Ultimo aggiornamento: 12/08/2021

Il nostro metodo

13Prodotti analizzati

21Ore di lavoro

5Fonti e riferimenti usati

63Commenti valutati

Benvenuto nel nostro sito web! Molti di noi hanno una varietà di attività di svago nel tempo libero, che possiamo goderci o rilassarci quando le facciamo. Il cucito può essere uno di questi, che oltre ad un’attività di svago è un lavoro dell’attività quotidiana.

Essendo cucito, puoi utilizzare lo stesso filo per diversi lavori, ma tuttavia i risultati che otteniamo molte volte non sono molto professionali e la mancanza di esperienza, quando gran parte dei risultati sono dovuti al tipo di filo utilizzato.

Devi capire che non esiste un filo perfetto e ognuno si adatta a certe necessità. A seconda di ciò di cui hai bisogno puoi scegliere il meglio per l’uso che desideri, in questo articolo ti mostreremo i diversi aspetti che dovresti conoscere e prendere in considerazione quando acquisti i filati.




La cosa più importante

  • Il filo è una fibra di materiale tessile progettata per vari lavori di abbigliamento, principalmente per unire pezzi di tessuto o qualche materiale tessile, può essere utilizzato per la creazione di abiti, il ricamo e la realizzazione di pizzi.
  • Ci sono diversi tipi di filo sul mercato oggi, tutti diversi l’uno dall’altro, ma che svolgono la loro funzione nel tipo di abbigliamento per cui sono progettati, come i fili per cucire e i fili da ricamo.
  • Durante il processo di acquisto, devi prendere in considerazione diversi fattori che ti aiuteranno a prendere la decisione giusta, come il tipo di indumento, la frequenza di utilizzo, la resistenza del filo e il tipo di materiale di cui è fatto.

Filato: la nostra raccomandazione dei migliori prodotti

Guida all’acquisto: tutto quello che devi sapere sui filato

Dopo aver familiarizzato con i 4 migliori fili, potresti avere un’immagine più chiara di ciò di cui hai bisogno, tuttavia, è importante che prima di acquistare il prodotto, tu conosca alcuni termini e caratteristiche su di esso.

Avere gli strumenti giusti ti permetterà di utilizzare al meglio il filo che acquisti.
(Foto: Anatoliy Sadovskiy/ 123rf.com)

Cosa sono i fili e quali sono i loro vantaggi?

Il filo è un filo lungo e sottile di un materiale tessile specifico o una lega di due materiali, usato per cucire, ricamare, lavorare a maglia e altri progetti tessili. Serve come agente di tensione e legante tra due materiali e dà forma a vari prodotti come l’abbigliamento, l’imbottitura dei mobili, tra gli altri.

Un importante vantaggio dei filati è la variabilità dei tipi, tutto secondo il materiale e la forza a cui sono sottoposti. Hanno un’alta durata e resistenza e i loro costi sono relativamente molto bassi.

Ora, ogni cosa ha i suoi svantaggi, ma questo non significa che il prodotto stesso sia cattivo. Tuttavia, è importante che tu conosca tutti gli aspetti che riguardano il filato prima di acquistarlo, per evitare sorprese in seguito.

Vantaggi
  • Variabilità
  • Alta resistenza e durata
  • Bassi costi
Svantaggi
  • Alcuni si rompono facilmente
  • Non tutti sono adattabili alle macchine da cucire
  • Alcuni sono molto duri e difficili da usare.

Filo da cucire o da ricamo – a cosa dovresti prestare attenzione?

Quando si parla di filo abbiamo diversi tipi, i più comuni sono i fili da cucire che troviamo comunemente in ogni casa, e i fili da ricamo. Ci sono differenze significative tra loro che dovresti prendere in considerazione per fare il miglior acquisto.

Filo da cucire: Questo prodotto è comunemente conosciuto da tutti, si trova in qualsiasi casa, è disponibile in diverse presentazioni e colori. Sono caratteristici per avere uno spessore minimo, sono un filo sottile di materiale tessile. Comunemente sono di materiale sintetico, che sono i più comuni, e naturale per lavori più delicati.

Con questo tipo di filo puoi lavorare cucendo a mano, con un ago sottile, allo stesso modo con la macchina dato che la maggior parte delle sue presentazioni sono fili adattabili alle macchine da cucire, devi tenere in considerazione il tipo di macchina, se è domestica o industriale il filo sarà diverso sia nella sua dimensione che nella sua composizione.

Filo da ricamo: Questo tipo di filo è utilizzato per progetti di ricamo, come indica il suo nome. È formato da diversi fili di materiale tessile, e questo fa capire che lo spessore di questo tipo di filo è molto più grande del filo per cucire.

