscoelastica e un rivestimento traspirante e ignifugo. D’altra parte, abbiamo anche il Rocboc Gel Seat, progettato per studenti, autisti e professionisti che passano molte ore seduti, e il cui scopo è quello di correggere la postura e alleviare ulcere da pressione, emorroidi, sciatica, tra gli altri.




Cuscino antidecubito: la nostra selezione

Guida all’acquisto: Tutto quello che devi sapere sulle cuscino antidecubito

Le piaghe da letto sono una complicazione molto comune nei pazienti che passano molto tempo a letto, seduti su una sedia a rotelle o con una mobilità fisica limitata. Per questo motivo, ci sono alcuni prodotti che offrono un aiuto tecnico per migliorare questa condizione, soprattutto la postura riducendo la pressione sanguigna in alcune aree specifiche, dove le ulcere sono più inclini a comparire. In questo senso, ti invitiamo a conoscere la nostra guida all’acquisto del miglior cuscino a pressione, con la quale avrai le informazioni precise per sapere quale prodotto acquistare in base alle tue esigenze.

Tipi di cuscini

Prima di tutto, prima di iniziare un confronto di cuscini a pressione dovresti sapere qual è il rischio che il futuro utente ha di soffrire di ulcere da pressione, perché da questa informazione dipenderà la scelta del prodotto più adatto alle condizioni mediche del paziente.

In questo senso, il medico è lo specialista che ti dirà qual è il miglior cuscino per ulcere da pressione o quali caratteristiche dovrebbe avere per soddisfare le esigenze del paziente, nel caso in cui le piaghe da decubito siano già avanzate o ad un livello iniziale.

Per questo motivo, alcuni produttori possono classificare i diversi cuscini in base al grado della piaga da letto da trattare. Altri modelli sono più generici e offrono una cura preventiva, adatta a persone che sono all’inizio di una patologia che limita la loro mobilità.

Materiali

Collegati all’aspetto precedente sono i materiali utilizzati nella fabbricazione dei cuscini per ulcere da pressione, che hanno un impatto diretto sul costo del prodotto finale. Iniziamo con i più conosciuti: i cuscini in schiuma viscoelastica, che sono disponibili in diversi spessori e si distinguono per fornire una superficie morbida ma ferma che si adatta alla postura dell’utente, distribuendo la pressione in modo uniforme.

Questo modello è adatto ai pazienti con un rischio medio di piaghe da decubito, oltre ad essere il più adatto alle sedie a rotelle, dato che si adattano alle loro dimensioni e offrono una seduta più confortevole.

Un altro materiale economico e molto popolare nelle poltrone antiscarpe è il gel, generalmente fatto di polimeri iperelastici e ipoallergenici, il cui design nei cuscini massimizza la ventilazione nella zona dei glutei, così come il corretto allineamento lombare, specialmente nella zona del coccige.

I cuscini a celle pneumatiche sono fatti di materiali di alta qualità e resistenti, e il loro principio di funzionamento gonfiabile è il più efficiente nel trattamento delle piaghe da decubito, poiché permette la regolazione indipendente della pressione tra ogni cella per adattarsi al peso dell’utente.

Oltre a questi modelli c’è il cuscino in silicone, con un design flessibile e scavato che simula la superficie di un nido d’ape, ma con il giusto spessore per offrire una seduta comoda, morbida ed ergonomica per le persone che passano molte ore sedute.

Cuscini antidecubito

L’uso di cuscini antiscarpe è consigliato perché riduce la pressione di appoggio, favorendo la circolazione del sangue. (Fonte: Jarino47: 148235621 / 123rf)

Dimensioni e capacità

Così come i materiali differiscono da un cuscino all’altro, ci sono anche diverse dimensioni per soddisfare le esigenze di ogni utente. Anche se la maggior parte dei cuscini hanno un formato quadrato, possono variare in altezza a seconda del materiale di cui sono fatti.

