Ultimo aggiornamento: 04/10/2021

Con varie misure di politica economica, è possibile per uno stato intervenire e dirigere l’economia in modo normativo e formativo nel senso degli obiettivi di politica economica. Questo è spesso indicato come il quadrato magico. Ma in cosa consiste esattamente questo concetto?

Nella nostra guida completa sul tema del quadrato magico imparerai cos’è il quadrato magico e quale funzione svolge nella politica economica. Questo dovrebbe aiutarti a capire le azioni dei politici e a comprendere meglio le decisioni.




Sommario

  • Il quadrato magico è un modello utilizzato in politica economica e descrive gli obiettivi della Legge di Stabilità. Gli obiettivi includono la crescita economica, la stabilità del livello dei prezzi, la piena occupazione e l’equilibrio esterno. (1)
  • Gli obiettivi del quadrilatero magico possono essere principalmente divisi in obiettivi complementari e in competizione, che possono causare sia armonie di obiettivi che conflitti di obiettivi.
  • L’esagono magico è un’estensione del quadrilatero magico e aggiunge altri due obiettivi. Tuttavia, sia in questo modello che nel quadrilatero magico, tutti gli obiettivi non possono mai essere raggiunti simultaneamente. (2, 3)

Background: Cos’è il quadrato magico?

Prima di essere in grado di prevedere meglio le decisioni politiche nel futuro, dovresti conoscere alcune nozioni di base sul quadrato magico. Nelle sezioni seguenti, approfondiremo quindi il background e le informazioni più importanti sul quadrato magico.

Cos’è il quadrato magico e quali obiettivi di politica economica contiene?

Il quadrato magico è un modello che raggruppa gli obiettivi di politica economica contenuti nella Legge di Stabilità e mira a raggiungere l’equilibrio macroeconomico in un’economia nazionale.

Un equilibrio macroeconomico può esistere solo quando tutti e quattro gli obiettivi sono stati raggiunti.

Il termine magico deriva dal fatto che alcuni obiettivi sono in parte in conflitto, così che mai tutti gli obiettivi possono essere raggiunti allo stesso tempo. (1, 4)

I seguenti obiettivi sono inclusi nel quadrilatero magico

  • crescita economica stabile e adeguata
  • equilibrio esterno
  • Stabilità del livello dei prezzi
  • Piena occupazione

Un obiettivo del quadrilatero magico è una crescita economica stabile e adeguata. Il prodotto nazionale lordo dovrebbe crescere costantemente. Per questo, sia il livello di istruzione della popolazione, il progresso tecnico e un’infrastruttura avanzata così come un alto tasso di risparmio per finanziare gli investimenti sono componenti importanti.

Senza la crescita economica, il livello di vita della popolazione di un paese non può essere aumentato, la piena occupazione non può essere raggiunta e le tensioni sociali non possono essere ridotte. Oltre alla crescita economica, anche l’equilibrio esterno gioca un ruolo significativo nel quadrato magico. Le importazioni e le esportazioni di beni, servizi o pagamenti devono sempre essere bilanciate.

Questo è importante per prevenire l’inflazione o la deflazione. Un altro obiettivo del quadrato magico è la stabilità del livello dei prezzi. Questo per assicurare che il denaro mantenga la sua funzione e che l’economia possa continuare a crescere.

Il quadrato magico è completato da un alto livello di occupazione. La disoccupazione dovrebbe rimanere più bassa possibile. La piena occupazione è essenziale, specialmente per la pace sociale. Tuttavia, bisogna sempre fare una distinzione tra i tipi di disoccupazione, perché mentre la disoccupazione stagionale è solo temporanea, la disoccupazione strutturale porta con sé molti problemi. (2)

Come è nato il quadrato magico?

Con la Legge di Stabilità, cioè la “Legge per promuovere la stabilità e la crescita dell’economia”, furono fissati quattro obiettivi in Germania nel 1967 con lo scopo di fermare la recessione in corso e rilanciare la crescita economica.

das-magische-viereck

La legge di stabilità fu approvata dal Bundestag tedesco nel 1967. (Fonte immagine: Unsplash / Tom Radetzki)

Questi sono giustizia, prosperità, libertà e sicurezza. Tuttavia, dato che questi obiettivi non sono misurabili, sono stati definiti degli indicatori che possono essere misurati e a cui ci si riferisce collettivamente come il quadrato magico. (5)

Come vengono misurati i singoli indicatori del quadrilatero magico?

Per verificare se gli obiettivi contenuti nella Legge di Stabilità vengono effettivamente raggiunti, gli indicatori del quadrilatero magico devono essere misurati costantemente. Allo stesso tempo, questo rende possibile la previsione dello sviluppo economico. La seguente tabella ti dà una panoramica degli obiettivi e delle misure corrispondenti prima di entrare più nel dettaglio:

Stabilità del livello dei prezzi

Obiettivo Misura
Crescita economica Prodotto interno lordo[/tr

Indice dei prezzi al consumo (tasso d’inflazione)
Piena occupazione Tasso di disoccupazione e numero di occupati
Saldo esterno Tasso di contributo esterno

Come si misura la crescita economica?

