Ultimo aggiornamento: 02/08/2021

Il nostro metodo

12Prodotti analizzati

18Ore di lavoro

32Fonti e riferimenti usati

41Commenti valutati

I misuratori di luce sono un accessorio preferito da molti fotografi, sia dilettanti che professionisti. Con essi, puoi misurare l’illuminazione, il che ti rende più facile scattare foto migliori e ti fa risparmiare tempo. Sono particolarmente importanti per la fotografia in studio, per fotografare spazi con neve o sfondi bianchi e per luoghi con poca luce.

Anche se le fotocamere ne hanno uno incorporato, molti fotografi, una volta che hanno provato a lavorare con un esposimetro manuale, non possono tornare a lavorare senza. Tuttavia, non tutti offrono le stesse prestazioni. Ecco perché è importante considerare alcune cose prima di scegliere quale comprare.




La cosa più importante

  • I misuratori di luce sono strumenti di misurazione della luce la cui applicazione in fotografia ti permette di determinare quali ISO, apertura e velocità sono adatti per ottenere l’esposizione corretta.
  • Ci sono due tipi di misuratori di luce: misuratori di luce incidente e misuratori di luce riflessa. Questi ultimi sono quelli che sono incorporati nelle telecamere.
  • I criteri di acquisto che possono aiutarti meglio a scegliere un esposimetro sono la sua leggibilità, la sua facilità d’uso, la possibilità di scattare senza fili e le caratteristiche del lumisferio.

Fotometro: la nostra selezione

Prima di entrare nella guida all’acquisto vera e propria, vorremmo presentarti alcuni dei migliori misuratori di luce attualmente disponibili sul mercato. Forse uno di questi è l’esposimetro che stai cercando.

Guida all’acquisto: quello che devi sapere sui misuratori di luce

Se stai pensando di acquistare un esposimetro portatile, probabilmente hai bisogno di rispondere ad alcune domande sul suo funzionamento, sulle sue caratteristiche e sui suoi possibili usi. Affinché tu possa farlo e affrontare il processo di acquisto con più fiducia, abbiamo preparato questa sezione completa per te.

I contatori di luce sono strumenti per misurare la luce la cui applicazione in fotografia ti permette di determinare quali ISO, apertura e velocità sono appropriati per ottenere la corretta esposizione. (Fonte: Photowonder: 100258556/ 123rf.com)

Cosa sono esattamente i contatori di luce?

I contatori di luce sono dispositivi o strumenti per misurare l’intensità della luce. In particolare, in fotografia, sono uno strumento essenziale per misurare la luce in un determinato punto. In questo modo, ti permettono di determinare quali ISO, apertura e velocità sono appropriati per ottenere la corretta esposizione per una fotografia.

Quali tipi di misuratori di luce esistono?

Si possono distinguere due tipi di misuratori di luce in base al metodo che utilizzano per misurare la luce: misuratori di luce riflessa e misuratori di luce incidente

  • Misuratori di luce riflessa: Questi misurano la luce riflessa da diverse superfici di oggetti e persone. Sono spesso integrati nelle telecamere. Sono anche chiamati esposimetri.
  • Misuratori di luce incidente: Questi misurano direttamente la quantità di luce che cade su persone e oggetti. Ti permettono di misurare l’intensità della luce reale, indipendentemente dal tono del corpo che stai fotografando. Sono spesso utilizzati quando si lavora con i flash.

Molti fotometri fotografici portatili combinano entrambi i tipi di misurazione.

Sapevi che il fotometro è nato in Inghilterra alla fine del XIX secolo?

Qual è la differenza tra misurare la luce con un fotometro portatile e misurare la luce con una macchina fotografica?

Le macchine fotografiche hanno un fotometro integrato che può misurare solo la luce riflessa. I misuratori di luce portatili, invece, misurano la luce incidente e in alcuni casi anche la luce riflessa. Lo svantaggio di misurare la luce riflessa è che la fotocamera stima una percentuale di riflessione, quella del grigio medio.

Sfortunatamente, questa percentuale di solito non corrisponde ai toni della scena che vuoi fotografare. Quindi, se non correggi la differenza, creerai un problema di sovraesposizione, o sottoesposizione, che influenzerà la qualità della fotografia. Al contrario, un esposimetro portatile ti permette di determinare con assoluta certezza l’illuminazione che sta agendo sulla scena.

In quali situazioni è utile usare un esposimetro portatile?

In molti casi, puoi usare la tua fotocamera per misurare la luce. Tuttavia, ci sono alcune situazioni in cui i misuratori di luce sono particolarmente necessari. Questi sono i seguenti

  • Per fotografare spazi con neve o sfondi bianchi.
  • Per fotografare luoghi dove l’illuminazione è molto scarsa.
  • Per fotografie con esposizioni lunghe.
  • Quando il contrasto è particolarmente forte.
  • Quando diverse luci brillano simultaneamente.
  • Per la fotografia flash in studio.

I misuratori di luce portatili, invece, misurano la luce incidente e in alcuni casi anche la luce riflessa. (Fonte: Ruiz: 142647157/ 123rf.com)

Quali sono i vantaggi e gli svantaggi dei misuratori di luce a mano?

L’uso del fotografo sia in fotografia che in pellicola offre una serie di vantaggi. Ecco alcuni dei più importanti.

Vantaggi
  • Misurano la luce direttamente.
  • Offrono letture più accurate di quelle ottenute con le telecamere.
  • Possono essere utilizzati per misurare il contrasto.
  • Permettono di ottenere risultati più professionali.
  • Sono solitamente molto facili da usare.
Svantaggi
  • Possono essere un po” costosi.
  • Dovrebbero essere posizionati di fronte al punto in cui vuoi misurare la luce.

