Ultimo aggiornamento: 04/10/2021

Da qualche anno la parola hashtag è diventata parte integrante del nostro vocabolario. Ne leggi dappertutto, lo vedi in tutti i post sui social media e gli hashtag sono a volte usati anche nelle pubblicità. Ma cos’è un hashtag comunque? E come si usa correttamente un hashtag?

Nel nostro articolo Hashtag: definizione e spiegazioni 2021 troverai tutte le informazioni importanti sul fenomeno degli hashtag e su come usarli correttamente sui social media. Ti spieghiamo cos’è un hashtag, come si usa, per cosa si usa e come funziona.

Imparerai anche la differenza tra hashtag e tag e come puoi usare gli hashtag per filtrare gli argomenti che sono attualmente di tendenza sui social media. Dopodiché, dovresti sapere tutto quello che c’è da sapere sugli hashtag e avere molta familiarità con l’argomento.




Sommario

  • Il termine hashtag è composto dalle due parole inglesi “hash” e “tag” e significa qualcosa come un rombo segnato.
  • Un hashtag è stato usato per la prima volta nel social network Twitter nel 2009 ed è stato introdotto poco dopo come funzione di ricerca e filtro per gli argomenti.
  • Gli hashtag sono utilizzati anche nella segnalazione di grandi eventi mediatici. Sotto l’hashtag, puoi poi trovare molti contributi e post diversi e attuali.

Voce del glossario: Il termine hashtag spiegato in dettaglio

Di seguito abbiamo riassunto e spiegato i fatti più importanti sugli hashtag. Ti spieghiamo anche come utilizzare un hashtag in diversi social network e a cosa dovresti prestare particolare attenzione.

Cos’è un hashtag?

Il termine hashtag è composto dalle due parole inglesi “hash” e “tag”. Hash” significa “rombo” e “tag” sta per “marcatore” e/o “parola chiave”. Da questo, possiamo già dedurre cosa sia effettivamente un hashtag: una parola chiave contrassegnata da un hashtag.

Gli hashtag sono utilizzati principalmente per eventi importanti, grandi eventi mediatici e notizie attuali. In questo modo, i post su questo argomento possono essere cercati e filtrati più velocemente e gli utenti possono commentare i post su questo argomento.

Un hashtag è una parola chiave contrassegnata da un segno di hash.

Gli hashtag possono anche essere utilizzati per esprimere un certo stato senza riferirsi ad un argomento, ma solo per rafforzare certi attributi.

Gli hashtag sono stati utilizzati attivamente sui social network dal 2009, prima su Twitter, e hanno sostituito altri metodi di tagging e funzioni di ricerca. Gli hashtag sono stati introdotti e usati per la prima volta su Twitter nel 2009, su Google+ nel 2011, su LinkedIn nel 2013 e su Facebook, Instagram e Pinterest nel 2013.

Coca Cola ha usato #pride per una pubblicità a Picadilly Circus a Londra per mostrare solidarietà verso tutte le persone, indipendentemente dal genere o dall’orientamento sessuale. (Fonte immagine: John Cameron / unsplash)

Come funziona un hashtag?

Gli hashtag aiutano a cercare e filtrare tutti i post per il termine taggato. Così, altri utenti possono fare riferimento al post e scrivere sullo stesso argomento.

Gli hashtag aiutano a cercare un argomento specifico e servono da filtro.

Un hashtag non è quindi altro che una parola chiave che viene contrassegnata mettendo il segno di hash davanti ad essa. In questo modo la parola chiave viene evidenziata e può essere utilizzata nella ricerca per parole chiave. In questo modo si può fare riferimento ad un post specifico che utilizza un hashtag e si possono collegare post che si sovrappongono tematicamente.

A cosa servono gli hashtag?

Gli hashtag possono essere utilizzati per varie funzioni

  • Come filtro per gli argomenti
  • Per trovare rapidamente informazioni
  • Per archiviare i post
  • Per abbreviare le informazioni
  • Le diverse funzioni sono spiegate più in dettaglio qui sotto.

Hashtag come filtro per gli argomenti

Gli hashtag possono essere utilizzati per analizzare quali argomenti sono attualmente popolari, specialmente su Twitter. Per fare questo, devi semplicemente cercare quali parole chiave vengono usate e taggate più spesso al momento. Questo può essere trovato sulla homepage sotto la voce “Trending Topics”.

