Una sala con un televisore
Ultimo aggiornamento: 09/02/2020

Il nostro metodo

24Prodotti analizzati

21Ore di lavoro

5Fonti e riferimenti usati

68Commenti valutati

Benvenuto sul nostro articolo dedicato agli HTPC. Contrariamente alla tendenza che diversi anni fa sembrò prevedere la graduale perdita di protagonismo dei personal computer nelle case, la realtà è che i PC vengono utilizzati sempre più in modi diversi. E così, ultimamente, stanno anche acquisendo un’importante presenza nei salotti di molte abitazioni.

In particolare, l’associazione degli HTPC (Home Theater PC) o media center con televisori, proiettori e altri dispositivi multimediali è la conseguenza dello sviluppo di computer versatili pensati sia per riprodurre serie TV e film che per giocare con i videogame. Tutto questo senza perdere di vista le funzioni principali dei personal computer.




Le cose più importanti in breve

  • Gli HTPC sono dispositivi pensati per fungere da media center domestici, anche se possono essere utilizzati anche per svolgere altre attività tipiche dei personal computer.
  • Gli HTPC sono solitamente dispositivi leggeri, compatti, di dimensioni ridotte e molto versatili. Inoltre, numerosi modelli presentano design eleganti per non stonare con l’arredamento della sala.
  • Prima di acquistare un HTPC, è importante avere ben chiaro quale sarà l’utilizzo principale che conti di farne. Poi, potrai iniziare a considerare criteri tecnici, come il processore, la memoria RAM o le opzioni di connettività.

I migliori HTPC (Home Theater PC) sul mercato: la nostra selezione

Qui di seguito, ti presentiamo la nostra selezione di dispositivi con le caratteristiche più adatte per l’uso come HTPC (Home Theater PC). L’abbiamo preparata cercando di scegliere modelli diversificati. Potrai così trovare sia un computer che si distingue per il prezzo, sia un mini PC particolarmente apprezzato dagli acquirenti, per esempio. Naturalmente, sono tutti dispositivi di ottima qualità.

L’HTPC preferito dagli acquirenti

L’ACEPC AK1 è il mini PC più apprezzato dall’utenza nonché uno dei più venduti, e viene usato principalmente come HTPC. Gode di un ottimo rapporto fra qualità e prezzo, e monta un Intel Celeron J3455 con scheda integrata HD 500, Wi-Fi Dual Band, Bluetooth 4.2, LAN, 4 porte USB e 2 porte HDMI. La configurazione proposta offre 4 GB di RAM ed una memoria eMMC da 64 GB, con la possibilità di aggiungere un drive SATA da 2,5” ed un SSD su slot mSATA.

L’HTPC più economico

Il Beelink BT3PRO II si propone come una soluzione economica per rendere smart un vecchio televisore, meglio di quanto potrebbe fare un TV box Android. È in grado di assolvere i doveri di un HTPC grazie ad un’uscita HDMI con risoluzione massima 4K, e monta un processore Intel Atom X5-Z8350 con scheda video HD 400, 4 GB di RAM ed una memoria eMMC da 64 GB per l’archiviazione. Gli acquirenti si ritengono soddisfatti e lo consigliano per il prezzo molto basso pur essendo un PC completo e pronto all’uso, con Windows 10 preinstallato ed un cavo HDMI incluso.

L’HTCP più conveniente

Il Gigabyte BRIX BACE-3000 è un mini PC barebone perfetto per chi punta a crearsi un HTPC risparmiando il più possibile. Monta un Intel Celeron N3000 con Wi-Fi Dual Band, LAN, lettore di schede microSD, 4 porte USB 3.0, e output VGA e HDMI fino a 4K. Esistono modelli più performanti, ma quello in esame è il meno costo e supporta inoltre RAM DDR3L, molto economiche o facilmente reperibili da un vecchio laptop in disuso. Supporta drive da 2,5” ed è estremamente silenzioso.

L’HTPC perfetto anche per giocare

Lo Zotac ZBOX MAGNUS EK51070 è un mini PC barebone pensato per chi non vuole scendere a compromessi, perfetto da usare come HTPC per la visualizzazione di contenuti multimediali senza precludersi la possibilità di videogiocare, anche ai titoli più recenti e in modalità VR, come confermano anche gli recensori del prodotto. Monta un processore Intel Core 15-7300HQ con una scheda video dedicata Nvidia GTX 1070. Serve solo aggiungere delle RAM DDR4 (fino a 2 banchi da 16 GB l’uno) ed un drive per l’archiviazione, da 2,5” o su slot M.2 NVMe PICe x4.

