Ultimo aggiornamento: 01/10/2021

L’assenza dal lavoro per malattia può portare all’insicurezza finanziaria. C’è spesso confusione sul periodo esatto durante il quale il datore di lavoro paga lo stipendio e cosa viene dopo. In questo articolo chiariamo le domande più importanti sull’indennità di malattia e presentiamo le informazioni più importanti e le regole da rispettare in caso di malattia.




Sommario

  • L’indennità di malattia è pagata dal fondo legale di assicurazione sanitaria se il dipendente rimane incapace di lavorare a causa della malattia per un periodo superiore alle sei settimane ed è in congedo per malattia a causa della malattia originale.
  • Si paga un massimo del 70 per cento del reddito lordo e un massimo del 90 per cento del reddito netto.
  • Il periodo massimo durante il quale l’indennità di malattia viene pagata è di 72 settimane.

Informazioni di base: Cosa dovresti sapere sull’indennità di malattia

Nelle seguenti sezioni rispondiamo alle domande più importanti sull’indennità di malattia. Abbiamo raccolto tutte le informazioni importanti che devi sapere se hai diritto all’indennità di malattia.

Cos’è l’indennità di malattia?

L’indennità di malattia può essere definita come un pagamento di compensazione dalla cassa di assicurazione sanitaria. Viene pagato alla persona assicurata se ha una perdita di guadagno a causa della malattia e non riceve nessun altro stipendio dal dipendente. L’indennità di malattia serve quindi a sostituire la perdita di guadagno in caso di inabilità al lavoro. (1, 3)

Chi ha diritto all’indennità di malattia?

L’indennità di malattia è pagata dalle casse malattia statali in caso di malattia. Tutte le persone assicurate per legge che sono incapaci di lavorare a causa di una malattia e che hanno già ricevuto sei settimane di paga dal loro datore di lavoro hanno diritto all’indennità di malattia.

Tutte le persone assicurate per legge che sono incapaci di lavorare per più di sei settimane.

Il diritto inizia il giorno in cui l’inabilità al lavoro è stabilita da un medico. Va notato che non ci deve essere un’interruzione tra la prima e la seconda assenza per malattia. Le assenze per malattia retroattive non sono possibili. (3) Inoltre, non deve passare più di una settimana tra la visita dal medico e la presentazione del certificato di inabilità al lavoro.

Se sei disoccupato e ricevi l’indennità di disoccupazione 1, hai ancora diritto all’indennità di malattia dopo le sei settimane. In questo caso, i costi delle sei settimane sono coperti dall’agenzia di collocamento. (4)

Cosa devo tenere a mente quando prendo un congedo per malattia?

Quando si prende un congedo per malattia, è importante notare che non ci deve essere un’interruzione tra il primo e il secondo congedo per malattia. Questo significa che la persona assicurata deve essere di nuovo in congedo per malattia non più tardi del giorno lavorativo successivo alla fine dell’inabilità al lavoro precedentemente certificata.

I sabati sono esclusi e non sono considerati giorni lavorativi. Fino all’inizio del 2016, i congedi per malattia dovevano ancora sovrapporsi. Tuttavia, questo è stato cambiato nella legge sul rafforzamento dell’assistenza sanitaria per ridurre al minimo la perdita del diritto all’indennità di malattia a causa di errori formali. (4)

Come faccio a richiedere l’indennità di malattia?

Per richiedere l’indennità di malattia, il dipendente non deve fare una domanda diretta. In caso di assenza dal lavoro per malattia, sarà la stessa cassa malattia a prendere contatto. La procedura successiva sarà discussa. Subito dopo il periodo di sei settimane di retribuzione continuata, il datore di lavoro riceve un modulo per il certificato di guadagno del dipendente.

Questo viene rimandato al fondo di assicurazione sanitaria. Il certificato di guadagno deve contenere tutte le informazioni di cui la cassa malattia ha bisogno per poter calcolare l’indennità di malattia. (3, 4) Un medico della commissione certifica l’inabilità al lavoro a causa della malattia e la registra nel certificato d’inabilità al lavoro, che viene dato all’assicurato in triplice copia.

La prima versione è una copia carbone per i registri dell’assicurato, la seconda è per il datore di lavoro e la terza deve essere inviata alla compagnia di assicurazione sanitaria per posta raccomandata con ricevuta di ritorno. (3)

I membri della classe sociale degli artisti dovrebbero contattare loro stessi la cassa malattia e discutere su come procedere. La compagnia assicurativa di solito ottiene la prova del reddito in questo caso dalla classe sociale degli artisti. (8)

In futuro, questo processo sarà gestito completamente per via elettronica. Di conseguenza, il medico curante dovrebbe essere in grado di inviare il certificato di inabilità al lavoro digitalmente alla cassa malattia già dal 1 gennaio 2021. L’anno prossimo anche i datori di lavoro dovrebbero essere in grado di utilizzare il sistema elettronico. (4)

Quando ricevo l’indennità di malattia?

