Se stai leggendo questa guida, è perché ti piace mantenerti in forma. Si sa, non è sempre facile trovare il tempo di andare in palestra e adattarsi agli orari dei corsi disponibili. Oppure sei una persona che preferisce allenarsi a casa, seguendo i propri ritmi. In entrambi i casi, la soluzione migliore è fornirsi di un bilanciere e qualche disco per pesi.

Questo può essere un buon inizio, poiché si tratta di un accessorio pratico e adatto a tutti gli sportivi che vogliono allenarsi, dal professionista, che desidera migliorare i suoi record, al principiante che inizia a scoprire i benefici di avere una bella muscolatura. Tutti noi possiamo allenarci con i dischi per pesi. Continua a leggere, ti mostreremo tutti i loro vantaggi.

Le cose più importanti in breve

  • La combinazione di un bilanciere, qualche disco per pesi e dei fermi di serraggio (elementi che costituiscono il cosiddetto set olimpico) renderà la tua palestra da casa un luogo eccezionale dove riuscire a potenziare la forza e la massa muscolare. Trattandosi di pesi diversi, è necessario che ti soffermi a pensare al tipo di allenamento che vuoi iniziare a praticare, e quindi scegliere il peso dei dischi più adatto a te.
  • I dischi che si caricano sul bilanciere (chiamati anche dischi olimpionici) possono avere differenti pesi ed essere realizzati in diversi materiali, anche se normalmente sono di ghisa o di gomma. Sono dotati di un foro centrale di circa 50 mm di diametro e si fissano al bilanciere con chiusure di sicurezza o fermi a farfalla.
  • Prima di comprare dei dischi per pesi, dovrai valutare alcuni fattori importanti, come il peso e le dimensioni, la compatibilità con il bilanciere, il materiale di realizzazione, il luogo di allenamento e il diametro del foro del disco. In questa guida affronteremo, nel dettaglio, tutto quello che devi sapere sui dischi per pesi. Ti consigliamo di proseguire nella lettura prestando attenzione.

I migliori dischi per pesi sul mercato: la nostra selezione

In questa guida cercheremo di mostrarti alcuni aspetti che devi considerare prima di comprare dei dischi per pesi, per far sì che la tua decisione sia la più giusta possibile. A seguire, ti presentiamo i quattro migliori set di dischi per pesi presenti sul mercato. Analizza bene le caratteristiche, qualcuno di questi set potrebbe essere quello giusto per te!

Il set di pesi più versatile

I dischi per peso Proiron sono realizzati in ghisa al 100%, privi di ftalati e piombo. Si può scegliere uno tra i 4 kit disponibili: 4 pezzi da 1.25 kg; 4 pezzi da 2.5kg; 2 pezzi da 5kg; 2 pezzi da 10kg. Il diametro del foro è di 25 mm. Di dimensioni compatte e ben rifinite sono compatibili sia con i bilancieri che con i manubri. La qualità di questi dischi è considerata ottima dagli utilizzatori.

Il miglior rapporto qualità-prezzo

Allenarsi a casa sarà semplicissimo con questo paio di pesi da 10 kg di ScSports. I dischi sono in ghisa, compatti e resistenti. Non si graffiano facilmente e sono adatti come allenamento e mantenimento della forza muscolare, ma sono anche utili per la riabilitazione. Il foro ha un diametro di 30/31 mm, e sono compatibili sia su barra corte o lunghe. Particolarmente esaltato il rapporto qualità prezzo dai recensori.

Il miglior set di dischi olimpionici

Si tratta di un set di pesi che offre la possibilità di allenarti con il bilanciere o con i manubri, e di eseguire le tue routine di potenziamento muscolare di Crossfit e sollevamenti. I dischi sono realizzati in ghisa resistente, sono dotati di tre prese zigrinate che agevolano l’impugnatura sicura e non scivolosa. Con un foro del diametro 50 mm, e una circonferenza di circa 20 cm, questi dischi sono equilibrati, stabili e resistenti. Con l’acquisto, è incluso un PDF workout interattivo con 20 esercizi per l’allenamento.

