Le ghette sono uno di quegli oggetti che a prima vista sembrano poco utili, poi però ci ricordiamo di loro solo nel momento in cui ne abbiamo veramente bisogno. Sai di che stiamo parlando, vero? Quasi sicuramente sì. Le ghette sono una delle migliori armi contro il freddo, ma capita di non riconoscerne sempre la reale efficacia o non sappiamo fino a che punto ci possano essere utili nelle diverse situazioni.

Abbiamo scritto questo articolo proprio per dirti tutto ciò che è importante sapere sulle ghette e come possano in effetti cambiarti la vita. Inoltre troverai i migliori prodotti attualmente sul mercato e alcuni nostri consigli per trovare le ghette migliori per le tue esigenze. Continua a leggere se ti interessa l’argomento!

Le cose più importanti in breve

  • Le ghette sono un accessorio di abbigliamento che, a seconda del tipo e funzione, proteggono le gambe e soprattutto la caviglia dal freddo, dall’umidità, da altre condizioni climatiche e non solo. Ricordano l’uso dei calzettoni, ma sono molto più efficaci quando devono riscaldare e proteggere. Sono caratterizzati da una forma tubolare e si avvolgono alla gamba con differenti sistemi di chiusura.
  • Sebbene storicamente le ghette fossero usate dai contadini e dai soldati, oggi sono molto diffuse tra i bambini e in diversi ambiti sportivi e di divertimento. Sono realizzate con strutture diverse in base agli usi e alle esigenze di ognuno, e possono essere prodotte con materiali differenti.
  • Per comprare un buon paio di ghette, dobbiamo valutare alcuni aspetti chiave, come ad esempio: la finalità di utilizzo, l’impermeabilità, il peso e la misura, il confort all’indosso, il materiale con cui sono realizzate e la traspirabilità.

Le migliori ghette sul mercato: la nostra selezione

Se stai pensando alla tua prossima escursione sulla neve, o a un altro viaggio outdoor, in cui potresti lottare contro il freddo, è bene che tu inserisca nella tua valigia delle buone ghette. Le tue gambe ti ringrazieranno! Sul mercato ci sono tantissime offerte per ogni tipo e se non sai che decisione prendere, considera la seguente selezione che comprende le migliori opzioni disponibili.

Le ghette dal miglior rapporto qualità-prezzo

Ideali per trekking, escursionismo, e hiking, le Salewa sono impermeabili e realizzate in poliestere 150d mini Ripstop. I materiali sono robusti, ma le ghette sono molto leggere, pesano infatti 170 g e sono alte 41 cm. Coprono bene dal ginocchio fino al collo del piede. Pratiche e resistenti, possono essere lavate in lavatrice a bassa temperatura.

Le più fornite di accessori

Realizzate in materiale poliestere 300d e 600d, impermeabile, resistente alle basse temperature (-35 °C) e traspiranti, le ghette sono fornite di una doppia chiusura a cerniera e una in velcro che garantiscono una maggiore protezione dai fattori esterni. Leggere e facili da trasportare, le ghette Unigear sono anche dotate di una fascia elastica regolabile e di un gancio di metallo da legare alle scarpe. Il design è raffinato e antiscivolo.

Le ghette più basse

Le ghette basse della Salomon sono ideali per le corse lungo terreni difficili e fangosi perché impedisce qualsiasi tipo di infiltrazione nella scarpa, proteggendo i tuoi piedi. La chiusura in velcro permette un facile indosso, e la staffa sotto il piede fa sì che la ghetta non scivoli via. Ha un’imbottitura rivestita in rete durevole che aggiunge maggiore protezione alla caviglia. Peso: 50 g.

Le più versatili

Realizzate in nylon 420d, adatte per le corse e per arrampicate in alta montagna, proteggono dall’umidità e dalla neve. Le ghette sono dotate di una chiusura con cerniera laterale, e di un laccio con una clip che garantiscono una maggiore stabilità. Disponibili in quattro colori e sono ideali sia per uomo che per donna.

Guida all’acquisto: Tutto quello che devi sapere sulle ghette

Le ghette sono diventate un accessorio di abbigliamento quasi indispensabile che ti garantisce un buon esito delle tue gite, escursioni e viaggi, soprattutto se hai programmato delle lunghe passeggiate o delle attività come il trekking. Il mercato offre diversi modelli di ghette, in funzione agli usi ed esigenze individuali. In questa selezione risponderemo ai dubbi più comuni sull’argomento.

ghette-prima-xcyp1

Le ghette basse sono in genere leggere e traspiranti. (Fonte: maridav: 32707555/ 123rf.com)

Che cosa sono esattamente le ghette?

