Ultimo aggiornamento: 02/08/2021

Il nostro metodo

14Prodotti analizzati

20Ore di lavoro

6Fonti e riferimenti usati

83Commenti valutati

Ogni amante delle bevande ama sapori e odori diversi e ognuno ha il proprio rituale quando si tratta di servirle e consumarle. Ovviamente, molti di loro hanno un modo regolare di trattamento dall’infusione alla degustazione. Indipendentemente da questo, una bevanda alcolica dovrebbe essere goduta con moderazione.

Cito quest’ultimo punto perché oggi forniremo informazioni sulla grappa. Stiamo parlando di un liquore che è molto apprezzato in diversi paesi, principalmente in Italia, ma anche in altri come l’Uruguay e l’Argentina. Di seguito, riceverai ogni tipo di informazione, dalla sua origine a una serie di criteri di acquisto, così come diverse opzioni raccomandate.




La cosa più importante da sapere

  • La grappa è una bevanda distillata fatta dalla vinaccia e da alcuni prodotti di scarto dell’uva che vengono pressati.
  • Ci sono diverse varietà con diversi colori, aromi e sapori.
  • Verso la fine dell’articolo troverai una serie di criteri di acquisto che possono aiutarti a scegliere tra alcune delle opzioni disponibili sul mercato.

Grappa: la nostra selezione

Per introdurti nel mondo della grappa, una bevanda con una gradazione alcolica abbastanza alta, ti offriamo quattro opzioni interessanti. Sono tutti validi sia per chi non l’ha mai provata prima sia per chi conosce bene le virtù di questo distillato creato dalla vinaccia e dai suoi scarti.

Guida all’acquisto: cosa devi sapere sulla grappa

Ora è il momento di dare uno sguardo più da vicino a questa bevanda conosciuta come grappa. Che tu lo conosca già o che tu stia leggendo per la prima volta, ti forniremo informazioni utili per aiutarti a scoprire le sue origini, i tipi e le caratteristiche. Se tutto questo serve a stuzzicare la tua curiosità, o se ti aiuta a scoprire qualche nuova informazione, ci farà molto piacere.

Ci sono diverse varietà che hanno diversi colori, aromi e sapori.
(Fonte: Grogoryeva: 102253056/ 123rf.com)

Cos’è la grappa e come si fa?

Stiamo parlando di una bevanda alcolica che si ottiene tradizionalmente dai resti di uve spremute che non verranno utilizzate nella produzione del vino. È un’acquavite che subisce un processo che cerca di concentrare e preservare gli aromi.
Questo viene fatto utilizzando l’alambicco, un dispositivo utilizzato per la distillazione.

Grazie al regolamento dell’Unione Europea 1576/89, che si riferisce alla definizione, denominazione e presentazione delle bevande spiritose, l’Italia ha l’uso esclusivo del nome Grappa. Il contenuto alcolico della grappa è solitamente intorno al 40%. In nessun caso può essere inferiore al 35,5 % una volta finito.

Qual è l’origine della grappa?

Abbiamo chiarito che la grappa è un’acquavite fatta con la vinaccia. Tuttavia, l’origine dello spirito stesso è semi-sconosciuta, anche se si sa che, nell’antichità, i popoli mediterranei producevano già questo liquore dalla vinaccia. Tuttavia, l’origine della distillazione è attribuita al popolo cinese, sebbene sia stata perfezionata dagli arabi.

Per quanto riguarda la grappa stessa, la grappa che conosciamo oggi è nata a Bassano del Grappa poco più di 400 anni fa. Bassano del Grappa appartiene alla regione Veneto e alla provincia di Vicenza. Può essere usata in ricette gastronomiche come stufati o dolci, anche se alcuni italiani tendono a berla dopo alcuni pasti a causa delle sue proprietà digestive.

La grappa è una bevanda distillata fatta da vinacce e alcuni prodotti di scarto dell’uva spremuta. (Fonte: Simone724: 27864674/ 123rf.com)

Come si classifica la grappa per famiglia e origine?

Essendo una bevanda la cui principale materia prima è l’uva, esistono diversi tipi di grappa. Questo dipende da una serie di fattori, come il tipo di uva utilizzata, la sua conservazione e gli aromi aggiunti, se necessario. Può essere divisa in due rami principali con una serie di caratteristiche associate.

Famiglia Caratteristiche
Grappa Monovitigno È fatta da un solo tipo di uva. Quella scelta è di solito caratterizzata dal suo sapore dolce.
Grappa aromatizzata Si possono usare diversi tipi di uva, a cui si aggiungono anche aromi di menta, cumino o anice, tra gli altri.

Abbiamo anche una classificazione per origine in Italia stessa

  • Grappa del Friuli
  • Grappa lombarda
  • Grappa dal Piemonte
  • Grappa dell’Alto Adige
  • Grappa di Barolo
  • Grappa veneta
  • Grappa trentina

Qual è il modo migliore per servire la grappa?

La grappa viene solitamente servita in un bicchiere, anche se questo può variare. Essendo una bevanda digestiva a causa del suo alto contenuto alcolico, viene consumata dopo un pasto. Normalmente non viene mescolato, ma accompagna il caffè dopo un pasto.
Anche così, c’è chi aggiunge questo spirito al caffè, a seconda delle sue caratteristiche principali.

Oltre ad essere usato come bevanda dopo un pasto piuttosto abbondante o come accompagnamento ad un buon caffè dopo un pasto, è anche usato in gastronomia. Non è raro che appaia in varie ricette gastronomiche, principalmente in alcuni stufati, anche se viene utilizzato anche in pasticceria. È quindi un’acquavite per tutti gli usi.

