Intimo in pizzo su un tavolo

Il pizzo ci permette di fantasticare su scenari romantici, storie affascinanti dal tocco vintage, avventure a base di sensualità ed un pizzico di civetteria. Quando usiamo dell’intimo in pizzo, lo facciamo per avvolgerci in quest’aura particolare. Che si tratti di un capo speciale oppure da tutti i giorni, questo tessuto apporta quel tocco di lusso delicato che sa farci sentire speciali anche durante la giornata più ordinaria.

D’altro canto, la biancheria in pizzo non dev’essere né scomoda né adatta soltanto a specifiche occasioni. Oggigiorno esistono capi pratici, ideali per la vita quotidiana, che però non rinunciano ad essere allo stesso tempo un po’ sexy. In questo articolo, condivideremo con te tutto quello che hai sempre voluto sapere sull’intimo in pizzo.

Le cose più importanti in breve

  • L’intimo in pizzo non deve essere una tortura, oppure riservato solo ed esclusivamente a dei momenti precisi: ci sono capi perfetti per l’uso quotidiano.
  • Esistono anche opzioni più particolari, confezionate con tessuti più delicati. Devi però essere consapevole che questi capi richiedono una cura maggiore rispetto all’intimo basico in cotone.
  • Quando acquisti intimo in pizzo, abbi ben presente la tua taglia, il materiale di cui sono fatti i capi, e ricorda inoltre che la comodità può andare a braccetto con l’estetica e non necessariamente in contrasto.

Il miglior intimo in pizzo sul mercato: la nostra selezione

Acquistare intimo online non è un compito facile: a volte temiamo di non comprare la taglia giusta, ed altre, invece, ci facciamo condizionare dal non poter toccare con mano la qualità dei tessuti. In questa sezione, abbiamo scelto per te le migliori opzioni attualmente disponibili in commercio, perfette per più occasioni, e con le quali non potrai sbagliare.

Il miglior set di perizoma in pizzo

Iris & Lilly, il marchio Amazon per l’intimo, propone questo set di 3 perizomi in pizzo con fantasia floreale in 3 diversi colori (blu, verde e azzurro). Sono realizzati in poliammide (89%) ed elastan (11%) e possono essere lavati in lavatrice a 30°C.

Secondo le recensioni sono sexy e comode, tornano bene con la propria taglia (per il 97% di chi ha lasciato un’opinione al riguardo) e sono più morbide di quanto ci si possa aspettare dal pizzo, quindi particolarmente apprezzate, anche per il prezzo conveniente.

Il miglior reggiseno a triangolo in pizzo

Questo reggiseno bralette Dobreva con decorazione in pizzo è composto per il 92% di poliammide e per l’8% di elastan. Ha i pad removibili, le cinghie regolabili e il design della coppa a triangolo, che sostiene il seno pur non avendo i fastidiosi ferretti. È disponibile in sei diversi colori, tutti molto femminili e neutri.

La maggior parte delle utilizzatrici dice che è comodo da indossare e non costringe, pur sostenendo a dovere. È leggermente imbottito e fa una bella figura e un particolare che piace molto è che non ha i classici gancetti a chiudere, perché è elastico.

Il miglior slip a vita alta in pizzo

Wolbar propone degli slip a vita alta decorati con un bel pizzo in fiori, composti da poliammide all’83% e da elastane al 17%. Hanno un elastico in vita e sono disponibili in 3 colori neutri (bianco, beige e nero). Devono essere lavati a mano.

Sono slip consigliati da chi li ha acquistati. Risultano comodi e il pizzo è bello da vedere. La vestibilità corrisponde alla taglia secondo l’85% delle esperienze.

Il miglior body in pizzo

Lady Bella Lingerie propone un elegante body in pizzo elasticizzato, composto dal 60% da poliammide, 20% cotone e l’altro 20% in elastane. Non ha ferretto al seno. È disponibile bianco o nero e in 3 diverse misure.

Al momento non ha recensioni, ma i materiali sono indubbiamente buoni, come il rapporto qualità/prezzo. Inoltre, secondo le nostre ricerche, il marchio italiano gode di buone opinioni online, anche se non per tutti i prodotti offerti.

Guida all’acquisto: Tutto quello che devi sapere sull’intimo in pizzo

Non riesci a decidere di introdurre il pizzo nel tuo cassetto dell’intimo perché hai ancora troppi dubbi? Credi che la biancheria in pizzo sia scomoda e si rovini molto velocemente? In questa sezione, proveremo a rispondere ad alcune delle domande e falsi miti più comuni su questo tipo di capi e su questo tessuto.

