Ultimo aggiornamento: 29/09/2021

Non importa se è durante l’allenamento di corsa o nella vita quotidiana quando si salgono le scale. Le persone si lamentano sempre più spesso del dolore nella zona del tendine d’Achille. Questo può essere un segno di un’infiammazione in arrivo. Per evitare conseguenze peggiori, le lamentele dovrebbero essere trattate in modo adeguato. Chiedere consiglio ad un medico dovrebbe assolutamente essere fatto se il dolore è forte.

Il seguente articolo risponde a domande generali su questo argomento. Ti mostreremo anche come puoi alleviare il dolore da solo. In questo modo, puoi provare a rimetterti in forma senza andare dal medico. Come risultato, puoi continuare la tua vita quotidiana come al solito e non devi preoccuparti del disagio a lungo termine.




Sommario

  • Il dolore al tendine d’Achille può capitare a chiunque. Anche un lieve disagio può verificarsi con un forte stress sul piede. Osserva le tue condizioni per diversi giorni. Forse il dolore se ne andrà da solo.
  • Se hai dolore al tendine d’Achille, non dovresti trattarlo con leggerezza. È possibile che tu abbia solo irritato il tendine d’Achille. Tuttavia, non puoi escludere un’infiammazione senza un parere medico.
  • Puoi provare semplici rimedi casalinghi per fermare il disagio. Anche le bende possono dare un valido contributo. Solo se senti che questo non sta funzionando può essere utile un appuntamento con un ortopedico o un medico.

Definizione: cos’è il tendine d’Achille?

Il tendine di Achille è un tendine del corpo umano e di gran lunga il più forte di tutti. La sua inserzione è all’osso del tallone ed è, per così dire, un’estensione del muscolo tricipite del polpaccio. Questo tendine è responsabile della rotazione del piede durante la camminata. Il tendine d’Achille è lungo da 15 a 20 cm. Il nome deriva dalla mitologia greca. Il punto vulnerabile sul corpo dell’eroe Achille era il tallone. (3)

Background: Cosa dovresti sapere sul dolore al tendine d’Achille

Il dolore può spesso avere cause innocue e può essere trattato con semplici rimedi. Per non farti andare subito dal medico, abbiamo riassunto qui alcune domande. Se non sei ancora sicuro, assicurati di vedere un medico.

Perché si verifica il dolore al tendine d’Achille?

Il dolore al tendine d’Achille può essere causato da una varietà di cose. Nella maggior parte dei casi, un leggero movimento come salire le scale è sufficiente per innescare il primo stimolo doloroso. Anche il sovraccarico del piede può essere un segno. Probabilmente all’inizio sentirai meno dolore. Nella maggior parte dei casi, tuttavia, possono diventare più dolorosi. Pertanto, è meglio ridurre lo sforzo fin dall’inizio per evitare il peggio. (2)

Cosa fare per il dolore al tendine d’Achille?

Solo un medico può fare una diagnosi corretta. Ecco perché dovresti vedere uno specialista se hai un forte dolore al tendine d’Achille. Non dovresti anche escludere la possibilità della fisioterapia. I rulli per la fascia sono a volte utilizzati per questo. Tuttavia, c’è anche la possibilità di rilasciare la tensione con esercizi leggeri. È importante che tu dia al tuo piede qualche giorno di riposo. Il tendine viene anche immobilizzato con l’aiuto di bende o supporti. (1)

Se il dolore al tendine d’Achille è troppo forte, si possono prendere degli antidolorifici. Non c’è una raccomandazione per questo, ma dovrebbe almeno essere discusso con un farmacista. Questo previene anche gli effetti collaterali come il dolore al petto. (1)

Quali sono i livelli di gravità del dolore al tendine d’Achille?

