Ultimo aggiornamento: 03/08/2021

Il nostro metodo

13Prodotti analizzati

22Ore di lavoro

6Fonti e riferimenti usati

82Commenti valutati

L’estate sta arrivando e noi amiamo goderci la spiaggia, la piscina, l’acqua e il fresco con i nostri bambini. In questo momento, ci chiediamo quali galleggianti dovremmo scegliere per garantire la sicurezza del bambino in ogni momento, in modo che il bagno non comporti alcun rischio e che ci sia solo spazio per il divertimento.

Per i più piccoli della famiglia, questi tuffi estivi sono molto più che un divertimento, poiché li aiutano a rafforzare i loro muscoli e a sviluppare le loro capacità psicomotorie. Ecco perché i dispositivi di galleggiamento sono un must nelle nostre valigie. In questa guida completa ti daremo i punti chiave di questi prodotti.




Le cose più importanti

  • I bambini si sviluppano in acqua e si divertono allo stesso tempo. Inoltre, il momento del bagno rafforza i legami tra genitori e figli e ci fa vivere un momento indimenticabile con la famiglia.
  • Dobbiamo sempre essere estremamente sicuri e vigili in queste situazioni, specialmente con i bambini che non hanno ancora imparato a nuotare autonomamente. Per questo tipo di casi, i galleggianti diventano il miglior alleato per genitori e figli.
  • Quando scegli il sistema di galleggiamento più adatto al tuo bambino, è importante prendere in considerazione fattori come la sicurezza e la qualità, il peso e l’età del bambino, gli accessori e l’attività da svolgere.

Galleggianti: la nostra selezione

Guida all’acquisto: cosa devi sapere sui galleggianti

Se questa è la prima estate con il nostro bambino, potremmo avere dei dubbi sui galleggianti o sugli articoli di sicurezza che dovremmo avere per andare in spiaggia o in piscina. È anche possibile che l’indecisione nasca perché vogliamo innovare con nuovi prodotti. In ogni caso, oggi rispondiamo alle domande più frequenti su questi dispositivi di galleggiamento.

niño con flotadores |

L’uso del galleggiante non sostituisce la supervisione di un adulto. (Fonte: Mark Bowden: 33604631/ 123rf.com)

Cos’è un galleggiante e quali sono i vantaggi e gli svantaggi di usarne uno?

I galleggianti sono dispositivi fatti di anime, sughero o fogli di plastica inaffondabili che possono essere usati per tenere a galla sia i bambini che gli adulti. L’uso di questo tipo di sistema di galleggiamento nei bambini quando iniziano le loro avventure in acqua offre grandi vantaggi e svantaggi, tra i quali troviamo:

Vantaggi
  • Tengono a galla i bambini
  • Forniscono sicurezza durante il tuffo
  • Sono disponibili in varie forme e dimensioni
  • Possono essere ad aria o solidi
  • Sono poco costosi
Svantaggi
  • C”è il rischio che il bambino si muova e non funzionino correttamente
  • Non evitano che un adulto debba supervisionare in ogni momento

Anche se i benefici dei dispositivi di galleggiamento sono numerosi, in questo caso dovremmo prestare più attenzione agli svantaggi. È importante tenere a mente che non possiamo lasciare il bambino da solo in qualsiasi momento, anche se indossa il sistema di galleggiamento, perché può muoversi. Inoltre, dovremo sceglierne uno che sia comodo per il bambino.

Quali tipi di dispositivi di galleggiamento esistono?

Se parliamo di sistemi di galleggiamento per bambini, troviamo cinque tipi principali: dispositivi di galleggiamento convenzionali, polsini, bolle, churros e, l’ultima rivoluzione, costumi da bagno con dispositivi di galleggiamento. I primi quattro sono i più conosciuti e i più comunemente usati, sempre a seconda dell’età e dei bisogni di ogni bambino.

Quindi, se dovessimo stabilire un ordine cronologico di utilizzo man mano che il bambino cresce e impara a nuotare, sarebbe: galleggiante con mutandine (per sostenere le gambe ed evitare che scivolino attraverso il foro) > bolle > polsini > churro. I costumi da bagno con un galleggiante incorporato sono ideali per la spiaggia o per spazi più grandi.

Noemí SuriolDirettore del Centro Lenoarmi
“Tra i 4 e i 6 mesi è l’età migliore per i bambini per iniziare a riconoscere il galleggiamento e imparare a galleggiare”.

Galleggianti, dispositivi di galleggiamento o bolle: qual è quello giusto per il mio bambino?