Modella con reggiseno in pizzo

La taglia degli slip, di solito, non è difficile: basta comprare la tua taglia abituale di pantaloni o gonne. (Fonte: Fernandes: _Bpt5kaYWPs/ Unsplash.com)

Perché usare intimo in pizzo?

Non ci sono scuse. La biancheria esteticamente bella non si indossa perché la vedano gli altri, ma per sentirci bene con noi stesse sapendo che portiamo qualcosa di bello addosso. Non importa se non si tratta di un modello di Victoria’s Secret, né se sei single, né che il tuo partner non badi a cosa indossi. Ci sono molti altri motivi più importanti per provare il pizzo:

  • Quello che indossi ha un impatto sulla fiducia in te stessa e la tua autostima. La professoressa Karen Pine, dell’ Università di Hertfordshire, accertò, tramite uno studio, che alcuni capi, come le magliette con il logo di Superman, fanno in modo di farci sentire più sicuri di noi in qualunque situazione. Lo stesso potrebbe accadere quando usi della biancheria che ti valorizza.
  • Un reggiseno adatto fa in modo che anche i vestiti “esterni” ti cadano meglio. Sapevi che circa l’80% delle donne usa una taglia di reggiseno sbagliata per le proprie forme?
  • L’intimo bello da vedere esalta la tua femminilità. Non tutti intendiamo la femminilità allo stesso modo, ma l’uso di alcuni capi specificamente femminili, soprattutto se belli e comodi, ci fa sentire più sexy.
  • Ti rende più forte. Quando indossi un completo intimo perfettamente abbinato, benché lo sappia solo tu, ti senti forte, e sai perché? Perché stai inviando al tuo cervello un messaggio: ti meriti il meglio nella vita. Logico, no?

Come sentirmi comoda usando intimo in pizzo?

Se sei appena arrivata nel mondo dell’intimo in pizzo, è normale che tu ne sia un po’ intimidita. Ribellati a questa sensazione! Al contrario, questo tipo di biancheria ha l’obiettivo di farti sentire benissimo. Per restare comoda usando dell’intimo in pizzo, devi cominciare con capi che non siano troppo al di fuori della tua zona di comfort.

Un ottimo step per iniziare è quello di cercare capi che si adattino al tuo stile e che valorizzino la tua silhouette. Il tuo corpo non è mai il problema, ma utilizzare biancheria non adeguata per le tue forme lo è. Non torturarti e cedi ad un capriccio: qualunque sia il livello della tua autostima, ti sentirai sicuramente meglio se ti concedi una coccola.

Particolare di un reggiseno in pizzo

Quello che indossi ha un impatto sulla tua autostima e fiducia in te stessa. (Fonte: Minaeva: 108425192/ 123rf.com)

È meglio un completino intimo in pizzo o un body?

È questione di gusti. I body sono molto di moda oggigiorno, dunque ne esistono molte più varietà che in passato. Non devi necessariamente decidere tra l’uno o l’altro tipo di biancheria: tutti i capi sono adatti, in base all’occasione per cui li utilizzi. In ogni caso, abbiamo creato una lista dei punti a favore per entrambe le opzioni, per aiutarti a decidere al meglio:

Completo reggiseno e slip Body
Attualmente, ne esistono più modelli per scegliere quello che più ti piace. Sono versatili, poiché spesso servono sia come capo di intimo che come sottogiacca/top.
Sono più comodi per andare in bagno. Valorizzano la silhouette e nascondono le imperfezioni.
Non modificano il tuo look esteriore, poiché, qualunque cosa tu indossi, è molto difficile che si vedano. In inverno, ci proteggono meglio dal freddo, specialmente nell”area delicata del ventre.
Sono molto sexy.

Come conservare l’intimo in pizzo cosi da farlo durare il più a lungo possibile?

l dettagli in pizzo, cosi lavorati, sono quelli che rendono questo materiale cosi bello, ma sono anche ciò che ne determina la maggior delicatezza, ed è per questo che richiede più cura di altri materiali meno elaborati. In alcuni casi, la biancheria intima in pizzo può anche essere molto costosa, dunque è ancora più indispensabile sapere come conservarla bene per poterla sfruttare più a lungo ed al meglio delle sue condizioni:

    • Non lavare i reggiseni dopo ogni uso. Come abbiamo menzionato prima, non è necessario lavarli ogni volta che li utilizzi, ma, in media, è più che sufficiente farlo dopo tre o quattro volte.
    • Lava la biancheria a mano o, nel caso in cui tu non abbia tempo, con un programma speciale per capi delicati e sempre in sacchetti di rete appositi.
    • Quando riponi i reggiseni, rispetta la forma delle coppe. Non deformarli o torcerli; conservali con le coppe in orizzontale o l’una dentro l’altra, “a cucchiaio”.
    • Non mettere l’intimo in pizzo in asciugatrice. L’ideale è di lasciarlo asciugare all’aria, evitando la luce solare diretta. Leggi con attenzione le istruzioni di lavaggio incluse sull’etichetta di ciascun capo e seguile.
Body in pizzo nero

I body vanno molto di moda oggigiorno, dunque ce n’è molta più varietà rispetto a prima.
(Fonte: Sapunova: 93199842/ 123rf.com)

Posso usare l’intimo in pizzo come capo “esterno”?

