Ultimo aggiornamento: 29/07/2021

Il nostro metodo

7Prodotti analizzati

21Ore di lavoro

6Fonti e riferimenti usati

30Commenti valutati

Molte persone hanno piante in casa che vogliono far crescere grandi e forti e produrre più frutti o fiori possibile. Per loro, è essenziale nutrirli con il giusto fertilizzante specifico per quel tipo di pianta.

I fertilizzanti sono prodotti in vari modi e ogni produttore prende la decisione di presentarli in diversi modi e modalità di applicazione, dando alla pianta da un singolo nutriente a tutta una complessa gamma di alimenti per farla crescere come puoi trovare in qualsiasi negozio di fiori e vivaio della città.




La cosa più importante:

  • Il fertilizzante è uno dei prodotti essenziali per le nostre piante, poiché fornirà loro tutti i nutrienti necessari per la loro crescita e la protezione dai parassiti.
  • La concentrazione di nutrienti insieme all’acqua piovana fa crescere la pianta in modo sano e se il giusto fertilizzante viene applicato al momento giusto non ci saranno rischi.
  • Le parti delle piante sono molto delicate e hanno bisogno di molta attenzione, per questo esistono diversi metodi e tipi di fertilizzanti con cui facilitare l’assorbimento dei nutrienti per una crescita corretta.

Fertilizzante: la nostra selezione

Guida all’acquisto: cosa devi sapere sul compost

Ecco quello che pensiamo sia essenziale per te sapere sul compost e altre informazioni su piante e tipi di compost:

Il compost è uno dei prodotti essenziali per le nostre piante, in quanto fornisce loro tutti i nutrienti di cui hanno bisogno per la crescita e la protezione dai parassiti. (Fonte: Saenkutrueang: 88500767/ 123rf)

Quali sono i vantaggi e gli svantaggi dell’uso del compost?

Vantaggi
  • Aumenta l”attività microbica del suolo
  • Ripristina la materia organica del suolo
  • Permette la fissazione del carbonio nel suolo
  • Migliora la capacità di assorbimento dell”acqua
Svantaggi
  • Può lasciare alcuni tipi di patogeni nella materia organica

Quali tipi di fertilizzanti esistono?

Esiste una grande varietà di fertilizzanti e classificazioni, ma qui ti parleremo dei due tipi più generali di fertilizzanti per una migliore comprensione:

Organico Chimico
Vantaggi Migliora la struttura e le proprietà del suolo Può essere applicato in modo più preciso secondo le necessità.
Svantaggio Bassa concentrazione di nutrienti, quindi devono essere applicati in quantità elevate Influenzano la presenza di nutrienti nel suolo, senza migliorare realmente le caratteristiche fisiche del suolo
Tipi Quelli da escrementi animali, compost, ceneri, fanghi di depurazione, letame, estratti di alghe Fertilizzanti, urea ricoperta di zolfo, inibitori di nitrificazione

Quando usare il compost?

Ogni pianta ha diversi momenti in cui ha bisogno di essere rifornita di nutrienti e altri integratori. Le radici devono essere disponibili e al momento giusto per rendere questo processo più efficiente e aumentare la probabilità di una crescita ottimale dell’argento.

I giardinieri esperti raccomandano di concimare le piante ogni 7-20 giorni a seconda della pianta e del suo ciclo, generalmente dalla primavera all’autunno, con una pausa estiva (quando le radici lavorano meno e le foglie lottano con la temperatura) e un periodo di riposo vegetativo invernale.

Quali tipi di compost esistono?

C’è una vasta gamma di diversi tipi di compost, ne parleremo più avanti:

Tipi di Compost Come prepararlo Vantaggi
Comune nei cumuli Ammucchia direttamente e sul terreno strati alternati di materiale organico secco e umido Il più facile da elaborare
Comune in superficie Applica la materia organica direttamente sul terreno coltivato Facile da elaborare
Comune nelle compostiere Devi comprare la scatola del compost dove prepari il compost Il più usato dai giardinieri inesperti
Industriale Richiede installazioni con tubi che portano ossigeno al mucchio di materia organica ed estraggono l’anidride carbonica prodotta Il più regolare nella sua fabbricazione
Vermicompost o humus È fatto principalmente con vermi rossi della California Uno dei fertilizzanti organici più benefici per le piante e le proprietà del suolo, sia in termini di nutrienti che di carica microbica benefica
Bokashi o compost giapponese Aggiunge una cultura di microorganismi che viene preparata con acqua, melassa e lievito. Inoltre, il bokashi contiene anche letame di pollame o compost di pollame, così come cenere, lolla di riso e carbone di legna Il processo di decomposizione è molto più veloce

Come fare il compost fatto in casa?

Ci sono diversi tipi di compost e quindi diversi modi di produrlo, ma noi sottolineeremo il più comune che è il compostaggio in casa in una compostiera che può essere acquistata o fatta con legno o metallo.

Per questo è essenziale sapere cosa può e non può essere usato come compost nella nostra compostiera:

  • Scarti di frutta e verdura.
  • Gusci d’uovo.
  • Bustine di tè o caffè.
  • Yerba mate.
  • Asciugamani di carta.
  • Giornale.

All’interno della nostra compostiera dobbiamo fare uno strato di massimo 30 cm di rami e foglie dure e poi fare strati di avanzi di cibo e foglie secche o giornali. È essenziale che questi strati siano mescolati e girati almeno una volta alla settimana per aerare i componenti ed evitare che marciscano.

Come fertilizzare il nostro giardino?