Va notato che la temperatura alla quale la grappa dovrebbe essere servita può variare a seconda di alcuni fattori. Per esempio, una grappa invecchiata potrebbe essere servita tra i 18º e i 20º. La grappa aromatizzata, tuttavia, dovrebbe essere servita a circa 15º. Una grappa più giovane dovrebbe essere servita più fresca. Di solito è intorno ai 10º.

MarcialVecchio autore di satira
“La vendemmia è bagnata dalle continue piogge; Anche se vuoi, oste, non puoi vendere vino puro”.

È necessario investire molti soldi per comprare una buona grappa?

Possiamo dire che ci sono importanti marche di grappa che vendono alcune delle loro varianti di qualità per un prezzo compreso tra 20 e 30 euro. Ovviamente, tutto dipende dalle caratteristiche della bevanda, cioè la qualità della materia prima, la lavorazione e la maturazione. È vero che ci sono bottiglie che possono superare i 100€ senza alcun problema.

Quali sono le principali differenze tra orujo e grappa?

Anche se orujo e grappa appartengono allo stesso tipo di bevande alcoliche, in realtà non sono esattamente uguali e ci sono sottili differenze. Anche se l’orujo è la denominazione spagnola e la grappa è quella italiana, ci sono variazioni riguardanti l’origine della bevanda, l’uso dei tipi di uva e la distillazione, con la grappa che è molto più raffinata.

In Spagna, l’orujo è principalmente servito in piccoli bicchieri, popolarmente conosciuti come chupitos. In Italia, anche se potrebbe essere fatto allo stesso modo, viene tradizionalmente servito in un bicchiere a tulipano per poter percepire molto meglio gli aromi. Sì, è vero che sono molto simili, ma è nei dettagli che ci sono le differenze.

La grappa viene solitamente servita in un bicchiere, anche se questo può variare.
(Fonte: Simone724: 27864656/ 123rf.com)

Criteri di acquisto

Caro lettore, hai già potuto conoscere la grappa con diverse caratteristiche, hai imparato la sua origine, le sue famiglie principali e la classificazione secondo la sua origine. Sei stato anche in grado di scoprire cosa è più conveniente quando si tratta di servirlo. Ora, nelle righe seguenti, metteremo in evidenza i fattori più importanti per acquistare la tua grappa ideale.

Distilleria

Ci sono diverse distillerie italiane che godono di grande prestigio per la qualità e la varietà delle loro grappe. Alcuni dei più rinomati sono Nonino, Poli, Nardini e Domenis, tra gli altri. Con questo vogliamo dirti che, soprattutto, se vuoi una buona acquavite, è meglio optare per una di quelle più caratteristiche. Non rimarrai deluso.

La grappa è una bevanda alcolica tradizionalmente ottenuta dai resti dell’uva spremuta che non devono essere utilizzati nella produzione del vino. (Fonte: Ammentorp: 44192109/ 123rf.com)

Famiglia principale

Quando parliamo di sapori dobbiamo tenere a mente che una grande percentuale si riduce a termini soggettivi. Questo è particolarmente vero per le persone che non stanno cercando qualcosa di più pretenzioso di qualcosa che sia piacevole al palato. Se non hai provato le due famiglie principali in cui la grappa è solitamente divisa, prova a farlo per definire la tua preferenza.

Come abbiamo detto prima, la grappa Monovitigno è fatta da una sola uva, ma sempre con una grande concentrazione di sapore e con la scelta principale di una varietà dolce. La grappa aromatizzata, invece, è quella che, in aggiunta, aggiunge diversi aromi provenienti da arancia, anice, cumino e anche caffè, tra gli altri.

Aroma e gusto

La grappa è conosciuta come una bevanda alcolica ottenuta dalla lavorazione della vinaccia. Il gusto sarà determinato dal tipo di uva utilizzata, dalla distillazione, dall’uso o meno di aromi e, naturalmente, dalla sua conservazione. L’ideale sarebbe provarle, dato che alcune possono essere più piacevoli di altre nell’aroma e nel sapore.

Maturazione e colore

La maturità di una grappa determina in parte il suo aroma e il suo sapore. Inoltre, dipende anche dal tipo di barile utilizzato, poiché questo può dare al liquido un certo colore. Come regola generale, se la grappa è maturata in una botte di rovere, il colore sarà più giallastro. Se viene usato un barile di cenere, rimarrà incolore.

Sommario

La grappa è l’acquavite di grappa italiana. Grazie alla sua denominazione d’origine, la grappa è chiamata grappa quando è prodotta nel paese transalpino e più precisamente nelle regioni elencate. La sua alta gradazione alcolica lo rende adatto alla digestione ed è proprio in quel momento che molti italiani lo servono da solo o con il caffè.

Oggi è una bevanda molto apprezzata che, grazie all’immigrazione italiana, ha trovato casa anche in paesi come Argentina, Uruguay e Svizzera. Ci sono diverse distillerie che hanno una lunga tradizione da decenni. Questi sono quelli che dovresti cercare quando acquisti questa sansa italiana, in quanto avrai un’idea esatta del suo vero sapore.

Se ti è piaciuto quello che hai letto, non esitare a condividerlo sui tuoi social network o lasciaci un commento.

(Fonte dell’immagine in evidenza: Simone724: 27864641/ 123rf.com)

Perché puoi fidarti di noi?

Recensioni