Inoltre, alcuni produttori offrono un catalogo di diverse misure in modo che l’acquirente possa scegliere quella di cui ha bisogno. In questo senso, anche il peso dell’utente ha un impatto, dato che alcuni modelli specificano il carico massimo che possono sostenere, offrendo un’ampia gamma da circa 25 a 135 kg, altri resistono fino a 150 kg e sono adatti a pazienti che sono in sovrappeso, alti o sedentari.

Di conseguenza, ti consigliamo di avere queste informazioni molto precise in modo che quando scegli un cuscino antidecubito puoi chiarire i tuoi dubbi in merito e comprare un prodotto resistente e adatto al peso del paziente.

Marca e prezzo

Nel caso di questi cuscini ortopedici, molti utenti preferiscono andare sul sicuro e acquistare prodotti di una marca specializzata, il che è una decisione saggia, dato che questi cuscini sono certificati da associazioni mediche e hanno dimostrato di essere efficaci. Questi sono raccomandati per i pazienti anziani che sono costretti a letto o sulla sedia a rotelle. Tuttavia, il loro costo è molto più alto, ma l’investimento è sostenuto da produttori con anni di esperienza.

D’altra parte, ci sono anche prodotti efficienti ed economici che si possono acquistare per prevenire la comparsa di ulcere, eliminando il rischio in quelle persone che hanno temporaneamente qualche disabilità motoria.

Di conseguenza, prima di scegliere un modello solo per il suo prezzo dovresti considerare tutti gli aspetti di cui sopra, dando priorità ai bisogni medici del paziente, per acquistare il cuscino che gli si addice veramente in base alle sue condizioni di salute.

Come usare cuscino antidecubito: la guida definitiva

Anche se l’uso di un cuscino antidecubito può sembrare molto chiaro, ci sono diverse situazioni in cui è necessario un cuscino ortopedico da seduta con queste caratteristiche. Pertanto, ti spieghiamo qui come usare un cuscino antidecubito in modo che tu possa capire i benefici di questo prodotto per diverse persone.

Sedile per sedia a rot elle

Le persone con mobilità ridotta che hanno bisogno di una sedia a rotelle per il trasporto devono avere un sedile comodo perché passano la maggior parte della giornata seduti. Tuttavia, la maggior parte di questi veicoli non incorporano un supporto sufficientemente comodo e ortopedico. Pertanto, un cuscino antidecubito dovrebbe essere montato per promuovere la circolazione del sangue, ridurre la pressione sui glutei e prevenire le ulcere da pressione, una condizione molto comune nelle persone con difficoltà di movimento.

Cuscini antidecubito

L’uso di un cuscino antidecubito, con una seduta ortopedica. (Fonte: Nanastudio: 123161502 / 123rf)

Supporto per autisti

Se lavori come autista di merci, tassista o in qualsiasi mezzo di trasporto che ti richiede di rimanere seduto per lunghe ore, puoi utilizzare un cuscino antidecubito per proteggere la zona del coccige, evitare l’affaticamento della zona lombare e avere una postura ergonomica durante la giornata.

Trattamento delle emorroidi e delle malattie della prostata

Alcuni utenti che soffrono di malattie della prostata o emorroidi hanno bisogno di avere una seduta comoda per ridurre la pressione sulle zone colpite, quindi un cuscino antidecubito li aiuterà a rilassare i muscoli e ad avere un corretto flusso di sangue, migliorando anche il dolore.

Donne incinte e donne in travaglio

Non è un segreto che molte donne possono soffrire di emorroidi durante la gravidanza, così come di stanchezza quando si cammina e si sta seduti, quando si guida la macchina e anche quando si è passeggeri. Per questo motivo, il cuscino ortopedico offre loro numerosi benefici per ottenere una postura seduta confortevole e svolgere le loro attività quotidiane.

Allo stesso modo, questo prodotto è anche molto utile dopo il parto quando molte donne soffrono di fistola ostetrica, una condizione che può essere trattata ma che necessita di cure speciali nella zona della vagina e dell’ano. Quindi un sedile ortopedico di questo tipo favorisce il trattamento della fistola per il successivo intervento chirurgico, essendo indispensabile nel periodo pre e post operatorio.

