Alcuni trucchi su un tavolo

Il make-up BIO può essere considerato un passo avanti nella consapevolezza che abbiamo oggi sui danni che i prodotti chimici dei cosmetici possono infliggere alla nostra pelle. È questa coscienza che ha spinto molte donne, e di conseguenza sempre più marchi, a preferire prodotti più naturali da usare ogni giorno.

Se anche tu stai andando verso questa strada, ma non ne sai ancora molto, non preoccuparti: sei nel posto giusto per scoprire tutto ciò che c’è da sapere sul make-up BIO. In questa guida completa troverai tutte le informazioni necessarie su questo tipo di trucchi cosi richiesti ultimamente, e siamo sicuri che finirai per convincerti dei loro vantaggi. Cominciamo?

Le cose più importanti in breve

  • La pelle del viso è una delle più delicate del nostro corpo. Il make-up che ci applichiamo sopra ogni giorno, però, è il prodotto cosmetico che contiene la più alta percentuale di ingredienti tossici nella sua composizione.
  • Quando se ne sono rese conto, molte donne hanno deciso di passare al make-up BIO, molto più delicato sulla pelle (e, di conseguenza, rispettoso dell’ambiente), che assicura risultati meravigliosi, proprio come quelli dei prodotti tradizionali.
  • Al momento di scegliere i prodotti make-up BIO che utilizzeremo, è assolutamente necessario fare attenzione ad alcuni aspetti, ad esempio la qualità, la formula, che abbiano davvero le caratteristiche necessarie per la denominazione “bio” e, ovviamente, il nostro tipo di pelle.

I migliori prodotti make-up BIO sul mercato: la nostra selezione

Se non hai ancora molta familiarità con questo tipo di cosmetici, ci piacerebbe cominciare la nostra guida proponendoti una selezione dei nostri prodotti di make-up BIO preferiti. Abbiamo stilato questa lista inserendo cosmetici molto vari, per darti modo di trovare quello che fa per te. Vediamoli!

Il miglior fondotinta coprente per il make-up BIO

A volte pensiamo che il make-up BIO sia meno utile come trucco rispetto a quello tradizionale, ma questo fondotinta a marchio puroBIO dimostra tutto il contrario. Si tratta di un prodotto con finish vellutato e opaco ad alta coprenza, ideale per chi vuole uniformare l’incarnato. Contiene molti principi attivi di origine naturale come il burro di karitè, l’idrolato di salvia e l’olio di argan e protegge il viso dagli agenti atmosferici. Senza nickel, adatto a vegani, bisogna saperlo stendere bene per evitare l’effetto mascherone (il produttore consiglia di usare una spugnetta inumidita).

Il miglior blush per il make-up BIO

PuroBIO propone anche un blush che ha un’ottima resa per dare al viso un aspetto sano e naturale allo stesso tempo, senza danneggiare la pelle. I pigmenti (ad alta coprenza anche in questo caso) sono naturali al 100% e la sua formula è ricca di ingredienti biologici che rendono questo fard ben sfumabile. Le recensioni esaltano il bel colore (corallo), si sfuma bene e rimane a lungo sul viso senza necessità di ritocchi.

Il miglior rossetto per il make-up BIO

Lavera propone il rossetto Beautiful Lips Colour Intense (colore Dainty Rose 35), naturale e biologico, con una texture leggera a base di burro di fiori (rosa, malva e tiglio) che protegge le labbra, oltre a dargli una nuance rosa semi opaca. Non contiene glutine e niente di sintetico, è dermatologicamente testato ed è adatto per vegani. Un rossetto perfetto per chi cerca un prodotto delicato da usare anche tutti i giorni grazie a come nutre le labbra.

Il miglior kajal per il make-up BIO

Disponibile in due tonalità (nero e marrone) questo kajal BIO ha una texture morbida, che intensifica lo sguardo, ma che grazie ai suoi ingredienti non aggredisce la pelle né irrita la zona più delicata del viso. Lo conferma anche una recensione, a cui solitamente danno fastidio eyeliner e simili e che invece si trova bene con questo prodotto.

Guida all’acquisto: Tutto quello che devi sapere sul make-up BIO

Ora che abbiamo preso un po’ di confidenza con questi prodotti, sei d’accordo che non sono cosi strani come immaginavi? Allora continuiamo nel nostro compito di informarti sul make-up BIO rispondendo, nella sezione che segue, alle domande più frequenti sull’argomento. Prendi nota!

Donna che si trucca con il rimmel

Il make-up BIO è salutare per l’organismo, poiché impedisce l’accumulo sulla cute di sostanze che possono risultare tossiche, quale il talco o gli ftalati. (Fonte: Maridav: 108162647/ 123rf.com)

Cos’è il make-up BIO?