El detalle, tan intrincado, del encaje es lo que lo hace tan atractivo, pero también contribuye a que este tipo de prendas requieran más cuidado que otras menos elaboradas. La ropa interior de encaje puede ser, además, muy costosa, así que más vale que sepas cómo cuidarla bien para poder disfrutar de ella durante tanto tiempo como sea posible:

Vuoi osare dando alla tua biancheria una seconda vita e indossarla come abito per uscire?

Sicuramente, sia le bralette che i body possono essere utilizzati come capi esterni dall’effetto “vedo-non-vedo” sotto una camicetta, un maglione o un cardigan. Combinati con dei jeans ed un maglione aperto, ti doneranno un look spensierato, moderno e sexy.

Puoi dare al completo un tocco più sofisticato, combinando il reggiseno o body in pizzo con un blazer, dei pantaloni sportivi o una gonna a tubino e scarpe con tacco. Se non te la senti di osare indossando l’intimo cosi a vista, puoi anche lasciare visibili solo le bretelline con un maglione leggermente sbottonato o una camicetta più scollata.

Criteri di acquisto

C’è cosi tanta bellissima biancheria in pizzo a nostra disposizione in commercio che è importante avere un minimo di chiarezza in mente per non rischiare di finire con l’avere un cassetto di intimo che sarebbe l’incubo di Marie Kondo. In questa sezione, ti proponiamo cinque criteri che devi tenere in considerazione se non vuoi pentirti dei tuoi acquisti:

  • Non perdere di vista le taglie né il metro
  • I materiali sono la base
  • Qual è il tuo colore?
  • Resta fedele al tuo stile
  • La comodità prima di tutto

Non perdere di vista le taglie né il metro

La taglia è uno degli aspetti più complicati al momento di acquistare intimo online. Come abbiamo già accennato in precedenza, la taglia del pezzo di sotto coincide, di solito, con quella dei tuoi pantaloni, quindi non è poi troppo problematica. La taglia del reggiseno, invece, è una vera odissea per molte donne.

L’ambassador ed esperta d’immagine personale, Claudia Merino, consiglia di usare reggiseni «che sostengano il busto, che non stringano troppo […] e con una misura di coppa corretta». Tieni in considerazione che la maggior parte delle donne tende ad utilizzare un reggiseno troppo grande ma con coppe almeno una taglia più piccola di quella che dovremmo indossare. Tira fuori il metro e dai un’occhiata a questa tabella, che riporta le taglie europee:

Coppa 75 cm Coppa 80 cm Coppa 85 cm Coppa 90 cm Coppa 95 cm Coppa 100 cm Coppa 105 cm Coppa 110 cm Coppa 115 cm
Contorno 65 cm 80 A 80 B 80 C
Contorno 70 cm 85 A 85 B 85 C 85 D
Contorno 75 m 90 A 90 B 90 C
Contorno 80 cm 95 A 95 B 95 C
Contorno 85 100 A 100 B 100 C 100 D
Contorno 90 cm 100 A 105 A 105 B 105 C 105 D

*Misura del busto al di sotto del petto (cm) e misura coppa al di sopra del petto (cm).

I materiali sono la base

Non lesinare su questo aspetto. L’intimo in pizzo confezionato con materiali di buona qualità è ovviamente più caro; ma non puoi dimenticare che si tratta di capi a contatto con zone del corpo molto delicate. Non è affatto consigliabile acquistare intimo prodotto con tessuti non traspiranti, ci teniamo ad avvisarti!

I materiali sintetici non sono i migliori per tutti i giorni, soprattutto se soffri di problemi cutanei o hai la pelle molto sensibile. Nel caso in cui questi tessuti, che sono anche i più comunemente usati per i capi in pizzo, siano del tutto incompatibili con la tua pelle, ma tu non voglia rinunciare a questo tipo di biancheria intima, puoi optare per la seta o il raso.

