Primo piano di una parte del materasso
Ultimo aggiornamento: 10/02/2020

Il nostro metodo

25Prodotti analizzati

22Ore di lavoro

6Fonti e riferimenti usati

63Commenti valutati

Benvenuto sullo speciale articolo dedicato al materasso. Iniziamo con un piccolo problema matematico: se trascorri otto ore ogni notte a letto, quante ore ci passi in un anno? Esatto! Un totale di 2920 ore o, per meglio dire – anche se non sembra così – circa 121 giorni interi! Come puoi dedurre da questo dato di fatto, il materasso dove riposi non qualcosa su cui conviene risparmiare.

L’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) sostiene che il 30% della popolazione mondiale soffre di insonnia in qualche momento della propria vita (1). La qualità del materasso non influisce solo sulla qualità del riposo, ma influisce anche sulle prestazioni durante il giorno. In questo articolo, ti diremo tutto ciò che devi sapere per acquistare un materasso perfetto per te e la tua famiglia. Iniziamo!




Le cose più importanti in breve

  • Si consiglia di sostituire il materasso ogni otto o dieci anni circa, dato che i materiali con cui viene fabbricato si danneggia con l’uso e con il passare del tempo.
  • Ogni persona ha bisogno di un diverso tipo di materasso, non ne esiste uno perfetto per tutti!
  • Quando acquisti un materasso, devi tenere presente alcuni fattori come il materiale di cui è fatto, la sua rigidità e la sua adattabilità. Parleremo di questi criteri in dettaglio nell’ultima sezione dell’articolo.

I migliori materassi sul mercato: la nostra selezione

Siamo pienamente consapevoli che l’acquisto di un materasso può diventare un’odissea, per tutti i fattori da tenere in considerazione. Non solo comporta un investimento economico significativo, ma, come abbiamo già detto, non tutti i materassi vanno bene per chiunque. Qui sotto abbiamo preparato una selezione di prodotti dove troverai i materassi che corrispondono a diversi utenti. Potresti trovare anche la soluzione perfetta per te, quindi dagli un’occhiata!

Il materasso in lattice più venduto

Il materasso in lattice Marcapiuma è un prodotto Made in Italy che offre una lastra in lattice forata alta 18 centimetri e con 7 zone differenziate ad alta densità. Il grado di rigidità è di 6/10 da entrambi i lati, l’imbottitura è anallargica e il rivestimento è sfoderabile e lavabile fino a 60°C. Sono disponibili moltissime misure che arrivano fino a 180 cm di larghezza e 210 centimetri in altezza. Questa proposta specifica è per il matrimoniale 160×190 centimetri.

Le recensioni lo considerano un ottimo materasso in lattice, adatto per chi cerca una media rigidità e una buona adattabilità ai movimenti. Vari utenti si lamentano dell’odore del lattice che i primi giorni risulta particolarmente intenso.

Il miglior materasso con molle insacchettate

Amazon propone un materasso a molle insacchettate a 7 zone e con schiuma differenziata nei due lati per offrire maggiore comfort a seconda della stagione. Sono 508 molle per m2 e il rivestimento del materasso è in cotone anallargico trattato, sfoderabile e lavabile a 60°C. Varie misure disponibili tra cui questa che è di un letto singolo 90×190 centimetri.

Le recensioni lo giudicano un ottimo acquisto, che supera le aspettative. Il rapporto qualità prezzo è tra i migliori e anche a distanza di tempo le testimonianze lo esaltano.

Il miglior materasso per chi ha poco spazio

Se non hai una camera degli ospiti grande e cerchi una soluzione pratica, Evergreenweb propone un futon giapponese in versione matrimoniale o singolo che può essere facilmente ripiegato e diventare un comodo pouf. L’imbottitura è in waterfoam, un materiale considerato ideale per chi soffre di mal di schiena e di dolori cervicali. Il rivestimento del materasso è anallergico e antibatterico ed è sfoderabile e lavabile a 30°C.

