Bimba che legge

I motivi che ti spingono a cercare giochi per imparare a leggere possono essere diversi. Probabilmente sai che, per un bambino, imparare a leggere è uno dei processi più complessi e meravigliosi che possa affrontare. Saperlo fare è fondamentale per lo sviluppo delle sue competenze cognitive, ma anche per molto altro.

Se non stai solo cercando i migliori giochi per imparare a leggere, ma anche più informazioni possibili per essere sicuro dei benefici che questi hanno, ti invitiamo a consultare questa guida per intero. Al termine dell’articolo, siamo sicuri che vorrai acquistare al più presto uno di questi giochi, non solo per il divertimento di tuo figlio, ma anche per il tuo.

Le cose più importanti in breve

  • I giochi per imparare a leggere uniscono due requisiti: introducono alla lettura e intrattengono il bambino, incentivando il suo interesse per questa attività.
  • I giochi per imparare a leggere hanno notevoli benefici: riducono la timidezza, aumentano la motivazione e le emozioni positive, la perseveranza e l’interesse.
  • I giochi che acquisti perché tuo figlio si avvicini alla lettura devono  essere sempre certificati CE.

I migliori giochi per imparare a leggere sul mercato: la nostra selezione

Visto che molto spesso l’apprendimento della lettura viene definito come un atto puramente meccanico e obbligatorio, vogliamo presentarti un’alternativa. Affinché, da genitore, tu smetta di chiederti perché tuo figlio non ami leggere, e per aiutarlo a non annoiarsi, eccoti i migliori giochi per imparare a leggere disponibili sul mercato, preferiti da grandi e piccini.

Il grande classico Clementoni

Clementoni, grande marchio italiano di giocattoli per bambini, propone questo gioco adatto a bimbi in età prescolare (3-5 anni) per approcciarsi all’alfabeto tramite il meccanismo delle associazioni. Include 52 tessere sagomate a incastro a forma di funghetto per associare lettere ed immagini. Il bambino può rendersi conto dei propri errori grazie agli incastri autocorrettivi. Il prodotto è disponibile anche con diverse tematiche (animali, primi numeri, emozioni ecc.).

Il prodotto con maggior impatto visivo

Questo alfabeto tattile si ispira al metodo didattico Montessori. Adatto a bambini dai 3 anni in su, è composto da tasselli ad incastro autocorrettivo, con illustrazioni d’autore e lettere con speciale inchiostro sabbiato. Le lettere sono smerigliate e in rilievo, i disegni sono stampati su cartoncino. Le tessere con le lettere sono 5,9 per 5,5 cm, mentre quelle illustrate sono di misure diverse in base alla lunghezza della parola di riferimento.

La lavagna magnetica più versatile

100% made in Italy, questa lavagna magnetica è double face: da una parte una superficie magnetica per attaccare le lettere, dall’altra una superficie bianca lavabile su cui scrivere con il pennarello a secco incluso. La lavagna è inclinabile per poter essere usata anche in verticale. La confezione include 53 lettere, ma è possibile acquistarne separatamente altre confezioni. Il prodotto è disponibile anche con numeri e lettere insieme.

Il prodotto adatto ai più piccoli

Adatto a bambini dai 3 anni in su, questo prodotto della Lisciani include delle tessere con le lettere dell’alfabeto (solo in maiuscolo) e 32 schede didattiche per giochi di sovrapposizione e trasposizione, dove il bambino impara a posizionare le tessere sulle schede illustrate per riconoscere le lettere dell’alfabeto. Tutti gli elementi sono in cartone resistente e sono disponibili varie tematiche: animali, casa, città, fattoria. La confezione include anche dei pennarelli non lavabili.

Guida all’acquisto: Tutto quello che devi sapere sui giochi per imparare a leggere

Visto che i bambini hanno sempre voglia di giocare, noi genitori dobbiamo proporgli giochi di qualità, che aiutino lo sviluppo delle loro abilità. Secondo la scienza e la neurobiologia, il gioco è lo strumento di apprendimento per eccellenza. Ecco perché vogliamo condividere con te tutte le risposte alle possibili domande sui giochi per imparare a leggere.

Padre che legge con figli

I giochi per imparare a leggere sono esattamente questo: un divertimento che include dell’apprendimento.
(Fonte: Yeulet: 42109228/ 123rf.com)

Cos’è esattamente un gioco per imparare a leggere?