Inoltre, per trovare post su un argomento specifico, puoi semplicemente utilizzare l’hashtag appropriato come filtro. Gli hashtag offrono anche una qualità superiore rispetto, per esempio, ad una ricerca automatica di una rete, perché gli hashtag sono creati dall’utente stesso.

Hashtag per trovare informazioni

Gli hashtag permettono agli utenti di trovare informazioni più rapidamente. Basta digitare la parola chiave desiderata come hashtag nella funzione di ricerca di un social network e l’algoritmo filtra tutti i post, contributi e articoli che sono taggati con questo hashtag.

Questo è particolarmente pratico per i grandi eventi e le notizie attuali, dato che la ricerca per hashtag è molto più veloce e visualizza più post di una normale ricerca su Internet con una parola chiave.

Hashtag per l’archiviazione

La ragione principale per cui la funzione di archiviazione viene utilizzata è quella di salvare i post di altri utenti e poi farli apparire nella ricerca per hashtag. In questo modo, gli utenti possono essere trovati da altri utenti e guadagnare seguaci e portata. Gli utenti possono poi reagire al post e commentarlo.

Attraverso gli hashtag, gli altri utenti vengono a conoscenza delle tue foto e possono essere trovati da altri utenti. Questa funzione è utilizzata da molti influencer, ovviamente, ma anche da privati che vogliono mostrare con i loro post quello che stanno facendo e vivendo e dove sono al momento.

Hashtag per abbreviare le informazioni

Gli hashtag sono anche estremamente pratici per accorciare e abbreviare le informazioni. In questo modo, gli stati emotivi o le opinioni possono essere espressi in modo breve e compatto. Gli hashtag popolari al momento sono, per esempio, #leavenoonebehind, che è una dichiarazione che esprime solidarietà con i rifugiati su Moria.

L’hashtag #leavenoonebehind è ampiamente usato e condiviso sui social media per mostrare solidarietà verso i rifugiati su Moria. Allo stesso tempo, l’hashtag serve anche come appello politico per cambiare questa situazione e fare qualcosa. (Fonte immagine: Randy Tarampi / unspalsh)

Quando viene usato l’hashtag #happy, è anche chiaro che la persona è semplicemente felice e non c’è bisogno di dire altro. Anche le parole sono in parte abbreviate dagli hashtag. Il Throwback Thursday è un fenomeno su Instagram dove le foto dell’infanzia o degli anni passati vengono postate il giovedì. Su Instgaram, l’hashtag #tbt è usato per questo.

Come usi gli hashtag?

Per utilizzare un hashtag, prima seleziona l’hashtag e poi scrivi la parola chiave desiderata direttamente dopo di essa senza spazi. L’hashtag riconoscerà automaticamente la tua parola chiave e la collegherà come hashtag quando viene pubblicata. Gli spazi non possono essere utilizzati negli hashtag.

Se vuoi creare un hashtag da diverse parole, separa le singole parole con dei trattini bassi. Quando usi gli hashtag, assicurati sempre di utilizzare l’hashtag più attuale e popolare. Soprattutto nel caso di grandi eventi e delle ultime notizie, può succedere che ci siano diversi hashtag sull’argomento. In questo caso, scegli l’hashtag che viene utilizzato più spesso.

Quali sono le differenze tra hashtag e tag?

“Tag” è la parola inglese per la marcatura e/o la segnalazione. Su internet, i post o gli articoli possono essere etichettati. I tag non sono altro che categorie che assegnano il post. Come utente, cliccando sul tag, puoi scoprire altri articoli sullo stesso argomento, ma solitamente dello stesso autore.

I tag dovrebbero essere utilizzati solo se puoi scrivere altri articoli sull’argomento o se ci sono già altri articoli sul sito web sull’argomento. Altrimenti l’uso dei tag non ha senso ed è inutile. I tag sono usati frequentemente nei blog WordPress e nei tuoi siti web.