Le ghette sono accessori che si realizzano in diversi tessuti, e servono a coprire le gambe, generalmente dal ginocchio fino alla caviglia anche se ci sono altri tipi. Si infilano sulla scarpa e la loro funzione è di evitare infiltrazioni di acqua, neve, umidità e altri materiali, e fungono da protezione extra dal freddo.

Perché sono necessarie le ghette?

Sia se andiamo a fare un’escursione in montagna o sulla neve, se ci piace l’alpinismo o il trekking, o semplicemente andiamo a correre su strade sterrate, sappiamo bene che non basta avere solo una buona scarpa. Le ghette, una volta che sono ben avvolte alle nostre gambe, svolgono varie funzioni molto utili:

  • Impediscono che entrino elementi esterni, come ciottoli, terreno, o residui vari.
  • Mantengono i piedi asciutti su pozzanghere o acquitrini.
  • Proteggono le gambe dal classico sfregamento o dal contatto con elementi del terreno.
  • Offrono una maggiore stabilità durante la passeggiata, corsa o arrampicata .
  • Aiutano la traspirazione.
  • Proteggono i piedi dalle basse temperature.
Juanfra Marín VargasGuida di alpinismo di Mamut Sierra Nevada

“Quando si fa trekking o si corre sulla neve, dobbiamo portarci dei vestiti leggeri e traspiranti, però che ci isolino dal tempo rigido dell’alta montagna, e soprattutto dal vento e dall’acqua”.

Quali parti della gamba coprono esattamente le ghette?

Dipende dal tipo di ghetta. Esistono diverse misure, in base al tipo di attività. A grandi linee, ci sono due misure: le ghette con gambale alto che coprono dal ginocchio fino al collo del piede; e le mezze ghette, o ghette con gambale basso, che coprono tutta la caviglia e il collo del piede. Esistono anche dei modelli che coprono le scarpe.

ghette-xcyp1

Generalmente, le ghette sono realizzate in tela o altro in tessuto e avvolgono la gamba. (Fonte: Andrea Obzerova: 60843352/ 123rf.com)

Le mezze ghette sono generalmente leggere e traspiranti, e sono adatte agli escursionisti e chi fa trekking nel bosco, sulla sabbia, nel fango, sulla neve o su terreni difficili. Le ghette normali invece sono ideali per le condizioni climatiche estreme e sono in genere ultraresistenti e impermeabili. Si usano normalmente sopra gli stivali.

Le due ghette non sono uguali tra loro, ma sono simmetriche. Una è per la gamba destra e l’altra per la sinistra. Quando le infili, devi controllare che le cerniere siano sulla parte esterna, con i gancetti dei lacci sul davanti.

Che struttura hanno le ghette?

Normalmente, le ghette sono realizzate in tela o in un altro tessuto che copre la gamba. A questa struttura tubolare si aggiungono diversi accessori che servono a rinforzare il materiare e ad avvolgere la ghetta alla caviglia o al ginocchio, e vi sono differenti sistemi di chiusura per garantire una protezione più efficace. Possiamo riassumere la struttura delle ghette nei seguenti aspetti.

  • Nella parte superiore, le ghette sono dotate di un laccio elastico che ne impedisce il cedimento verso il basso.
  • Il sistema di chiusura più comune è il cavetto in acciaio, ma le ghette più resistenti sono quelle che usano cinturini in neoprene o uretano. Bisogna stare molto attenti quando si mette la fibbia perché non deve stare sul bordo della suola per non schiacciarsi quando si cammina.
  • Per quanto riguarda le cerniere laterali, le migliori ghette sono dotate di un lembo con chiusura in velcro che ne agevola l’indosso e impedisce le infiltrazioni di umidità.
  • Nella parte inferiore, sul davanti, molte ghette hanno un piccolo gancio, che va infilato ai lacci della calzatura, e questa è sicuramente una maggiore misura di protezione.

Quale è il tipo di ghette più conveniente?

Di nuovo, dipende dall’uso e dalle tue esigenze. L’aspetto positivo è che sul mercato esiste una vasta scelta di ghette, ognuna adatta a seconda delle attività. Prima di scegliere il modello che fa per te, quindi, hai bisogno di avere ben chiaro per quale tipo di attività ti servono. Nella tabella che ti mostriamo a seguire, riassumiamo i tipici scenari in cui sono utili diversi tipi di ghette.

