Bimba che gioca al dottore col peluche

Oggi parleremo del gioco del dottore, uno dei cosiddetti “giochi simbolici” preferiti dai bambini. A partire dai due anni di età, infatti, i piccoli cominciano a giocare imitando situazioni di vita reale. Questo tipo di attività si definisce appunto gioco simbolico e comporta grandi benefici per lo sviluppo dei nostri figli.

Anche se quando giocano al dottore, al maestro o al veterinario sembra che si stiano semplicemente divertendo, in realtà i bambini stanno anche esercitando molte capacità psichiche e sociali che in futuro risulteranno di grande importanza. Non ci avevi mai pensato? Allora, continua a leggere per saperne di più.

Le cose più importanti in breve

  • Il gioco è l’attività principale dei bambini durante l’infanzia. Grazie ad esso, oltre a divertirsi, possono sviluppare abilità sociali, fisiche e intellettuali. Riguardo a quest’ultimo aspetto, i giochi simbolici sono i più utili.
  • Il gioco del dottore simula una situazione di vita reale nella quale i piccoli sono protagonisti. Giochi simbolici come questo li aiutano a scoprire il mondo e a consolidare le loro rappresentazioni mentali.
  • Al momento di scegliere il gioco del dottore con cui giocherà tuo figlio, è importante tenere in considerazione alcuni fattori come il tipo di gioco, gli accessori, il numero di giocatori o i materiali. In tal modo, sceglieremo nel modo più giusto.

I migliori giochi del dottore sul mercato: la nostra selezione

Nel mondo dei giocattoli possiamo trovare sempre più prodotti tra cui scegliere, cosa che complica il compito dei genitori di scegliere il più conveniente per i propri figli. Per facilitarti tale scelta, abbiamo selezionato i quattro migliori giochi del dottore attualmente disponibili sul mercato.

Il gioco del dottore più ricco di accessori

È il gioco del dottore più venduto e non sorprende, perché è davvero completo: si compone di ben 35 pezzi, tra cui camice, cuffietta, stetoscopio (che emette il suono del battito cardiaco), misuratore di pressione, cartella medica e numerosi altri oggetti. Non solo: sono presenti anche accessori e attrezzi da dentista, molti dei quali si illuminano. Il tutto da conservare in una valigetta in plastica (21×13,5×14,5 cm).

Il gioco del dottore più facile da trasportare

Fisher Price propone un kit per il gioco del dottore pensato per bambini dai 3 ai 6 anni, composto da 6 accessori: stetoscopio (che permette di sentire il suono del battito cardiaco, anche se attutito), misuratore di pressione, siringa, benda, otoscopio e termometro (con pulsante per passare da “malato” a “guarito”). Per le “visite a domicilio”, si ripone il tutto nella capiente ed elegante borsa da portare con sé ovunque.

Il miglior gioco del dottore in legno

Un gioco del dottore davvero originale, per quanto riguarda il materiale: tutti gli accessori, infatti (tra cui uno stetoscopio, un termometro e una siringa), sono realizzati in legno, mentre la valigetta (dimensioni 20x15x8 cm) è di robusto cartone, con chiusura in metallo. Realizzato con vernici atossiche, è consigliato a partire dai 3 anni. Gli oggetti sono ben rifiniti, maneggevoli e accuratamente dipinti.

Il miglior gioco del dottore da tavolo

È il classico e storico gioco che tutti conosciamo, “L’allegro chirurgo” di Hasbro. Consigliato a partire dai 6 anni, il bambino si trasformerà in chirurgo e dovrà riuscire a rimuovere varie parti del corpo del paziente con le pinzette senza toccare i bordi, altrimenti il naso del paziente si illuminerà, si udirà un suono, e sarà il turno del giocatore successivo. Richiede 2 pile di tipo AA da 1,5V.

Guida all’acquisto: Tutto quello che devi sapere sul gioco del dottore

Quando ormai la nostra quotidianità è stata invasa dagli schermi, il fatto che tuo figlio possa chiederti di giocare con qualcosa che non sia un videogioco potrebbe sembrarti davvero incredibile. Molti studi, tuttavia, hanno dimostrato che i giochi di ruolo possono comportare grandi benefici per i bambini. Vuoi quindi saperne di più sul gioco del dottore? Qui di seguito, risponderemo alle domande più frequenti.

Gioco del dottore tra sorelle

Il gioco del dottore è probabilmente uno dei più vecchi del mondo. (Fonte: Oksana Kuzmina: 94619226/ 123rf.com)

Che tipo di gioco è il gioco del dottore?

