Ultimo aggiornamento: 02/10/2021

Il nostro metodo

32Prodotti analizzati

42Ore di lavoro

35Fonti e riferimenti usati

149Commenti valutati

Benvenuto nel nostro grande patch test del calore 2021. Qui presentiamo tutte le patch di calore che abbiamo testato in dettaglio. Abbiamo compilato informazioni dettagliate e aggiunto un riassunto delle recensioni dei clienti su internet.

Vorremmo rendere la tua decisione di acquisto più facile e aiutarti a trovare il miglior cerotto termico per te.

Puoi anche trovare le risposte alle domande più frequenti nella nostra guida. Se disponibile, offriamo anche interessanti video di prova. Inoltre, in questa pagina troverai alcune informazioni importanti che dovresti conoscere se vuoi comprare un cerotto termico.




Sommario

  • I cerotti termici sono adatti per la terapia locale del dolore, per esempio per il mal di schiena. Hanno un effetto efficace e duraturo contro il dolore.
  • A seconda del fornitore, il cerotto termico può essere applicato direttamente sulla pelle o su una maglietta sottile. Il cerotto può fornire il suo calore fino a 12 ore.
  • I cerotti termici di diversi fornitori hanno diversi principi attivi. Se hai la pelle sensibile, assicurati che il cerotto non contenga capsaicina, ma piuttosto polvere di ferro.

Intonaco termico: la nostra raccomandazione dei migliori prodotti

Guida: Domande che dovresti farti prima di comprare un cerotto termico

Quando puoi usare i cerotti termici e cosa fanno?

Puoi usare i cerotti ABC per molti tipi diversi di dolore. Per usarli, devi mettere un cerotto sulla zona dolorante una volta al giorno. Assicurati che la pelle della zona non sia danneggiata e che sia asciutta in modo che si attacchi bene.

Ci vogliono tra le 5 e le 12 ore per applicare il cerotto. Dopo, dovresti dare alla tua pelle una pausa di circa 12 ore.

Le aree tipiche di applicazione sono:

  • Mal di schiena
  • Dolore al collo/alla spalla
  • Lombaggine
  • Sciatica

I cerotti termici rilasciano continuamente calore sulla zona dolorante durante l’applicazione. Il calore favorisce la circolazione del sangue e aiuta i muscoli ad essere meglio forniti di sangue e quindi a sciogliersi. Allo stesso tempo, la piacevole terapia del calore ha un effetto rilassante sul corpo.

Quali principi attivi contengono i cerotti termici?

Molti cerotti termici sono composti da principi attivi a base di erbe. Il cerotto ABC, per esempio, è composto da arnica, belladonna e capsico. Tuttavia, poiché gli ingredienti attivi sono cambiati nel tempo, i cerotti termici di solito contengono solo capsaicina.

Questo perché è stato scoperto che l’estratto spesso di pepe di cayenna porta rapidamente ad un significativo sollievo dal dolore. La capsaicina è estratta dall’estratto spesso del pepe di Cayenna e causa una stimolazione dei recettori del calore e del dolore della pelle umana.

Per la pelle sensibile, viene spesso utilizzato anche il principio attivo nonivamide, che è una versione sintetica della capsaicina e non causa arrossamenti della pelle.

Tuttavia, alcuni cerotti termici non contengono alcun principio attivo che penetra nella pelle. La ragione è che la capsaicina può causare arrossamenti della pelle. Invece, i cerotti vengono riempiti con sostanze come carbone attivo, polvere di ferro o sale da cucina. Questi reagiscono quando entrano in contatto con l’ossigeno dell’aria, anche per diverse ore.

Quali effetti collaterali potrebbero verificarsi quando usi i cerotti termici?

Quando si usano i cerotti ABC, possono verificarsi reazioni di ipersensibilità della pelle. Questo significa, per esempio

  • Pelle arrossata
  • Burns
  • Prurito

Se ciò dovesse accadere, il trattamento deve essere interrotto immediatamente, altrimenti c’è il rischio di gravi danni alla pelle. Il cerotto non dovrebbe quindi entrare in contatto con ferite infiammate.

Se sai fin dall’inizio di essere ipersensibile al principio attivo capsaicina o capsico, non usare il cerotto ABC in nessun caso! Inoltre non è raccomandato dai produttori per l’uso su bambini sotto i 12 anni di età a causa di questo ingrediente attivo.

Die Massage die Rücken

I cerotti termici possono anche aiutare con la tensione nella schiena. (Foto: osteoclinic / pixabay.com)

A cosa devo fare attenzione quando uso i cerotti termici?

