Ormai va di moda, e per questo dobbiamo non possiamo non dedicargli un articolo: il longboard è una delle attività più divertenti che si possano fare, sia sulla strada sia negli skate park. A differenza dei normali skate, il longboard è più stabile, quindi è più facile prenderci dimestichezza rispetto a un normale skate.

Inoltre, ci sono altre discipline che riguardano il longboard: dai classici “giretti” a delle vere e proprie acrobazie, derapate e discese fatte a tutta velocità, giusto per citarne alcune. Se hai intenzione di comprare un longboard, l’articolo che stai leggendo contiene tutto ciò che devi sapere. Non perdiamoci in chiacchiere e iniziamo!

Le cose più importanti in breve

  • Per iniziare a praticare longboard, la tavola è la prima cosa che serve: ovviamente, sono indispensabili anche le protezioni. Infatti, alcune acrobazie (come le derapate) richiedono l’utilizzo delle mani come appoggio sul suolo, e per questo hanno bisogno di accessori extra come i guanti.
  • La pratica del longboard si basa sulla coordinazione e sul’equilibrio: è uno sport eccellente per i bambini perché permette di prendere confidenza con le sue dimensioni, il peso e le possibilità che offre. Dato che è un mezzo di trasporto, permette di sviluppare anche una certa consapevolezza stradale.
  • Da molto tempo ormai il longboard non è più una semplice tavola con ruote: esso si è evoluto a tal punto che sul mercato ne esistono di vari tipi, shapes (forme) e marche, che consentono di praticare egregiamente le varie discipline.

I migliori longboard sul mercato: la nostra selezione

Una tavola più grande come quella del longboard implica che la distanza tra le assi sia maggiore, rendendo questa “tavola” uno dei mezzi di trasporto più divertenti da utilizzare. A seguire abbiamo inserito i migliori modelli di longboard e le loro caratteristiche principali oltre alle recensioni.

Cruiser JUCKER – in bambù

Questo longboard in bambù è uno dei migliori sul mercato europeo poiché permette al rider di apprezzare un feeling con il terreno davvero ottimo. Possiede una stampa Hawaiana che mostra un Tiki polinesiano, rendendolo davvero bello esteticamente oltre funzionale ed adatto per ogni tipo di rider.

I consumatori hanno molto apprezzato il lato funzionale che, insieme a quello estetico, rende questo longboard adatto anche ai neofiti di questo sport. Il prodotto arriva in una confezione minimale, quasi anonima, che però basta a proteggere a dovere questo particolare modello di longboard.

ENKEEO – in legno d’acero

Questo modello possiede 9 strati in legno d’acero altamente flessibile che garantisce un’ottima stabilità, anche grazie ad una staffa in alluminio di 18 cm. Adatto per Cruising e Carving, è particolarmente indicato per il Downhill: i cuscinetti ABEC-11 e le ruote PU 70 mm x 51 mm consentono di mantenere l’equilibrio anche in forte pendenza.

Tra gli utenti ha riscosso un buon successo: alcuni hanno apprezzato in modo particolare la rifinitura, mentre altri sono rimasti colpiti soprattutto dal feeling che si crea con il terreno. Se si è già abbastanza esperti di longboard, si impiega poco tempo ad abituarsi a questo modello; allo stesso modo, anche chi è nuovo potrà adattarsi piuttosto facilmente.

Jucker Hawaii Flex

Con una fibra in vetro e bambù, questo modello di longboard è estremamente resistente e capace di sopportare i riders il cui peso arriva ad 85 kg. Adatto per Cruising, Freeride, Downhill e Carving, esso permette di sperimentare i vari stili del longboarding fino ad arrivare anche al trickstyle grazie al kicktail posto su entrambe le estremità della tavola.

Si tratta di un modello estremamente versatile: può essere il regalo perfetto per un rider ma anche il mezzo di trasporto ideale per muoversi in città. Il longboard Jucker ha superato le prove dei riders più esigenti, perché risponde bene ad ogni tipo di sollecitazione e di superficie.