Secondo i medici, ci sono tre diversi gradi di gravità. Il primo è il dolore che senti mentre ti muovi. Ma questo dovrebbe migliorare dopo e si tratta solo di un’irritazione del tendine d’Achille. Questo può verificarsi spesso nei corridori, specialmente nelle fasi iniziali. (5)

Il secondo grado di gravità è la tendinite di Achille. In questo caso, i sintomi si notano anche dopo lo sforzo. Nella maggior parte dei casi, questo non è solo per un breve periodo, ma per un periodo di tempo più lungo. Immobilizzare il piede dovrebbe aiutarlo a guarire più rapidamente. (5)

Achillessehne Schmerzen

Gli atleti tra i 35 e i 45 anni sono particolarmente colpiti dal dolore al tendine d’Achille. (Fonte immagine: Clem Onojeghuo/ Unsplash)

Se il piede viene caricato di nuovo troppo presto, può portare alla tendinite cronica di Achille. In questo caso, il dolore continua a tornare e il trattamento diventa più difficile. Avrai quindi problemi per diversi anni e in casi molto gravi dovrai subire un’operazione. (5)

Quanto tempo ci vuole perché il dolore al tendine d’Achille vada via?

E’ impossibile dirlo con esattezza. Se non noti ancora alcun miglioramento dopo due settimane, è consigliabile consultare un medico. In alternativa, ci sono ortopedici che possono sostenere il piede.

A seconda della gravità della lesione, potresti dover subire un’operazione, che può causare problemi fino a otto settimane. Ma dato che questo è un evento raro, non dovresti pensare subito al peggio. Con un po’ di riposo e relax, molte cose possono essere risolte da sole. (6)

Quali scarpe sono adatte se il tendine d’Achille fa male?

Le scarpe sbagliate possono danneggiare il piede. Possono anche causare dolore al tendine d’Achille. Questo problema è particolarmente comune tra i corridori. Le calzature giuste possono giocare un ruolo decisivo in questo caso. Le scarpe da corsa adatte possono essere decisive. Tuttavia, troppo può anche essere un male. Per esempio, le solette possono impedire al piede di costruire il proprio slancio e quindi avere di nuovo un effetto negativo. (8)

Tuttavia, è importante indossare scarpe robuste, specialmente durante il periodo di dolore al tendine d’Achille. Con queste scarpe, i piedi hanno una presa migliore. Le infradito o i tacchi alti possono peggiorare il dolore. Ecco perché è meglio non indossarli affatto durante questo periodo. (8)

Dovrei vedere un medico? A quale medico dovrei rivolgermi se ho dolore al tendine d’Achille?

Quando il dolore inizia, di solito non è necessario prendere un appuntamento. Tuttavia, se il dolore persiste per diversi giorni e non ci sono miglioramenti in vista, dovresti assolutamente pensarci. In alternativa, puoi consultare un chirurgo ortopedico. Anche la fisioterapia può essere un’opzione per te. (2)

Come posso prevenire il dolore al tendine d’Achille?

La maggior parte delle volte il dolore si verifica dopo un uso eccessivo. Per evitare che questo accada, dovresti riscaldarti bene prima dell’allenamento. Lo stretching è un buon modo per farlo. Questo non solo riscalda tutto il corpo, ma aiuta anche a prevenire le lesioni. Anche uscire o fare stretching alla fine della sessione di esercizi ha un effetto positivo. (7)

Se senti dolore prima o durante l’esercizio, dovresti fermarti per precauzione. Ora ci sono vari programmi di stretching su internet che puoi controllare per vedere quali sono adatti a te. Provane diversi. (7)

Cosa significa Achillodynia? C’è una connessione tra il dolore al tendine d’Achille e l’Achillodinia?

Il termine Achillodinia copre tutto il dolore nel tendine d’Achille. Tuttavia, include anche l’infiammazione del tendine d’Achille, l’irritazione o gli strappi.

Achillessehne Schmerzen

L’Achillodinia è qualsiasi dolore o problema legato al tendine di Achille. (Fonte immagine: Jan Romero/ Unsplash)

Un esame da parte di un medico può determinare la diagnosi esatta. Di conseguenza, può essere prescritta una terapia o possono essere discussi altri approcci alla guarigione. (1)

Quale gruppo di popolazione è particolarmente colpito dal dolore al tendine d’Achille o dall’Achillodinia?

Fondamentalmente, si può dire che chiunque può provare dolore. Indipendentemente dai fattori socio-demografici come l’età o l’origine. Nel corso degli anni, tuttavia, sono stati trovati molti più casi della condizione negli uomini che nelle donne.