Quando ci sono così tanti tipi diversi tra cui scegliere, non è sempre facile sapere qual è quello giusto per te. Ecco perché questa è una delle domande più frequenti che noi genitori ci poniamo quando si tratta di scegliere uno o l’altro tipo di galleggiante per nostro figlio. E il problema è che non c’è una risposta unica. La scelta dipenderà da diversi fattori:

Galleggianti classici Manicotti Bolle
Materiale Plastica Plastica/polietilene Plastica/polietilene
Sicurezza ** *** ***
Duratax * *** ***
Mobilità *** * ***
Fascia d’età Sotto i 3 anni di età (se non dotato di slip centrale) 0-4 anni di età Sotto i 4 anni di età
Vantaggi Ci sono molti modelli diversi e possono essere usati per molti anni Sono molto sicuri, è praticamente impossibile che si stacchino dal braccioh Garantiscono il galleggiamento e aiutano ad imparare a nuotare
Svantaggih Permettono di galleggiare solo in forma circolareh Non sono utili per imparare a nuotare perché non permettono il movimento naturale delle spalleh Non permettono posizioni laterali, quindi il bambino deve controllare la respirazione

Abbiamo visto come ognuno dei tre tipi di galleggianti ha i suoi vantaggi e svantaggi, oltre ad essere progettato per determinate situazioni. Tuttavia, il più adatto per nostro figlio sarà quello che soddisfa i requisiti di cui abbiamo bisogno in ogni momento. Non dobbiamo limitarci a uno solo, possiamo provare i diversi modelli.

Come dovremmo usare i galleggianti per bambini?

Può sembrare ovvio, ma per usare correttamente i galleggianti per bambini dobbiamo seguire alcuni semplici passi. E anche se non sono un mistero, in questo modo terremo il nostro bambino al sicuro e potremo goderci il bagno senza rischi. Prendi carta e penna, ci siamo!

  • Gonfia il galleggiante: questo passo è necessario solo quando si utilizza un galleggiante in plastica, poiché i galleggianti in polietilene non hanno bisogno di essere gonfiati. Controlla sempre che non ci siano perdite che potrebbero causare lo sgonfiamento durante l’uso.
  • Adattamento: questo è uno degli aspetti più importanti. È essenziale seguire le indicazioni particolari di ogni galleggiante per posizionarlo correttamente, in modo che il bambino sia comodo e mantenga la sua mobilità.
  • Vigilanza: ripeteremo più e più volte che l’uso dei sistemi di galleggiamento non esime noi genitori dal dover mantenere una supervisione costante dei nostri figli per tutto il tempo in cui sono in acqua.
  • Sgonfia e pulisci: (sgonfia solo i galleggianti in plastica). Mantenere questi prodotti puliti è essenziale sia per prendersi cura della pelle del bambino che per aumentare la durata del galleggiante. Idealmente, dovrebbero essere sciacquati con acqua fresca dopo ogni utilizzo.

Inoltre, se il produttore ha indicato una manutenzione speciale, anche questa dovrebbe essere presa in considerazione. Ci sono quattro passi molto semplici che dobbiamo ripetere ogni volta che stiamo per utilizzare qualsiasi tipo di sistema di galleggiamento. Se seguiamo questa routine, garantiremo la massima sicurezza per il bambino e la tranquillità per i genitori.

niña en piscina

Il galleggiante è importante per i bambini, poiché identificano che si sentono al sicuro con loro in acqua. (Fonte: Alina Demidenko: 113003933/ 123rf.com)

Sono meglio i galleggianti in polietilene o in plastica?

Quando si parla dei materiali di cui sono fatti i galleggianti, c’è sempre un chiaro dilemma tra polietilene e plastica. Questi due componenti sono i più utilizzati perché hanno un’alta galleggiabilità e sono abbastanza resistenti. Tuttavia, ci sono alcuni aspetti in cui differiscono:

Galleggiante in polietilene Galleggiante in plastica
Durata *** *
Galleggiabilità Nel materiale stesso Gonfiaggio richiesto
Design Tubo, bolla o maniche Varie
Destinatoa Bambini Bambini e adulti

Come possiamo vedere dalla tabella, non possiamo stabilire che uno sia “migliore” dell’altro. Sono semplicemente progettati per scopi diversi. Mentre i galleggianti in polietilene sono esclusivamente per i bambini a causa della loro intrinseca galleggiabilità e alta resistenza, i galleggianti in plastica possono essere utilizzati anche dagli adulti.

Quali sono le fasi del processo di apprendimento del nuoto e che ruolo hanno i galleggianti in esso?