Il dischi per pesi più compatti

Questo set è composto da due dischi per pesi da 10 kg ciascuno. Lo spessore di ogni disco è di 3,5 cm, dunque sono molto compatti, mentre il diametro totale è di circa 27 cm. Ogni disco è dotato di un foro di misura 30 mm, compatibile con manubri, bilancieri più comuni. Non sono dotati di rivestimento in gomma si consiglia pertanto di utilizzare un tappetino per evitare eventuali urti sul pavimento.

Guida all’acquisto: Tutto quello che devi sapere sui dischi per pesi

Ormai allenarsi con bilanciere e pesi è diventata una moda praticata sia nelle palestre che a casa. Si tratta, infatti, di un set di allenamento ideale per lavorare sulla potenza e sulla resistenza, tanto è vero che, già dopo poco tempo, si vedono i grandi risultati. A seguire, ti mostriamo tutto ciò che devi sapere sui dischi per pesi.

Disco per peso

I dischi per pesi sono piastre che si applicano alle estremità del bilanciere. (Fonte: Hxdbzxy: 35414292/ 123rf.com)

Che cosa sono i dischi per pesi?

I dischi per pesi sono delle piastre che si applicano alle estremità del bilanciere. Sono indispensabili per l’allenamento di qualunque sportivo amante della potenza muscolare, e sono un’eccellente soluzione per esercitarsi a casa. I dischi per pesi si utilizzano in tantissimi programmi, dal sollevamento classico, fino all’olimpionico e al Crossfit. Perciò, riuscire a fare tutto questo con i tuoi pesi, sarà il tuo miglior investimento.

Come posso usare i dischi per pesi?

Sebbene l’allenamento con il bilanciere e con i dischi ti aiuterà a costruire una routine di allenamento completo, esercitarti solo con i pesi ha anche molti vantaggi, poiché sono versatili e facili da conservare. A seconda del peso del disco che scegliamo, possiamo realizzare vari movimenti, e in questo modo riusciremo a lavorare sul corpo. A seguire ti mostriamo gli esercizi che possiamo fare.

  • Come carico: Tenendo il disco tra le mani, possiamo realizzare il “played press” (sollevando il disco da una posizione stesa all’altezza dei pettorali) Si può anche abbracciare il disco davanti al corpo e fare sollevamenti del tronco per intensificare il lavoro addominale. Inoltre possiamo fare affondi e squat per allenare la parte inferiore.
  • Come appoggio: Se impiliamo una serie di pesi, formeremo una panca su cui possiamo salire e scendere per lavorare le gambe. Così, possiamo usare i dischi anche per fare il “box jump”.
Matt LeemanPersonal trainer e triatleta professionista

“A differenza dei manubri, la forma dei dischi per pesi ti permette di creare una grande varietà di movimenti a corpo libero, come le oscillazioni, gli affondi e i deadlift“.

Quali tipi di dischi per pesi esistono?

Se dovessimo analizzare tutti i dischi per pesi esistenti, dovremmo dividerli in due grandi categorie: una che riguarda il peso e il diametro esterno dei dischi, e l’altra che si riferisce invece alla funzione dei dischi e al materiale di realizzazione. A seguire, approfondiremo ognuno di questi aspetti.

In base al peso e al diametro

  • Dischi olimpionici standard: il diametro del disco più grande non deve superare i 45 cm. Lo spessore è variabile, anche se quelli da gara sono più spessi.
  • Dischi olimpionici intermedi: il peso è sotto i 10 kg e il diametro è inferiore ai 45 cm. La funzione di questi dischi è la progressione dei carichi, senza salti di peso.
  • Dischi tecnici: il loro peso è uguale o inferiore ai 5 kg. Sono adatti per perfezionare la tecnica. In genere sono bianchi o rossi e sono realizzati in ghisa.

In base al materiare di realizzazione

Dischi in ghisa: si usano per il powerlifting (alzata di potenza), in cui la barra non cade a terra, per cui non è necessario l’utilizzo della gomma. A seguire, ti mostriamo i modelli principali.