I giochi per imparare a leggere sono esattamente questo: un divertimento che, allo stesso tempo, favorisce l’apprendimento. Al posto di avvicinare i bambini alla lettura direttamente tramite i libri, questo tipo di giochi aumenta il loro interesse e li motiva a leggere grazie ad attività divertenti e dinamiche, come ad esempio formare parole, associare immagini a lettere o imparare l’alfabeto.

Perché è consigliato usare i giochi per imparare a leggere?

Sebbene esistano bambini attratti dalla lettura fin dalla tenera età, di solito questa rimane comunque un’attività imposta e obbligatoria. Per aiutare i più piccoli a sviluppare interesse e passione per la lettura divertendosi, abbiamo a disposizione molte attività ludiche, che siamo certi piaceranno ai i tuoi figli. Questi prodotti li aiuteranno a prendere un primo contatto con la lettura, di gran lunga più gratificante che con l’approccio tradizionale.

La risposta sul perché i bambini abbiano questa reazione è semplice:

Quanto più piacevole è un’attività, tanto più vorranno parteciparvi. Educatori e ricercatori hanno scoperto che il piacere di uno studente nello svolgere i suoi compiti è direttamente proporzionale al suo desiderio e alla sua attitudine verso l’apprendimento.

Il risultato che si ottiene nel leggere va di pari passo con la quantità di tempo che un bambino dedica a questa attività. Ecco perché i giochi per imparare a leggere svolgono questo compito alla perfezione: aumentano la sua motivazione, poiché i bambini vorranno riuscire nell’attività che stanno svolgendo, divertendosi allo stesso momento.

Quali sono i vantaggi e i benefici dei giochi per imparare a leggere?

I risultati positivi che si ottengono con i giochi per l’apprendimento della lettura ci dimostrano che la lista dei benefici per i più piccoli è pressoché infinita. Eccotene alcuni, per darti un’idea:

  • Creano desiderio di comunicare con gli altri.
  • Mantengono alti l’impegno e l’interesse.
  • Generano emozioni al contrario dell’insegnamento tradizionale della lingua, che è molto più arido e serioso.
  • Aiutano a diminuire nervosismo e timidezza.
  • Promuovono il ruolo proattivo del bambino.
  • Migliorano la motivazione e rappresentano uno stimolo ad utilizzare la lingua.
  • Aumentano il rendimento.
  • Aiutano ad acquisire conoscenze in modo più rapido ed efficace.
  • Migliorano la comprensione del testo.
Mamma che gioca con figlio

Una delle caratteristiche essenziali perché un gioco possa definirsi di qualità è la sua resistenza.
(Fonte: Mandic: 96469873/ 123rf.com)

Quali sono i giochi più utili per imparare a leggere?

Troverai centinaia di opzioni in commercio, ma, da genitore, devi sapere che esistono quattro grandi gruppi di giochi per imparare a leggere. Come vedrai nella tabella seguente, questo è l’ordine in cui le varie abilità dovrebbero essere approcciate ed apprese, senza saltarne nessuna.

Capacità per imparare a leggere Tecnica Gioco
Alfabeto Iniziare dalle vocali e proseguire con le consonanti. Mostrare lettere in formati colorati e accattivanti mentre si declamano, o acquistare dei magneti per poterli attaccare ad una parete.
Fonetica Spiegare che alcune lettere hanno lo stesso suono in alcune parole, come la C e la K, la G e la J. Mostrare immagini il cui nome inizi con ciascuna lettera.
Parole Devono essere illustrate accompagnate da un’immagine. Comprare puzzle che uniscano la parola al disegno.
Frasi Comporre frasi brevi. Usare flashcard per iniziare il bambino alla lettura.

Qual è l’età adatta per un bambino per iniziare ad usare i giochi per imparare a leggere?

