Ultimo aggiornamento: 28/07/2021

Il nostro metodo

15Prodotti analizzati

23Ore di lavoro

7Fonti e riferimenti usati

81Commenti valutati

Quando facciamo un lavoro rischioso o che coinvolge gas o sostanze pericolose, dobbiamo pensare alla nostra protezione. Specialmente con compiti che faremo per un tempo considerevole. Fortunatamente, le maschere antigas svolgono più che bene questa funzione.

Le hai mai usate? Sai come funzionano? Se non ne hai mai sentito parlare, non preoccuparti. Sei venuto nel posto giusto. Le maschere antigas sono state sul mercato per molti decenni e continuano ad essere utili ed efficienti. Nel seguente articolo specializzato, ti informeremo in dettaglio sui loro aspetti tecnici, criteri e opinioni degli utenti.




Le cose più importanti

  • Una maschera antigas è un dispositivo che ci protegge da vapori e gas che possono essere velenosi o tossici. È per uso individuale e si adatta alla testa, grazie ad un materiale flessibile che si adatta al viso. Poiché copre il viso, è necessaria una valvola di respirazione.
  • Le maschere antigas sono utilizzate principalmente per lavori esposti a gas tossici o in situazioni pericolose come le eruzioni vulcaniche. Esistono diversi tipi di queste maschere, a seconda degli utenti (industriali e militari o civili) e a seconda degli usi (monouso e riutilizzabili).
  • Se stai pensando di comprare una maschera antigas, ci sono una serie di criteri di acquisto che dovresti prendere in considerazione: il livello di protezione, il design e l’ergonomia della maschera, gli accessori inclusi e la sua durata, tra gli altri.

Maschera antigas: la nostra selezione

Guida all’acquisto: Cosa dovresti sapere sulle maschere antigas

Le maschere antigas possono essere molto utili per certi lavori o se sappiamo che saremo esposti ad una situazione particolare. Ma per approfittare dei loro benefici, devi conoscere i diversi modelli, come metterli e capire i rischi. Questo e molto altro è trattato nella sezione sottostante. Quindi, continua a leggere per rispondere a tutte le tue domande.

Una maschera antigas è un dispositivo che ci protegge da vapori e gas che possono essere velenosi o tossici. (Fonte: Shironosov: 89523819/ 123rf.com)

Cos’è esattamente una maschera antigas?

Una maschera antigas è uno strumento che ci protegge da vapori, gas e altre sostanze tossiche o dannose per la nostra salute. Viene indossato strettamente sulla testa, in modo da coprire l’intero viso. I materiali sono solitamente flessibili per adattarsi bene al viso e per poter respirare attraverso una valvola. La maggior parte di essi include occhiali speciali per gli occhi.

Da che tipo di sostanze sono protette le camere a gas?

Anche se le maschere antigas erano originariamente destinate all’uso militare, nel tempo si sono evolute per permettere a tutti i tipi di utenti di utilizzarle in diversi contesti. Oggi esistono diversi modelli di maschere antigas che proteggono da una o più sostanze tossiche per il corpo. Per esempio, possiamo menzionare:

  • Fumo (fuoco o altro)
  • Polvere in miniere, fabbriche o cantieri
  • Sostanze organiche presenti in lavori di saldatura meccanica, pittura, spruzzatura o graffiti (da alcuni aerosol)
  • Sostanze chimiche presenti nei lavori di trasporto, disinfezione e pulizia
  • Gas lacrimogeni o altre armi chimiche in contesti militari
  • Sostanze radioattive
Sapevi che l’uso e il numero di maschere antigas aumentarono significativamente all’inizio della prima guerra mondiale? Questo perché è stato durante questo periodo che sono state create e utilizzate le armi chimiche più letali della storia. L’uso di queste maschere divenne essenziale per la salvaguardia dei militari

Quali sono gli elementi di una maschera antigas?

Le tipiche maschere antigas moderne sono fatte di un polimero elastico di varie dimensioni. Sono dotati di diverse cinghie che possono essere regolate per assicurare una buona tenuta tra la testa e il collo. La cosa più importante è che sono ben collegati ad una cartuccia filtrante vicino alla bocca, direttamente o attraverso un tubo flessibile.

Alcuni modelli hanno dei tubi per bere che possono essere collegati ad una bottiglia d’acqua. Sono disponibili anche occhiali correttivi per gli utenti che li richiedono. La valvola delle maschere moderne ha un sistema per ottimizzare la comunicazione: la maggior parte si basa su un diaframma di plastica davanti alla bocca, che vibra quando si parla e migliora la comunicazione.

Di quali materiali sono fatte le camere a gas?

Le prime maschere antigas erano fatte di gomma naturale vulcanizzata. Il portafiltro di solito era fatto di metallo e le fibbie di metallo venivano aggiunte alle cinghie di tessuto o di tela. Gli occhi erano fatti di vetro e sferici. Questi ultimi causavano problemi: si appannavano e impedivano la visione.
Ecco perché dovresti evitare questi modelli

I materiali degli occhiali moderni utilizzano due pellicole anti-appannamento – di solito in policarbonato – per gli occhi, che assorbono il vapore acqueo. Il corpo degli occhiali è solitamente fatto di silicone o altri polimeri plastici e solo le cinghie sono fatte di gomma. Sono disponibili anche silicone e lattice.