Molte persone credono ancora che un gioco sia semplicemente un divertimento e nulla di più, ma non sanno quanto si sbagliano, almeno riguardo a certe tipologie di giochi. Quello del dottore rientra tra i cosiddetti giochi “simbolici” e nasconde molto di più di quanto possa sembrare a prima vista.

Questo tipo di giochi fa la sua comparsa quando i bambini superano la prima fase evolutiva, cioè quella in cui si divertono semplicemente tramite la manipolazione di oggetti che per loro sono straordinari. A partire da quel momento, i giochi diventano più elaborati e i piccoli cominciano a prendere coscienza di ciò che fanno mentre si divertono.

Quali benefici comportano i giochi simbolici come il gioco del dottore?

Sappiamo tutti che il gioco è uno dei pilastri fondamentali dello sviluppo dei bambini. In particolare, i giochi simbolici, tra cui troviamo appunto quello del dottore, apportano enormi benefici, soprattutto per quanto riguarda la concezione del mondo da parte dei nostri figli. Vediamo nel dettaglio questi benefici:

  • Rappresentano situazioni di vita reale.
  • Contribuiscono allo sviluppo emotivo dei bambini, poiché permettono loro di immergersi in una situazione “reale”.
  • Favoriscono lo sviluppo del linguaggio grazie alle circostanze comunicative che creano.
  • Il fatto di rappresentare momenti che non sono del tutto piacevoli (persone in ospedale o che stanno male) aiuta l’assimilazione e l’accettazione di aspetti poco gradevoli della vita.
  • Se si tratta di giochi simbolici collettivi, favoriscono la socializzazione, il cameratismo e la generosità.
  • Promuovono la creatività e alimentano l’immaginazione.
  • Dovendo interpretare determinati ruoli nel gioco, i bambini imparano ad accettare le regole.

E tutto questo mentre l’unica cosa di cui si preoccupano è divertirsi. La capacità dei piccoli di assimilare informazioni, svilupparsi e crescere senza rendersene conto è davvero sorprendente. Per tutti questi motivi, gli specialisti consigliano di includere nelle abitudini dei bambini giochi di questo tipo.

Gioco del dottore tra padre e figlio

Tutti gli specialisti (pediatri, pedagogisti e insegnanti) consigliano di utilizzare i giochi simbolici per aiutare i bambini a socializzare. (Fonte: GlebTV: 104679701_s/ 123rf.com)

Quali tipi di giochi del dottore esistono?

Il gioco del dottore è probabilmente uno dei più antichi del mondo. Sicuramente, anche tu che stai leggendo questo articolo avrai giocato più volte al dottore e avrai curato i tuoi pupazzi, famigliari o amici. Per quanto sia passato del tempo da allora, ancora oggi possiamo distinguere due tipi di gioco del dottore:

  • Giochi situazionali:sono quelli in cui viene ricreata la situazione di lavoro di un medico. Solitamente, presentano diversi accessori che conferiscono credibilità alla scena.
  • Giochi da tavolo:il classico gioco de L’allegro chirurgo(che ha dato poi il via alla comparsa di altri modelli simili), nel quale i bambini devono estrarre il maggior numero di pezzi dal paziente senza che scatti l’allarme.

Se questi giochi, sostanzialmente semplici, sono rimasti invariati nel tempo e riscuotono ancora tanto successo, un motivo ci sarà! Comunque sia, resta il fatto che, dopo tanti anni, i bambini continuano a divertirsi con questo tipo di gioco e approfittano di tutti i benefici che comporta. Che si tratti di giochi da tavolo o situazionali, la cosa più importante è trascorrere momenti fantastici.

Bimba che gioca al dottore con la bambola

A due anni, i bambini diventano più indipendenti e vogliono cominciare a fare le cose da soli. (Fonte: Oksana Kuzmina: 78800957/ 123rf.com)

A quale età i bambini cominciano a giocare al gioco del dottore?

In precedenza, abbiamo accennato al fatto che è a partire dai due anni che i bambini cominciano a prendere coscienza del gioco e superano la fase della manipolazione degli oggetti. Quindi, sarà proprio quello il momento in cui chiederanno di giocare al gioco del dottore e altri giochi simbolici. Perché succede questo? Dai un’occhiata alla seguente tabella:

Fase di sviluppo Tipo di gioco Caratteristiche
Sensomotoria (0-2 anni) Funzionale. Imitazione.

Memoria.

Manipolazione di oggetti.

Azioni riflesse.

Preoperatoria (2-6 anni) Simbolico. Sviluppo del linguaggio e del pensiero simbolico.

Pensiero logico.

Considerazione di altri punti di vista.

Operazioni concrete (6-12 anni) Regolamentato. Risoluzione di problemi.

Sviluppo della logica.

Operazioni formali (oltre i 12 anni) Regolamentato. Capacità di argomentare e discutere.