È quasi obbligatorio partire da questa domanda, visto che, con tutte le tantissime nuove denominazioni che sono comparse nel panorama cosmetico (vegano, biologico, naturale, Cruelty Free sono solo alcune di esse), non è poi cosi difficile ritrovarsi a non sapere nemmeno di cosa stiamo parlando.

Dunque, definiamo make-up BIO, o ecologico, quei prodotti la cui formula è a base di ingredienti naturali, ecologici o provenienti da agricoltura biologica. Quindi, di regola, la maggior parte di questi cosmetici vanta anche la denominazione Cruelty Free (ovvero non testato su animali) e può essere vegana, perciò bisogna fare attenzione a non confonderli.

Allora, qual è la differenza tra make-up BIO, vegano e cruelty Free?

Entriamo in argomento. Se dopo la domanda precedente avevi ancora dubbi, leggi con attenzione la tabella che segue per comprendere quale requisito indispensabile fa si che un prodotto cosmetico, o di make-up in questo caso, guadagni una certa etichetta:

Denominazione Caratteristica essenziale
Make-up BIO Composizione a base di ingredienti ecologici, non contiene composti di origine animale ma può contenerne i derivati (come, ad esempio, la cera d”api).
Make-up vegano La sua formula contiene unicamente ingredienti di origine vegetale, quindi né composti animali né derivati.
Make-up Cruelty Free Prodotti non testati sugli animali, indipendentemente dall”origine dei loro ingredienti.

Ricorda che molti dei prodotti di make-up che troviamo in commercio possono avere più di una denominazione sola.

Quali sono i benefici dell’utilizzo del make-up BIO?

Ci sembra sempre che, quanto più un prodotto cosmetico sia naturale, tanto più faccia bene alla nostra pelle, ma non analizziamo mai la questione a fondo. Nel caso dei trucchi BIO, questi benefici sono visibili e fanno la differenza, soprattutto sul lungo termine, per la salute della nostra cute. Vediamo quali sono i loro vantaggi principali rispetto al make-up tradizionale:

  • È salutare per l’organismo, poiché impedisce l’accumulo sulla cute di sostanze che possono risultare tossiche, quale il talco o gli ftalati.
  • Tende a provocare meno reazioni allergiche, poiché ha una funzione curativa sulla pelle ed è adatto a quasi tutti i tipi, anche a quelli più problematici.
  • La sua formulazione a base di oli essenziali, vegetali e coloranti organici favorisce l’idratazione e la rigenerazione della pelle.
  • Non contiene componenti transgenici, sintetici, siliconi né derivati del petrolio.
  • Rispetta l’ambiente e, nella maggior parte dei casi, le confezioni sono biodegradabili o riciclabili.
  • In alcuni casi, risulta anche più economico del tradizionale, poiché le più importanti marche produttrici non sono ancora molto note sul mercato e mantengono dunque prezzi bassi.
Alcuni trucchi in primo piano

Definiamo make-up BIO, o ecologico, quei prodotti la cui formula è a base di ingredienti naturali, ecologici o provenienti da agricoltura biologica. (Fonte: Pixabay: 354962/ Pexels.com)

È davvero possibile, con il make-up BIO, ottenere gli stessi risultati che con quello tradizionale?

Ecco un altro degli aspetti che più ci preoccupa quando iniziamo a considerare di cambiare i prodotti che utilizziamo da tempo per passare ai trucchi BIO. Ed è del tutto normale, visto che siamo abituate ai risultati che otteniamo con i nostri cosmetici tradizionali, dunque possiamo temere di non ottenerne di uguali usando i prodotti biologici.

Bene, ci fa piacere comunicarti che non hai nulla da temere: la cosmetica naturale, di cui fanno parte anche i prodotti di make-up BIO, vanta la stessa efficacia, se non superiore, dei trucchi tradizionali. In realtà, quelli che non contengono elementi chimici o tossici dovrebbero assicurare una maggior aderenza alla pelle, garantendo risultati migliori.

Come vengono certificati i prodotti di make-up BIO?

Ovviamente, non possiamo parlare di make-up BIO senza fornire almeno qualche nozione basica sul procedimento con il quale questi prodotti vengono certificati come tali. Inoltre, avere queste informazioni è molto utile per assicurarci, al momento dell’acquisto, di stare comprando un prodotto realmente bio.