La maggior parte degli acquirenti è più che soddisfatta dell’acquisto, visto che il futon risulta comodo e pratico. Qualcuno lo usa anche come letto fisso, mentre qualcun altro considera i materiali un po’ fragili.

Il materasso ideale per chi vuole un letto molto grande

Se quello che stai cercando è un materasso grande in tutti i sensi, questo prodotto proposto da Living Sofa può fare al caso tuo. Non solo è disponibile in varie misure, tra cui 200×200 centimetri, ma è anche molto alto, visto che misura 30 centimetri. La struttura interna ha una stratificazione di 5 materiali con 11 zone di portanza differenziata. Anti acaro e anallergico.

Ottimo materasso secondo gli acquirenti, qualità prezzo decisamente allettante per la maggior parte delle persone che hanno deciso di comprarlo.

Guida all’acquisto: Tutto quello che devi sapere sul materasso

Per tutta la vita dormiamo su un materasso. Tuttavia per la maggior parte di noi, questa importante parte della nostra camera spesso è un estraneo per noi. Prova a pensarci, quanto ne sai sul tuo materasso? In questa sezione, cercheremo di rispondere ai quesiti più comuni che si pongono le persone sul materasso da letto.

Coppia che prova un materasso in un negozio

Si consiglia di sostituire il materasso ogni otto o dieci anni circa, dato che i materiali con cui viene fabbricato si danneggia con l’uso e con il passare del tempo. (Fonte: Guzhva: 89746451/ 123rf.com)

Quando si deve cambiare un materasso?

Fortunatamente – o sfortunatamente – i materassi non hanno un’etichetta che indica la loro data di scadenza. Eppure in un certo senso anche loro scadono: i materiali si consumano con l’uso e nel tempo. Secondo alcuni esperti “se il tuo materasso ha più di dieci anni, non hai un materasso”.

La durata di un materasso dipende da diversi fattori “come la qualità, le cure ricevute e da come si usa”(2). Non tutti i tipi di materasso hanno la stessa durata. Di solito i materassi in lattice durano più di quelli a molle, per esempio. In ogni caso, la durata media per cambiare un materasso è tra gli otto e i dieci anni.

Quanti tipi di materasso esistono?

Oggi si possono trovare molte opzioni se cuoi comprare un materasso. Devi tenere presente però che ciò che lo rende adatto a te o al tuo partner non è tanto il suo materiale, ma i fattori che riguardano strettamente voi come persone. Per quello che riguarda la qualità, ormai puoi trovarne di validi di ogni tipo, quindi dovresti scegliere in base alle tue specifiche esigenze.

Rigidità e adattabilità Assecondamento della posizione Regolazione della temperatura Altre caratteristiche
A molle Rigidità medio/alta e
veloce ritorno alla posizione iniziale
Quelli a spirale continua non assecondano bene i movimenti, quelli a molle insacchettate sì Freschi, ideali per i climi caldi
Viscoelastico Reagiscono al calore temporale e si adattano per ridurre la pressione Buon assecondamento della posizione, perfetti per i letti matrimoniali Idonei per climi freddi, visto che non traspirano troppo Buona opzione per le persone che soffrono di mal di schiena
Di lattice Supporto uniforme
Si adattano molto bene al corpo e recuperano velocemente la loro forma
Assorbono molto bene i movimento Non regola la temperatura Possono essere di lattice naturale o sintetico
Gli acari non possono annidiarsi in questo materiale

Pesanti

Di schiuma (HR) Si adattano bene al corpo e sono resistenti
La schiuma tende a deformarsi nel tempo
Assorbimento di movimenti medio, dipende dalla qualità del materasso Caldo, buono per climi freddi Poco traspiranti, possono accumulare acari
Di fibre naturali Resistento, offrono rigidità e adattabilità Assorbimento dei movimenti medio/basso, ottimo per letti individuali Dipende dal materiale con cui sono fabbricati Realizzati in lana, cotone, crine di cavallo e altri materiali di origine naturale
Senza sostanze nocive
Futon giapponesi Molto rigidi, poca adattabilità Buon assorbimento dei movimenti Regolano naturalmente la temperatura Fabbricati a base de cottone pressato, che è biodegradable

Quante parti ha un materasso?