Maxofit Deluxe – in acero canadese

Questo longboard si presenta in una tinta edizione limitata, con una tavola leggermente convessa che raggiunge le dimensioni di 26,5 cm. Le ruote (75 mm) e i cuscinetti a sfera di alta qualità ABEC 11 garantiscono la massima aderenza sul suolo, facendo provare al rider una sensazione di estrema sicurezza e permettendogli di compiere delle acrobazie molto precise.

Secondo i consumatori, il longboard Maxofit Deluxe non è adatto al Downhill, ma riesce a reggere bene gli altri stili, tra cui il Carving. Le ruote sono di ottima fattura, e per questo riescono a compiere lunghe tratte senza affaticarsi o far sentire fatica al rider. Molto apprezzata anche la tavola, rigida al punto giusto, ed il grip, che tiene ben saldo sulla tavola il piede.

Playshion 39″ Drop-Through

La tavola di questo Playshion è in 8 strati di legno d’acero perfettamente simmetrico, rendendolo perfetto per coloro che iniziano ad avvicinarsi a questa disciplina; infatti, esso è versatile per ogni stile, dal Cruising passando per il Freestyle, al Downhill. Le ruote in poliuretano offrono un’ottima tenuta su strada, anche accidentata, consentendo una manovrabilità fluida.

Anche secondo gli utenti questo è il modello perfetto per i neofiti: le ruote morbide permettono di esercitarsi per lunghe ore anche su superfici in pendenza o che non sono perfettamente lisce. Le ruote oppongono la giusta resistenza agli spostamenti, ma con un po’ di lubrificante l’esperienza con il Playshion 39″ sarà ancora meglio.

Guida all’acquisto: Tutto quello che devi sapere sui longboard

Se è la tua prima tavola, devi calcolare anche le limitazioni che ognuno ha all’inizio. Dato che nessuno nasce perfetto in uno sport, meglio comprare una tavola polivalente che ti permetta di crescere poco a poco. Per conoscere meglio questo prodotto, leggi qui di seguito le nostre risposte alle domande più frequenti sui longboard.

longboard-prima-xcyp1

Il longboard è disponibile in vari modelli e forme, quindi meglio scegliere la tavola in base alle tue esigenze. (Fonte: proimagecontent: 85041605/ 123rf.com)

Cos’è esattamente un longboard?

Il termine longboard viene dall’inglese, e significa “tavola lunga”. Questo sport si pratica con una tavola con ruote, più grande di un monopattino e senza manubrio; come il surf, è una disciplina nata in California, che si pratica sull’asfalto. Quindi, meglio utilizzare il casco.

Questo sport non consiste semplicemente nello spostarsi per la città, ma anche nel percorrere discese a tutta velocità, nel fare piccole corse e acrobazie. Le persone che praticano il longboard si chiamano riders, e non è difficile vederli negli skate park e in strade in pendenza, dove possono sfruttare la forza di gravità.

Quanto costa un longboard?

In questo momento possiamo trovarli su Amazon a partire dai 30 euro, ma ovviamente il prezzo di un longboard dipende dalla marca, dalla qualità e dal design. Se sei agli inizi, meglio sceglierne uno basico e, man mano che diventi più bravo, potrai sostituire i vari elementi (assi, ruote e cuscinetti) con altri in base alle tue esigenze.

Quali tipi di longboards esistono?

Il longboard è più lungo e largo rispetto al normale skateboard, quindi consente una maggiore stabilità; i longboard si utilizzano per divertirsi lanciandosi in discesa, facendo acrobazie o, semplicemente, come mezzo di trasporto. Essi dispongono di ruote più morbide che, grazie ai loro cuscinetti, permettono di percorrere una maggiore distanza con un minore sforzo.

