Ultimo aggiornamento: 01/10/2021

La domanda se una medicina già scaduta debba essere ancora utilizzata preoccupa molte persone quando frugano nel proprio armadietto dei medicinali. Specialmente nel caso di disturbi acuti, la decisione è spesso difficile, dato che la medicina è di solito convenientemente a portata di mano.

In questo articolo chiariamo le domande più importanti sull’argomento dei medicinali scaduti in casa e presentiamo informazioni che vale la pena conoscere su tutto, dalla corretta conservazione allo smaltimento ecologico.




Sommario

  • Le medicine scadute perdono il loro effetto più spesso di quanto non causino danni. Tuttavia, ci sono delle eccezioni per alcune medicine. Se ci sono domande o incertezze su una particolare medicina, è importante consultare un medico o un farmacista prima di prendere o usare la medicina scaduta.
  • La corretta conservazione influenza anche la durata di conservazione e la durata d’uso raccomandata delle medicine. Alcune medicine possono anche perdere la loro efficacia prima della data di scadenza se non sono conservate correttamente.
  • La qualità e l’efficacia delle medicine scadute non possono essere previste né garantite dopo la data di scadenza indicata. Come precauzione, le medicine dovrebbero quindi essere smaltite secondo i regolamenti dopo la loro data di scadenza e sostituite se necessario.

Trattare i medicinali scaduti in famiglia: cosa dovresti sapere

La considerazione di prendere o usare medicinali scaduti è spesso legata alla perdita finanziaria e alle spese associate all’acquisto di nuovi medicinali. Soprattutto se il farmaco è necessario in tempi brevi o se è necessario organizzare una prescrizione, la decisione di solito non è così facile. Anche lo spreco di medicinali che potrebbero essere ancora utilizzati può giocare un ruolo nel processo decisionale.

Avere a che fare con medicinali scaduti porta con sé molte incertezze e domande. Soprattutto per quanto riguarda una possibile perdita di efficacia, le possibili conseguenze dell’assunzione o dell’uso, la conservazione e le opzioni di smaltimento dei medicinali scaduti, di solito c’è una mancanza di chiarezza. Di seguito, chiariremo le domande più importanti sull’argomento dei farmaci scaduti.

Qual è il significato della durata di conservazione in relazione alle medicine?

La durata di conservazione della maggior parte delle medicine in Germania è di cinque anni per default. È indicato dalle parole “Utilizzare entro il mese/anno” sulle rispettive confezioni. Dato che molte medicine hanno una durata di conservazione di molti anni, si pone la questione se le medicine non debbano più essere assunte o utilizzate alla giornata.

La durata di conservazione delle medicine è determinata innanzitutto da test da parte dei produttori. I risultati vengono poi inviati all’autorità di regolamentazione competente, che decide sulla data di scadenza finale. Le autorità di regolamentazione responsabili di queste decisioni in Germania sono l’Istituto federale per i farmaci e i dispositivi medici e l’Agenzia europea per i medicinali EMA (4).

La data di scadenza dei medicinali non dovrebbe in alcun modo essere equiparata alla durata minima di conservazione, per esempio, degli alimenti. L’ABDA, Bundesvereinigung Deutscher Apothekerverbände (Associazione Federale dei Farmacisti Tedeschi), consiglia di non utilizzare i medicinali dopo la loro data di scadenza e raccomanda che la data di scadenza indicata dovrebbe essere considerata come la data di scadenza (1).

Cosa succede alle medicine dopo la loro scadenza?

Non appena un farmaco ha raggiunto o superato la sua data di scadenza, perde la sua promessa di qualità e quindi anche la sua autorizzazione alla commercializzazione.
Gli ingredienti delle medicine possono cambiare nel tempo.

Una delle ragioni è che i singoli ingredienti e componenti importanti della medicina possono cambiare gradualmente, il che può influenzare l’efficacia della medicina. Questi includono cambiamenti nel contenuto di acqua, nel pH e nell’aspetto generale (2).

Il medicinale può essere ancora efficace dopo che la sua durata di conservazione è scaduta, ma questo varia da medicinale a medicinale e non può essere previsto con precisione (2). Per queste ragioni, le medicine scadute dovrebbero essere trattate con cautela e, in caso di dubbio, è meglio non prenderle o usarle. I medici o i farmacisti possono aiutarti con domande su specifici medicinali.

Le medicine scadute perdono davvero il loro effetto?