Visione astratta e concettuale.

Possiamo dunque vedere chiaramente come il bambino, al compimento del secondo anno di età, sia già in qualche modo capace di imitare e abbia scoperto gli oggetti e la loro esistenza. Da questo momento in avanti, quindi, ciò che gli interesserà sarà proseguire nella conoscenza del mondo, in maniera più logica e aiutato dall’uso del linguaggio.

Come possiamo sfruttare al meglio i giochi del dottore?

A due anni, i bambini diventano più indipendenti e vogliono cominciare a fare le cose da soli. Di conseguenza, ci sono occasioni in cui condividere costa loro fatica e preferiscono giocare da soli. È giustamente in questa fase che i giochi del dottore possono venire in nostro aiuto, migliorando la socializzazione e il cameratismo e insegnando ai piccoli i valori della generosità.

Tutti gli specialisti (pediatri, pedagogisti e insegnanti) consigliano di utilizzare i giochi simbolici per aiutare i bambini a socializzare e a giocare in maniera collaborativa. Naturalmente, anche l’interazione con i genitori è fondamentale, soprattutto per rafforzare i legami.

Bambina che ausculta bambola

Oltre a svilupparsi dal punto di vista sociale, psichico e motorio, i bambini possono apprendere molto altro, giocando al gioco del dottore. (Fonte: Oksana Kuzmina: 45018417/ 123rf.com)

Quali accessori sono inclusi nei giochi del dottore?

Anche se il passare del tempo non è servito a ideare nuovi modi di giocare al dottore, ha comunque permesso di creare accessori sempre più sofisticati e dall’aspetto sempre più realistico. In alcuni casi, addirittura, potrebbero essere scambiati per dispositivi veri. Questi sono i principali complementi che si possono trovare in una valigetta del gioco:

  • Stetoscopio
  • Occhiali 
  • Camice
  • Elementi di farmacia (cerotti, mascherine, flaconi, garze)
  • Pinzette
  • Termometro

E tanti altri. Grazie a tutti questi accessori, il bambino si sentirà un medico vero e libererà la sua immaginazione divertendosi per ore. È inoltre importante sapere che esistono molti accessori che possono essere acquistati separatamente e aggiunti al gioco successivamente, a mano a mano che il bambino crescerà.

Che cos’altro è possibile imparare con il gioco del dottore?

Oltre a svilupparsi dal punto di vista sociale, psichico e motorio, i bambini possono apprendere molto altro, giocando al gioco del dottore. Sicuramente è questo il motivo per cui ancora oggi riscuote tanto successo ed è spesso molto praticato anche nelle scuole. Vediamo alcuni di questi ulteriori benefici:

  • Vocabolario legato alla medicina e agli strumenti utilizzati.
  • Offre la possibilità di ricreare le stesse situazioni (anche se sicuramente più semplici) in altre lingue.
  • Si utilizza il vocabolario in un determinato contesto.
  • Favorisce il superamento dell’imbarazzo di parlare in pubblico o tenere una conversazione.
  • Permette di cominciare a comprendere il corpo umano.
  • Aiuta a superare la paura di recarsi dal medico.

Per quanto tutto questo si impari anche semplicemente andando a scuola, non bisogna dimenticare che l’educazione inizia in casa e che, in un ambiente che al bambino risulti familiare, assimilare le informazioni sarà più semplice. Non devi mai perdere alcuna opportunità per aiutare i tuoi figli a crescere nel modo migliore.

I giochi del dottore sono sicuri?

Certo che sì. Purché vengano utilizzati sotto la supervisione di un adulto e il giocattolo soddisfi la normativa in materia di prodotti per bambini. In particolare, nel caso dei giochi del dottore, la cosa più importante è tenere in considerazione l’età, poiché possono contenere parti pericolose per i più piccoli. La norma relativa a questo argomento è la UNI EN 71.

Inoltre, devi accertarti che il giocattolo che stai per acquistare presenti la marcatura CE (conformità europea), con cui il produttore si impegna a soddisfare tutti i requisiti previsti dalla norma precedentemente citata e dalla Direttiva giocattoli 2009/48/CE. Non permettere mai a tuo figlio di utilizzare un giocattolo che non rispetti tali normative.

Criteri di acquisto

Quando si tratta di scegliere un gioco del dottore piuttosto che un altro, è facile essere assaliti da mille dubbi su quale possa essere il più adatto per il proprio figlio. Sai bene che il tuo bambino trascorrerà molte ore a giocarci, quindi è naturale che tu voglia scegliere l’articolo migliore. Per semplificare il processo di scelta, l’ideale è tenere presenti i seguenti criteri di acquisto:

  • Età del bambino
  • Accessori
  • Materiali
  • Sicurezza

Età del bambino

Prima di tutto, naturalmente, devi prendere in considerazione l’età di tuo figlio. Questo è infatti il criterio di acquisto principale su cui basarsi: devi domandarti se il piccolo è in grado di utilizzare un gioco del dottore. Come abbiamo detto in precedenza, deve aver superato la fase della manipolazione degli oggetti ed essere interessato al gioco simbolico.

