Ultimo aggiornamento: 30/07/2021

Il nostro metodo

16Prodotti analizzati

26Ore di lavoro

2Fonti e riferimenti usati

88Commenti valutati

Grigliare

non è solo più comodo e pulito, ma anche più benefico per la tua salute. Oltre ad eliminare i cibi fritti e grassi dalla tua dieta, avrai anche meno pentole e padelle da pulire. Non è quindi sorprendente che sempre più persone preferiscano cucinare il cibo con una piastra.

Lepiastre elettriche sono tra gli utensili da cucina più venduti. Sono economici, versatili e molto facili da usare e pulire. Ci sono diversi tipi, come griglie, griglie di pietra, griglie a gas o le sempre più popolari raclettes. Un numero così grande di modelli può rendere difficile scegliere quello più adatto. In questo articolo ti aiuteremo a fare la tua scelta.




La cosa più importante da sapere

  • Le piastre sono un utensile indispensabile se vogliamo mangiare sano. Versatili e facili da pulire, sono diventati il modo preferito di cucinare per molte persone. Ci sono molti tipi di griglie: la popolare griglia, il barbecue o la sofisticata raclette, tra gli altri.
  • Conservare il sapore e le proprietà del cibo è forse il più grande vantaggio delle griglie. Tuttavia, per ottenere il massimo da loro, devi sapere come usarli correttamente. Inoltre, dopo ogni utilizzo, devono essere puliti correttamente, sempre senza utilizzare spugne abrasive.
  • Quando scegliamo il ferro da stiro più adatto alle nostre esigenze, dobbiamo prendere in considerazione fattori come le dimensioni, la potenza e il materiale utilizzato. Aspetti come il tipo di rivestimento del ferro, la forma dell’elemento riscaldante o gli accessori inclusi, tra gli altri, sono anche rilevanti.

Griglia per barbecue: la nostra selezione

Guida all’acquisto: quello che devi sapere sulle griglie

Griglie, griglie elettriche, grill, raclettes, sembrano tutti lo stesso apparecchio. Tuttavia, non offrono le stesse prestazioni e non sono utilizzati nello stesso modo. In questo articolo ci concentreremo sulle griglie, i benefici del loro utilizzo e altre questioni correlate. Infine, ti offriremo alcuni semplici criteri di acquisto che saranno senza dubbio molto utili.

Mujer cocinando con plancha de asar

Conservare il sapore e le proprietà del cibo è forse il più grande vantaggio delle griglie.
(Fonte: Pohranychny: 121211868/ 123rf.com)

Quali sono le differenze tra una piastra, una griglia, una raclette e un grill?

Le parole griglia e griddle sono talvolta usate in modo intercambiabile, ma in realtà si riferiscono a utensili diversi. Una piastra – elettrica o altro – è un apparecchio con una superficie piatta di ferro, alluminio o pietra su cui si prepara il cibo. La griglia, invece, è una griglia che viene posta sopra il fuoco o la brace.

La griglia, invece, si differenzia dalla piastra perché ha una superficie scanalata.

Queste scanalature aiutano i liquidi che la carne rilascia durante la cottura a scolare via, evitando che si cuocia invece di arrostire. Inoltre impediscono che venga prodotto troppo fumo.

Tuttavia, se hai intenzione di grigliare il pesce, dovresti optare per una piastra. La raclette è un utensile da cucina che viene utilizzato principalmente per sciogliere vari tipi di formaggio. Ha una piastra – in pietra, ferro o alluminio – su cui si possono grigliare carne, pesce e verdure. Sotto la piastra ci sono delle piccole padelle in cui si scioglie il formaggio. Sono progettate per essere posizionate al centro del tavolo.

Perché comprare una piastra?

Cucinare con pochi grassi giova alla nostra salute, ecco perché le piastre sono utensili essenziali per chi desidera seguire una dieta sana. Ma questo non è l’unico vantaggio di usarli. Ecco i benefici più importanti della cottura alla griglia.

  • Versatilità. Una piastra può cucinare una grande varietà di cibi: carne, pollame, verdure, pesce o uova, tra gli altri. Inoltre, saremo in grado di cucinarne una maggiore quantità allo stesso tempo.
  • Basso consumo di olio. Solo una piccola quantità di olio è necessaria per grigliare il cibo, molto meno che se lo friggiamo in una padella. Non è solo più sano, ma anche più economico.
  • Adatto a diete speciali. Alcune persone non tollerano bene la frittura, quindi preferiscono cibi grigliati a basso contenuto di grassi.
  • Conserva il sapore del cibo. I cibi grigliati, specialmente le verdure, mantengono non solo il loro sapore ma anche tutti i loro nutrienti. Quando viene cotto, invece, i nutrienti e gran parte del sapore vengono diluiti nell’acqua di cottura.
  • Facilità d’uso. Ottenere carne o pesce cotti alla perfezione è molto facile con una piastra. La maggior parte ha termostati regolabili per scegliere la temperatura più adatta ad ogni cibo.
  • Cucina divertente. Le griglie sono un’opzione divertente per cenare con gli amici. Puoi metterlo al centro del tavolo in modo che ogni commensale possa dare alla sua bistecca o hamburger la giusta cottura.
  • Basso consumo energetico. Le piastre elettriche consumano poca elettricità, specialmente se ne scegli una con una classificazione energetica A. I più piccoli hanno circa 1000 W di potenza, che è più che sufficiente per grigliare il cibo perfettamente e velocemente.