Le medicine scadute hanno più probabilità di perdere il loro effetto che di costituire un pericolo per il corpo. Per alcune medicine, l’effetto ridotto non è un problema. Tuttavia, se l’affidabilità del principio attivo è necessaria per il paziente, l’assunzione o l’uso di medicinali scaduti dovrebbe essere evitata. (3) .

In alcuni casi, tuttavia, l’ingrediente attivo inferiore di una medicina può anche causare danni. Per esempio, questo vale per l’assunzione di antibiotici che sono già scaduti. Manfred Schubert-Zsilavecz, professore e capo del Laboratorio Centrale dei Farmacisti Tedeschi, supervisiona i test statali delle medicine in Germania. Egli sottolinea che i farmaci con una dose troppo bassa di principio attivo possono promuovere più facilmente la sopravvivenza dei batteri e quindi la resistenza (4).

L’assunzione o l’uso di medicinali scaduti può danneggiare il corpo?

Come già detto, l’assunzione di antibiotici liquidi scaduti, per esempio, può portare ad una resistenza indesiderata di batteri particolarmente ostinati all’antibiotico utilizzato o ad altri antibiotici nel corpo. La contaminazione batterica può verificarsi più facilmente negli antibiotici liquidi scaduti dopo la loro scadenza. Questi sono causati dai cambiamenti che avvengono e dai processi di legame delle singole sostanze nella droga (3).

In alcuni casi, la perdita del principio attivo può promuovere la formazione di sostanze nocive nel farmaco e quindi causare effetti pericolosi ed effetti collaterali nel corpo (4)

L’uso di colliri medici scaduti è anche rischioso, poiché la contaminazione batterica può verificarsi anche in queste sostanze. L’uso corretto del collirio può contrastare la contaminazione batterica. A tal fine, l’apertura della pipetta non dovrebbe essere toccata se possibile (3). In generale, è importante osservare l’uso raccomandato così come la conservazione ottimale del farmaco (2).

Cosa influenza una maggiore durata di conservazione delle medicine?

Oltre alla corretta conservazione del farmaco, la durata di conservazione dipende anche dalla consistenza e dall’approvvigionamento del farmaco. Per esempio, le medicine liquide, come gli antibiotici liquidi, le gocce oculari medicinali, gli unguenti e le creme e simili, sono molto più vulnerabili e dovrebbero essere smaltite prontamente una volta scaduto il loro periodo di conservazione. I farmaci solidi, come le singole compresse sigillate, sono meno sensibili di quelli liquidi e semisolidi (4).

Tuttavia, non si può necessariamente consigliare un’ulteriore assunzione o uso. Soprattutto se le medicine non sono conservate secondo le raccomandazioni della confezione. Nel 1986, la Food and Drug Administration (FDA) degli Stati Uniti, in collaborazione con il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti, ha stabilito un programma per studiare la durata di conservazione di medicinali selezionati (7).

Questo programma era chiamato Shelf Life Extension Program (SLEP). Nel corso della ricerca, le medicine che erano già scadute sono state testate per la loro efficacia nella conservazione quasi ottimale. Lo studio ha scoperto che la maggior parte dei farmaci testati, una percentuale dell’84%, erano ancora efficaci ben oltre la loro effettiva durata di conservazione prevista, in alcuni casi per anni (2).

Tuttavia, i risultati dello studio non possono essere applicati a tutte le medicine presenti nel proprio armadietto dei medicinali, dato che non sono state testate tutte le medicine in commercio, ma soprattutto quelle che erano già state immagazzinate per i militari. Inoltre, va detto che i medicinali sono stati sottoposti a condizioni di conservazione ottimali durante il periodo dello studio. Tutte le medicine nello studio sono state conservate nella loro confezione originale, con umidità controllata, temperatura e bassa esposizione alla luce (2).

Qual è il ruolo di una corretta conservazione delle medicine?

L’immagazzinamento e la conservazione delle medicine in casa possono avere un impatto diretto sulla durata di conservazione delle medicine. Temperatura, umidità ed esposizione alla luce giocano un ruolo particolarmente importante (2).

È essenziale seguire le istruzioni raccomandate per una conservazione ottimale, poiché in alcuni casi questo può compromettere l’efficacia dei medicinali. (Fonte immagine: Volodymyr Hryshchenko / Unsplash)

Se possibile, le medicine non dovrebbero essere conservate in stanze troppo calde, umide o luminose. Per esempio, è consigliabile conservare le medicine in camera da letto o negli armadietti della cucina come alternativa. Se necessario, bisogna assicurarsi che i medicinali non siano conservati alla portata dei bambini (2).