Chiunque può sviluppare improvvisamente problemi al tendine d’Achille

L’allenamento di riscaldamento può prevenire i problemi. Tuttavia, gli atleti di mezza età sono spesso colpiti dal dolore al tendine d’Achille. Soprattutto quando l’intensità dell’allenamento viene aumentata. Di solito si tenta di fare troppo in poco tempo. (2)

Tuttavia, gli atleti possono anche provare dolore per altre ragioni. Per esempio, quando ci si allena solo su asfalto. Un terreno costantemente duro può anche danneggiare il piede per un lungo periodo di tempo. Inoltre, il dolore al tendine d’Achille può verificarsi in persone che hanno già o hanno avuto problemi ai piedi. Le lesioni ai legamenti del passato ma anche le malposizioni del piede sono particolarmente suscettibili a questo. Tuttavia, puoi contrastare questo con esercizi di yoga. (2)

Quali sono i sintomi del dolore al tendine d’Achille?

All’inizio il dolore è solitamente irregolare. Se senti già i primi segni, dovresti stare più attento. Nella maggior parte dei casi, il dolore può manifestarsi gradualmente mentre si cammina o si fanno altri sport. Un esercizio leggero è spesso sufficiente. (1)

Come risultato, il tendine d’Achille si infiamma. Una zona, appena sopra l’osso del tallone, è particolarmente suscettibile a questo. Se quest’area è già infiammata, lo puoi sentire. L’ispessimento sarà anche facile da vedere. Sentirai anche dolore alla pressione in questa zona. (1)

In casi molto rari, potresti anche sentire una sensazione di stridore. È anche possibile sentire dei noduli nel tendine d’Achille. In questo caso, dovresti assolutamente vedere un medico e farti controllare. Questo ti aiuterà anche ad assicurarti che la ferita non diventi cronica. (9)

Dolore al tendine d’Achille: I migliori consigli e trucchi per il dolore al tendine d’Achille

Per non dover vedere subito un medico, ci sono semplici rimedi che puoi provare. Queste possono essere utili, ma tendono ad essere soluzioni a breve termine. Se il dolore è troppo forte o sta peggiorando invece di migliorare, dovresti vedere uno specialista.

Unguenti o farmaci per il dolore al tendine d’Achille

Vari studi hanno scoperto che alcuni farmaci possono danneggiare il tessuto. Le sostanze attive indeboliscono il corpo, per così dire, e gli infortuni si verificano più spesso.

Per il dolore acuto al tendine d’Achille, le bende di sostegno o i supporti sono i più efficaci. Una pomata sportiva può anche essere applicata per accompagnare le bende. Questo aiuta per i dolori lievi e di breve durata. Per dolori più forti, consulta una farmacia o un medico. (4)

Se decidi di usare le bende, non sentirai un effetto immediato. Di solito ci vogliono alcuni giorni. Se il dolore è forte durante questo periodo, si possono prendere degli antidolorifici. Tuttavia, dovresti assicurarti di non essere allergico ad essi. Ci sono alcune alternative da banco che possono essere molto utili per un breve periodo di tempo. (4)

Rimedi casalinghi che aiutano con il dolore al tendine d’Achille

Probabilmente hai gli ingredienti per questi rimedi casalinghi a casa o puoi procurarteli facilmente.

Utile per un trattamento a breve termine.

Questi sono buoni per trattamenti occasionali. Tuttavia, se i sintomi non diminuiscono, dovresti cercare un trattamento.

Applicazione fredda

Per il dolore acuto, è sempre una buona soluzione aiutarsi con impacchi freddi. Gli impacchi di ghiaccio sono sufficienti per questo. Tuttavia, questi non dovrebbero essere messi direttamente sulla pelle. Avvolto in un asciugamano sottile o in uno strofinaccio è meglio. Inoltre, l’impacco di ghiaccio dovrebbe essere lasciato sulla zona dolorante per un massimo di 30 minuti e poi si dovrebbe fare una pausa.

Questo permette al piede di riprendersi dal freddo. In alternativa, puoi fare un bagno freddo ai piedi o ai polpacci. Questi sono almeno altrettanto efficaci. Tuttavia, il piede non dovrebbe essere esposto al freddo per troppo tempo. Questo aiuterà ad alleviare i sintomi.