Guida all’acquisto: Tutto quello che devi sapere sugli HTPC (Home Theater PC)

Prima di stabilire quale HTPC fa maggiormente al caso tuo, è fondamentale tenere in considerazione una serie di questioni importanti. Non dimenticare che gli HTPC sono pensati per funzionare come media center, ma anche per operare come personal computer tradizionali. Perciò, in questa sezione, desideriamo risolvere qualsiasi dubbio tu possa avere al riguardo.

Genitori e figli davanti alla TV

Gli HTPC sono solitamente dispositivi leggeri, compatti, di dimensioni ridotte e molto versatili. (Fonte: Yeulet: 85653664/ 123rf.com)

Che cosa sono esattamente gli HTPC (Home Theater PC)?

Gli HTPC (Home Theater PC, in inglese) sono computer pensati specificatamente per riprodurre film in casa, per quanto possano anche essere usati per svolgere altre attività tipiche dei personal computer o come console per giocare con i videogame. Puoi acquistarli già montati, oppure puoi comprare componente per componente.

Quali sono le principali caratteristiche che un HTPC (Home Theater PC) deve presentare?

Non tutti i computer possono svolgere adeguatamente le funzioni di un HTPC. Affinché un dispositivo possa considerarsi tale, deve soddisfare determinati requisiti. Qui di seguito, abbiamo raccolto i più importanti. In ogni caso, il concetto di HTPC è molto cambiato, negli ultimi anni, e con esso, anche le sue caratteristiche.

  • Alcuni modelli dispongono di unità ottiche per poter riprodurre contenuti da CD, DVD o Blu-ray.
  • Devono essere dotati del software necessario per riprodurre contenuti multimediali in diversi formati.
  • È interessante che dispongano di una scheda TV per poter ricevere e registrare i diversi canali televisivi.
  • È indispensabile che dispongano di interfacce digitali (HDMI, DVI o DisplayPort) per trasmettere contenuti multimediali in alta qualità al televisore, monitor o proiettore.
  • È utile che dispongano di audio multicanale 5.1 o 7.1.
  • Devono essere dispositivi silenziosi, così da poterti godere la tua serie preferita senza fastidiosi rumori.
  • In generale, è consigliabile che siano dispositivi leggeri, di dimensioni ridotte e con un design elegante, dato che verranno collocati in salotto.
  • Possono includere un telecomando.

Quali sono i vantaggi e gli svantaggi degli HTPC (Home Theater PC)?

Data la loro grande versatilità, gli HTPC offrono numerosi vantaggi sia rispetto a dispositivi molto più grandi e potenti che a lettori DVD o Blu-ray. Offrono anche molti vantaggi rispetto alle console per videogiochi. Abbiamo riassunto tutti questi vantaggi – insieme ai principali svantaggi – nella seguente tabella.

Vantaggi
  • Possono riprodurre contenuti su più schermi contemporaneamente
  • Sono dispositivi molto versatili, che si possono utilizzare per attività diverse
  • Sono solitamente dispositivi leggeri e di piccole dimensioni
  • Il loro prezzo è più economico di quello dei grandi personal computer
  • Non dovrai aggiornare il dispositivo ogni volta che uscirà un nuovo formato video
  • Puoi personalizzare la qualità dell”immagine e dell”audio a tuo piacimento
Svantaggi
  • Le loro possibilità di espansione sono più ridotte
  • Solitamente, sono dispositivi meno potenti dei grandi computer desktop

Quale sistema operativo utilizzano gli HTPC?

Per quanto riguarda il sistema operativo utilizzato dagli HTPC, le possibilità sono davvero numerose. Di fatto, puoi installare quello che ti risulta più comodo o quello con cui hai maggiore familiarità. Molti di questi dispositivi sono dotati di Windows preinstallato.
Le versioni più diffuse sono: Microsoft Windows Media Center, Windows 7 Home Edition o Windows 10.

Naturalmente, se sei un fan di Apple, puoi anche optare per un HTPC con macOS. Inoltre, molti utenti preferiscono puntare su sistemi operativi basati su GNU/Linux, come Ubuntu, Lubuntu, Fedora, Debian, Mint o LinuxMCE, tra gli altri. Fondamentalmente, la scelta del sistema operativo influirà sul software che potrai utilizzare.

Quali sono i principali utilizzi degli HTPC (Home Theater PC)?

Al di là del loro utilizzo principale, cioè come sistemi di riproduzione video, gli HTPC si prestano ad altre attività, ad esempio la riproduzione di contenuti multimediali su più schermi contemporaneamente, l’utilizzo come media center o sistemi audio, l’esecuzione di alcuni giochi attuali o l’emulazione di console.