Come per qualsiasi processo di apprendimento dei bambini, c’è un certo processo che dobbiamo seguire e tenere in considerazione in modo che il bambino si senta sicuro in ogni momento e possa progredire normalmente. Inoltre, per quanto riguarda il nuoto, il bambino dovrà abituarsi a questo nuovo ambiente e conoscerlo poco a poco

  • Il bambino dovrebbe acclimatarsi all’ambiente acquatico gradualmente.
  • Una delle migliori tecniche per aiutarli a perdere la paura dell’acqua è quella di coccolarli e parlargli affettuosamente per rassicurarli.
  • Con il bambino attaccato ad un galleggiante, possiamo camminare intorno alla piscina in modo che lui la conosca e la trovi sempre più familiare.
  • Anche se non capisce cos’è un carro, dobbiamo mostrargli che è qualcosa che gli dà sicurezza.
  • Se portiamo dei giocattoli, il bambino assocerà il bagno al divertimento e sarà facile per lui rilassarsi.
  • Sempre utilizzando un sistema di galleggiamento adatto, il bambino inizierà a scalciare e a rafforzare i suoi muscoli mentre impara i movimenti base del nuoto.
  • Una volta che il bambino vede che può muovere le braccia e le gambe in modo indipendente, lo allontaneremo gradualmente da noi.
  • Vedremo come diventeranno sempre più a loro agio in acqua.
  • Questo è il momento ideale per fissare degli obiettivi da raggiungere: allontanarsi e lasciare che ci raggiunga da solo o altri giochi simili finché non impara a nuotare da solo.

I galleggianti giocano un ruolo fondamentale in tutto questo processo, poiché sono lo strumento che i piccoli associano alla loro sicurezza in acqua. È molto importante incoraggiare questo rapporto perché, quando saranno un po’ più grandi, non penseranno mai di andare in acqua senza il loro galleggiante o le loro manette.

niña en el mar con flotadores

I gonfiabili dovrebbero essere dimensionati in base alla taglia del bambino. (Fonte: Yanlev: 10229023/ 123rf.com)

Quali precauzioni dovrebbero prendere i genitori nell’uso dei galleggianti?

Per essere sicuri che il bambino non sia in pericolo in qualsiasi momento e che stiamo usando i galleggianti correttamente, i genitori dovrebbero tenere in considerazione alcuni aspetti. Questi consigli sono linee guida di sicurezza che è consigliabile controllare prima di acquistare qualsiasi ausilio di galleggiamento per bambini

  • Il galleggiante dovrebbe essere adattato alla morfologia del bambino, in modo che non cada durante l’uso.
  • I fissaggi devono essere sufficientemente solidi e sicuri.
  • Il sistema di galleggiamento deve permettere al bambino di muoversi in acqua senza essere troppo d’intralcio.
  • Imateriali di costruzione devono essere resistenti e non deteriorarsi rapidamente a causa dell’attrito con la sabbia sulla spiaggia o i cordoli della piscina.
  • Non dovrebbe sfregare troppo contro la pelle del bambino per non lasciare segni o causare reazioni.
  • Siraccomanda che abbia un colore brillante che non si confonda facilmente con l’acqua.

Queste sono alcune delle indicazioni più frequenti date dagli esperti del settore. Se l’aiuto al galleggiamento scelto soddisfa questi requisiti, il tuo bambino non sarà a rischio e potrà concentrarsi esclusivamente sul divertimento, la crescita e lo sviluppo in acqua. Va da sé che il bambino deve essere sempre accompagnato da un adulto.

Ci sono delle norme che regolano i galleggianti?

I galleggianti sono regolati da due norme diverse, poiché sono considerati sia giocattoli che aiuti di salvataggio e di galleggiamento. Da un lato, anche se solo i classici galleggianti rotondi sono considerati giocattoli, devono essere conformi ai requisiti della normativa 89/646/CEE e portare il marchio CE (conformità europea).

Dall’altro lato, per quanto riguarda l’affidabilità di questo tipo di articoli, devono essere conformi alla normativa europea della norma spagnola UNE-EN 13138-3:2015, che include i requisiti di sicurezza e i metodi di prova per i galleggianti, in particolare per quelli che hanno un sedile e sono utilizzati dai bambini.

Criteri di acquisto

Prima di scegliere il galleggiante che accompagnerà il tuo bambino durante le sue avventure acquatiche, dovresti prendere in considerazione alcuni fattori che sono essenziali per prendere una buona decisione. Ecco i cinque principali criteri di acquisto che dovremmo controllare al momento dell’acquisto.

Sicurezza

Senza alcun dubbio, la sicurezza dovrebbe essere il criterio fondamentale che permette a noi genitori di fare un primo vaglio. Qualsiasi galleggiante che non ha il sigillo corrispondente che indica la corretta osservanza delle norme che abbiamo menzionato sopra, non è buono per noi. In ogni caso.