L’indennità di malattia viene pagata quando il dipendente non può più svolgere la sua attività professionale a causa della malattia ed è quindi incapace di lavorare. Solo allora è un evento assicurato e la cassa malattia paga l’indennità di malattia.

C’è anche un diritto all’indennità di malattia nel caso di una degenza ospedaliera stazionaria, che avviene a spese della cassa malattia. L’indennità di malattia viene pagata retroattivamente. A tal fine, deve essere compilata una domanda. Il beneficio dovrebbe arrivare sul tuo conto bancario dopo pochi giorni. (3)

Se sei un artista, pubblicista o giornalista e fai parte della classe sociale degli artisti, riceverai la tua indennità di malattia a partire dal 43° giorno della tua inabilità al lavoro (8).

È anche importante informare il tuo datore di lavoro se o quando la tua inabilità al lavoro finirà. Se sei disoccupato e ricevi ALG 1, dovresti invece informare l’agenzia di collocamento. (4)

Quanto viene pagata l’indennità di malattia?

Secondo il Ministero Federale della Salute, l’indennità di malattia ammonta al 70 per cento dello stipendio lordo regolare e ad un massimo del 90 per cento dello stipendio netto. I contributi dei dipendenti all’assicurazione sociale obbligatoria sono dedotti dall’importo inferiore. (2, 4)

Krankengeld

I calcolatori di indennità di malattia possono essere trovati su Internet da alcune compagnie di assicurazione sanitaria, che possono essere utilizzati per calcolare facilmente l’importo dell’indennità di malattia. (Fonte della foto: Karolina Grabowska/ Pexels.)

L’indennità di malattia legale viene pagata per 30 giorni se il diritto all’indennità di malattia è per un intero mese di calendario. Se il periodo comprende mesi parziali, l’importo viene pagato per i giorni di calendario corrispondenti. (3) C’è un limite all’indennità di malattia ad un massimo del 70 per cento della soglia di reddito.

Questo è attualmente un pagamento massimo di 112,88 euro lordi, cioè circa 3.386 euro lordi al mese. Meno i contributi di sicurezza sociale del dipendente, il massimo dell’indennità di malattia netta è di 2.979 euro al mese. Se questo importo non è sufficiente, è possibile stipulare un’assicurazione privata aggiuntiva per l’indennità giornaliera di malattia o un’assicurazione per l’invalidità professionale (4).

Per quanto tempo viene pagata l’indennità di malattia?

In caso di inabilità al lavoro per malattia, il datore di lavoro di solito continua a pagare al dipendente il suo intero stipendio per un periodo di sei settimane. Inizia quindi l’indennità di malattia, che è limitata a 78 settimane in un periodo di tre anni, incluso il pagamento continuato della retribuzione. (2)

Deve essere la stessa malattia che ha causato originariamente l’inabilità al lavoro. Tuttavia, è possibile interrompere questo periodo.

Il diritto alle prestazioni non si applica in situazioni speciali, come il congedo parentale o il rapporto di indennità di disoccupazione (3).

Il periodo di tre anni può essere ripetuto se la stessa malattia si ripete. Si applicano le seguenti linee guida. La persona assicurata deve continuare ad essere iscritta alla cassa malattia pubblica e avere un lavoro soggetto a contributi di assicurazione sociale o essere in cerca di lavoro.

Inoltre, la persona assicurata non deve essere già stata in congedo dal medico per la stessa malattia per un periodo superiore a sei mesi. (3) Se non è chiaro quanto durerà l’inabilità al lavoro, il medico di solito scrive “fino a nuovo ordine” nell’apposito campo.

In questo caso, la cassa di assicurazione sanitaria non può fermare o rifiutare le prestazioni di malattia, poiché non è previsto che gli assicurati debbano dimostrare regolarmente e ripetutamente di essere malati. (4)

Cosa viene dopo l’indennità di malattia?

Dopo che il pagamento dell’indennità di malattia è scaduto senza alcuna prospettiva di miglioramento o di continua inabilità al lavoro, ci può essere una richiesta di una pensione di capacità di guadagno ridotta. In questo caso, c’è un’incapacità lavorativa. Tuttavia, viene prima verificato se la riabilitazione medica può portare al recupero.

Se la capacità di lavorare non può essere ripristinata entro un periodo da tre a sei mesi, può essere presentata una domanda per una pensione di capacità di guadagno ridotta. In questo caso, è importante registrarsi per tempo presso l’agenzia di collocamento, poiché c’è un diritto all’ALG1 durante il periodo in cui la domanda di pensione a capacità di guadagno ridotta viene esaminata. (3)

Chi può aiutare in caso di problemi con la cassa malattia?