  • Cast iron: sono i modelli base e si usano di solito nelle palestre in casa.
  • Machined cast iron: hanno un peso effettivo più preciso, ma un costo più alto.
  • Con rivestimento in gomma: si usano nella maggior parte delle palestre per evitare il rumore del bilanciere quando cade per terra. Sono più durevoli.
  • Calibrati: sono quelli regolamentari. Sono gialli, blu o rossi. Hanno uno spessore inferiore ai precedenti.

Dischi di gomma/bumper: sono realizzati completamente in gomma e sono i dischi usati nel crossfit e nel sollevamento pesi. Così come per i modelli in ghisa, ci sono diversi modelli sul mercato, e si dividono in:

  • Basilari: durezza intermedia, che consente un rimbalzo standard.
  • Hi-Temp: durezza inferiore dei precedenti. Capacità di rimbalzo superiore.
  • Regolamentari: hanno una durezza maggiore e un rimbalzo più limitato.
    Dischi per peso colorati

    Per la varietà di dimensioni e peso, un disco per pesi è l’elemento ideale per allenare qualsiasi parte del corpo. (Fonte: Jasper Aggergaard: KcPmKh9cWlk/ Unsplash.com)

Quali esercizi possiamo fare con un disco per pesi?

Per la varietà di dimensioni e peso, un disco per pesi è l’elemento ideale per allenare qualsiasi parte del corpo: si può sollevare, lanciarlo o usarlo per aumentare l’intensità degli esercizi, per esempio, per aumentare gli addominali o per fare gli squat. Perciò, completare le routine di allenamento con un disco, non solo è possibile ma è molto efficace. Ti riportiamo qualche routine:

  • Sollevamento frontale del disco. Mantenendo le braccia tese, solleva il disco fino a portarlo oltre la testa.
  • Poi, abbassa il disco lentamente. Puoi fare tre serie da 30 ripetizioni.
  • Giro con il disco. Reggi il disco dai due lati, all’altezza del petto. Fallo girare su se stesso, fino a che una mano arriva in alto e l’altra in basso. Fai circa 20 ripetizioni per ogni lato.
  • Estensione dei tricipiti. Piega gli avambracci, in modo che il disco sia dietro la testa e i gomiti verso l’alto. Ripeti l’esercizio 3 volte in serie da 12.
  • Affondi con il disco. Porta un piede in avanti nella posizione dell’affondo. Intanto, il ginocchio indietro deve quasi toccare terra. Mantieni la posizione iniziale per almeno un secondo. Fai 10 affondi per ogni gamba.

Come evitare il cattivo odore dei dischi per pesi?

Se non vogliamo che i nostri pesi disperdano un cattivo odore è meglio scegliere i dischi in ghisa. I più consigliati sono quelli basici o calibrati. Inoltre, questo tipo di materiale previene la corrosione e garantisce una maggiore durevolezza. L’unico neo è che non si possono usare per le gare.

Pesi e bilanciere

Esistono due tipi di sistemi di serraggio per montare i dischi sulla barra: regolamentari e non regolamentari.(Fonte: Katarzina Bialasiewicz: 45608036/ 123rf.com)

Quali fermi devo comprare per i miei dischi per pesi?

Esistono due tipi di sistemi di serraggio per montare i dischi sulla barra: regolamentari e non regolamentari. I primi non conviene comprarli poiché sono molto costosi, a meno che non hai intenzione di dedicarti alle competizioni officiali. I fermi non regolamentari sono i più consigliati. Ti spieghiamo il perché a seguire.

Tipo di fermo non regolamentare Vantaggi Non convenienti
Fermi metallici Basso costo. Poco pratici per cambiare i dischi.

Poca durevolezza. Essendo metallici, si ossidano facilmente.

Possono creare graffi sulla barra.

Chiusura a sgancio rapido La minima durezza permette di sostituire velocemente i dischi.

Maggiore durevolezza.

Design più esclusivo.

Prezzo più alto.