Per comprendere meglio cosa sono esattamente i materassi e su cosa dobbiamo fare affidamento per acquistarne uno, pensiamo sia importante che tu sappia che sono composti da più parti. In effetti, un materasso non è una massa omogenea – con specifiche eccezioni – ma è formato da strati che, insieme, ci offrono un supporto ottimale per il riposo.

  • Nucleo: si trova al centro del materasso e deve essere resistente, poiché è la parte che sostiene il peso del corpo o dei corpi. Nel caso dei materassi a molle, il nucleo sono le molle stesse.
  • Strati di comfort: è la parte che rende un materasso comodo e confortevole, poiché è l’area che si adatta al corpo. Può essere realizzata in tessuto, schiuma sintetica o gel. Un materasso di buona qualità dovrebbe avere due strati di comfort – uno su ciascun lato – in modo che sia possibile capovolgerlo a seconda della stagione.
  • Tessuti in superficie, esterni o rivestimenti: è la parte che viene a contatto con il corpo, all’esterno del materasso, quindi deve essere morbida, traspirante, ipoallergenica e facile da pulire. Normalmente, è realizzata con materiali tessili.

Quale materasso scegliere a seconda della posizione in cui dormi?

La posizione in cui di solito dormi è decisiva quando selezioni un materasso. Nel caso di coppie che dormono in posizioni molto diverse, c’è la possibilità di unire due materassi singoli. Tutto ha una soluzione! Qui sotto puoi vedere quali sono i materassi consigliati a seconda della posizione in cui dormi.

  • Dormi di lato? In questo caso, hai bisogno di un materasso di media/bassa ridigità che si adatti bene alla forma del tuo corpo. Eviterai così la pressione sulle aree prominenti, come i fianchi o le spalle.
  • Dormi a pancia in giù? Di tanto in tanto ti svegli con i dolori lombari? Allora ciò di cui hai bisogno è un materasso alto e rigido. Ad ogni modo, sappi che questa è una delle posture meno sane per dormire.
  • Dormi a pancia in su? Opta per un materasso di media/alta rigidità che ti aiuti a mantenere la schiena dritta durante la notte ed evitare danni a lungo termine.

Quale materasso scegliere secondo il tuo peso e altezza?

Anche il peso e l’altezza della persona o delle persone che dormiranno sul materasso sono importanti. Le persone di grande mole o sovrappeso dovrebbero scegliere un materasso più solido che non le faccia sentire “intrappolate” nel letto. Di solito il lattice non è adatto.
Le persone più leggere dovranno optare per materassi più morbidi o soffici, che si adattino meglio alla schiena.

Per quanto riguarda la lunghezza del materasso, ti informiamo che non devi dormire con i piedi fuori dal letto nel caso in cui tu sia una persona alta. Attualmente infatti si trovano materassi di tutte le dimensioni. Idealmente, il materasso deve misurare circa dieci centimetri in più di te. Per i letti matrimoniali, la persona più alta verrà presa come riferimento.

Un materasso può alleviare il mal di schiena?

Un materasso può alleviare il mal di schiena causato da un letto di scarsa qualità o in cattive condizioni; può anche migliorare il mal di schiena con altre cause. I materassi viscoelastici e in lattice sono i più attenti e rispettosi della schiena, poiché si adattano al corpo e ai muscoli, mantenendo la colonna vertebrale diritta.