Non è possibile utilizzarlo a macchina, per questo motivo è importante delimitare l’uso che vuoi quando acquisti un filo, dato che tutti possono essere trovati in diversi tipi di materiale, ma la sua presentazione più commerciale e la più comune è in materiale naturale comunemente rayon, seta e cotone.

Filo da cucire Filo da ricamo
Spessore Fino Spessore a diversi livelli.
Uso della macchina Si No
Tipo di ago Fine sewing Medium embroidery
Materiale comune Natural e Synthetic Natural

Criteri d’acquisto

Come ultimo punto, dovresti conoscere alcuni fattori che ti aiuteranno a stabilire confronti tra diversi modelli di filati, così potrai scegliere quello più adatto alle tue esigenze.

Tipo di progetto

La prima cosa da considerare è il tipo di progetto che farai per sapere di quale filo avrai bisogno essendo ricamo, cucito, maglia, ognuno ha il suo tipo specifico di filo e rappresenterà un punto importante nella tua decisione.

Ricamo: In questo caso il filo deve essere spesso e resistente, il che ti permette di svolgere l’attività a cui è destinato. Il compito dovrebbe essere svolto con l’ago giusto, in modo da rendere il processo più facile.

Cucitura: Un filo molto fine, fino a un filo. Sono i più usati, sia per rammendare e ricucire un pezzo di tessuto. Sono facili da maneggiare e molto leggeri.

Tessitura: Questo filo è molto spesso, più spesso dei precedenti. Viene utilizzato per fare vestiti attraverso la nota tecnica di tessitura. È un filo pesante e normalmente si scalda quando il pezzo è completamente finito.

Il tipo di filo varia a seconda del compito che vuoi svolgere, che sia ricamo, maglia, cucito o creazione di un pizzo.
(Foto: Samo Trebizan / 123rf.com)

Dimensione

La dimensione del filo è vitale quando si fa l’acquisto, perché a seconda della frequenza con cui lo usi, avrai bisogno di più o meno filo. È quindi importante che tu determini per cosa lo userai prima di acquistarlo.

Cartuccia e Tubino: Questa è la presentazione più piccola, che si trova comunemente nei piccoli negozi di cucito. È destinato a lavori poco frequenti, ha poca quantità di filo ed è ideale per il cucito manuale e in piccole macchine

Bobbin: In questa forma di filo troviamo i fili più grandi di poca rotazione, in termini di ricambio possono avere più di 11000 metri ogni bobina, il che li rende perfetti per lavori di una persona professionale, che lavora con macchine da cucire domestiche o semi industriali.

Matasse: Questa presentazione si trova comunemente nei fili da ricamo o per maglieria, con meno metri rispetto alla bobina o anche alla cartuccia, dato che sono per lavori domestici.

Resistenza

A seconda del filo che compri, avrà una certa resistenza, e a seconda del materiale tessile su cui lavorerai, dovresti scegliere quello con la più alta forza di tenuta, in modo che il tuo lavoro non si danneggi dopo averlo finito a causa dell’eccesso di forza.

Fili naturali: Questi fili sono fini e delicati, ottimi per lavori che non richiedono molta resistenza o tensione del tessuto che viene manipolato, sono i più raccomandati per lavorare a mano, anche se tendono a rompersi in lavori con tessuti molto spessi e pesanti.

Fili sintetici: Sono più forti e forniscono una maggiore resistenza a tensioni di alto livello, un po’ più difficili da rompere, ma resistenti a lavori con tessuti spessi e pesanti. In questi possiamo trovare fili elastici che si trovano comunemente in indumenti di estrema attività fisica, e fili trasparenti e di nylon.

Tipo di materiale

È importante prendere in considerazione che il materiale del filo fornisce benefici per alcuni lavori specifici, questo ti darà più sicurezza quando sceglierai il filo giusto, a patto che tu sia consapevole di ciò che stai per lavorare con esso.

Filo di cotone: Questi fili sono morbidi e facili da usare, sono ideali per macchine da cucire e a mano. Presentano variazioni più raffinate di cotone, come il cotone perlato che aggiunge una lucentezza al filo, perfetto per aggiungere un tocco glamour al tuo lavoro. Questo è ideale per lavori domestici e manuali.

Filo di seta: Questo è speciale per lavorare con tessuti delicati, come la stessa seta, anche per lavori raffinati come pizzi, lingerie e tessuti morbidi. È un filo che dovrebbe essere trattato con cura, perché può essere un po’ fragile. Essendo così delicati, sono normalmente usati dai professionisti.

Filo di poliestere: Quest’ultimo tipo di filo è il più resistente di tutti, fornisce flessibilità all’indumento o al progetto da realizzare. Questi sono attualmente i più ricercati e disponibili in commercio a causa dei loro benefici di resistenza. Strettamente professionale, è usato soprattutto nell’abbigliamento sportivo.

(Foto dell’immagine in evidenza: Anatoliy Sadovskiy/ 123rf.com)

Recensioni