Le maschere antigas sono utilizzate principalmente per lavori esposti a gas tossici o in situazioni pericolose come le eruzioni vulcaniche. (Fonte: Balcerzak: 29391885/ 123rf.com)

Come funziona il filtro della maschera antigas?

Senza dubbio, i filtri sono il componente più importante delle maschere antigas. Non importa quanto siano buoni i materiali del corpo della maschera o le cinghie regolabili. Se i filtri non funzionano correttamente, siamo comunque esposti alle sostanze che vogliamo evitare. Si possono distinguere tre stadi di filtraggio nella valvola sopra la bocca:

Fasi di filtraggio Cosa succede
Fisico Un disco con microporosità filtra le piccole particelle.
Chimico Il carbone attivo (un adsorbente carbonioso) rende certi gas chimici tossici – non assorbiti dal carbone – innocui per l’organismo.
Carbonio Il carbone di solito rilascia particelle quando l’aria passa attraverso. Per evitare che queste particelle entrino nel corpo, un secondo filtro fisico le tiene a bada.

Le maschere antigas hanno una durata di vita legata alla capacità di assorbimento del filtro. Una volta che il filtro è saturo, non offre più protezione e l’utente può esserne colpito. La maggior parte delle maschere antigas utilizzano tappi sigillanti sopra l’ingresso dell’aria e sono conservate in sacchetti sigillati sottovuoto per evitare che il filtro si degradi prima dell’uso.

Come si indossa e si usa una maschera antigas?

Le maschere antigas sono molto utili per la protezione contro varie sostanze, purché siano montate correttamente. L’idea è che siano perfettamente sigillati in modo che nessun vapore o gas si disperda nelle vie respiratorie. La maggior parte delle maschere si monta in pochi semplici passi:

  1. Posiziona i filtri dove indicato (sulla valvola).
  2. Gira i filtri nella direzione delle frecce.
  3. Attacca la cinghia inferiore alla parte superiore della testa e stringila saldamente.
  4. Posiziona la parte anteriore della maschera sulla bocca e sul naso.
  5. Posiziona il copricapo sulla parte superiore della testa.
  6. Tira le due cinghie laterali in modo uniforme fino a quando la maschera si adatta correttamente e si sente comoda.
  7. Regola la maschera e le cinghie se necessario.

Tom Cole-HunterRicercatore presso il Centro di ricerca in epidemiologia ambientale (CREAL)
“Indipendentemente dall’efficacia – o meno – del filtro, una cosa da tenere a mente quando si usa una maschera antigas è che deve essere montata e regolata correttamente, in modo che tutte le particelle d’aria (e la contaminazione) che vengono inalate penetrino attraverso il filtro.”

Quali tipi di maschere antigas esistono?

Fin dalla loro creazione, le maschere antigas sono state divise in due grandi categorie: quelle per uso militare o civile, che possono variare a seconda del grado di protezione, e quelle per uso industriale, che sono destinate a diversi campi di lavoro. Ma c’è anche una seconda classificazione che vale la pena menzionare: quella che divide le maschere in riutilizzabili e monouso.

Secondo il tipo di utilizzo

Protegge da Posizione del filtro
Militare Agenti chimici e biologici (comunemente chiamati armi chimiche o armi di distruzione di massa). Per esempio, sarin, soman, tabun, VX, gas mostarda, fosgene, lewisite, etc. Sul lato della maschera, poiché sparare con armi da fuoco richiede di avvicinare la guancia al calcio dell’arma quando si mira.
Civile Agenti chimici, polvere, fumi di auto, inquinamento in generale. Sulla parte anteriore della maschera.
Industriale Gas, liquidi e solidi dannosi per la salute, come cloro, ammoniaca, mercurio, amianto e altri Sulla parte anteriore della maschera.

A seconda della natura della maschera antigas

Riutilizzabile Monouso
Livello di protezione Alto Basso
Materiali Plastica dura (polietilene), tessuti e parti metalliche Plastica standard.
Numero approssimativo di volte di utilizzo Più di 50 volte Massimo 10 volte.
Costo Alto. Basso.

Quali accessori sono solitamente inclusi in una maschera antigas?

Gli ultimi modelli di maschere antigas sono venduti in kit con altri articoli che completano la protezione offerta. Gli accessori tipici inclusi sono: cartucce, vari filtri per il particolato, guanti in nitrile, occhiali antiappannamento e antigraffio, un manuale di istruzioni e un set di cinghie extra nel caso in cui quelle originali si rompano.

Come è possibile conoscere il grado di protezione delle maschere antigas?