Per chi dovresti comprare un esposimetro?

In generale, la maggior parte dei fotografi non ha bisogno di un esposimetro. Tuttavia, se stai scattando ritratti o still life dove è coinvolta molta luce, è consigliabile averne una. Lo stesso vale se stai usando una vecchia macchina fotografica analogica, dato che queste non sono dotate di un esposimetro.

Per molti fotografi professionisti con molti anni di esperienza alle spalle, un esposimetro potrebbe non essere necessario, dato che sono abituati a lavorare in situazioni diverse. Tuttavia, se sei agli inizi della fotografia professionale, può essere di grande aiuto.

Come lavorare con i misuratori manuali

Come abbiamo visto, l’uso principale dell’esposimetro manuale è quello di misurare la luce incidente. A grandi linee, il modo di farlo nella maggior parte dei casi può essere riassunto nei seguenti passi

  1. Seleziona la modalità manuale sulla fotocamera.
  2. Scegli un valore ISO, che deve essere lo stesso per l’esposimetro e la fotocamera.
  3. Scegli una velocità dell’otturatore, che deve essere la stessa anche per l’esposimetro.
  4. Posiziona l’esposimetro di fronte al corpo che vuoi fotografare il più vicino possibile, con la semisfera rivolta verso la fonte di luce, e premi il pulsante.

Il misuratore di luce ti darà un risultato che ti dirà l’apertura corretta.

Quali altre applicazioni possono avere i misuratori di luce?

I misuratori di luce sono anche utilizzati per misurare l’intensità della luce in casa, in ufficio e negli ambienti di lavoro. In quest’ultimo caso, sono essenziali per verificare la conformità alla legislazione sull’illuminazione. Sono anche utilizzati per monitorare i livelli di luce nella coltivazione delle piante. Per tutti questi casi, uno dei modelli di misuratore di luce più economici è sufficiente.

Criteri di acquisto

I misuratori di luce portatili per fotografi sono dispositivi essenziali per molti amatori e professionisti. Sfortunatamente, non sono molto economici, quindi è essenziale selezionare i giusti criteri di acquisto da considerare. Per aiutarti nel processo di selezione, da REVIEWBOX, ti suggeriamo quanto segue.

Capacità di lettura

È importante che tu controlli quali modalità di lettura sono consentite. I più comuni sono foto e video. Inoltre, nella modalità video è possibile trovare le modalità cinema e cinema HD. Una modalità molto popolare per la fotografia è la modalità flash. Per gli interni potresti anche essere interessato alla percentuale di luce del flash.

I contatori di luce con un display digitale possono essere adattati alle diverse modalità di apertura e velocità dell’otturatore della fotocamera. Quindi se usi un’apertura fissa, il dispositivo ti dirà quale velocità dell’otturatore è appropriata. In breve, più modalità può misurare, più tipi di illuminazione con cui puoi lavorare e in diverse condizioni.

Ci sono due tipi di misuratori di luce: misuratori di luce incidente e misuratori di luce riflessa. Questi ultimi sono quelli che sono integrati nelle telecamere. (Fonte: Clickandphoto: 38238009/ 123rf.com)

Facilità d’uso

L’esposimetro deve essere molto facile da usare in modo che il tuo lavoro sia rapido e semplice. A tal fine, è essenziale che sia leggero e che le sue dimensioni siano adeguate. Inoltre, potresti essere interessato ad un display digitale, specialmente se ha un touch screen. Vorrai anche che abbia una memoria per ricordare le letture precedenti. E, naturalmente, assicurati che la batteria abbia un’autonomia sufficiente.

Capacità di scattare in modalità wireless

Controlla se l’esposimetro ti permette di scattare senza la necessità di essere collegatoin modalità wireless con diverse apparecchiature. In questo modo, puoi lavorare in modo più comodo e rilassato, dato che avrai una comunicazione diretta tra l’esposimetro e il flash. Fortunatamente, sempre più modelli includono questa possibilità. Un buon esempio è il Sekonic SpeedMaster L-858D

Lumisphere

Il lumisphere è la sfera bianca utilizzata per misurare la luce incidente su superfici tridimensionali. Per poterlo utilizzare, è importante controllare che possa essere ruotato e che possa essere rimosso per altri accessori, come il lumidisc. Con il lumidisc è possibile misurare la luce incidente su superfici bidimensionali.

Sommario

I misuratori di luce portatili permettono misure di luce più accurate di quelle ottenute con gli esposimetri integrati nelle fotocamere. Inoltre, il loro utilizzo implica lavorare lentamente e camminare intorno alla scena da fotografare, misurando la luce in diversi punti. Questo ti dà l’opportunità di sapere come funziona la luce e quindi di lavorare ad un ritmo diverso.

Sfortunatamente, comprarne uno comporta un investimento finanziario significativo. Pertanto, se stai pensando di comprarne uno, è essenziale che tu scelga quello giusto per l’uso che ne farai. Per fare questo, dovresti prendere in considerazione criteri di acquisto come le modalità di lettura che supporta, la sua facilità d’uso e le caratteristiche del suo lume.

Infine, se pensi che questa guida ti abbia aiutato nel tuo processo di scelta, puoi scriverci un commento o condividerla attraverso i diversi social network.

(Fonte dell’immagine in evidenza: Khambubpha: 73326314/ 123rf.com)

Perché puoi fidarti di noi?

Recensioni