Se il prodotto interno lordo aumenta, allora la crescita economica è presente. Il prodotto interno lordo definisce il valore monetario annuale di tutti i beni e servizi prodotti in un paese. Il valore target è tra il 2 e il 3 per cento.

Come si misura il livello stabile dei prezzi?

La stabilità del livello dei prezzi è determinata dall’indice dei prezzi al consumo dell’Ufficio Federale di Statistica. Il tasso d’inflazione fornisce informazioni sullo sviluppo del potere d’acquisto, cioè l’aumento dei prezzi rispetto ad un paniere di beni dell’anno precedente. Il tasso di inflazione deve rimanere il più basso possibile. Nonostante ciò, una bassa inflazione è persino desiderabile, per esempio per prevenire la deflazione.

Come si misura il livello di occupazione?

Il livello di occupazione è determinato dal tasso di disoccupazione. Inevitabilmente, ma allo stesso tempo, si desidera una bassa disoccupazione. Questo a sua volta significa che la piena occupazione non è la stessa cosa di un tasso di disoccupazione dello 0 per cento.

In un’economia, la piena occupazione è definita come un tasso di disoccupazione inferiore al 4 per cento. Inoltre, però, il livello di occupazione è anche determinato dal numero di persone che lavorano. (5)

Come si misura l’equilibrio esterno?

La cosiddetta bilancia dei pagamenti fornisce informazioni sulla bilancia esterna. Questo viene misurato con l’aiuto del rapporto esportazioni nette, che si ottiene dividendo le esportazioni nette (esportazioni meno importazioni) per il prodotto interno lordo nominale e poi moltiplicando per 100.

Quali sono le relazioni di destinazione nel quadrilatero magico?

Ci sono numerose relazioni di destinazione nel quadrilatero magico. In generale, si può fare una distinzione tra obiettivi complementari che possono portare ad armonie di obiettivi, obiettivi in competizione che danno origine a conflitti di obiettivi e obiettivi indifferenti. Questi non si influenzano né positivamente né negativamente a vicenda. La seguente tabella fornisce una panoramica delle relazioni degli obiettivi nel quadrato magico:

Tipo di relazione tra obiettivi Applicazione nel quadrato magico
Obiettivi concorrenti crescita economica e stabilità del livello dei prezzi
Obiettivi complementari crescita economica e piena occupazione (tasso di inflazione)
Obiettivi indifferenti Equilibrio esterno e piena occupazione

Un esempio è la relazione tra equilibrio esterno e piena occupazione. Si crea un conflitto di obiettivi, per esempio, tra la crescita economica e la stabilità dei prezzi, perché non possono essere conciliati.

Se l’economia è in crescita, la domanda aumenta. Di conseguenza, l’aumento dei prezzi delle azioni causa l’aumento dei prezzi, che a sua volta porta all’aumento dell’inflazione.

D’altra parte, c’è una correlazione positiva tra gli obiettivi di crescita economica e di piena occupazione. Come risultato di una ripresa economica, è necessario aumentare la produzione. Le aziende quindi assumono più lavoratori. Tuttavia, questa armonia di obiettivi può anche trasformarsi in un conflitto di obiettivi durante una recessione.

Quali sono i vantaggi e gli svantaggi del quadrato magico?

Un vantaggio del quadrato magico, che riguarda principalmente i privati, è la possibilità di comprendere meglio l’azione politica e di prevedere meglio le decisioni politiche. Inoltre, il quadrato magico può servire come base per le decisioni di politica economica.

D’altra parte, uno degli svantaggi del quadrilatero magico è che il perseguimento di un obiettivo può già avere conseguenze in relazione ad un altro obiettivo. Inoltre, tutti e quattro gli obiettivi non possono mai essere raggiunti simultaneamente. Il solo tentativo di farlo può avere conseguenze di vasta portata come l’aumento della disoccupazione e dell’inflazione e il calo degli investimenti. (2)

Qual è un modello alternativo del quadrato magico?

Mentre il quadrato magico contiene solo quattro obiettivi, l’esagono magico definisce sei obiettivi di politica economica.

La protezione dell’ambiente e l’equa distribuzione del reddito sono ulteriori obiettivi che l’esagono magico si assume.

Tuttavia, poiché ha adottato gli obiettivi di crescita economica, stabilità del livello dei prezzi, livello di occupazione ed equilibrio esterno, è considerato un’estensione del modello classico. L’esagono magico rappresenta quindi anche gli obiettivi di protezione ambientale e di equa distribuzione del reddito.

das-magische-viereck

Un’economia in crescita è spesso accompagnata da un aumento dell’inquinamento ambientale. Pertanto, un obiettivo nell’Esagono Magico è la protezione dell’ambiente, in modo che le generazioni future possano ancora vivere in un ambiente degno di essere vissuto. (Fonte immagine: Unsplash / Marcin Jozwiak)

La protezione ambientale si riferisce principalmente alla protezione delle risorse. Nel 1994, per esempio, la conservazione di un ambiente degno di essere vissuto è stato inserito come obiettivo nella Legge Fondamentale. D’altra parte, l’equa distribuzione del reddito è particolarmente essenziale per la pace sociale nel paese.