Office jobs

L’uso dei cuscini antidecubito non è limitato esclusivamente alle persone che soffrono di qualche tipo di malattia o disabilità motoria. Al contrario, al giorno d’oggi molte professioni sedentarie rendono necessario l’uso di un cuscino ortopedico per ottenere una postura corretta per coloro che passano la giornata seduti in un ufficio, davanti a un computer. Questo cuscino riduce l’affaticamento nella zona lombare e favorisce una postura ergonomica.

Cura e manutenzione

Tuttavia, per sfruttare al massimo i benefici del cuscino antidecubito, è importante mantenere una buona igiene del suo rivestimento e dell’imbottitura, poiché questo assicura una maggiore durata. A questo proposito, leggere e seguire le istruzioni del produttore ti aiuterà a curare correttamente il cuscino, utilizzando prodotti neutri o disinfettanti adatti a questo tipo di seduta.

Cuscino antidecubito: le domande più pressanti

Come scegliere un cuscino antidecubito?

È importante prendere in considerazione il peso e il livello di mobilità fisica dell’utente, se usa una sedia a rotelle o se rimane a letto la maggior parte della giornata, per scegliere il modello più adatto alle sue esigenze.

Come viene posizionato il cuscino antidecubito?

Il cuscino può essere posizionato sulla sedia a rotelle, sul divano o sul letto dove il paziente passa la maggior parte del tempo, o può anche essere usato come schienale se l’utente è semi-sdraiato. Un altro modo è come supporto per il collo e le braccia, dato che queste aree sono anche soggette a piaghe da decubito.

Nel caso dei cuscini antidecubito fatti di materiale viscoelastico, è meglio posizionarli su una superficie dura per sfruttare tutti i loro benefici. Se li metti su una base morbida, simuleranno lo stesso modello della superficie, senza regolare la pressione esercitata.

Cuscini antidecubito

Lo scopo è quello di correggere la postura e alleviare ulcere da pressione, emorroidi, sciatica, tra gli altri. (Fonte: Jarino47: 148235841 / 123rf)

Come sedersi su un cuscino antidecubito?

L’uso di questo prodotto ortopedico non ha grandi misteri, viene semplicemente posizionato sulla superficie di appoggio della sedia a rotelle, del letto o di qualsiasi altro sedile e si procede a sedersi in modo naturale e comodo, secondo le proprie possibilità.

Devi ricordare che la zona dei glutei è la più suscettibile alle piaghe da decubito, quindi, anche quando si usa il cuscino ortopedico, si dovrebbero fare frequenti cambiamenti posturali per completare l’effetto del sedile antidecubito. Si raccomanda anche di utilizzare una postura ergonomica per ridurre l’affaticamento nella zona lombare e, se c’è già un dolore da decubito, bisogna fare molta attenzione a non generare attrito in questa zona quando ci si siede o si cambia postura.

Come lavare un cuscino antidecubito?

In generale, l’indicazione più importante è quella di controllare in dettaglio le istruzioni del produttore sulla pulizia del prodotto.

A questo proposito, il più comune è che i cuscini includono coperture con zip che possono essere rimosse per il lavaggio a mano o in lavatrice. Molti produttori raccomandano di utilizzare un detergente neutro per proteggere i tessuti, così come l’asciugatura all’aria o in macchina a bassa velocità e senza calore. La schiuma può essere pulita a secco o con un panno umido.

Qualunque sia il design del cuscino antidecubito, è anche importante disinfettarlo frequentemente, dato che trascorre molto del suo tempo assorbendo il sudore e altri elementi dell’ambiente. Quindi, a seconda del produttore, puoi usare una soluzione di 9 parti di acqua per 1 parte di candeggina per lavare la schiuma o l’imbottitura del tuo cuscino, così come la fodera, strofinarli delicatamente con una spazzola e poi sciacquarli con acqua pulita. Dopo, puoi appenderli ad asciugare all’aria per mantenerli senza batteri.

(Featured image source: Bialasiewicz: 35447741 / 123rf)

Perché puoi fidarti di me?

Recensioni