Un hashtag, d’altra parte, è usato principalmente nei social network come Twitter, Instagram, Facebook e altri. Puoi riconoscerli dall’hashtag precedente. Quando clicchi sull’hashtag, ti vengono mostrati tutti i post sull’argomento nell’intera rete. Questi possono anche essere creati da altri utenti. O in altre lingue. tag/hashtag

  • Linking locale sul sito web: Collegamento in tutta la rete sociale
  • Al clic: reindirizzamento agli articoli con lo stesso argomento dello stesso autore: Al clic: Visualizzazione di numerosi post e contributi da diversi utenti
  • Funzione di filtro degli argomenti: funzione di filtro degli argomenti, archiviazione dei post, recupero rapido delle informazioni, ecc.

In sintesi, i tag funzionano solo come filtri di argomenti e hanno solo una funzione di utilizzo locale per un sito web. Gli hashtag, d’altra parte, sono utilizzati a livello internazionale e globale in una rete e hanno altre funzioni oltre a quella di filtro degli argomenti, come trovare rapidamente le informazioni, archiviare i post e accorciare le informazioni.

Come si usano gli hashtag in diversi social network?

Di seguito, i diversi modi di utilizzare gli hashtag nei vari social network sono descritti e spiegati più in dettaglio. Per trovare un hashtag, devi inserire la parola chiave desiderata nella finestra di ricerca in tutti i social network. Il campo di ricerca è sempre in cima alla pagina.

Mettendo dei segni di hash davanti ad una parola chiave, questa parola viene categorizzata, contrassegnata e taggata. Cliccando sul tag si avvia automaticamente la ricerca dell’hashtag e vengono caricati ed elencati i post e gli articoli con lo stesso hashtag utilizzato.

Twitter

Nel 2009, Twitter è stato il primo network ad utilizzare ed introdurre l’uso degli hashtag come funzione di ricerca e filtro. Cliccando su un hashtag si accede alla pagina di panoramica dell’argomento, che elenca cronologicamente tutti i post attuali con l’hashtag utilizzato.

Lì troverai anche i tweet che sono anche taggati con l’hashtag. Questo significa che gli hashtag possono essere usati qui come un filtro per gli argomenti.

Instagram

Come per Twitter, anche gli hashtag sono molto popolari su Instagram. Utilizzando gli hashtag, le foto vengono categorizzate e divise in interessi.

L’hashtag più popolare su Instagram è #love.

Non solo puoi seguire gli utenti su Instagram, ma ora puoi anche seguire gli hashtag. Instagram ha anche portato alcuni hashtag, come #selfie, #instafood, #sunrise, a diventare molto popolari.

Facebook

Gli hashtag possono ora essere utilizzati anche su Facebook, ma non sono particolarmente popolari lì. Questo si traduce in poco valore aggiunto quando si cerca con gli hashtag, dato che i post non sono spesso dotati di hashtag.

Google+

La funzione hashtag su Google+ è chiaramente limitata rispetto ad altri social network. Solo quando gli hashtag sono molto popolari su Twitter vengono utilizzati su Google+.

Pinterest

Su Pinterest, gli hashtag sono utilizzati anche per categorizzare le immagini postate dagli utenti sulla rete, il che si traduce poi in immagini con lo stesso tag quando si cercano gli hashtag. Come posso usare gli hashtag per seguire le tendenze?

Molti social network hanno una sezione o una funzione che ti permette di cercare gli hashtag che sono attualmente particolarmente popolari e “di tendenza”. Su Twitter, per esempio, ci sono i cosiddetti grafici dove puoi controllare le tendenze.

Se un hashtag viene utilizzato molto spesso, sale in cima alle tendenze. Questo accade soprattutto durante i grandi eventi mediatici, come le partite di calcio, o le notizie mondiali. In questo modo, puoi vedere quali argomenti sono molto popolari al momento e quali sono oggetto di molte discussioni.

Conclusione

Un hashtag non è altro che una parola chiave contrassegnata da un segno di hash. Gli hashtag hanno varie funzioni e possono essere utilizzati come filtri di argomenti, ti aiutano a trovare le informazioni più rapidamente, archiviano i post e abbreviano e abbreviano le informazioni.

Per gli utenti dei social network, gli hashtag sono un buon modo per raggiungere e guadagnare nuovi seguaci. Soprattutto quando si usano hashtag popolari e attuali, gli utenti ottengono molta attenzione.

Recensioni