Ultimo aggiornamento: 05/10/2021

Il nostro metodo

7Prodotti analizzati

21Ore di lavoro

6Fonti e riferimenti usati

30Commenti valutati

Il lampadario da cucina è la lampada di tendenza nella decorazione della casa. Se siamo onesti, i lampadari che adornavano cucine e salotti sono fuori stagione.

Il mercato dell’illuminazione interna è cambiato così tanto che abbiamo tutti i tipi di design a nostra disposizione. Che sia moderna o vintage, le nostre cucine si riempiono di luce e di un’eleganza piacevole e duratura. Prima che tu abbia finito di arredare la tua cucina, può essere difficile scegliere la lampada perfetta.

Per fortuna, abbiamo preparato questa guida all’acquisto affinché alla tua cucina non manchi il suo elemento essenziale, l’illuminazione spettacolare. Sarai sicuro di aggiungere il meglio sul mercato alla tua cucina e di essere l’invidia di ogni incontro con gli amici.




Sommario

  • I lampadari da cucina sono lampade a sospensione a una o più luci. Sono utilizzati per illuminare aree specifiche o l’intera stanza.
  • Ci sono diversi lampadari da cucina. Dovresti prendere in considerazione lo spazio che hai a disposizione, il loro design e l’intensità.
  • I materiali utilizzati per realizzare i lampadari da cucina sono molto resistenti e durevoli e utilizzano lampadine più moderne per risparmiare energia.

Lampadario da cucina: la nostra raccomandazione dei migliori prodotti

Alcune luci a sospensione sono più utili per le faccende quotidiane della cucina e i pasti della famiglia. D’altra parte, possono rendere il posto più confortevole per studiare o lavorare con una buona illuminazione. Concentrati sull’uso che ne farai. Per entrambe le situazioni, ti portiamo i migliori lampadari da cucina sul mercato.

Guida all’acquisto: cosa dovresti sapere sui lampadari da cucina

Ci sono così tanti design, prezzi e accessori per i lampadari da cucina che è difficile decidere su uno solo. Vogliamo che tu abbia un’esperienza di shopping felice. Affinché tu non abbia dubbi, ecco le risposte alle tue domande più comuni.

Se metti il tuo lampadario da cucina sul tavolo, avrai un punto e una luce generale nella stanza. (Fonte: Vakhtbovych: 6312358/ pexels)

Cosa sono i lampadari da cucina?

I lampadari da cucina sono lampade a sospensione che vengono collocate in quella stanza della casa. Possono illuminare l’intero spazio o concentrare la luce su un’area o un oggetto. Sono un’alternativa all’illuminazione ad incasso o ai lampadari.

Tuttavia, alcuni hanno ripreso il design di quest’ultimo con materiali moderni ed economici. I lampadari pendono dal soffitto. Sono separati da cavi, aste o corde che non sono visivamente aggressivi.

Al contrario, la struttura semplice aggiunge un design rinfrescante alla cucina. L’illuminazione è piacevole per godersi una cena in famiglia, studiare, lavorare o semplicemente rilassarsi.

Quali tipi di lampadari da cucina esistono?

I lampadari da cucina moderni sono molto vari. Per aiutarti a scegliere, abbiamo preparato una tabella con i principali tipi e le loro funzionalità. In questo modo, puoi facilmente decidere quale lampadario da cucina si adatta meglio al tuo spazio.

Tipo di lampadario da cucina Caratteristiche
Lampadario moderno Simulano i tradizionali lampadari a candela ma sono fatti di materiali leggeri. Le candele sono sostituite da lampadine moderne che proiettano la luce verso l’alto. Possono essere coperti con paralumi per creare un design più contemporaneo.
Satellite Le lampadine sono tenute da aste fisse o mobili per creare diversi disegni a 20 cm dal soffitto. La luce viene dispersa in diverse parti della stanza verticalmente, orizzontalmente o radialmente.
A caduta libera pendono abbastanza lontano dal soffitto per concentrarsi su aree specifiche della cucina come il tavolo o l’isola. Quando hanno più di una lampadina, possono essere collocate alla stessa altezza o a diverse altezze. Di solito hanno una varietà di paralumi per coprire le lampadine.
Roller Sono molto simili a quelli a caduta libera, ma hanno una struttura fissa di un altro materiale da cui pendono le lampadine. La barra permette di regolare l’altezza a cui sono appesi avvolgendoli lì, come necessario.
Lampade piatte sono moderne e non usano lampadine. Al contrario, le lampade a LED sono appiattite e pendono ad un’altezza media dal soffitto. In alcuni casi sono dotati di un telecomando per accendere, spegnere e regolare l’intensità della luce.