Home Theatre

Alcuni modelli dispongono di unità ottiche per poter riprodurre contenuti da CD, DVD o Blu-ray. (Fonte: Ovchinnikov: 94143182/ 123rf.com)

È meglio acquistare un HTPC (Home Theater PC) già montato o montarlo componente per componente?

Non c’è una scelta migliore dell’altra. Se disponi di conoscenze informatiche avanzate tali da saper montare un dispositivo, sicuramente risulterà più vantaggioso montare da solo il tuo personale HTPC. In tal modo, potrai progettare la configurazione più adatta alle tue esigenze. Inoltre, risulterà anche più economico.

Una possibilità davvero interessante, a questo proposito, è ricorrere ad un barebone. Se però non disponi di conoscenze avanzate, ti conviene scegliere un prodotto già montato. Acquisterai così un computer perfettamente configurato ed equilibrato che ti assicurerà un buona performance. Comporterà un maggior investimento economico, ma risparmierai tempo ed eviterai di impazzire per il montaggio.

Criteri di acquisto

Giunto il momento di comprare un HTPC (Home Theater PC), è importante tenere in considerazione una serie di criteri di acquisto. Qui di seguito, ti presentiamo quelli che noi di reviewbox.it consideriamo più importanti. Li abbiamo selezionati al fine di offrirti una completa guida all’acquisto per poter scegliere il prodotto dal miglior rapporto qualità-prezzo.

Utilizzo principale che conti di fare dell’HTPC

Inevitabilmente, l’utilizzo che conti di fare dell’HTPC influirà notevolmente sulle caratteristiche del prodotto di cui avrai bisogno. Se la tua intenzione è soprattutto quella di riprodurre serie TV e film sul televisore o attraverso un proiettore, non ti servirà un computer eccessivamente potente. Di fatto, non avrai neppure bisogno che disponga di una scheda grafica dedicata.

Un caso molto diverso è se vuoi anche giocare ai videogame attuali. Se è così, dovrai puntare su un dispositivo con un buon processore, sufficiente memoria RAM e una scheda grafica dedicata. È importante anche il punto in cui lo collocherai. Se sarà in un posto molto visibile, ti conviene scegliere un modello dal design elegante.

Famiglia sul divano a vedere la TV

Gli HTPC sono computer pensati specificatamente per riprodurre film in casa. (Fonte: Yeulet: 79573057/ 123rf.com)

Case

In generale, i case degli HTPC si caratterizzano per il design elegante e ottimizzato per sfruttare lo spazio al massimo. Uno dei più comuni è il mini-ITX, che consente un buon flusso d’aria per un maggior raffreddamento. Presenta un design sottile, che si adatta alla perfezione al salotto, con la possibilità di collocarlo accanto ad altri dispositivi, come le console per videogame.

Processore

In generale, per riprodurre contenuti multimediali, non è necessario un processore eccessivamente potente. Tuttavia, se vorrai anche giocare con i videogame, ti converrà puntare su un processore che garantisca ottime prestazioni. Dall’altra parte, nei dispositivi privi di scheda grafica dedicata, è utile tenere in considerazione quelle integrate nel processore.

A questo proposito, generalmente, le schede grafiche integrate nei processori AMD si contraddistinguono per l’elevata performance. Solitamente, però, in questi dispositivi si trovano processori Intel. Al momento di analizzare il processore, ti conviene tenere in considerazione la sua architettura, il numero di core di cui dispone e la frequenza.

Memoria RAM

In generale, se non conti di giocare con videogame molto pesanti, sarà sufficiente una memoria RAM tra 4 GB e 8 GB. Solo nel caso in cui volessi un dispositivo pensato per eseguire giochi attuali o desiderassi farne un uso intensivo multitasking, ti converrebbe iniziare a pensare ad un computer con più di 8 GB di RAM.

Scheda grafica integrata o dedicata

La maggior parte dei dispositivi HTPC già montati dispone di una scheda grafica integrata nel processore. Tuttavia, ti conviene verificarne le caratteristiche. In generale, le prestazioni che offrono sono piuttosto semplici, per quanto sufficienti per riprodurre contenuti in risoluzione 4K.

Esistono alcune schede grafiche integrate che offrono una performance accettabile anche con i giochi attuali. È il caso, ad esempio, dell’Intel Core i7-8809G con scheda grafica Radeon RX Vega M GH, che integra il barebone Intel NUC 8I7HVK2. Ma se ciò che desideri è divertirti con i titoli più recenti, l’ideale è optare per un dispositivo con una buona scheda grafica dedicata, NVIDIA oppure AMD.