Tipologia Caratteristiche
Pintail Ispirati alle vecchie tavole da surf. Si tratta di una tavola asimmetrica con tail (coda) lunga e nose (punta) larga. Trattasi di una tavola direzionale.
Fishtail Simili alle Pintail ma con un”estetica più “da surf”. Il tail è tagliato a forma di zeppa. Grazie a esse, i riders imitano il classico stile surf.
Blunt Hanno il nose e il tail più largo e rotondo
Twin Si tratta di una tavola tradizionale da skate, ma più larga e più grande. Ha una forma simmetrica, quindi è possibile muoversi nelle due direzioni.
Cutout Maggiore separazione delle ruote, che sono anche bidirezionali. Ha una maggiore stabilità a grandi velocità. Si tratta di una tavola polivalente
Dropdown Sono le tavole che rimangono più attaccate al suolo. Sono molto stabili ad alta velocità, ma pericolose con le buche. Solitamente, sono più rigide
Downhill o Speedboard Sono disegnate per garantire stabilità ad alta velocità. Buon feeling. Vanno utilizzate con cuscinetti sottili
Cruiser o Minicruiser Piccole e versatili per circolare in grande comodità. Facili da trasportare perché di piccole dimensioni. Non sono molto stabili, e sono ideali per spostarsi sull”asfalto

Quali forme può avere un longboard?

Ci sono varie forme di longboard a seconda dell’immaginazione del suo produttore. A differenza degli skate, i longboard hanno molta più varietà, quindi ogni rider utilizza la tavola che più gli piace a seconda della sua forma. Comunque, è possibile rintracciare due categorie (in base alla simmetrica): direzionali e simmetrici. Vediamole nella tabella qui sotto:

Tipologia Come sono? A cosa servono?
Direzionali Più sottili indietro e diventano più larghi vero la parte frontale, che è abbastanza larga. Sono simmetrici solamente in lunghezza Adatti per il downhill e per lo stile cruiser
Simmetrici Simmetrici sia in lunghezza che in larghezza Adatti per freeriders e freestylers

Quali gradi di flessibilità può avere un longboard?

La flessibilità di una tavola è data dai materiali in cui è fatta, ma anche dai laminati, dalla lunghezza e dal suo grado di concavità. Risulta curioso osservare che ciò che sembra un semplice longboard può avere tante forme ed esistere in tante tipologie. Questo non è affatto uno svantaggio, perché è più facile scegliere il modello che si adatta ai nostri gusti e necessità.

Grado di flessibilità Caratteristiche Quali riders lo utilizzano?
Morbido Ammortizza alla perfezione gli sbalzi che si subiscono Stile perfetto per cruisers e principianti
Semi morbido Leggermente più duro rispetto al precedente, ma la sua durezza apporta una maggiore stabilità ad una velocità più alta Ideale per il freestyle
Semi duro Offre una maggiore stabilità con velocità moderate Perfetto per il freeride
Duro Il più duro e il meno flessibile Si tratta dello stile più utilizzato da coloro che praticano downhill

Quali gradi di concavità può avere un longboard?

A seconda dell’angolo che forma il profilo della tavola, possiamo fare una classifica per quanto riguarda la concavità: essa è la curva che forma il legno nel senso della lunghezza, e caratterizza anche a rigidità e la manovrabilità della tavola. La concavità può essere più meno evidente, e fornisce un’aderenza più o meno buona quando si tratta di muoversi o di derapare.

Tipologia Caratteristiche Ideale per…
Camber Convessa. Aiuta a girare in modo più facile Cruisers
Piatto Totalmente piatta Ideale per principianti e freestylers
Rocker Concava(a forma di U) Maggiore stabilità. Freeriders e amanti del downhill

Quali accessori posso aggiungere al mio longboard?

Come in ogni sport, anche nel longboard esistono vari accessori che permettono di compiere movimenti più facilmente e, magari, nemmeno siamo a conoscenza della loro esistenza. A seguire c’è un elenco di quattro accessori che, anche se a una prima occhiata non sembrano molto utili, aiutano (e non poco) a stare sulla tavola con più sicurezza e comfort.