Per essere sicuri che un bambino sia pronto per iniziare a leggere, ci sono alcuni indizi molto chiari a cui fare attenzione. Per farla breve, stiamo parlando di bambini tra i 5 e i 7 anni, ma per aiutarti a capire meglio, ti riassumiamo di seguito alcuni dei criteri necessari:

  • Abilità motorie sviluppate: Deve essere capace di controllare il proprio corpo e avere chiari i concetti di coordinazione, orientamento, lateralità, ritmo, precisione del movimento ed autocontrollo.
  • Abilità cognitive: Vale a dire la memoria, l’ordine delle informazioni ricevute o espresse, la capacità di analisi e la percezione.
  • Padronanza dell’interazione orale: Ha sviluppato, ad esempio, un buon lessico.
  • Attenzione: Capacità di rimanere concentrato su un’attività per diversi minuti.

Qual è il ruolo dei genitori quando i bambini usano i giochi per imparare a leggere?

Anche se sono i bambini ad aver bisogno di avvicinarsi alla lettura, gli adulti hanno un ruolo più che importante in questo processo. Accompagnare i propri figli durante questa fase significa molto per loro, visto che stanno cercando di imparare una nuova attività. La tabella che segue può farti da guida per giocare con il tuo piccolo:

Condizioni Caratteristiche
Il bambino guida il gioco Ci racconterà di cosa si tratta, cosa sta per fare e ci spiegherà qual è il nostro ruolo.
Il gioco non è un dovere Non dobbiamo trasformare il gioco in un esercizio di apprendimento continuo.
Non c’è bisogno di stimolare continuamente il bambino Non è necessario che sia sempre attivo.
Il tempo è importante Dobbiamo dedicare del tempo ai nostri figli e giocare senza fretta né preoccupazioni di altra natura.
Il rispetto durante il gioco Tieni conto delle preferenze dei bambini, rispettale ed incoraggiale.
Mantenerla un’attività piacevole Giocare con i nostri figli dev’essere un piacere!

Criteri di acquisto

Per concludere questo ripasso delle informazioni che ti servono per acquistare dei giochi per l’apprendimento della lettura, ti mostreremo cinque aspetti fondamentali che riassumono i dettagli a cui prestare attenzione, e da non dare per scontati, al momento di comprare il prodotto che hai scelto. Un aiuto in più? In genere, i commenti degli acquirenti precedenti risultano estremamente utili per capire se l’articolo che ti interessa risponde a questi requisiti.

  • Sicurezza
  • Divertimento
  • Resistenza
  • Dimensione
  • Età

Sicurezza

Come stabilito dalla Normativa di Sicurezza Europea vigente dal 1990, i giocattoli devono avere il marchio CE. Questa certificazione garantisce che il prodotto abbia superato una serie di test, le cosiddette norme UNI (emesse dall’Ente Nazionale Italiano di Unificazione), che ne valutano le proprietà meccaniche e chimiche e l’infiammabilità. Inoltre, è sempre meglio acquistare giocattoli fabbricati in Europa.

Bimbi con un libro

I risultati positivi che si ottengono con i giochi per l’apprendimento della lettura ci dimostrano che la lista dei benefici per i più piccoli è pressoché infinita. (Fonte: Kuzmina: 42645589/ 123rf.com)

Divertimento

Non tutti i bambini sono uguali, anche se appartengono alla stessa fascia d’età. Per questo, è fondamentale tener conto delle preferenze di tuo figlio. Non è il giocattolo a scegliere il bambino, ma esattamente il contrario. I giochi per imparare a leggere non vanno imposti al piccolo, ma vanno scelti anche in base ai suoi interessi.

Poiché l’obiettivo finale di questi prodotti è di favorire l’apprendimento tramite il divertimento, è opportuno analizzare se l’attività proposta dal giocattolo può essere interessante e intrattenere il nostro bambino. Acquista un gioco per imparare a leggere adatto ai suoi gusti, altrimenti non susciterà in lui alcun interesse e rimarrà, probabilmente, inutilizzato nella sua confezione.

Resistenza

Una delle caratteristiche essenziali affinché un gioco possa essere considerato di qualità è la sua resistenza. Considerando che sarà nelle mani di un bambino, il giocattolo dev’essere solido e resistente agli urti. Se cosi non fosse, non solo ti costerà altro denaro per rimpiazzarlo non appena si romperà, ma tuo figlio potrebbe abituarsi ad usarlo in maniera scorretta.