Tipo di attività Tipo di ghette Caratteristiche
Ghette per il trail running (corsa in montagna). Alla caviglia. Leggere, poco voluminose, confortevoli al tatto, con sistema di chiusura dal basso.
Ghette classiche o per la montagna. Con gambale alto. Impermeabili, con materiale resistente, per una copertura completa, traspirabili, con cerniera laterale o velcro.
Ghette per arrampicate su ghiaccio. Con gambale alto. Realizzate con materiali ultra-rinforzati, di grande durevolezza, resistenti e impermeabili.
Ghette per sport su neve. Con gambale alto o alla caviglia, dipende dallo sport. Impermeabili e traspiranti.
Ghette per escursionismo e trekking. Con gambale alla caviglia. Realizzate per offrire una leggera protezione dal terriccio, sabbia e pioggia (per climi temperati).
Ghette per la corsa. Gambale alla caviglia. Ultraleggere, compatte ed elastiche.

Di quale spessore devono essere le ghette?

Quando si parla di spessore dei materiali tessili, dobbiamo ragionare in denari (d). Questa unità si riferisce alla densità lineare della massa delle fibre che corrisponde a 1 grammo ogni 9 chilometri di fibra. Quanto maggiore è questo valore, più compatta e spessa è la fibra utilizzata per il materiale, per cui è più resistente sebbene sia più pesante.

Normalmente, la parte inferiore delle ghette è quella che ha bisogno di maggiore resistenza. I valori tipici delle parti superiori possono essere di 70 d, per una maggiore traspirazione. In certi casi si usa il Kevlar nelle parti inferiori: il suo valore tipico dovrebbe essere di 400, 500 o 600 d, e i più resistenti fino a 1000 d.

Quale grado di impermeabilità dovrebbero avere le ghette?

L’impermeabilità si misura in millimetri di altezza di colonne d’acqua, e indica la pressione esercitata da una colonna d’acqua su un pezzo di tessuto prima che l’acqua possa penetrare attraverso di esso. Consideriamo un indumento impermeabile quando sopporta più di 10.000 mm. Ovviamente, in base a ciò che abbiamo visto e i diversi utilizzi che si possono fare con le ghette, non tutti i modelli devono essere impermeabili al 100%. Lasciamo questi indicatori come riferimento.

  • da 0 a 5.000 mm: nessuna resistenza alla pioggia leggera; sì, alla neve asciutta.
  • da 6.000 a 10.000 mm: resiste alla pioggia leggera e moderata, e a una nevicata moderata.
  • da 11.000 a 15.000 mm: resiste alla pioggia da moderata a forte, e a una nevicata forte.
  • da 16.000 a 20.000 mm: resiste alle piogge molto forti e a intense tempeste di neve.
  • Più di 20.000 mm: massima protezione da tempeste di pioggia e di neve.

Come sapere la corretta misura delle ghette?

La maggior parte dei marchi, in genere, specifica per quale numero di scarpa vanno bene le ghette. Però, a dire la verità, è sempre meglio provarle con gli stivali invernali o con le scarpe sportive che dovrai usare, poiché la cosa più importante è che rimangano bloccate alla gamba e che siano comode. A volte, conviene prendere una taglia più grande perché calzi meglio.

Allo stesso modo, non è neppure consigliabile che le ghette siano troppo larghe, poiché non saranno efficaci per non far entrare l’acqua, la sabbia e i detriti della strada. Ci sono marchi che producono modelli di ghette solo per donne. La differenza sta che la parte dei polpacci è più ampia. Comunque, noi consigliamo sempre di provarle prima di acquistarle.

Enric ViolanResponsabile di Podologia sportiva

“Le ghette e altri accessori di scarpe proteggono i nostri piedi dal contatto diretto con il suolo. Dobbiamo cercare modelli che siano dotati di tecnologie e materiali che eliminano la sudorazione ed evitano che l’umidità rimanga nella calza”.

Che tipo di manutenzione richiedono le ghette?