Vegetales en plancha

Le piastre sono uno strumento indispensabile se vuoi mangiare sano.
(Fonte: Mukhina1: 123167553/ 123rf.com)

Come utilizzare correttamente la tua piastra?

Utilizzare una piastra è estremamente facile, ma non fa male seguire alcune semplici raccomandazioni. Prima di tutto, familiarizza con il suo utilizzo leggendo il manuale, specialmente la sezione sulle misure di sicurezza.
Dopo di che, pulisci la superficie della piastra con un panno leggermente umido per rimuovere la polvere.

Non tutti i cibi vengono grigliati correttamente. Anche così, la varietà di carni, pesce, verdure e pollame che possono essere cucinati sulla piastra è ancora vasta. Se stai grigliando carne o pollame, assicurati che i filetti siano abbastanza sottili da grigliare bene. Le griglie elettriche non raggiungono l’efficienza, per esempio, di una griglia a carbone.

Anche se non è essenziale, è consigliabile versare un po’ di olio sulla piastra. In questo modo, il cibo non si attaccherà alla piastra ed eviterai che si bruci. Dopo un minuto o due, inizia a girare il cibo in modo che inizi a grigliare uniformemente. Come puoi vedere, usare una piastra è molto semplice e non richiede le abilità di uno chef.

Lepiastre richiedono manutenzione?

Tutte le piastre hanno un rivestimento antiaderente che le rende molto facili da pulire. Dopo l’uso, puliscili semplicemente con un panno morbido o una spugna inumidita con un po’ d’acqua e detersivo per piatti. Ovviamente, dovresti aspettare che il ferro si raffreddi completamente prima di pulirlo. Alcuni consigli che possono essere utili:

  • Per rimuovere meglio qualsiasi avanzo di cibo che si è attaccato alla piastra, metti dei cubetti di ghiaccio sulla piastra mentre è ancora calda. Puoi poi rimuoverli semplicemente pulendoli con della carta da cucina.
  • L’aceto e il limone sono sgrassatori efficaci. Non esitare ad usarli per rendere la tua piastra come nuova, dato che non intaccano il materiale di rivestimento.
  • Evita di usare spugne dure o utensili che possono danneggiare la superficie della piastra. Non mettere la piastra sotto il rubinetto subito dopo l’uso, perché l’improvviso cambiamento di temperatura può deteriorarla.

Di cosa è fatto il rivestimento della piastra?

Ci sono tanti tipi di rivestimento quante sono le marche di piastra sul mercato. Le qualità variano anche da produttore a produttore. Tuttavia, i materiali più comunemente usati sono i seguenti:

  • Teflon. Teflon è in realtà il nome commerciale del politetrafluoroetilene (PTFE). È uno dei materiali più utilizzati nella fabbricazione di pentole per le sue proprietà antiaderenti.
  • Ceramica. Questo è il materiale utilizzato nelle cosiddette griglie “ecologiche”. Tuttavia, perde le sue proprietà antiaderenti prima del Teflon, il che accorcia la vita utile degli utensili che lo incorporano.
  • Pietra. In realtà non si tratta di vera pietra, ma di un rivestimento in teflon o ceramica. La differenza sta nella consistenza e nell’aspetto di questo tipo di rivestimento, progettato per migliorare la sua resistenza, le proprietà antiaderenti e la vita utile.

Tortas de carne en plancha

Ci sono molti tipi di piastre: la popolare griglia, la piastra o la sofisticata raclette, tra gli altri.
(Fonte: Markstout: 109652040/ 123rf.com)

Cosa significa che una piastra è senza PFOA?

Il teflon è un materiale ampiamente utilizzato dai produttori di pentole per le sue proprietà antiaderenti. Tuttavia, è stato oggetto di controversie per anni a causa della sua presunta tossicità.

In realtà, il Teflon nelle padelle e nelle griglie non è dannoso, a patto che il rivestimento sia privo di ammaccature o graffi e che non si cucini a più di 260 ºC (1).

Mentre il Teflon non rappresenta alcun rischio per la nostra salute, lo stesso non si può dire dell’acido perfluoroctanoico (PFOA). Questo è il composto che veniva utilizzato per fissare il Teflon alla superficie della padella o della piastra.