Bambino che impara a leggere

I giochi per imparare a leggere non vanno imposti al piccolo, ma vanno scelti anche in base ai suoi interessi. (Fonte: Bialasiewicz: 56110324/ 123rf.com)

Dimensione

Questa precisazione potrebbe sembrarti un’assurdità, ma non lo è se hai centinaia di giocattoli disseminati in casa. Dunque,devi chiederti: hai a disposizione lo spazio necessario per riporre questo gioco per l’apprendimento della lettura? Se la risposta è no, allora dovrai sceglierne uno più piccolo, onde evitare che rimanga confezionato senza poter essere usato a causa della mancanza di uno spazio adatto.

Età

Uno dei criteri indispensabili al momento di spendere dei soldi per un giocattolo riguarda la fascia d’età a cui è adatto, che deve corrispondere con quella di tuo figlio. Non si tratta solo dell’età fisica, ma anche di quella mentale. Alcuni bambini si sviluppano più velocemente di altri, e tutti questi dettagli vanno analizzati dai genitori prima dell’acquisto di un prodotto specifico.

Questa caratteristica è fondamentale per permettere a tuo figlio di godersi il giocattolo, ma anche di raggiungere gli obiettivi che promette. Se scegliamo un giocattolo per bambini più grandi, tuo figlio rischia di sentirsi frustrato e di annoiarsi rapidamente. Lo stesso se il gioco è invece troppo semplice per lui. Ti consigliamo di leggere bene la descrizione del produttore sulla confezione, accanto alla fascia d’età consigliata.

View this post on Instagram

Siamo finalmente tornate con la rubrica #guardachegioco! Il tema di questa settimana è… Le lettere! In quanti modi si possono creare lettere e comporre nuove parole? Tantissimi… Qui vi propongo un alfabeto inciso su polistirolo: i bambini potranno seguire le lettere con un bastoncino, uno stuzzichino, una penna così da tracciarne i segni ogni volta che lo desiderano. Potranno poi comporre parole e giocare a crearne sempre di nuove. Con le tesserine si potrà riproporre il classico gioco d'incastro di lettere (Scarabeo) per creare tante parole divertenti! Un suggerimento… Poniamo l'attenzione dei bambini sulla composizione delle parole, trovando le rime o facendo scoprire loro che "Se sostituiamo la c di cane e mettiamo la p possiamo creare una nuova parola. Quale? Pane!!" I bambini impareranno non solo a riconoscere le lettere ma a riflettere sull'utilizzo della lingua e diventeranno attivi protagonisti del loro apprendimento. Sarà divertente e naturalmente molto utile! Provare per credere!! In questa rubrica con me: @cuor.di.maestra @sefacciocapisco @professione_maestra @faccioio.montessori Andate a sbirciare anche le loro proposte! #soffice #rubrica #rubricaperbambini #rubricapermamme #rubricapergenitori #letteremobili #letteretattili #alfabetotattile #alfabetomontessori #montessori #lettura #scrittura #leggereescrivere #impararealeggere #impararedivertendosi #impararefacendo

A post shared by VIRGINIA BIAGI ~ Soffi-Ce (@soffi_ce_) on

Conclusioni

In quanto genitori, dobbiamo aiutare i nostri figli ad amare la lettura, trasformandola in un’attività divertente. Sebbene prima o poi tutti i bambini impareranno a leggere, è indispensabile coinvolgerli nell’apprendimento, affinché la passione per la lettura duri nel tempo. Se invece sarà solo un obbligo, la abbandoneranno appena possibile.

La formazione alla lettura è essenziale per gettare solide basi per il loro futuro. Ecco perché abbiamo dedicato l’intera guida ai giochi per imparare a leggere. In futuro, questo tipo di giochi farà la differenza tra i bambini che leggono in maniera meccanica e quelli che, invece, l’hanno imparato come un’attività divertente.

Se questo articolo ti è piaciuto, non esitare a condividerlo sui social con i tuoi amici, e non dimenticare di lasciarci un commento nella sezione sottostante.

(Fonte dell’immagine in evidenza: Bagoly: 12477083/ 123rf.com)

Perché puoi fidarti di me?

REVIEWBOX Redazione
REVIEWBOX
I redattori di REVIEWBOX fanno ricerche approfondite e scrivono articoli interessanti e completi per aiutare gli utenti a fare la scelta giusta nel momento in cui devono trovare il miglior prodotto per le proprie esigenze.