Curd wrap

Questo rimedio casalingo è molto conosciuto e ampiamente utilizzato. Puoi usare il normale formaggio cagliato del supermercato. Applicalo su un panno sottile, preferibilmente un rotolo da cucina. Tuttavia, la cagliata non dovrebbe mai essere a temperatura ambiente. Tiralo fuori dal frigorifero poco prima dell’uso. È anche possibile preparare diversi impacchi in anticipo. Questi possono poi essere conservati in un luogo fresco. Nel corso di questo, il tessuto assorbe meglio il raffreddamento e l’effetto è intensificato.

Ora metti le compresse di quark sull’area interessata e fissale in posizione. In questo modo non c’è pericolo che scivolino. È meglio tenere il piede fermo, perché questo è il modo più efficace per applicare l’impacco. Non appena la cagliata diventa più solida e non ha più un effetto rinfrescante, dovresti rimuoverla dal piede. Non c’è bisogno di fare una pausa; puoi applicare subito il prossimo impacco di cagliata.

Castor oil

Questo olio viene estratto dai semi di un albero e ha vari effetti. È disponibile nelle drogherie e nelle farmacie. Oltre alle applicazioni per i problemi della pelle, è anche un’opzione per il dolore al tendine di Achille. Questo olio spremuto a freddo contiene ingredienti che possono avere un effetto antinfiammatorio.

Si applica direttamente dove si trova il punto di dolore. Poche gocce sono sufficienti per un effetto efficace. È meglio massaggiare l’olio sulla pelle per alcuni minuti. Puoi anche ripetere questo processo alcune volte al giorno.

Conclusione

Chiunque può essere affetto da dolore al tendine d’Achille. E di solito accade più velocemente di quanto pensi. Lo stretching e un buon riscaldamento prima di un allenamento possono essere preventivi. Incorporare alcuni esercizi nella vita quotidiana è anche utile. Inoltre non ci vuole molto tempo.

Così come può verificarsi rapidamente, i sintomi possono anche scomparire di nuovo. Con i rimedi casalinghi e i semplici consigli, si può fare qualcosa in modo acuto. Tuttavia, se provi dolore a lungo termine, una visita al medico è consigliabile. Non bisogna sottovalutare come una semplice irritazione del tendine d’Achille possa trasformarsi in una grave infiammazione.

Fonte dell’immagine: Imani Bahati/ Unsplash

Riferimenti (9)

1. Hong-Yun Li, Ying-Hui Hua
Fonte

2. Longo UG, Ronga M, Maffulli N.
Fonte

3. Maffulli N, Longo UG, Kadakia A, Spiezia F.
Fonte

4. Stania M, Juras G, Chmielewska D, Polak A, Kucio C, Król P.
Fonte

5. Singh A, Calafi A, Diefenbach C, Kreulen C, Giza E.
Fonte

6. Beyer R, Kongsgaard M, Hougs Kjær B, Øhlenschlæger T, Kjær M, Magnusson SP.
Fonte

7. Gatz M, Betsch M, Dirrichs T, Schrading S, Tingart M, Michalik R, Quack V.
Fonte

8. Silbernagel KG, Thomeé R, Eriksson BI, Karlsson J.
Fonte

9. Maffulli N, Via AG, Oliva F.
Fonte

Perché puoi fidarti di noi?

Articolo scientifico
Hong-Yun Li, Ying-Hui Hua
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Longo UG, Ronga M, Maffulli N.
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Maffulli N, Longo UG, Kadakia A, Spiezia F.
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Stania M, Juras G, Chmielewska D, Polak A, Kucio C, Król P.
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Singh A, Calafi A, Diefenbach C, Kreulen C, Giza E.
Vai alla fonte
Studio controllato randomizzato
Beyer R, Kongsgaard M, Hougs Kjær B, Øhlenschlæger T, Kjær M, Magnusson SP.
Vai alla fonte
Studio medico
Gatz M, Betsch M, Dirrichs T, Schrading S, Tingart M, Michalik R, Quack V.
Vai alla fonte
Studio medico
Silbernagel KG, Thomeé R, Eriksson BI, Karlsson J.
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Maffulli N, Via AG, Oliva F.
Vai alla fonte
Recensioni