Quali sono i rischi di conservare le medicine scadute in casa?

L’uso di medicinali scaduti è spesso dovuto alla convenienza e a volte alla necessità. Tuttavia, tenere in casa medicinali scaduti e non scaduti può portare all’autodiagnosi, spesso con l’accompagnamento dell’autotrattamento. Questo può portare a diagnosi e trattamenti errati e, in casi eccezionali, anche ad avvelenamenti (5).

L’armadietto dei medicinali può facilmente perdere la sua visione d’insieme e diventare un potenziale pericolo.

Un altro aspetto è la crescente confusione delle medicine in casa. Marche diverse producono e commercializzano lo stesso ingrediente attivo. Queste medicine spesso differiscono solo per il design della confezione specifica del marchio e per la consapevolezza individuale del marchio da parte dei pazienti.

Questa mancanza di chiarezza spesso crea incertezza, che può portare all’auto-trattamento in alcuni casi. Dato che i pazienti di solito non sono consapevoli dell’esatto effetto della medicina, è più facile dare il dosaggio sbagliato (8).

La gestione responsabile e attenta dei medicinali scaduti e non scaduti è quindi molto importante. Se hai domande o incertezze, è essenziale consultare un medico o un farmacista in tempo utile.

Come devono essere smaltiti i medicinali scaduti?

Quando si smaltiscono i medicinali scaduti, bisogna innanzitutto osservare i regolamenti regionali o specifici del paese. In generale, tuttavia, sono applicabili le norme secondo cui le medicine non devono essere smaltite nel lavandino, nella doccia o nella toilette, perché altrimenti possono entrare nelle fognature e contaminare le acque sotterranee (10). Le sostanze spesso tossiche contenute nelle medicine possono causare danni a lungo termine ai corpi idrici e avere effetti negativi sull’ecosistema (6).

Le conseguenze dell’inquinamento delle acque sotterranee non solo hanno effetti negativi sulla vita animale e vegetale, ma possono anche danneggiare noi umani. Se le sostanze entrano nelle acque reflue e di conseguenza nelle acque sotterranee, i residui possono arrivare nell’acqua potabile. A seconda del paese e della regione, queste sostanze possono essere filtrate nel tempo (8).

Residui di medicinali sono già stati rilevati nell’acqua potabile.

Le sostanze sono già state rilevate nell’acqua potabile. Tuttavia, è ancora incerto se i residui di farmaci nell’acqua potabile possano effettivamente influenzare l’organismo umano e quindi rappresentare un rischio per la salute.

Un rapporto di ricerca dalla serie di pubblicazioni dell’Associazione per l’igiene dell’acqua, del suolo e dell’aria, descrive in dettaglio il processo di trattamento delle acque reflue e illustra gli effetti dei farmaci residui nelle acque reflue. Di particolare preoccupazione è la proliferazione di batteri resistenti che si accumulano dai residui di antibiotici (9).

I medicinali, sia scaduti che non scaduti, possono essere smaltiti in modo sicuro nei rifiuti residui o nei punti di raccolta designati. Alcune strutture per la raccolta differenziata offrono anche lo smaltimento di medicinali. Le medicine scadute o inutilizzate possono anche essere consegnate in farmacia. In alcuni paesi ci sono eventi organizzati per la raccolta e il successivo smaltimento corretto dei medicinali (3).

Le vitamine possono andare a male?

A differenza delle medicine, le vitamine non scadono direttamente una volta che la data di scadenza è passata. Grazie alla loro base naturale, i componenti delle vitamine si decompongono molto più lentamente e continuamente, così che avviene una graduale degradazione dei principi attivi.

Le vitamine sotto forma di compresse durano molto più a lungo degli orsetti gommosi. Le vitamine non hanno effetti tossici o altrimenti dannosi. Prenderli quindi non rappresenta un pericolo, ma potrebbe rivelarsi uno spreco di denaro e di tempo se l’effetto viene perso (11).

Conclusione

Secondo i risultati della letteratura specializzata e le raccomandazioni qualificate di medici e farmacisti, la data di scadenza dei medicinali non dovrebbe essere trascurata alla leggera. Si consiglia di considerare la data di scadenza sui medicinali come una data di scadenza e di sostituire il medicinale se necessario. Anche se questo significa sostenere dei costi o dover organizzare una nuova prescrizione.