In Italia non esiste una normativa che indichi quali requisiti le aziende debbano soddisfare per poter dichiarare “bio” i loro prodotti. Le certificazioni che troviamo sulle confezioni dei cosmetici provengono da enti che, su richiesta delle aziende stesse, si occupano di verificare che il prodotto in questione sia effettivamente biologico. Si tratta dunque di giudizi non derivanti da un’autorità istituzionale bensì da autorità private, che mettono in campo parametri differenti, anche se simili.

Alcuni tra i criteri, ad esempio, sono la presenza di almeno un 95% di ingredienti proveniente da agricoltura bio; inoltre, sono vietati derivati di origine petrolifera, paraffine, formaldeide e coloranti di origine sintetica, così come OGM e profumi sintetici. Alcuni degli enti certificatori in Italia sono, ad esempio AIAB, ICEA e COSMOS.

La tabella seguente riporta alcuni esempi dei requisiti minimi per apporre ad un prodotto la certificazione bio, a seconda dei vari enti certificatori:

Ente Requisiti minimi per la denominazione bio
Natrue Minimo il 95 % degli ingredienti deve essere naturale e proveniente da produzioni biologiche o selvatiche controllate.
Ecocert Minimo il 95 % degli ingredienti deve essere naturale.

Almeno il 10% degli ingredienti deve essere certificato bio.

Cosmos Minimo il 95 % degli ingredienti deve essere naturale e proveniente da produzioni biologiche o selvatiche controllate.

Almeno il 20% degli ingredienti deve essere certificato bio e la loro percentuale deve essere chiaramente indicata sulla confezione.

Quali sono le principali marche di make-up BIO?

Se tutte le informazioni che ti stiamo dando stanno suscitando il tuo interesse verso il mondo del make-up BIO, ma non sai precisamente su cosa orientarti tra questi prodotti, fai attenzione alla lista che ti presentiamo di seguito. Si tratta di dieci marche di cosmetica BIO che, anche se poco note, vantano prodotti di alta qualità:

  • PuroBio Cosmetics: brand certificato biologico (CCPB, NATRUE ed autocertificazione Vegan Ok), economico ed alla portata di tutte le tasche.
  • Neve Cosmetics: un’azienda piemontese che, per scelta, non è un marchio certificato biologico, ma che produce prodotti di qualità professionale con una lista di ingredienti ottima. E’ stata la prima azienda italiana a produrre make up minerale di alta qualità.
  • Alkemilla: un’azienda cosmetica biologica italiana, con 4 certificazioni: AIAB, LAV, VEGAN OK. Le sue formulazioni riescono a mantenere una base semplice e naturale senza, però, mai rinunciare alla ricerca tecnologica.
  • Avril: una casa cosmetica francese, certificata ECOCERT. Produce soprattutto make up, ma anche prodotti per la cura del corpo e capelli. Ottimo rapporto qualità/prezzo.
  • Tata Harper: gli ingredienti dei loro cosmetici provengono da fattorie di tutto il mondo, dalle quali ottengono materie prime biologiche.
  • Couleur Caramel: francese, certificata Cosmetique Bio ed ECOCERT, di fascia economica più alta, associa ingredienti naturali e vegan alle più alte tecnologie, senza danneggiare l’ambiente grazie alle confezioni in cartonato riciclato e riciclabile e agli ingredienti provenienti dal commercio Equo Solidale.
  • So’ Bio Etic: azienda francese, tra le prime a lanciare la famosa BB Cream a prezzi popolari, che vanta una coprenza eccezionale per un cosmetico naturale.
  • Neobio: giovane brand tedesco, non nasce come azienda di make up bio, ma di cosmetici naturali per la cura di viso, corpo e capelli. Certificata NATRUE, low cost, usa ingredienti semplici.
  • Sante Naturkosmetik: certificata BDIH, ha acquistato fama nel mondo del biologico, soprattutto per i coloranti vegetali per capelli ed i prodotti destinati alla chioma. Si posiziona in fascia economica media.
  • World Nature: marchio italiano, certificato ECOCERT GREENLIFE, dal prezzo medio. Sono prodotti con materie prime naturali e provenienti da agricoltura biologica in confezioni fatte con materiali biodegradabili.

Ovviamente, grazie alla notorietà che la cosmetica bio sta guadagnando ultimamente, molti grandi marchi stanno cercando di includere nella loro gamma di prodotti delle linee di make-up BIO, ma perché non favorire anche le piccole aziende nel campo?

Donna che si sistema il rossetto

Sebbene il make-up BIO sia adatto anche alle pelli più sensibili, è sempre consigliabile usare prodotti specifici per il nostro tipo di cute (secca, grassa o mista). (Fonte: Kaboompics: 6393/ Pexels.com)

I prodotti di make-up Bio possono provocare reazioni allergiche?