Quando usi i cerotti termici, ci sono alcune cose che dovresti assolutamente tenere a mente. Questi includono

  • Non tagliare l’intonaco termico
  • Non usare trattamenti termici alternativi
  • Intervallo di 12 ore tra due cerotti ABC
  • Lavati le mani dopo aver applicato il cerotto

Non dovresti tagliare il cerotto termico, perché questo può portare ad avvelenamento se il principio attivo arriva direttamente sulla pelle. Dovresti anche evitare di usare trattamenti termici alternativi (borsa dell’acqua calda, luce rossa, cuscino di nocciolo di ciliegia) mentre usi i cerotti termici, perché questo può causare il surriscaldamento della tua pelle.

Per dare alla tua pelle il tempo di recuperare, assicurati di fare una pausa di circa 12 ore prima di applicare il prossimo cerotto sulla tua pelle. Ti raccomandiamo anche di lavarti accuratamente le mani dopo aver applicato il cerotto in modo che il principio attivo non finisca negli occhi.

Quali sono le alternative ai cerotti termici e quali sono i vantaggi dei cerotti termici rispetto ai cerotti termici?

Le alternative usuali ai cerotti ABC sono le borse dell’acqua calda, i cuscinetti riscaldanti (ad esempio quelli per i noccioli di ciliegia), le compresse o le pomate di calore come Voltaren.

Ognuna di queste alternative ha i suoi vantaggi e svantaggi. Sta a te decidere quale tipo di terapia del calore vuoi utilizzare.

I cerotti termici ti danno calore per un periodo di tempo molto più lungo, fino a 12 ore. Altre terapie del calore, come i cuscinetti riscaldanti o le borse dell’acqua calda, conservano il loro calore solo per un periodo di tempo relativamente breve.

Inoltre, i cerotti termici non limitano la tua mobilità nella vita quotidiana. Puoi applicarli sull’area dolorante e continuare le tue altre attività. Con le alternative, di solito devi stare fermo per tutta la durata dell’applicazione fino a quando l’effetto non si attiva

Decisione: Quali tipi di cerotti termici esistono e qual è quello giusto per te?

Fondamentalmente, puoi distinguere tra due tipi di cerotti termici

  • Cerotti termici con estratto di capsico
  • Cerotti termici catalitici

Entrambi i tipi di cerotti termici possono darti sollievo da disturbi esterni come il mal di schiena, il dolore al collo, la lombalgia e altre tensioni muscolari. Producono calore locale che ha un effetto rilassante sui tessuti tesi.

Un cerotto termico con l’ingrediente attivo capsicum funziona direttamente sulla tua pelle. Favorisce la circolazione del sangue e crea una sensazione di calore.

Al contrario, un cerotto termico con una base di polvere di ferro funziona in modo simile a un cuscinetto termico per le mani e si riscalda attraverso processi chimici controllati.

Nella sezione seguente, spiegheremo entrambi i tipi di cerotti termici in modo dettagliato e chiaro. Una lista dei singoli vantaggi e svantaggi dovrebbe renderti più facile decidere quale cerotto riscaldante è giusto per te.

Cos’è un cerotto termico con estratto di capsico e quali sono i suoi vantaggi e svantaggi?

Un cerotto termico con estratto di capsico funziona direttamente sulla tua pelle. In passato, questo tipo tradizionale di cerotto termico era anche conosciuto come il cerotto ABC a causa dei principi attivi arnica, belladonna e capsaicina.

Oggi contiene ingredienti come l’essenza di pepe di cayenna o Novamid, una capsaicina sintetica che è meno irritante per la pelle. Ci sono anche cerotti termici con oli essenziali come l’olio di gaulteria o l’olio di lavanda.

Gli ingredienti vengono rilasciati lentamente attraverso il cerotto sulla tua pelle. Lì stimolano i recettori del dolore e del calore della tua pelle e quindi danno sollievo dal dolore e dalla tensione.

Sapevi che il capsicum ha molti usi?

Il capsicum aiuta anche con l’infiammazione cronica delle membrane mucose del tratto digestivo e respiratorio. Il capsico può anche dare sollievo da bruciori di stomaco, emorroidi, problemi di pelle e stress psicologico. Il principio attivo è una delle medicine energetiche, il che significa che supporta l’organismo invece di lavorare contro di esso.

La circolazione del sangue è stimolata e la tua sensazione di dolore è ridotta grazie all’inibizione dei messaggeri del dolore. Poiché più ossigeno e nutrienti vengono trasportati all’area interessata, il processo di guarigione migliora.

Gli svantaggi noti di questo cerotto includono l’arrossamento della pelle e vari tipi di irritazione cutanea, che può manifestarsi come bruciore, prurito o puntura. Pertanto, non si raccomanda di utilizzare il cerotto per più di due giorni consecutivi e solo dopo una pausa di alcune ore.