La maggior parte degli studi, tuttavia, conclude che il PFOA rappresenta un rischio solo se la piastra o la padella è indossata.

L’uso del PFOA è attualmente vietato in tutti i paesi che hanno firmato la Convenzione di Stoccolma sugli inquinanti organici persistenti, compresa la Spagna (2). Molti produttori indicano sui loro prodotti che sono privi di PFOA quando in realtà non viene più utilizzato da anni, soprattutto negli utensili da cucina.

Criteri di acquisto

Infine, ti offriamo una serie di raccomandazioni che ti saranno molto utili nella scelta della tua piastra. Aspetti come la dimensione, il materiale utilizzato o la potenza elettrica della piastra sono solo alcuni degli aspetti che dovresti prendere in considerazione.

Elettrica, a induzione o a gas

Nei nostri consigli ti abbiamo dato esempi di griglie a gas, elettriche e a induzione. I primi sono normalmente utilizzati nell’industria della ristorazione, sebbene esistano anche modelli domestici. Il gas butano è più economico dell’elettricità, quindi non è una cattiva idea investire un po’ di più in una piastra a gas se hai intenzione di usarla intensamente.

Le piastre elettriche sono, in generale, più economiche di quelle a gas. Sono anche più versatili, più leggeri e più facili da maneggiare. Ci sono anche molti modelli e prezzi tra cui scegliere. Le piastre a induzione utilizzano una fonte di calore esterna, come un piano di cottura in ceramica o un fornello a gas. Sono leggermente più economiche di quelle elettriche e impiegano meno tempo per riscaldarsi.

comida en plancha

Per rimuovere meglio il cibo che si è attaccato alla piastra, mettici sopra dei cubetti di ghiaccio mentre è ancora calda. Puoi poi rimuoverli semplicemente pulendoli con della carta da cucina. (Fonte: Sobko: 123387276/ 123rf.com)

Dimensione

Se sei in tanti a casa, è importante scegliere una piastra con una superficie grande, da 30 cm di lunghezza. Ci sono griglie lunghe fino a 50 cm, che sono sufficienti per 8 persone. Per due persone, invece, una piccola piastra lunga tra i 20 e i 30 cm sarà sufficiente. Se ne scegli uno grande, dovresti tener conto dello spazio che hai a disposizione per riporlo.

Grill o griddle

Fondamentalmente, un grill è una piastra con delle scanalature sulla sua superficie. Ci sono modelli di griglia con un coperchio, come le griglie per panini, che danno al cibo un aroma e un sapore molto speciale. Questo perché, oltre ad essere grigliati, si insaporiscono con il fumo che emettono. La griglia dovrebbe avere un coperchio galleggiante in modo che possa adattarsi allo spessore dei diversi cibi.

Ci sono griglie miste sul mercato, con metà della superficie scanalata e il resto liscia. Una variante è la piastra pieghevole. Sono simili a una griglia, solo che una delle superfici è completamente liscia e possono essere aperte a 180 gradi. Uno dei principali vantaggi di questo tipo di piastra è che raddoppia la superficie utile.

Salmon a la plancha

Le piastre sono solitamente fatte di ghisa o alluminio, con un rivestimento antiaderente in teflon. (Fonte: Kitpaiboolwat: 106927759/ 123rf.com)

Materiale della piastra

Le piastre sono solitamente fatte di ghisa o alluminio con un rivestimento antiaderente in teflon. Si tratta di materiali che, oltre a grigliare in modo uniforme, impiegano poco tempo a riscaldarsi (tra i 5 e i 10 minuti). Il loro principale svantaggio è che tendono a graffiarsi facilmente se non si usano gli utensili giusti quando si gira o si rimuove il cibo dalla piastra.

Le piastre in acciaio inossidabile sono molto più resistenti di quelle in ferro o alluminio. Tuttavia, impiegano molto più tempo a riscaldarsi e distribuiscono il calore meno bene delle griglie in acciaio inossidabile. La pietra naturale è il materiale che distribuisce meglio il calore e lo mantiene più a lungo. Il suo svantaggio? Richiedono molto tempo per riscaldarsi, quasi mezz’ora.

Rivestimento

I produttori utilizzano quattro tipi di sostanze antiaderenti: Teflon (PTFE), ceramica, pietra e quantanio. Il teflon è molto efficace e durevole, a patto che tu usi pentole di legno o silicone per evitare di danneggiarlo. Anche se è stato vietato nell’industria per anni, controlla che la piastra sia priva di PFOA, una sostanza dannosa per la salute.

Sono disponibili griglie rivestite in ceramica. È efficace come il Teflon, ma non così durevole, poiché il calore può influenzare le sue proprietà nel tempo. Lo stesso vale per il rivestimento in pietra naturale. Quantanium è composto da alluminio, marmo e titanio. È un materiale di grande forza e durata, ma abbastanza costoso.