Un modo per sapere se stai comprando una buona maschera antigas è controllare se segue il grado di protezione standard. Questo consiste nelle tre classi FFP, che sta per “facciale filtrante“. A seconda della filtrazione delle particelle, le maschere sono classificate come FFP1, FFP2 o FFP3:

  • FFP1: Questo è il livello di protezione più basso. Queste maschere non sono efficienti contro i gas velenosi o le polveri fibrose o gli aerosol. Questo livello è adatto per l’uso nell’edilizia o nell’industria alimentare.
  • FPP2: Le maschere antigas di questo livello sono utilizzate in ambienti di lavoro dove si possono trovare particelle nocive e mutagene nell’aria: ad esempio nell’industria metallurgica e mineraria. I lavoratori sono in frequente contatto con aerosol, nebbie e fumi che colpiscono le vie respiratorie.
  • FPP3: le maschere antigas di questo livello offrono la massima protezione e possono filtrare anche le particelle radioattive. Sono ampiamente utilizzati nell’industria chimica.

I materiali sono solitamente flessibili per adattarsi perfettamente al viso e per poter respirare attraverso una valvola. La maggior parte include occhiali speciali per gli occhi. (Fonte: Mmmx: 83681325/ 123rf.com)

Quando è necessario sostituire il filtro di una maschera antigas?

La data di scadenza standard per la maggior parte dei filtri per maschere antigas è di 6 anni dalla data di produzione. I filtri sono riutilizzabili a patto che siano sigillati ermeticamente dopo ogni utilizzo. Se senti un sapore sgradevole in bocca o hai difficoltà a respirare quando usi la maschera, sostituisci immediatamente il filtro con uno nuovo.

Criteri di acquisto

Usando le maschere antigas, sei più protetto, meno esposto a danni alla tua salute. Oggi puoi scegliere diversi modelli per soddisfare le tue attività quotidiane e il livello di protezione di cui hai bisogno. Se sei alla ricerca della maschera antigas ideale, allora sarai interessato a sapere quali sono i criteri di acquisto più importanti da considerare.

Livello di protezione e filtri

La protezione è il fattore più importante da considerare per la tua maschera antigas. Questo dipenderà dallo scopo per cui ne hai bisogno e dai gas o dalle sostanze a cui sarai esposto. Controlla che la descrizione del prodotto indichi il livello di protezione secondo lo standard FPP. Per scegliere il filtro, puoi considerare questa tabella:

Tipo di filtro Codice colore Contaminanti presenti
AX Marrone Gas e vapori di composti organici con un punto di ebollizione inferiore a 65 gradi Celsius.
A Marrone Gas e vapori di composti organici con un punto di ebollizione superiore a 65 gradi Celsius.
B Grigio Gas e vapori inorganici, come cloro, idrogeno solforato e acido cianidrico.
E Giallo Biossido di zolfo, acido cloridrico.
K Verde Ammoniaca e composti derivati.
Co Nero Monossido di carbonio.
Hg Rosso Vapore di mercurio.
No Blu Gas nitrosi (include monossido di carbonio).
Reactor Arancione Iodio radioattivo (include ioduro di metile radioattivo).

Materiali

I giusti materiali della maschera antigas non sono solo una garanzia di comfort, ma anche di protezione efficace. Evita i modelli in gomma o gli occhiali di vetro. Prima di scegliere il tuo modello, controlla che sia fatto di polimeri plastici o silicone. I migliori occhiali sono fatti di policarbonato, perché non si appannano e non si graffiano.

Ergonomia e design

È importante avere chiaro se userai la tua maschera antigas in situazioni occasionali o molto frequenti. In entrambi i casi, ma soprattutto nel secondo, il comfort della maschera è fondamentale. I migliori modelli si adattano a qualsiasi tipo di viso, quindi controlla che abbiano cinghie regolabili per la migliore vestibilità.

Accessori inclusi

Al giorno d’oggi, la maggior parte delle maschere antigas sono disponibili in kit che offrono una protezione completa. Questo significa una serie di accessori che possono essere molto utili per te. Quindi, prima di acquistare il tuo modello, assicurati che alcuni di questi siano inclusi: cartucce, filtri, guanti, cinghie o occhiali sono solo alcuni esempi.

Riassunto

Le maschere antigas sono gli strumenti più efficaci per proteggerci da sostanze, gas e vapori che sono tossici per la nostra salute. Sono per uso individuale e si fissano sulla testa con delle cinghie per facilitare il compito da svolgere. Hanno una valvola di respirazione che ospita anche il filtro che tiene a bada le sostanze nocive. L’uso delle maschere antigas risale alla prima guerra mondiale e oggi non hanno solo applicazioni militari.

Sono anche utilizzati nell’industria alimentare, metallurgica, della pittura, della saldatura, mineraria e delle costruzioni. Il sistema di protezione delle maschere antigas è regolato dalla classificazione FPP, in base alle sostanze o particelle a cui siamo esposti. Se ti è piaciuto l’articolo, lasciaci un commento e condividilo con i tuoi contatti in modo che altri possano scoprire tutto quello che c’è da sapere sulle maschere antigas. Grazie mille!

(Fonte dell’immagine: Luchschen: 31613434/ 123rf.com)

Recensioni