Succede che le casse malati si rifiutino di pagare l’indennità di malattia nonostante una richiesta di risarcimento. Per esempio, se c’è il sospetto che la persona assicurata sia in realtà già di nuovo sana e non dovrebbe avere diritto all’indennità di malattia.

Oltre alle dichiarazioni del servizio medico, anche i medici devono essere interrogati e devono essere effettuati ulteriori esami per risolvere eventuali dubbi. Tuttavia, il pagamento dell’indennità di malattia non può essere interrotto senza una verifica sufficiente. (3)

Krankengeld

Se hai problemi con la cassa malattia e il pagamento delle indennità di malattia, puoi ottenere una consulenza indipendente. (Fonte foto: Mikhail Nilov/ Pexels)

Per esempio, puoi contattare il Servizio Indipendente di Consulenza ai Pazienti (UPD), i centri dei consumatori o le associazioni sociali come il VdK. Se la tua richiesta di indennità di malattia viene respinta, puoi presentare un’obiezione scritta entro un mese. Altrimenti, puoi presentare un reclamo al tribunale sociale. (4, 5, 6, 7)

Posso andare in vacanza anche se sto ricevendo un’indennità di malattia?

Le vacanze non devono avere un effetto negativo sul tuo recupero. A seconda della malattia, una vacanza può essere benefica per il recupero, quindi una vacanza mentre si riceve l’indennità di malattia è sicuramente possibile. Tuttavia, è importante essere a disposizione della cassa malattia e rispettare gli appuntamenti medici.

Se stai viaggiando all’interno della Germania, devi solo essere disponibile. Se il viaggio è all’estero, è necessario ottenere l’autorizzazione della cassa malattia. Una conferma scritta del medico curante che il viaggio non avrà effetti negativi sul recupero sarà d’aiuto. Dovrebbe anche descrivere dove si svolgerà la vacanza e cosa si farà lì. (3)

Conclusione

Hai diritto all’indennità di malattia se sei legalmente assicurato e non puoi lavorare per più di sei settimane. L’indennità di malattia è pagata dalla cassa malattia ed è calcolata individualmente in base al tuo reddito. L’importo dell’indennità di malattia è pari al 70 per cento dei tuoi guadagni lordi, ma non più del 90 per cento dei tuoi guadagni netti, e viene pagato per un periodo massimo di 72 settimane.

L’indennità di malattia ha lo scopo di darti il tempo e il sostegno finanziario di cui hai bisogno per guarire e tornare al lavoro. Ha lo scopo di coprire il tempo durante il quale non sei in grado di lavorare a causa della malattia. Inoltre, ci sono altre assicurazioni private che puoi stipulare se l’indennità di malattia non è sufficiente.

Riferimenti (8)

1. Wirtschaftslexikon.gabler.de: Definition: Was ist "Krankengeld"? (2021).
Fonte

2. Bundesgesundheitsministerium.de: Online-Ratgeber Krankenversicherung (2021).
Fonte

3. Arbeitsrechte.de: Krankengeld. Dauer und Höhe der Zahlung von der Krankenkasse (2021)
Fonte

4. Rieder, Julia; Schön, Britta Beate (2020). Krankengeld. So viel Geld gibt es, wenn Du lange krank bist.
Fonte

5. Patientenberatung.de: Unabhängige Patientenberatung (2021)
Fonte

6. Verbraucherzentrale.de: Beratung bei den Verbraucherzentralen (2021)
Fonte

7. Sozialverband VdK: Beratungsstellen-Suche (2021)
Fonte

8. MacPherson, Sandra (2019). Krankengeld beantragen - das müssen Sie beachten.
Fonte

Wirtschaftslexikon
Wirtschaftslexikon.gabler.de: Definition: Was ist "Krankengeld"? (2021).
Vai alla fonte
Informationsseite des Bundesministeriums für Gesundheit
Bundesgesundheitsministerium.de: Online-Ratgeber Krankenversicherung (2021).
Vai alla fonte
Wissenschaftlicher Artikel
Arbeitsrechte.de: Krankengeld. Dauer und Höhe der Zahlung von der Krankenkasse (2021)
Vai alla fonte
Ratgeber
Rieder, Julia; Schön, Britta Beate (2020). Krankengeld. So viel Geld gibt es, wenn Du lange krank bist.
Vai alla fonte
Informationsseite
Patientenberatung.de: Unabhängige Patientenberatung (2021)
Vai alla fonte
Informationsseite
Verbraucherzentrale.de: Beratung bei den Verbraucherzentralen (2021)
Vai alla fonte
Informationsseite
Sozialverband VdK: Beratungsstellen-Suche (2021)
Vai alla fonte
Artikel
MacPherson, Sandra (2019). Krankengeld beantragen - das müssen Sie beachten.
Vai alla fonte
Recensioni