Quali sono i vantaggi e gli svantaggi dei lampadari da cucina?

I lampadari da cucina sono utili, belli e durevoli. Tuttavia, non sfuggono ad alcuni inconvenienti nel loro utilizzo. Ecco una lista di pro e contro dei lampadari da cucina.

Vantaggi
  • Grande varietà di design che sono l”attrazione centrale della cucina
  • Non occupano molto spazio
  • Risparmiano più energia delle lampade tradizionali
  • Sono molto durevoli
  • Concentrano l”illuminazione su aree specifiche della cucina come il tavolo o l”isola
  • Alcuni possono essere installati in modo che puntino verso diversi spazi, non solo in alto o in basso
  • Accettano vari tipi di lampadine
  • Sono disponibili in una vasta gamma di prezzi
  • Creano un bellissimo gioco di luce
  • Alcuni hanno un”intensità luminosa regolabile Il primo investimento può essere costoso
Svantaggi
  • Molti richiedono un”installazione professionale
  • Alcune aree della stanza sono meno illuminate
  • Hanno bisogno di una pulizia regolare
  • Possono urtare la tua testa se non sono installati alla giusta altezza

Perché comprare un lampadario da cucina?

I lampadari da cucina sono perfetti per creare un’atmosfera speciale nella tua cucina. Inoltre, l’investimento è una garanzia per molti anni di illuminazione e buon gusto. Se vuoi rinnovare la tua cucina, questi lampadari sono un’opzione eccellente. Puoi ricreare spazi retrò, vintage o moderni… E senza spendere un sacco di soldi! Con un lampadario da cucina avrai luce per tutte le attività necessarie.

Puoi posizionarli molto vicini al soffitto per illuminare l’intera stanza. D’altra parte, puoi appenderli sopra il tavolo da pranzo o il bar della cucina. Ci sono molti design e prezzi così puoi scegliere quello che meglio si adatta al tuo gusto e al tuo spazio.

Come faccio a installare il mio lampadario da cucina?

Alcuni lampadari da cucina sono più facili da installare di altri. Infatti, i diversi design sono davvero solo una questione di quanto sei creativo quando si tratta di installazione. È vero che alcuni hanno bisogno di un’installazione professionale, quindi pensaci prima di comprare il tuo lampadario da cucina.

Considera anche le dimensioni della tua cucina. I lampadari dovrebbero essere posizionati almeno 60 cm sopra la superficie del tuo tavolo o dell’isola. In questo modo non interrompono la vista o disturbano la tua testa. Un soffitto basso sembra migliore con una luce vicina al soffitto, simulando uno spazio più grande.

Soffitti più alti, d’altra parte, permettono di avere lampadari da cucina più lunghi con più luce per concentrarsi su aree specifiche.

Di che tipo di lampadine hanno bisogno i lampadari da cucina?

I nuovi tempi richiedono un maggiore impegno per l’ambiente e per la nostra economia. Ecco perché le lampadine per i lampadari da cucina non dovrebbero essere incandescenti o fluorescenti. Le lampadine a LED sono le migliori per le luci a sospensione. Questi sono i loro potenziali

  • La loro intensità luminosa è superiore a quella dei loro predecessori.
  • Non producono calore.
  • Risparmiano circa 50 euro all’anno, grazie al loro minor consumo di elettricità.
  • Durano tra i 3 e i 5 anni.
  • Il loro prezzo è abbastanza accessibile.
  • Si illuminano istantaneamente e non sfarfallando.
  • Sono riciclabili.

Quante lampadine ha un lampadario da cucina?

I lampadari da cucina hanno comunemente una, tre, cinque, otto, otto, dodici o quindici lampadine. Ma ogni lampadario da cucina è diverso. Anche un modello specifico può avere un numero diverso di lampadine tra cui scegliere a seconda dello spazio che vuoi illuminare. I lampadari che sono usati per irradiare l’intera stanza, come i lampadari moderni o i lampadari satellitari, usano tra le 4 e le 15 lampadine.

I lampadari da cucina che si concentrano su aree specifiche hanno meno lampadine, ma lasciano in ombra altre aree della stanza. I lampadari a caduta libera, appiattiti e a spirale usano solo da 1 a 4 lampadine.