In generale, questo succede intorno ai due anni. Anche se normalmente non esistono giochi di questo tipo consigliati per bambini più piccoli di tale età, conviene comunque controllare le indicazioni del produttore per accertarsi di stare acquistando un giocattolo adatto.

Accessori

Un altro dei fattori importanti da tenere in considerazione al momento di acquistare un gioco del dottore è il numero di accessori inclusi. In questo caso, spetta ai genitori trovare un giusto equilibrio, perché, per un corretto sviluppo dei bambini, occorre evitare sia l’eccesso che la carenza di giocattoli.

Per giocare al gioco del dottore, saranno sufficienti gli strumenti tradizionali dei medici. Tuttavia, può essere utile anche la presenza di oggetti più rari, in modo che il bambino possa apprendere vocaboli nuovi. In ogni caso, è sempre possibile aggiungere accessori a mano a mano che crescerà e farà progressi nel gioco.

Valeria CapuaniInsegnante

“Il gioco è da sempre presente come lo strumento attraverso il quale l’essere umano impara a conoscere il mondo. Nel processo di sviluppo infantile, la conquista dell’autonomia si riassume in una progressiva comprensione e adattamento al mondo, un processo naturale, complesso e graduale di acquisizione di abilità”.

Materiali

Come accade con tutti i prodotti destinati ai bambini, i materiali con cui i giochi del dottore sono realizzati ricopre un’importanza particolare. Da una parte, è fondamentale che non contengano alcun materiale che possa risultare tossico, cosa che può risultare complicata, dato che per la maggior parte sono realizzati in plastica.

Tuttavia, il fatto che venga utilizzato questo materiale apporta notevole resistenza e durabilità ai giocattoli, il che permette ai piccoli di giocarci tranquillamente per molto tempo. In questo caso, sarà compito dei genitori vigilare affinché i bambini non usino le varie parti in maniera scorretta e pericolosa.

Sicurezza

Infine, non possiamo parlare di giocattoli senza parlare della loro sicurezza. Anche se ripetiamo che la supervisione dei genitori o comunque di un adulto è fondamentale e indispensabile in ogni momento, i produttori devono assicurare l’omologazione del giocattolo e il rispetto delle norme vigenti.

E per garantire la sicurezza di tuo figlio, non c’è arma migliore della conoscenza. È per questo che è tanto importante informarsi e conoscere le normative di cui abbiamo parlato in precedenza. Così, con una semplice occhiata alla confezione, saprai se il giocattolo soddisfa tutti i necessari requisiti.

Conclusioni

Chi non ha mai sognato, da piccolo, di diventare un grande medico e salvare tante vite? L’abbiamo fatto praticamente tutti, e i nostri figli, oggi, fanno lo stesso. E così, nonostante il passare del tempo, i giochi del dottore continuano ad essere all’ordine del giorno e a regalare ore di divertimento a tantissimi bambini.

I giochi del dottore appartengono ai cosiddetti giochi simbolici e, grazie alle loro caratteristiche, comportano numerosi benefici per i bambini a partire dai due anni. È da questa età, infatti, che i piccoli cominciano ad avvertire interesse per questo tipo di gioco, che permetterà loro di svilupparsi e crescere divertendosi un mondo.

Se la nostra guida sui giochi del dottore ti è piaciuta, condividila sui social network e lasciaci un commento.

(Fonte dell’immagine in evidenza: Oksana Kuzmina: 33414655/ 123rf.com)

Perché puoi fidarti di noi?

Erika Cecchetto Redattrice e traduttrice
Lavoro prevalentemente come traduttrice, professione iniziata quasi per caso ma che si è poi rivelata la mia grande passione. Amo leggere e scrivere e, quando si presenta l’occasione, mi dedico alla scrittura di articoli e testi di vario genere, avendo cura di renderli sempre scorrevoli e di gradevole lettura.
Mariana Hoyos Redattrice
Proofreader e traduttrice. Scrittrice di storie, poesie, articoli accademici - per riviste indicizzate e libri scientifici - e altri testi. Docente su temi di educazione, coppia, famiglia e formazione. Laurea in giornalismo e dottorato in diritti umani, pace e sviluppo sostenibile (Università di Valencia, UV). Ho lavorato come ricercatrice e professoressa universitaria.