Connettività

Indubbiamente, questo è un aspetto fondamentale, al momento di scegliere un HTPC, soprattutto per quanto riguarda le connessioni video. Qui di seguito, elenchiamo le possibilità di connessione che puoi trovare in questi dispositivi.

  • HDMI: Permette di trasmettere audio e video digitali. Si tratta di una connessione indispensabile, dato che oggi l’HDMI è il principale standard video. La versione 2.1 consente risoluzioni da 8K a 120 Hz e supporta HDR.
  • DisplayPort: Questa interfaccia di connessione si sta diffondendo sempre più nei nuovi dispositivi. Permette la trasmissione di video e audio digitali. L’ultima versione, la 1.4, è compatibile con HDR e con risoluzioni da 8K a 60 Hz e da 4K a 144 Hz. Inoltre, questa tecnologia è in grado di utilizzare porte USB Tipo-C come sorgente di uscita e di ingresso. E supporta anche Thunderbolt.
  • VGA: È il connettore video più vecchio attualmente in uso. Serve per collegare i monitor CRT.
  • USB: Attraverso le porte USB, è possibile collegare svariati dispositivi. Grazie alla loro fantastica versatilità, si può arrivare a collegare un monitor o un hard disk portatile. È quindi particolarmente importante che il dispositivo che sceglierai sia dotato di diverse porte USB Tipo-C, poiché sarà in grado di offrire le migliori prestazioni.
  • Thunderbolt: È un’interfaccia davvero versatile e veloce. L’ultima versione è la 3.0. È molto diffusa nei dispositivi Apple ed è in grado di trasmettere il segnale video 4K a due schermi contemporaneamente.
  • DVI: Questo tipo di connettori dovrebbe aver sostituito i VGA. Non permette il trasferimento audio. Viene solitamente utilizzato con risoluzioni Full HD.
  • Wi-Fi: Indubbiamente, una connessione attualmente indispensabile. L’ultimo standard è Wi-Fi 802.11ax o Wi-Fi 6, recentemente lanciato, che migliora le prestazioni del 802.11ac o Wi-Fi 5. Tuttavia, non è ancora molto diffuso.
  • Bluetooth: Attraverso la connessione via Bluetooth, è possibile collegare diversi dispositivi in modalità wireless. Si tratta senza dubbio di una connessione davvero pratica per collegare dispositivi mobili, tastiere e mouse, tra gli altri. Di qui, la sua particolare importanza per un dispositivo che verrà principalmente utilizzato nel salotto di casa.
  • Ethernet: Permette la connessione a Internet via cavo e, quindi, assicura velocità di trasferimento più elevate.

Conclusioni

I personal computer si contraddistinguono per la loro grande versatilità e per la maggior potenza rispetto a ciò che offrono altri tipi di dispositivi. A tutto questo, occorre aggiungere la comparsa, negli ultimi anni, di nuovi concetti legati al PC, come ad esempio mini PC, barebone e HTPC, che si caratterizzano per le ridotte dimensioni.

In particolare, per quanto riguarda gli HTPC, si contraddistinguono per il fatto di puntare alla riproduzione di contenuti multimediali. Così, in un contesto nel quale possiamo accedere a film, serie TV o videogiochi attraverso diverse piattaforme e in una grande varietà di formati, gli HTPC rappresentano la miglior scommessa per un media center versatile e completo.

Se ritieni che questa guida ti sia risultata utile nel tuo processo di scelta, puoi scriverci un commento o condividerla con i tuoi amici e familiari attraverso i vari social network.

(Fonte dell’immagine in evidenza: De Santis: 63247380/ 123rf.com)

Perché puoi fidarti di noi?

Erika Scrittrice e traduttrice
Lavoro prevalentemente come traduttrice, professione iniziata quasi per caso ma che si è poi rivelata la mia grande passione. Amo leggere e scrivere e, quando si presenta l’occasione, mi dedico alla scrittura di articoli e testi di vario genere, avendo cura di renderli sempre scorrevoli e di gradevole lettura.
Jaime Scrittore
Ho una laurea in filologia e ingegneria mineraria, per me Reviewbox è la combinazione perfetta tra lavorare con il linguaggio e la tecnologia. Nel mio lavoro cerco sempre di prestare molta attenzione ai dettagli e di creare contenuti che possano essere veramente interessanti e utili per il lettore. Alla fine, ciò che mi motiva è fare un lavoro ben fatto e di qualità.