I farmaci a volte perdono il loro effetto e in rari casi possono essere dannosi per il corpo. Alcuni farmaci non sono raccomandati per essere presi o usati dopo la loro data di scadenza. Questi includono antibiotici liquidi e colliri medici. Il primo punto di contatto per le domande dovrebbe essere sicuramente un medico o un farmacista, specialmente quando si tratta di prendere o usare certe medicine.

Fonte dell’immagine: okskaz/ 123rf

Riferimenti (11)

1. abda.de: Arzneimittel nach Ablauf des Verfalldatums entsorgen, Kern, Reiner; Sellerberg, Ursula (2019).
Fonte

2. Miller, Christopher; Sheridan, Dan (2018). Expired medications. Still effective?
Fonte

3. Beery, Samantha; Miller, Christopher; Sheridan, Daniel (2019). Can medications become harmful after the expiration date?
Fonte

4. apotheken-umschau.de: Medikament abgelaufen. Und dann?, Engelmann, Diana (2020).
Fonte

5. Al-Shareef, Fatma; Abu El-Asrar, Sarah; Al-Bakr, Lamyaa; Al-Amro, Maisam; Alqahtani, Fulwah; Aleanizy, Fadilah; Al-Rashood, Sarah (2016). Investigating the disposal of expired and unused medication in Riyadh, Saudi Arabia: a cross-sectional study.
Fonte

6. Alnahas, Faez; Yeboah, Prince; Fliedel, Louise; Abdin, Ahmad Yaman; Alhareth, Khair (2020). Expired Medication: Societal, Regulatory and Ethical Aspects of a Wasted Opportunity.
Fonte

7. fda.gov: US Food and Drug Administration.Shelf-Life Extension Program.
Fonte

8. Guirguis, Kyrillos (2009). Medications collected for disposal by outreach pharmacists in Australia.
Fonte

9. K, Kümmerer (2000). Drugs, diagnostic agents and disinfectants in wastewater and water. a review.
Fonte

10. arzneimittelentsorgung.de: Arzneimittel-Entsorgung richtig gemacht.
Fonte

11. healthline.com: Do Vitamins Expire?, Gillespie, Claire (2018).
Fonte

Perché puoi fidarti di me?

Pressemitteilung
abda.de: Arzneimittel nach Ablauf des Verfalldatums entsorgen, Kern, Reiner; Sellerberg, Ursula (2019).
Vai alla fonte
Wissenschaftliche Studie
Miller, Christopher; Sheridan, Dan (2018). Expired medications. Still effective?
Vai alla fonte
Wissenschaftliche Studie
Beery, Samantha; Miller, Christopher; Sheridan, Daniel (2019). Can medications become harmful after the expiration date?
Vai alla fonte
Fachzeitschriftenartikel
apotheken-umschau.de: Medikament abgelaufen. Und dann?, Engelmann, Diana (2020).
Vai alla fonte
Wissenschaftliche Studie
Al-Shareef, Fatma; Abu El-Asrar, Sarah; Al-Bakr, Lamyaa; Al-Amro, Maisam; Alqahtani, Fulwah; Aleanizy, Fadilah; Al-Rashood, Sarah (2016). Investigating the disposal of expired and unused medication in Riyadh, Saudi Arabia: a cross-sectional study.
Vai alla fonte
Wissenschaftliche Studie
Alnahas, Faez; Yeboah, Prince; Fliedel, Louise; Abdin, Ahmad Yaman; Alhareth, Khair (2020). Expired Medication: Societal, Regulatory and Ethical Aspects of a Wasted Opportunity.
Vai alla fonte
Staatliche Informationsquelle
fda.gov: US Food and Drug Administration.Shelf-Life Extension Program.
Vai alla fonte
Wissenschaftliche Studie
Guirguis, Kyrillos (2009). Medications collected for disposal by outreach pharmacists in Australia.
Vai alla fonte
Wissenschaftliche Studie
K, Kümmerer (2000). Drugs, diagnostic agents and disinfectants in wastewater and water. a review.
Vai alla fonte
Informationsseite des Bundesministeriums für Bildung und Forschung
arzneimittelentsorgung.de: Arzneimittel-Entsorgung richtig gemacht.
Vai alla fonte
Medizinisch geprüfter Artikel
healthline.com: Do Vitamins Expire?, Gillespie, Claire (2018).
Vai alla fonte
Recensioni