  • Foot-stops: Sono degli accessori che vanno aggiunti alla tavola per fare in modo che il piede si muova. Inoltre, servono anche come punto di riferimento per sapere dove posizionare il piede senza dover guardare in basso; vengono utilizzati come una sicurezza in più sulla tavola.
  • Nose/Tyle guards: Sono dei protettori che vanno collocati nelle parti anteriore e posteriore della tavola per evitare che il longboard si rompa in caso di caduta.
  • Risers: Si tratta di pezzi di plastica che vanno posizionati tra l’asse e la tavola per consentire di raggiungere una maggiore altezza.
  • Shock pads: Il loro uso è simile a quello dei risers, ma questi fungono anche da ammortizzatori.
foco

Sapevi che il longboard fu inventato da surfisti e sciatori? A partire dagli anni ’50, essi iniziarono a sentire la necessità di praticare qualcosa di simile al loro sport anche in mancanza di onde o neve.

Esistono longboard elettrici?

A differenza di altri veicoli elettronici come gli skateboard, i longboard a motore non sono così comuni, ma esistono. Ovviamente, si tratta di longboard identici a quelli che non sono elettrici: una tavola con due ruote, alcuni cuscinetti e delle assi. La differenza è che hanno una propulsione assistita (nella maggior parte dei casi, è controllabile da remoto).

Il fatto di essere manovrabili a distanza fa quasi perdere l’essenza del longboard, sia per quanto riguarda la manovrabilità sia per la finalità stessa dell’oggetto. Però, dato che sono longboard, e dato che la loro domanda continua a crescere, è meglio conoscerli e tenerli in considerazione in vista di un possibile acquisto.

Che tipo di manutenzione richiede un longboard?

Nonostante il longboard non richieda molta manutenzione, meglio controllare che tutti i componenti siano a posto: tutte le viti devono essere ben avvitate, il nastro antiscivolo non deve essere deformato, le rotelle e i bulloni non devono essersi allentati e i cuscinetti devono essere puliti e lubrificati.

Rob DyrdekUno degli skater più leggendari della storia

“Stare su un longboard mi ha dato tutto, e mi ha fatto diventare chi sono oggi”.

Come capire che è il momento di sostituire il mio longboard?

Siccome è in legno, è normale che il longboard si rovini. Non esiste un momento preciso in cui cambiarlo, ma se vediamo che il legno si sta spaccando o raggrinzendo, è arrivato il momento di cambiare il nostro longboard. A seconda della qualità del prodotto e dell’uso che se ne fa, la tavola può durare più o meno tempo.

Sicuramente, l’acqua e bruschi cambi di temperatura fanno che un longboard si rovini prima del tempo e che ci sia un dislivello tra le ruote; una tavola in buono stato aiuta a praticare il proprio sport preferito nella maniera migliore. Quindi, secondo noi, meglio sostituire la tavola quando si vede che inizia a perdere le sue capacità.

Criteri di acquisto

Sul mercato esiste un’ampia gamma di longboard: quando si deve decidere quale acquistare, meglio confrontare i vari articoli. Nella sezione che segue ti elencheremo i criteri principali a cui devi prestare attenzione in modo da scegliere il modello perfetto per le tue esigenze.

  • Materiale
  • Misura
  • Larghezza
  • Lunghezza
  • Assi
  • Ruote
  • Cuscinetti
  • Curva longitudinale

Materiale

I longboard possono essere fatti di vari materiali, anche se il più comune è il laminato in legno o compensato (sovrapposizioni dai 7 ai 9 strati, che dà una struttura omogenea e resistente). Tuttavia, ci sono anche longboard di altri materiali che andremo ad elencare nella tabella che segue.

Materiale Caratteristiche
Acero Il materiale più comune. Molto rigido e duraturo. Mantiene e sue proprietà anche con il passare del tempo e con l’uso
Bambú Più flessibile e leggero. I longboard in bambù sono utilizzati soprattutto per il Carving e per il Cruising, ma anche per spostarsi
Legno e fibra di vetro Grande rigidità e resistenza. Usato per Freeride, Freestyle e Downhill

Per le parti speciali della tavola, come la zona di fissaggio delle assi, il nose o il tail, vengono utilizzati materiali diversi, come la fibra di carbonio, che offre prestazioni migliori ma ad un prezzo è più alto rispetto alla fibra di vetro. Solitamente, questo materiale viene utilizzato nelle tavole per skaters professionisti.