Il tema delle reazioni allergiche è una delle questioni che ci preoccupa maggiormente nell’utilizzare cosmetici che si applicano direttamente sulla pelle del viso, dunque si tratta di una domanda molto comune. Ovviamente, non possiamo essere certi al 100 % che nessuno dei prodotti di make-up BIO, per quanto naturali, ti provocherà mai allergia.

Quello che è certo è che, trattandosi di cosmetica naturale, tutti i componenti chimici (siliconi, profumi artificiali o parabeni, ad esempio), che sono la causa principale di questo tipo di reazioni, sono stati eliminati dalla formula dei prodotti. In ogni caso, è consigliabile rivedere bene la lista degli ingredienti di un prodotto prima di utilizzarlo.

Criteri di acquisto

Per finire, e prima di salutarci, ci piacerebbe darti alcuni consigli da prendere in considerazione al momento di scegliere i prodotti di make-up BIO che utilizzerai d’ora in avanti. Accertati bene dei seguenti criteri di acquisto:

  • Certificazioni
  • Composizione
  • Tipo di pelle

Certificazioni

Innanzitutto, è fondamentale assicurarsi che i trucchi che stiamo per acquistare siano effettivamente certificati e rispondano, quindi, ai requisiti necessari per essere denominati BIO. Se non fosse cosi, tutto quello di cui abbiamo parlato non avrebbe senso, poiché non si tratterebbe di make-up biologico.

Osserva dunque attentamente la confezione del prodotto e assicurati che le etichette che ti abbiamo menzionato, o altre equivalenti a livello nazionale e/o europeo, siano riportate e ben visibili.

Una trousse di ombretti

Il make-up BIO non contiene componenti transgenici, sintetici, siliconi né derivati del petrolio. (Fonte: Freestocksorg: 324654/ Pexels.com)

Composizione

Oltre ad accertarci che i trucchi siano effettivamente bio, non fa mai male dare un’occhiata anche alla composizione del prodotto. Se possiede le certificazioni pertinenti, gli ingredienti (o almeno la maggior parte, a seconda delle varie percentuali) saranno provenienti da agricoltura ecologica. Tuttavia, potrebbe succedere che ce ne sia qualcuno al quale siamo allergiche.

In tal modo, controlleremo che nessuno dei prodotti cosmetici che utilizzeremo quotidianamente possa provocarci una reazione cutanea.

Tipo di pelle

Per concludere, e come succede sia per il make-up BIO che per quello tradizionale, è molto importante tenere in considerazione il nostro tipo di pelle. Non per la pelle in sé, visto che, come già detto più volte, questo tipo di cosmetici è adatto a tutti i tipi, ma per rispondere alle sue necessità.

Sebbene il make-up BIO sia adatto anche alle pelli più sensibili, è sempre consigliabile usare prodotti specifici per il nostro tipo di cute (secca, grassa o mista).  Cosi facendo, risponderemo al bisogno di idratazione, o di controllo del sebo, del nostro viso.

Conclusioni

Ultimamente, il make-up BIO è sulla bocca di tutti. E non a caso, perché i vari benefici che questo tipo di prodotti apporta alla nostra pelle hanno portato molte donne a sostituire i prodotti tradizionali che utilizzavano di solito. Ovviamente, questo cambiamento è fatto anche pensando all’ambiente.

In questa guida abbiamo potuto comprendere come il make-up BIO possa dare gli stessi, o anche migliori, risultati di quello tradizionale; abbiamo imparato a distinguere i prodotti a seconda delle certificazioni e, sicuramente, ci è venuta voglia di provare. Allora, cosa stai aspettando?

Se il nostro articolo sul make-up BIO ti è piaciuto, lascia un commento o condividilo sui social per dare queste informazioni utili anche alle tue amiche.

(Fonte dell’immagine in evidenza: Bas: 76761530/ 123rf.com)

Perché puoi fidarti di noi?

Dalila Coviello Redattrice e traduttrice
Le parole sono il mio più grande amore: ne ho scritte di mie, in italiano (Alice nel Paese dei call center, Nike Editrice, 2014), e da più di sei anni ne traduco da altre lingue, divertendomi ogni volta. Sono anche appassionata di digital, e social media e storytelling sono il mio pane quotidiano.
La traduzione è la mia vocazione (e la mia professione) e la scrittura, la mia filosofia di vita. Sono una freelance da un po' di tempo e credo che gli ingredienti fondamentali per preparare un articolo di qualità siano il rigore delle informazioni e un tocco di buone maniere. Faccio ricerche quotidiane e scrivo di cosmetici, bellezza, educazione efficace e prodotti per la casa.