Consiglio: se il tuo lampadario da cucina è vicino al tavolo da pranzo o al bar della cucina, le lampadine possono abbagliare i commensali. Scegline uno con un paralume protettivo e assicurati che le lampadine non sporgano.

Quali accessori includono i lampadari da cucina?

I lampadari da cucina di solito includono solo la lampada e i suoi elementi di montaggio più basilari nel prezzo. Qui ti mostriamo altri accessori che di solito sono inclusi nell’acquisto o possono essere acquistati separatamente

  • Base della lampadina: fanno parte della struttura e sono assemblate insieme alla lampada. A seconda del portalampada, l’intensità della luce può essere regolata manualmente o con un dimmer.
  • Lampadine: solo modelli specifici includono le lampadine. Di solito non sono inclusi nell’acquisto nel negozio fisico o nell’acquisto online. Ecco perché dovresti sapere come scegliere i migliori per rendere la tua lampada più luminosa e duratura.
  • Paralume: Questi sono paralumi che coprono le lampadine dei lampadari da cucina. Fanno parte del design della lampada a sospensione, quindi saranno inclusi nell’acquisto.
  • Telecomando: i lampadari da cucina a lampada piatta includono un telecomando per accendere, spegnere e attenuare la luce. Assicurati di avere le batterie se hai uno di questi lampadari da cucina con un telecomando.

Criteri di acquisto

Quando arrivi al negozio fisico o virtuale, testi ed etichette ti offuscano la vista. È quindi essenziale che tu arrivi preparato prima di fare il tuo acquisto. Ecco alcuni criteri molto importanti da considerare quando acquisti il tuo nuovo lampadario da cucina.

Dimensioni

Una dimensione è molto importante: la lunghezza dal soffitto. I lampadari a semi-incasso sono appesi a poco più di 20 cm dal soffitto. D’altra parte, i lampadari da cucina allungati sono tra i 54 e i 100 cm dal soffitto. Tienilo a mente a seconda di ciò che vuoi illuminare. Alcuni lampadari da cucina si trovano a metà tra queste due lunghezze. Permettiti di combinarne diversi nella tua cucina.

Dimensioni più grandi per luoghi grandi e più piccole per aree o oggetti specifici.

Per quanto riguarda la loro lunghezza e larghezza, dovresti concentrarti sul tuo gusto. Ci sono design piccoli, grandi, lunghi, corti, di tre diverse altezze o che coprono l’intera lunghezza del tuo tavolo. La cosa più importante è che sia comodo, che illumini correttamente il tuo spazio, che ti permetta di pulirlo regolarmente o di regolare la sua intensità.

Materiali

I lampadari da cucina sono fatti di materiali molto resistenti e durevoli. Sarai interessato a conoscere i materiali dei supporti, le basi delle lampadine e i paralumi. È importante che tu li conosca prima di fare il tuo acquisto, in modo da avere spazi che si riflettono meglio sulla luce della cucina. I materiali più comuni per i lampadari da cucina sono metallo, legno e vetro.

I primi due sono utilizzati per il supporto della lampada a sospensione e la base per le lampadine. Anche l’acciaio inossidabile, la ceramica, l’acrilico e la plastica sono ampiamente utilizzati.

D’altra parte, il vetro può essere utilizzato per i paralumi che rendono il tuo lampadario da cucina ancora più bello. Questi sono spesso progettati anche in tessuto organza, plastica o fessure metalliche.

Avrai un’isola della cucina ben illuminata se collocherai delle lampade a sospensione sopra di essa. (Fonte: Dawson: 81NGFBFBVfa_g/ unsplash)

Base della lampadina

Al giorno d’oggi abbiamo fili E12, E14, E27. Ma non disperare! Sono solo numeri. Qui abbiamo deciso di parlarti dei benefici di ciascuna di queste basi. È essenziale che tu sappia che il tipo di filo influenza l’efficienza delle tue lampadine

  • Base E12: il portalampada misura 12mm. Le lampadine che utilizza sono molto piccole, quindi vengono utilizzate in caduta libera o lampade a rullo su tavoli da cucina e isole. Tuttavia, si scaldano molto e non saranno utili da usare per lunghi periodi di tempo o vicino alla tua vista.
  • Base E14: Questa è una presa sottile che misura 14 mm. Il suo uso è abbastanza comune nei lampadari moderni, anche se non è l’unico. Le lampadine a forma di candela sono avvitate in questa base e creano un’atmosfera molto bella.
  • Base E27: Questa è la più spessa e più simile alla classica presa da 27 mm. La maggior parte delle lampadine a LED sono prodotte in questa dimensione. Sono generalmente utilizzati in lampadari da cucina, lampadari satellitari, lampadari a rullo o lampadari a caduta libera.