Resistenza

Gli elementi riscaldanti delle piastre elettriche hanno forme diverse, che influenzano la loro efficienza nel distribuire il calore sulla loro superficie. Gli elementi riscaldanti a forma di “m” o “u” sono i più efficaci, poiché coprono più spazio, permettendo al calore di essere distribuito più uniformemente sulla superficie del ferro. I meno efficaci? Griglie circolari e quadrate.

Potenza

Più potenza elettrica ha una piastra, più velocemente si riscalderà. La potenza è un fattore particolarmente importante, specialmente se opti per una grande piastra. Anche le griglie in acciaio e pietra hanno bisogno di più potenza, dato che questi materiali impiegano più tempo a riscaldarsi. Ricorda che maggiore è la potenza, maggiore è il consumo di elettricità.

Se siete in pochi in casa, una o due persone, una piastra tra i 1000 e i 1500 W sarà più che sufficiente. Questa potenza è sufficiente per grigliare pezzi di carne non troppo spessi. Se, invece, siete più di due a tavola, dovresti scegliere una piastra con una potenza maggiore, tra 1800 e 2500 W, questi ultimi sono quelli che offrono risultati ottimali.

Accessori

Vassoio per la salsa e termostato rimovibile sono i due accessori che ogni piastra dovrebbe avere. La padella per la salsa è essenziale perché permette di raccogliere i succhi e i grassi del cibo, evitando che si accumulino sulla piastra e si attacchino ad essa. Il termostato dovrebbe essere rimovibile per facilitare lo spostamento e la pulizia della piastra, sotto il rubinetto o in lavastoviglie.

Lunghezza del cavo

La lunghezza del cavo di alimentazione è un fattore più importante di quanto possa sembrare all’inizio. Se il ferro da stiro ha un cavo troppo corto – meno di 80 cm – avrai difficoltà a scegliere un posto adatto nella tua cucina dove metterlo. È consigliabile che il cavo sia lungo tra un metro e un metro e mezzo in modo da non dover utilizzare una prolunga.

Caratteristiche aggiuntive

A volte, quando compriamo un elettrodomestico, non prendiamo in considerazione piccoli dettagli che possono semplificare il suo utilizzo. Una piastra elettrica con manici in silicone o plastica, per esempio, ci permette di spostarla senza paura di bruciarci. Sono utili anche i piedini antiscivolo che impediscono alla piastra di muoversi mentre mescoliamo il cibo.

Rapporto qualità-prezzo

Al giorno d’oggi, puoi trovare piastre a prezzi molto interessanti, sotto i cinquanta euro. Generalmente, queste sono griglie di base, non molto potenti e di piccole o medie dimensioni. Da cinquanta euro in su puoi trovare griglie di qualità superiore, con materiali di rivestimento migliori e quindi più efficienti e durevoli.

Sommario

La passione per un’alimentazione sana ha portato molte persone a scegliere di grigliare il cibo invece di friggerlo. Di conseguenza, la piastra è diventata un utensile comune in molte cucine. La loro versatilità, la semplicità d’uso e la facilità di pulizia sono le loro caratteristiche fondamentali. Inoltre, conservano tutto il sapore e le sostanze nutritive del cibo.

In questo articolo ti abbiamo mostrato i diversi tipi di griglie e i diversi materiali utilizzati per realizzarle. Ti abbiamo anche dato alcuni consigli su come usarli e pulirli, così come informazioni sui diversi tipi di rivestimento. E infine, alcuni criteri di acquisto per aiutarti a scegliere la piastra più adatta.

Se hai trovato il nostro articolo utile e interessante, condividilo sui tuoi social network. E non dimenticare di lasciarci i tuoi commenti!

(Fonte dell’immagine: Berkovich: 97205174/ 123rf.com)

Riferimenti (2)

1. Perfluorooctanoic Acid (PFOA), Teflon, and Related Chemicals [Internet]. Cancer.org. 2020 [cited 24 April 2020]. Available from:
Fonte

2. Ácido pentadecafluorooctanoico (PFOA, ácido perfluorooctanoico), sus sales y compuestos conexos del PFOA [Internet]. Chm.pops.int. 2020 [cited 24 April 2020].
Fonte

Perché puoi fidarti di me?

Articolo informativo
Perfluorooctanoic Acid (PFOA), Teflon, and Related Chemicals [Internet]. Cancer.org. 2020 [cited 24 April 2020]. Available from:
Vai alla fonte
Articolo informativo
Ácido pentadecafluorooctanoico (PFOA, ácido perfluorooctanoico), sus sales y compuestos conexos del PFOA [Internet]. Chm.pops.int. 2020 [cited 24 April 2020].
Vai alla fonte
Recensioni