Gli ultimi studi scientifici in questo campo hanno dimostrato che “l’uso di un materasso duro intermedio ha avuto un effetto maggiore rispetto a numerosi trattamenti medici e ha permesso di ridurre o abbandonare il trattamento farmacologico a una percentuale significativa di pazienti”(3). Se soffri di schiena o vuoi evitarlo in futuro, hai bisogno di un buon materasso.

Camera da letto con materasso senza lenzuola

Ogni persona ha bisogno di un diverso tipo di materasso, non ne esiste uno perfetto per tutti! (Fonte: Lightfieldstudios: 107111491/ 123rf.com)

Come si pulisce un materasso?

Per evitare problemi con acari o allergie, un materasso deve essere pulito frequentemente. E non è possibile nemmeno ignorare una buona areazione, che è essenziale soprattutto se la persona che lo utilizza ha problemi respiratori. Inoltre è altresì molto importante che il materasso sia asciutto prima di sostituire le lenzuola per evitare l’umidità.

Le macchie superficiali possono essere pulite con l’aiuto di una spazzola morbida – o anche un panno o un asciugamano – e una miscela di acqua con sapone liquido diluito. Le macchie persistenti, come sangue, macchie di sudore o di vomito, possono essere spruzzate con aceto distillato e bicarbonato di sodio. Lasciare agire per circa dieci minuti e quindi aspirare la macchia.

Come si prolunga la durata di un materasso?

I materassi sono oggetti costosi ed è normale voler che durino il più a lungo possibile in buone condizioni. Ti forniremo una serie di suggerimenti che massimizzeranno la durata del tuo materasso – ricorda che non è consigliabile usarli oltre dieci anni, momento in cui è necessario comunque cambiarlo con uno nuovo.

  1. Fagli prendere aria ogni giorno: dovresti far prendere aria al materasso ogni giorno, insieme al resto della biancheria da letto, per almeno quindici minuti. Se è per più tempo, meglio.
  2. Usa l’aspirapolvere: fallo una volta al mese. Questo rapido gesto aiuterà a prevenire la proliferazione di acari e polvere. Se non hai l’aspirapolvere, puoi battere il materasso quando stai facendo prendere aria alla stanza.
  3. Giralo ogni stagione: i materassi dovrebbero essere ruotati ogni tre o quattro mesi in modo che la loro usura avvenga in modo omogeneo.
  4. Proteggilo con un coprimaterasso: puoi optare per un coprimaterasso impermeabile e traspirante per evitere le macchie sul materasso.

View this post on Instagram

Ottima scelta del nostro cliente! ✔️✔️✔️ 👍Chaplin in misura 80×200!👍 👍Rete ergonomica con 14 doghe in faggio👍 Vediamo insieme le caratteristiche tecniche 😁 ➡️23cm ➡️Doubleface ➡️Multicomfort ➡️Twoseasons ➡️Sfoderabile ➡️Dispositivo medico ce E allora buon riposo 😴😴😴 Vieni in showroom e scopri le promo in corso sui materassi senza molle! 😉😉😉 📍Locri Via Matteotti 126 📍 ☎️0964/21304☎️ 📲3202930565 whatsapp📲 📧[email protected]📧 🖥️www.alfaronemobili.it🖥️ #alfaronemobili #mattress #materasso #dormire #dormirebene #salute #benessere #memory #dispositivomedico #presidiomedico #sconti #promo

A post shared by AlfaroneMobili (@alfaronemobili) on

Criteri di acquisto

Stai pensando di acquistare un materasso? A questo punto dovresti avere le idee molto più chiare rispetto a quando dovevi iniziare a leggere il nostro articolo. Tuttavia dovresti ancora leggere questa nostra ultima sezione dedicata ai criteri di acquisto, che ti aiuteranno a trovare il materasso perfetto per te.

Dimmi cosa cerchi e ti dirò di che materiali hai bisogno

Per una piccola camera degli ospiti, potresti poter usare anche un materasso gonfiabile, per un uso sporadico. Per un letto per tutti i giorni ovviamente è meglio optare per altre opzioni. Come abbiamo già detto, non tutti i materiali sono adatti a tutti i climi: le molle sono più fredde, mentre il materasso in viscoelastico tende ad essere più caldo.