Le misure per un’equa distribuzione del reddito includono quindi salari equi e aumenti delle tasse in modo che il divario tra ricchi e poveri non aumenti. Tuttavia, come per il quadrilatero magico, l’esagono magico non può mai raggiungere tutti gli obiettivi allo stesso tempo. (3)

Che ruolo gioca l’inflazione nell’esagono magico?

Un modello che viene usato molto spesso nella realizzazione degli obiettivi dell’esagono magico è la curva di Phillips. Questo rappresenta la correlazione negativa tra il tasso di disoccupazione e il tasso di inflazione. Se il tasso di inflazione sale, il tasso di disoccupazione scende. Per la stabilità del livello dei prezzi, tuttavia, si deve rinunciare alla piena occupazione. Di conseguenza, il tasso di disoccupazione rimane alto mentre l’inflazione scende. (6)

Nel frattempo, però, la curva di Phillips è stata ampiamente criticata. Una critica riguarda la relazione tra il tasso di inflazione e il livello di occupazione. Si sostiene che l’inflazione può anche aumentare quando il livello di occupazione aumenta. Inoltre, la crescita economica può far salire ulteriormente l’inflazione. (7)

Quali altre aree di tensione sorgono nell’esagono magico?

Un conflitto di obiettivi può anche sorgere tra la crescita economica e la protezione ambientale. Nel corso dei regolamenti ambientali, le aziende devono fare numerosi investimenti. Di conseguenza, le spese aumentano, il capitale diminuisce e i profitti si riducono. Allo stesso tempo, la crescita economica, cioè l’aumento della produzione, porta ad un aumento dell’inquinamento ambientale attraverso i rifiuti o i gas di scarico.

Conclusione

La politica economica ha il compito di assicurare che l’economia cresca, i prezzi rimangano stabili, le importazioni e le esportazioni siano bilanciate e vengano creati nuovi posti di lavoro. Il quadrato magico è quindi un buon modo di rappresentare questo compito, in quanto crea un confine chiaro e mostra anche alcune relazioni di obiettivi. Specialmente nelle discussioni, il quadrato magico può essere utilizzato per argomentare chiaramente.

Nel frattempo, però, il quadrato magico viene spesso messo in discussione. Dato che il modello ha ormai più di 50 anni, molti critici chiedono un aggiornamento per adattarsi ai tempi moderni alla luce della digitalizzazione o del cambiamento climatico. Nonostante questo, il quadrato magico rappresenta un buon approccio ed è quindi ancora un modello frequentemente utilizzato in politica economica.

Fonte dell’immagine: Markus Spiske / Unsplash

Riferimenti (7)

1. Klitzsch, Wolfram: Grundbegriffe der Wirtschaft. 2019: 455-471.
Fonte

2. Scheuring, Franz: Ziele und Zielkonflikte der Wirtschaftspolitik. In: VWL für Berufsschulen. Wiesbaden 1997: 78-85.
Fonte

3. Beeker, Detlef: Wirtschaftspolitik: Kompakt und praxisorientiert. 2011.
Fonte

4. Gesetze im Internet: Gesetz zur Förderung der Stabilität und des Wachstums der Wirtschaft § 1
Fonte

5. Brüssel, Christoph: Vom Magischen Viereck über ein Sechseck zum Vieleck. In: Die Agenda 2030 als Magisches Vieleck der Nachhaltigkeit. 2019: 73-94.
Fonte

6. Gabler Wirtschaftslexikon: Phillips-Kurve.
Fonte

7. ResearchGate: Die Phillipskurve und ihre Gültigkeit für Deutschland.
Fonte

Perché puoi fidarti di me?

Wirtschaftslexikon
Klitzsch, Wolfram: Grundbegriffe der Wirtschaft. 2019: 455-471.
Vai alla fonte
Fachbuch
Scheuring, Franz: Ziele und Zielkonflikte der Wirtschaftspolitik. In: VWL für Berufsschulen. Wiesbaden 1997: 78-85.
Vai alla fonte
Fachbuch
Beeker, Detlef: Wirtschaftspolitik: Kompakt und praxisorientiert. 2011.
Vai alla fonte
Bundesministerium der Justiz und für Verbraucherschutz
Gesetze im Internet: Gesetz zur Förderung der Stabilität und des Wachstums der Wirtschaft § 1
Vai alla fonte
Fachbuch
Brüssel, Christoph: Vom Magischen Viereck über ein Sechseck zum Vieleck. In: Die Agenda 2030 als Magisches Vieleck der Nachhaltigkeit. 2019: 73-94.
Vai alla fonte
Wirtschaftslexikon
Gabler Wirtschaftslexikon: Phillips-Kurve.
Vai alla fonte
Internetbeitrag
ResearchGate: Die Phillipskurve und ihre Gültigkeit für Deutschland.
Vai alla fonte
Recensioni