Come abbiamo già detto, ci sono diversi tipi di fertilizzanti che ogni produttore presenta in modi diversi, quindi è essenziale leggere le istruzioni per la loro applicazione. Per questo motivo, spiegheremo i fertilizzanti fatti in casa o normalmente chiamati compost, in quanto non hanno istruzioni, dato che possono essere fatti in casa dal consumatore stesso.

I giardinieri esperti raccomandano, quando piantano una nuova pianta, di scavare una buca di 15 cm, applicare 5 cm di compost, poi coprire la pianta con terra normale e coprire la superficie con altri 5 cm di compost. Questo processo fornisce alla pianta i nutrienti di cui ha bisogno per una crescita adeguata e, insieme a un’adeguata applicazione di acqua, assicura il primo mese di crescita.

L’applicazione del fertilizzante è essenziale per la corretta crescita del nostro prato. (Fonte: Ochir-Erdene Oyunmedeg: 811670 unsplash)

Come fertilizzare il prato?

È essenziale prendere in considerazione il tipo di prato che hai e il tipo di fertilizzante che stai per applicare, ma ecco alcuni consigli per rendere più facile l’applicazione:

  • Applicati secondo un programma, non basarti su una visione soggettiva. Normalmente l’inizio della primavera e l’autunno sono i momenti in cui il tuo prato ha più bisogno di nutrienti.
  • Si consiglia di applicare fertilizzanti a lento rilascio in modo che il tuo prato sia nutrito per un periodo di tempo più lungo, ma questo tipo di fertilizzante non è il più conveniente.
  • È essenziale che il fertilizzante sia distribuito uniformemente sia a macchina che a mano perché una sovra-applicazione causerà bruciature e una sotto-applicazione provocherà una crescita nulla o più debole rispetto al resto del prato che è stato fertilizzato.
  • Innaffia il prato prima di applicare il fertilizzante e aspetta 2 giorni che sia asciutto per poter applicare correttamente il fertilizzante e innaffia di nuovo leggermente.
  • Infine è bene essere chiari sul fatto che è preferibile sottoconcimare piuttosto che sovraconcimare perché quest’ultima causa erba bruciata e un difficile recupero.

Criteri di acquisto

Prima di acquistare del fertilizzante per le tue piante o il tuo prato, dovresti conoscere alcuni aspetti sui diversi tipi disponibili sul mercato. Per questo motivo, descriviamo qui di seguito le differenze tra i diversi tipi e qual è il fertilizzante più efficiente in base al tipo di pianta che vuoi nutrire:

Origine

Quando acquistiamo il nostro fertilizzante, è essenziale conoscere l’urgenza d’azione di cui abbiamo bisogno nelle nostre piante e che tipo di piante stiamo per fertilizzare, poiché non sarà lo stesso usare un fertilizzante chimico su una pianta di banano che stiamo per nutrire o se è solo per fertilizzare le nostre rose in giardino. Per questo è necessario sapere e definire se sceglieremo un fertilizzante lavorato o naturale che fornisce più o meno nutrienti in modo più efficiente o meno sulle piante.

Ci sono anche fertilizzanti chimici che provengono da un processo industriale che aumenta le probabilità di successo della crescita delle piante, ma non sono buoni per la salute umana, perché di solito hanno derivati di lavorazione e varie modifiche genetiche nella loro composizione.

È essenziale mescolare strati di residui secchi e umidi per ottenere una consistenza omogenea nel compost. (Fonte: Herb007: 10653449/ Pixabay)

Nutrienti

I tre nutrienti principali di cui ogni pianta ha bisogno sono azoto, fosforo e potassio.

A seconda del tempo e del tipo di pianta che vuoi concimare, è molto importante sapere di quali nutrienti ha bisogno. Per questo c’è la possibilità di fornire fertilizzanti composti da un solo tipo di nutriente, per esempio il potassio, poiché la pianta ha il resto dei nutrienti nel loro stato ottimale, non sarebbe necessario aggiungere più fosforo e azoto, ma ci sono anche fertilizzanti con cui fornire tutti i nutrienti allo stesso tempo alle nostre piante.

Assorbimento

Ci sono diversi modi in cui la nostra pianta può acquisire i nutrienti forniti dal nostro fertilizzante ed è quindi essenziale conoscere le differenze tra loro.

L’effetto che i diversi tipi di fertilizzanti hanno sulle nostre piante sarà accompagnato da un assorbimento lento o veloce a seconda del modo in cui i nutrienti vengono forniti.

Presentazione

Come nel caso della differenziazione per assorbimento, i fertilizzanti si presentano in modi diversi e ognuno di essi dovrà essere applicato in modo diverso a seconda di dove viene effettuato il processo.

Ogni presentazione presenta vantaggi diversi per il tipo di fertilizzante che la nostra pianta richiede, quindi è necessario conoscere e analizzare le esigenze di quest’ultima.

Riassunto

In breve, il compost è un integratore che può aiutare le nostre piante, l’orto e il prato. Possono essere ottenuti in vari modi e possiamo produrli noi stessi o acquistarli da qualsiasi produttore. Qualunque sia il modo che troviamo più soddisfacente, è essenziale avere alcuni dei tipi menzionati per ottenere i risultati desiderati nelle nostre piante. D’altra parte, è vero che la loro errata applicazione o collaborazione causerà risultati negativi nelle piante, come la bruciatura o l’attrazione di parassiti, il che provocherà un maggiore sforzo da parte nostra per combatterli e ottenere risultati favorevoli nel nostro orto.

Quando acquisti fertilizzanti industriali, ricordati sempre di leggere le istruzioni e le raccomandazioni d’uso, oltre a consultare uno specialista se hai bisogno di aiuto o consigli per casi particolari o piante molto specifiche. (Fonte dell’immagine in primo piano: Singkham: 76997922/ 123rf)

Perché puoi fidarti di me?

Recensioni