Un altro svantaggio è che i principi attivi sono dannosi se il cerotto è danneggiato e possono anche causare avvelenamento nei bambini. Anche il contatto con ferite aperte o membrane mucose può causare infiammazione. Pertanto, dovresti evitarlo se possibile.

Vantaggi
  • Migliore circolazione del sangue
  • Guarigione accelerata
Svantaggi
  • Arrossamento della pelle
  • Non usare a lungo termine
  • Non adatto a ferite aperte

Cos’è un cerotto termico catalitico e quali sono i suoi vantaggi e svantaggi?

I cerotti termici con una base di polvere di ferro riscaldano la tua pelle applicando il calore esternamente. Il cerotto è basato su una miscela di carbone attivo e polvere di ferro, che reagisce con l’ossigeno dell’aria per produrre calore attraverso l’ossidazione. Questo effetto chimico permette al cerotto di fornire calore alla zona interessata per diverse ore senza irritare la tua pelle con ingredienti aggressivi.

L’effetto dura tra le otto e le dodici ore ad una temperatura di circa 40 °C, a seconda del tipo di cerotto. Uno svantaggio di questa reazione è che il cerotto può raggiungere temperature più alte di quelle desiderate nelle prime ore, il che può essere percepito come scomodo.

Vantaggi
  • Nessuna irritazione della pelle
  • Uso a lungo termine possibile
  • Raccomandato per la tensione
Svantaggi
  • Molto caldo
  • Pericolo se la polvere di ferro esce

Criteri di acquisto: Puoi usare questi fattori per confrontare e valutare i cerotti termici

Di seguito, vogliamo darti una panoramica dei diversi criteri che puoi usare per confrontare diversi cerotti termici. Si spera che questo ti renda più facile trovare il giusto gesso ABC per te.

I criteri più importanti sono:

  • Durata del rilascio di calore
  • Dimensione della patch
  • Principio attivo

I seguenti paragrafi spiegano brevemente questi fattori.

Durata del rilascio di calore

I diversi cerotti termici rilasciano il loro calore per diversi periodi di tempo. Quindi, prima di acquistare, dovresti considerare se il calore ti durerà per un periodo di tempo più breve, per esempio 4-8 ore. Se questo non è il caso, ci sono anche cerotti ABC che emanano calore fino a 12 ore.

Se il tuo dolore è particolarmente forte e sai che il sollievo dal dolore di solito dura più a lungo per te, o vuoi semplicemente sentire un piacevole calore sulla zona dolorante per un tempo molto lungo, dovresti scegliere cerotti termici con un lungo rilascio di calore.

Tuttavia, alcuni consumatori trovano il calore scomodo dopo alcune ore, dato che i cerotti possono raggiungere temperature fino a 62°C. In questo caso, ti consigliamo di usare i cerotti per un periodo di tempo più lungo. In questo caso, ti raccomandiamo di non utilizzare i cerotti per così tanto tempo.

ThermaCare Waermeauflagen

Per un dolore particolarmente forte e duraturo sono adatti i cerotti termici con un rilascio di calore fino a 12 ore. Tuttavia, questo può essere scomodo dopo tanto tempo.

Dimensione della toppa

La dimensione della toppa gioca un ruolo importante nella decisione di acquisto. Se l’area dolorosa è distribuita su una zona più grande, sarebbe deludente se il cerotto è troppo piccolo e quindi non può coprire l’intera area.

In caso di dubbio, ti raccomandiamo di comprare sempre un cerotto leggermente più grande, in modo da garantire che l’intera area dolorante possa essere trattata.

Principio attivo

Questo criterio è particolarmente importante per le persone con pelle sensibile. Ci sono fondamentalmente due diversi tipi di principio attivo. Da un lato, i cerotti termici che assicurano il riscaldamento della pelle e, dall’altro, quelli che si riscaldano da soli e danno questo calore al corpo.

I primi rilasciano i loro principi attivi durante il tempo in cui rimangono attaccati alla pelle e quindi promuovono anche la circolazione sanguigna sostenuta nella zona. In questa variante, l’ingrediente attivo è spesso la capsaicina, che è una sostanza vegetale estratta dal baccello del peperoncino.

Questa sostanza può causare irritazioni cutanee in alcune persone. Per questo motivo, la sostanza sintetica nonivamide è spesso utilizzata nei cerotti ABC.

In alternativa, esiste un’altra variante che è particolarmente ben tollerata dalla pelle sensibile. Questi cerotti termici sono fatti di polvere di ferro. “>Non rilasciano alcun principio attivo sulla pelle, ma solo il calore effettivo, che è prodotto da una reazione chimica tra la polvere di ferro e l’ossigeno dell’aria.

Suggerimento: se la tua pelle tende a reagire in modo sensibile, dovresti scegliere o un cerotto termico con il principio attivo polvere di ferro o la sostanza sintetica nonivamide.

Recensioni