Risparmio energetico

Risparmiare qualche euro all’anno conviene sempre. Quando scegli il tuo lampadario da cucina e le lampadine da utilizzare, noterai le etichette A, B, C e D. Questa classificazione si riferisce alla loro efficienza energetica, cioè quanto risparmia la nostra lampada a sospensione. Le etichette B e C hanno un consumo moderato, mentre la D ha un consumo elevato.

Le lampadine sono meno rumorose e meno infuocate grazie alla loro efficienza energetica.

Gli apparecchi con l’etichetta A++++ sono i più efficienti. Possono risparmiare fino al 50% di energia rispetto ad attrezzature simili di categoria inferiore. Quelli etichettati A++, A+, A+ e A consumano tra il 25 e il 42% in meno di energia.

Sommario

Un lampadario moderno, retrò o del XIX secolo può dare uno stile diverso alla tua cucina. I lampadari sono “la” soluzione più attraente e durevole. Inoltre, i materiali e le lampadine utilizzate sono ecocompatibili.

Così è possibile avere a casa il migliore e più bello sul mercato. Sappiamo che la decisione non è istantanea. Possiamo essere rapidamente sopraffatti da così tanto design e informazioni.

Ma se hai letto questa guida probabilmente hai un’idea molto più chiara, ora tocca a te lasciarti andare! Il tuo futuro lampadario da cucina ti sta aspettando. (Fonte dell’immagine: Sergi: nzGV4YQ5fII/ unsplash)

Riferimenti (5)

1. Farías FJ, Murillo DA. Utilización de iluminación LED para el ahorro de energía eléctrica en alumbrado público y residencial de la comunidad Soco Soco [Internet]. [Ecuador]: Universidad Laica “Eloy Alfaro” de Manabí; 2018.
Fonte

2. Hugo FV, Baldomiro CH, Chaves JA. APLICACIONES DE ILUMINACIÓN CON LEDs. Scientia Et Technica [Internet]. 2010;XVI(45):13–8.
Fonte

3. Montes E, Lloret I, López. M. Diseño y gestión de cocinas. Manual de higiene alimentaria aplicada al sector de la restauración [Internet]. 2019.
Fonte

4. Pernía MA. Instalaciones eléctricas en viviendas. En: UNIVERSIDAD NACIONAL EXPERIMENTAL DEL TACHIRA DEPARTAMENTO DE INGENIERIA ELECTRONICA [Internet]. 2011.
Fonte

5. Alonso C. Elaboración de un sistema para el estudio de la eficiencia energética de diferentes tipos de bombillas [Internet]. Universidad de Valladolid; 2020.
Fonte

Perché puoi fidarti di me?

Tesis de licenciatura
Farías FJ, Murillo DA. Utilización de iluminación LED para el ahorro de energía eléctrica en alumbrado público y residencial de la comunidad Soco Soco [Internet]. [Ecuador]: Universidad Laica “Eloy Alfaro” de Manabí; 2018.
Vai alla fonte
Artículo de revista científica
Hugo FV, Baldomiro CH, Chaves JA. APLICACIONES DE ILUMINACIÓN CON LEDs. Scientia Et Technica [Internet]. 2010;XVI(45):13–8.
Vai alla fonte
Manual o Documentación
Montes E, Lloret I, López. M. Diseño y gestión de cocinas. Manual de higiene alimentaria aplicada al sector de la restauración [Internet]. 2019.
Vai alla fonte
Documento de conferencia
Pernía MA. Instalaciones eléctricas en viviendas. En: UNIVERSIDAD NACIONAL EXPERIMENTAL DEL TACHIRA DEPARTAMENTO DE INGENIERIA ELECTRONICA [Internet]. 2011.
Vai alla fonte
Tesis de maestría
Alonso C. Elaboración de un sistema para el estudio de la eficiencia energética de diferentes tipos de bombillas [Internet]. Universidad de Valladolid; 2020.
Vai alla fonte
Recensioni