Misura

Una tavola piccola è più facile da controllare, ma più si aumenta la velocità, più diventa instabile. Questo tipo di tavola è l’ideale per spostarsi in città o per il Cruising per la sua agilità che permette di evitare ostacoli e pedoni. Una tavola più grande è più difficile da controllare, ma è più stabile a velocità più alte.

Larghezza

La larghezza determina direttamente la stabilità del nostro longboard, sia esso per spostarci, per il Freestyle o per il Downhill. Più la tavola è larga, più stabilità e minor risposta avrà; al contrario, più essa è stretta, più sarà difficile spostarci sulla tavola.

Lunghezza

La lunghezza della tavola è la distanza tra la punta del nose fino alla fine del tail. Per iniziare a fare pratica con il longboard, meglio sceglierne uno che abbia una lunghezza tra i 90 e i 107 cm; se invece hai già esperienza, puoi scegliere tavole più piccole.

Assi

Le assi sono importanti per il longboard perché definiscono i modo in cui si prendono le curve; esse hanno una forma a T, si trovano alla base della tavola, con le ruote posizionate ai loro estremi. Il loro ruolo è permettere alle ruote di comunicare con i nostri movimenti: quindi, la loro larghezza dovrebbe essere uguale a quella della tavola.

Ruote

Le ruote sono ciò che permette allo skater di sentire l’asfalto: esse sono fatte di poliuretano e più esso è duro, più le ruote dureranno nel tempo. Invece, più è morbido, più esse si logoreranno. Inoltre, se si vogliono fare derapate, meglio utilizzare ruote più dure, ma bisogna ricordare che non tutti i diametri sono adatti per ogni tipo di tavola.

Cuscinetti

I cuscinetti sono dei pezzi d’acero che sono inseriti al centro della ruota per permettere che il longboard si muova opponendo la minima resistenza; una migliore categoria ABEC (la classifica di cui ti abbiamo già parlato) equivale a una maggiore precisione, efficacia e capacità di raggiungere velocità più alte.

Curva longitudinale

Nei longboard, la curva longitudinale gioca un ruolo molto importante perché determina il feeling della tavola sotto i nostri piedi e il tipo di longboarding che pratichiamo. Le tavole Rocker (che sono concave) vengono utilizzate per il Carving e per il Downhill, mentre le tavole Camber (che sono convesse) sono più flessibili.

Conclusioni

Un longboard è uno skate più lungo del normale e, a volte, anche più largo; i longboard vengono usati in pendenza, per fare gare con gli amici, per fare slalom o semplicemente come mezzo di trasporto. Siccome è più largo, è più stabile, sicuro e comodo rispetto a un normale skate. Devi assolutamente provarlo!

Le dimensioni e il peso di un longboard lo rendono meno appropriato per fare acrobazie che si fanno con i normali skate, ma i vari componenti della tavola permettono al longboard di fare movimenti fluidi e di percorrere una distanza maggiore con una sola spinta.

Se ti è piaciuto l’articolo, condividilo sui tuoi profili social, così tutti potranno sapere tutto sui longboard, o lasciaci un commento: saremo lieti di risponderti.

(Fonte dell’immagine in evidenza: ToniMarinov: 63122292/ 123rf.com)

Perché puoi fidarti di noi?

Sofia Talone Redattrice e traduttrice
Affascinata dalle lingue sin da piccola, sono una traduttrice e interprete, ma anche una scrittrice con una grande passione per i videogiochi e per la tecnologia in generale. Amo le sfide, quindi scrivo e traduco anche argomenti che non mi sono familiari, cercando sempre di trovare le informazioni più interessanti.
Sole Barbacil Redattrice
Giornalista con quindici anni di esperienza in diversi argomenti: moda, bellezza, bambini, società e, ovviamente, fitness. La mia grande passione è lo sport e provo a trasmettere a questo sito tutte le mie conoscenze su questa disciplina.