Criteri di acquisto

Se stai pensando di sostituire i tuoi dischi per pesi, o non ne hai mai avuto uno e non sai che criteri seguire prima dell’acquisto, leggi il prossimo paragrafo, è scritto proprio per te. Prendi nota delle nostre istruzioni così sarai più sicuro nella scelta. Esiste, infatti, una serie di elementi indispensabili che devi assolutamente considerare. Eccoli:

  • Peso e dimensioni
  • Compatibilità con il bilanciere
  • Materiale
  • Luogo di allenamento
  • Diametro del foro

Peso e dimensioni

Prima di comprare i dischi per pesi, dobbiamo pensare a che livello vogliamo allenarci. Ci sono dischi di diverse misure e la nostra scelta dipenderà dal tipo di esercizio che andremo a fare. Inoltre, i dischi che compreremo dovranno avere la stessa dimensione, affinché il bilanciere non sia sbilanciato nei sollevamenti.

Compatibilità con il bilanciere

Questo è un altro importante criterio di acquisto, poiché devi sapere che non tutti i dischi cono compatibili con tutti i bilancieri. Pertanto devi stare molto attento a scegliere dei dischi che si adattano perfettamente alla barra e non ci sia spazio che faccia traballare i pesi mentre fai esercizi.

Donna che si allena con bilanciere e pesi

Se non vogliamo che i nostri pesi disperdano un cattivo odore è meglio scegliere i dischi in ghisa. (Fonte: Dolgachov: 35115904/ 123rf.com)

Materiale

I dischi sono generalmente realizzati in ghisa, un materiale resistente e duro che consente una compattezza dei dischi. Normalmente, hanno un rivestimento esterno in gomma che protegge la superficie da urti quando il bilanciere cade a terra, e allo stesso tempo ne ammortizza il rumore. Esistono anche dischi di poliuretano. Questi ultimi sono più costosi e sono adatti alle gare ufficiali.

foco

Sapevi che l’attrezzatura per allenamento fisico ha avuto un’evoluzione solo durante la seconda metà del XIX secolo? Fu quando alcune aziende cominciarono a sostituire le scomode circonferenze di ferro massiccio che si adattavano alla barra per sfere cave. Queste sfere poi diventarono dei dischi di ghisa amovibili, fino alla nascita dei primi dischi per pesi.

Luogo di allenamento

Prima di scegliere il tipo di disco, dobbiamo decidere se vogliamo allenarci in casa o all’esterno, e dobbiamo conoscere il tipo di superficie su cui conserveremo i pesi. Per esempio, se ci alleneremo a casa, saranno più pratici i dischi sferici, che permettono di praticare un allenamento di potenziamento in qualsiasi ambiente ed essere usati con bilancieri corti o lunghi.

Diametro del foro

I dischi convenzionali hanno generalmente un diametro del foro di 25-30 mm e possono adattarsi a bilancieri standard. Quando compriamo un disco per pesi dobbiamo stare attenti al diametro specifico per ogni marchio. Inoltre, è bene che il foro sia ricoperto da acciaio levigato. Questo rende minore l’attrito e facilita la posizione dei dischi.

Conclusioni

I dischi per pesi sono realizzati con un materiale eccellente sia per chi pratica sollevamento pesi al livello professionistico, sia per chi lo fa a livello amatoriale. Se mentre ti alleni, vuoi mantenere un buon ritmo in sicurezza, questo prodotto fa per te. Aggiungi alla spesa un bilanciere e dei buoni fermi di sicurezza e sarai pronto per un allenamento completo.

La cosa più giusta da fare è comprare dei dischi per pesi rivestiti di caucciù, per proteggere la superficie da eventuali urti e ammortizzare il rumore quando posi il bilanciere a terra, alla fine di ogni esercizio. Se non hai intenzione di partecipare a gare, non è necessario comprare dei dischi della stessa misura e con peso diverso. Tuttavia, è più comodo quando dovrai conservarli, perché potrai impilarli e occuperanno meno spazio.

Se l’articolo ti è piaciuto, lascia un commento o condividilo sui social con i tuoi amici e familiari.

(Fonte dell’immagine in evidenza: Alexsey Kurguzov: 57995845/ 123rf.com)

Vota questo articolo

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
20 Voto(i), Media: 4,00 di 5
Loading...