È molto importante essere rigorosi su questo punto, perché da questo dipenderà il fatto che il nostro bambino possa godersi il bagno senza essere esposto a nessun rischio. L’acqua ha molti benefici per i bambini, ma può essere molto più pericolosa per loro di quanto immaginiamo. La sicurezza non è un argomento su cui scherzare.

Aleksandr PopovEx nuotatore russo
“L’acqua è tua amica… non devi combattere con l’acqua, devi solo condividere lo stesso spirito, e poi ti lascerà andare”.

Peso ed età

Perché i galleggianti facciano il loro lavoro, devono essere adatti al peso e all’età del bambino che li userà. Sulla maggior parte degli articoli troverai un cartello del produttore che indica questi parametri raccomandati. È importante prestare attenzione a queste indicazioni per fare la scelta giusta. Li mostriamo in una tabella:

Fascia d’età Peso (chilogrammi) Tipo di galleggiante
Più di 1 anno Fino a 10 kg Montato sul corpo
Tra 1 e 5 anni Fino a 18 kg Montato sul corpo
Tra 6 e 12 anni Fino a 35 kg Diversi

Va tenuto in considerazione che queste indicazioni sono generali e possono variare da un bambino all’altro. Se dobbiamo basarci su un indicatore principale, sarebbe il peso, dato che il galleggiante sarà progettato per sostenere un massimo di chilogrammi. Per questo motivo, è meglio chiedere allo specialista del negozio prima di scegliere l’uno o l’altro.

Uso

Un altro dei criteri di acquisto fondamentali quando compriamo un galleggiante per il nostro bambino è pensare a cosa lo useremo. Per esempio, se l’obiettivo è che il bambino impari a nuotare, ci sono sistemi di galleggiamento progettati appositamente per questo scopo, con diversi modelli a seconda del progresso dell’apprendimento del bambino.

Tuttavia, se quello che vogliamo è un galleggiante da portare in spiaggia o in piscina e goderci un bel tuffo con il bambino, l’ideale, soprattutto nei primi due anni quando il bambino non è molto forte, è utilizzare sistemi di galleggiamento che abbiano un sedile in modo che il bambino sia comodo e non cada.

Materiale

Come abbiamo visto prima, possiamo trovare galleggianti fatti di una vasta gamma di materiali, anche se i più usati sono la plastica e il polietilene per la loro alta capacità di galleggiamento. Tuttavia, un altro fattore da tenere presente in relazione ai materiali è la tossicità.

Non dobbiamo dimenticare che il galleggiante sarà a contatto con la pelle del bambino, che potrebbe già essere un po’ irritata dall’acqua o dai prodotti della piscina. Per questo motivo, dobbiamo evitare di usare articoli che contengono sostanze nocive, come il BPA (bisfenolo A), che può causare reazioni allergiche nella pelle del bambino.

flotadores en piscina

Ci sono molte varietà, disegni e colori tra cui scegliere per catturare l’attenzione del bambino. (Fonte: Serezniy: 111615224/ 123rf.com)

Qualità

Il criterio di qualità riunisce tutti i precedenti. E solo perché è l’ultimo non significa che sia il meno importante. Per qualsiasi prodotto che stiamo per acquistare per il nostro bambino, la qualità deve essere uno dei fattori più rilevanti. Ma è vero che ci sono momenti in cui è difficile determinare la qualità di un articolo.

Per aiutarci, possiamo prestare attenzione alle opinioni di esperti o di altri utenti del prodotto. E, naturalmente, tieni conto di tutte le linee guida che abbiamo discusso nel corso della guida. Inoltre, ci sono alcune marche che sono sinonimo di qualità grazie alla loro lunga storia nei prodotti per bambini.

Riassunto

Ci sono poche cose che i genitori amano di più che godersi un bel tuffo con i nostri figli e rinfrescarsi in acqua nei giorni caldi. Ma per assicurarci che sia tutto divertente e che il bambino non sia a rischio, dobbiamo utilizzare dispositivi di galleggiamento o altri sistemi di galleggiamento progettati per prendersi cura dei bambini durante il bagno.

Inoltre, anche se questi strumenti ci aiutano, non dobbiamo perdere di vista il bambino in nessun momento. Ci sono alcuni fattori che ci aiuteranno a prendere la decisione al momento dell’acquisto del dispositivo di galleggiamento del nostro bambino in modo da poter scegliere quello più adatto a noi. Una volta fatto questo, tuffiamoci in acqua e divertiamoci!

Se ti è piaciuta la nostra guida ai galleggianti, condividila sui social media e lasciaci un commento.

(Featured image source: Famveldman: 37158797/ 123rf.com)

Perché puoi fidarti di me?

Recensioni