Completo in pizzo e scarpe abbinate

Devi sostituire i reggiseni quando l’elastico cede, il pizzo inizia ad allentarsi e noti che non sostiene più come prima. (Fonte: Подгорная: 66630780/ 123rf.com)

Qual è il tuo colore?

Dicono che per ogni gusto c’è un colore, no? Bene: questa regola vale anche per l’intimo in pizzo. Puoi scegliere toni neutri o capi con dettagli colorati che potrai abbinare a quello che hai già nei tuoi cassetti ―ad esempio, un reggiseno rosa con pizzo nero starà alla perfezione con un pezzo di sotto nero―.

Se vuoi farti un regalo e comprare un nuovo completino di un colore diverso da quelli che hai già nell’armadio, un ottimo trucco è quello di acquistare un reggiseno e vari slip ―almeno due o tre―. Ricorda che i reggiseni non vanno lavati troppo spesso, mentre gli slip vanno lavati dopo ogni singolo uso. In questo modo, potrai essere sempre abbinata non solo fuori, ma anche sotto i vestiti!

Resta fedele al tuo stile

Non ti sentirai a tuoi agio con un capo intimo che non sia nel tuo stile o non rifletta la tua personalità; rischi di sentirti quasi “in maschera” e di abbandonarlo in fondo al cassetto, dimenticato. Rinnovarsi provando cose nuove va benissimo, ma sii realista e chiediti se questo completo ti donerà e se lo userai in qualche occasione. Se la risposta è si, allora procedi pure all’acquisto!

Ti consigliamo dunque di optare per capi che puoi sfruttare, sia nella vita di tutti i giorni sia per occasioni più particolari. Questo significa che dovresti chiederti se davvero troverai un momento adatto per indossare quel reggiseno in pizzo che copre tutto il petto e che ha un collo di piume visibile su qualsiasi abito. La risposta è, probabilmente, no: pensaci due volte!

Primissimo piano di un reggiseno in pizzo bianco

Lava la biancheria a mano o, se non hai tempo, con un programma speciale per capi delicati e sempre in sacchetti di maglia appositi. (Fonte: Minaeva: 108425199/ 123rf.com)

La comodità prima di tutto

Non fraintenderci, siamo coscienti che esistono capi talmente belli che ne vale la pena anche se, detto tra noi, non sono esattamente comodi! Crediamo però che questo genere di intimo debba essere in minoranza nel tuo cassetto. Perché? Semplicemente perché non sono versatili, e perché li utilizzerai a mala pena dopo averli probabilmente pagati un bel po’, e dunque non ne ammortizzerai il prezzo.

La buona notizia è che non è poi cosi complicato trovare dei completi o dei body molto sexy e raffinati, in diversi stili e che, allo stesso tempo, siano comodi da indossare. Opta per marche che già conosci, che sei certa usino ottimi materiali nel fabbricare i loro capi e che mettano passione nel creare modelli sexy, ma che non siano una tortura.

Conclusioni

L’intimo in pizzo è la biancheria romantica, sexy e sensuale per eccellenza. Ci trasmette idee di romanticismo, passione, immagini di splendide signorine francesi che sembrano non curarsi del proprio aspetto. Sai come funziona il gioco, vero? La buona notizia è che, visto che questo genere di abbigliamento è diventato di moda già da tempo, ce ne sono davvero tanti stili e modelli a disposizione.

L’intimo in pizzo non deve essere scomodo, o riservato solo a momenti speciali. Nel corso del nostro articolo ti abbiamo presentato alcuni capi belli e comodi allo stesso tempo, per permetterti di variare e non doverti rassegnare ad indossare biancheria neutra e noiosa nella tua vita quotidiana. Provaci, e vedrai la tua autostima crescere notevolmente!

E tu, che tipo di biancheria di pizzo hai nei tuoi cassetti dell’intimo? Raccontacelo nei commenti! Ricorda anche di condividere sui tuoi social questa guida, se ti è piaciuta.

(Fonte dell’immagine in evidenza: Sonjachnyj: 73145491/ 123rf.com)

Perché puoi fidarti di noi?

Dalila Coviello Redattrice e traduttrice
Le parole sono il mio più grande amore: ne ho scritte di mie, in italiano (Alice nel Paese dei call center, Nike Editrice, 2014), e da più di sei anni ne traduco da altre lingue, divertendomi ogni volta. Sono anche appassionata di digital, e social media e storytelling sono il mio pane quotidiano.
Elena Pérez Redattrice
Ho studiato Traduzione e Interpretazione all'Università di Salamanca e oggi mi dedico alla gestione delle lingue: traduco, scrivo e parlo, ovviamente. Sono Scorpione, anche se non credo in quelle cose. Lo dico, perché so che per molte persone è importante.