Non hanno bisogno di molta manutenzione, a dire il vero. Sì, è chiaro, se ti dedichi a uno sport estremo o se fai alpinismo, è facile che si sporchino molto. In questi casi, è sempre bene pulire le ghette subito dopo averle usate, per togliere lo sporco più grasso. Poi, basta passarci su un panno umido e assicurarsi che siano ben asciutte prima del successivo utilizzo.

ghette-seconda-xcyp1

Generalmente, le ghette sono realizzate in tela o altro in tessuto e avvolgono la gamba. (Fonte: Andrea Obzerova: 60843352/ 123rf.com)

Criteri di acquisto

Le ghette sono forse gli accessori che maggiormente proteggono i nostri piedi e le nostre scarpe. Prima di lanciarci nella prossima avventura, escursione o viaggio che sia, assicuriamoci che il nostro bel paio di ghette preferito sia pronto per l’uso. Abbiamo già visto che i modelli differiscono a seconda dell’utilizzo, attività e materiali. Se hai ancora dubbi, ti consigliamo di seguire questi criteri per non sbagliarti nell’acquisto.

  • Impermeabilità
  • Modalità di chiusura
  • Resistenza del materiale
  • Traspirabilità
  • Design

Impermeabilità

Come abbiamo già visto, non è necessario che tutti i tipi di ghette siano impermeabili al 100%. Dipende dall’uso che ne facciamo. Ma siccome le utilizziamo per attività outdoor, correremo sempre il rischio di imbatterci nella pioggia, acquitrini, neve o altro. Pertanto, è meglio controllare che le tue ghette siano in grado di supportare almeno 6.000 mm di acqua.

Modalità di chiusura

Lo scopo delle ghette è proteggerci dalle infiltrazioni di elementi esterni nelle nostre scarpe che ci diano fastidio mentre camminiamo o corriamo. Questo non può accadere se il modello di ghette che abbiamo scelto ha un buon sistema di chiusura che le tiene stabili. Per questo, assicurati che le cerniere laterali siano efficaci, o altrimenti, controlla che il sistema di chiusura del velcro abbia sia adeguato.

Resistenza del materiale

Se amiamo gli sport estremi o le attività di montagna, allora abbiamo bisogno delle ghette e dobbiamo anche stare attenti che siano realizzate con materiali il più resistente possibile. Un esempio valido è il Ripstop: si tratta di un tessuto spesso rinforzato, in genere antistrappo, che incorpora nella sua trama fili più spessi di alta resistenza. Così, maggiore è lo spessore delle ghette, maggiore sarà la loro resistenza.

Traspirabilità

La traspirabilità delle ghette è un altro fattore molto importante, poiché se durante l’attività non eliminiamo abbastanza in fretta il vapore del sudore, questo si condensa e bagna le scarpe e il pantalone. Pertanto, suggeriamo di cercare un modello realizzato con rivestimenti di alta qualità e fornito di due o tre strati, come per esempio il Gore-Tex Pro. Si sconsigliano i modelli senza tale membrana.

Design

Le ghette sono accessori per le nostre scarpe, ma devono essere quanto più leggere e pratiche quando le indossiamo. Ci sono alcuni modelli che sono estremamente duri e scomodi e che alla fine ci stancano. Questo è il motivo per cui è preferibile provarle prima di comprarle, per assicurarci che il design sia ben compatto e comodo.

Conclusioni

Le ghette sono degli accessori di abbigliamento realizzati con diversi materiali tessili (in genere di nylon e lycra) che coprono le gambe, dal ginocchio fino alla caviglia, con lo scopo di proteggerle dal freddo, acqua, neve, umidità e da altri fattori. Sono accessori che si usano sulla scarpa e sono molto utili per tutti i tipi di attività outdoor.

In breve, esistono ghette lunghe e ghette alla caviglia, e si distinguono per la parte di gamba che coprono. Se vogliamo dunque comprare un paio di ghette, scegliamole in base alle attività che svolgeremo, poiché ogni modello è adatto per un certo tipo di attività: ad esempio le ghette ultraleggere per l’alpinismo non possono essere riutilizzate per le arrampicate su ghiaccio, dove invece sono necessarie delle ghette più rinforzate e pesanti.

Se ti è piaciuto l’articolo, condividilo con i tuoi contatti così anche gli altri conosceranno tutto ciò che è importante sapere sulle ghette. Certamente, molte persone potranno apprezzare queste informazioni prima di comprarle. Inoltre, se lo desideri, puoi lasciarci un commento, a cui risponderemo quanto prima. A presto!

(Fonte dell’immagine in evidenza: fsstock: 93462462/ 123rf.com)

Perché puoi fidarti di me?

REVIEWBOX Redazione
REVIEWBOX
I redattori di REVIEWBOX fanno ricerche approfondite e scrivono articoli interessanti e completi per aiutare gli utenti a fare la scelta giusta nel momento in cui devono trovare il miglior prodotto per le proprie esigenze.