Sebbene i materassi a molle possano avere una cattiva reputazione perché sono considerati i più vecchi, attualmente ci sono opzioni molto aggiornate con un ottimo assecondamento dei movimenti. I materassi realizzati con materiali naturali sono perfetti per le persone con allergie o per coloro che vogliono eliminare le sostanze sintetiche dalla propria vita.

Persona seduta su un materasso

La posizione in cui di solito dormi è decisiva quando scegli un materasso. (Fonte: Lightfieldstudios: 106837538/ 123rf.com)

Non tutti cerchiamo lo stesso livello di rigidità

Ogni materasso ha un livello di rigidità e di conseguenza è più o meno adatto a diversi tipi di persone. Le prime tre classi di rigidità sono le più comuni, mentre le ultime due di solito vengono effettuate su misura o comunque è più facile trovarle in negozi specializzati.

Classe di rigidità Descrizione
H1 morbido Adatto per l’uso occasionale o solo per persone di peso ridotto.
H2 morbidezza media È il più comune ed è ottimale anche per le persone che devono trascorrere molto tempo a letto, in quanto evita la comparsa di piaghe da decubito. Ideale per le persone di peso fino agli 80 kg.
H3 duro Mantengono la colonna vertebrale in posizione corretta, ottimale per dormire sul fianco e buona per i giovani. Supporta bene anche pesi di oltre 100 kg.
H4 Piuttosto raro, è un’ottima opzione per chi supera i 140 kg di peso.
H5 Molto raro e adatto a persone che hanno un peso molto elevato

Ti adatti tu al materasso o viceversa?

L’adattabilità di un materasso è la sua capacità di adattarsi al contorno del corpo. Normalmente, più un materasso è duro, meno adattabilità ha. I materassi in viscoelastica o in lattice sono più adattabili rispetto a quelli a molle, che tendono ad essere più rigidi. I materassi con molta adattabilità non sono raccomandati per dormire sulla schiena o a pancia in giù.

L’adattabilità è anche correlata alla capacità di un materasso di assorbire i movimenti. Per questo motivo, i materassi con una buona adattabilità sono ideali per i letti matrimoniali, sebbene funzionino bene anche come letti singoli. Comunque sia, la scelta definitiva dipenderà sempre dalle circostanze e dai gusti personali di ogni persona.

foco

Sapevi che il materasso più antico che è stato trovato ha 77.000 anni e fu realizzato con una miscela di erbe che formavano un letto isolante per l’umidità del suolo?

Materasso grande?

La dimensione di un materasso è un criterio importante da tenere in considerazione, soprattutto nel caso di uno condiviso. In passato, la larghezza più frequente nei materassi doppi era di 135 centimetri, ma ora sono molto comuni anche i letti di 150 centimetri o queen e quelli di 200 centimetri o king.

Tutto dipende dalle dimensioni della camera!

È più importante il tema della lunghezza. Oggi le persone alte non devono rassegnarsi a dormire con i piedi fuori dal letto, che prima era un bel disagio! Spesso dovevano ricorrere a costosissimi letti su misura. Sul mercato ormai è facile trovare materassi da 180, 190, 200, 210 centimetri o anche opzioni più lunghe in alcune occasioni. Ricorda, è consigliabile che il materasso misuri 10 centimetri più di te.

Quante persone dormiranno sul materasso?

Sebbene ci siano numerosi studi che dimostrano che dormire in compagnia favorisca l’insonnia, che è correlata a “possibili depressioni, problemi cardiaci, colpi, disturbi polmonari, incidenti sul lavoro e sul traffico e persino divorzi” (4), è ovviamente comune che una coppia condivida un materasso.

Se dormi da solo, puoi scegliere il materasso che ti piace di più. Per dormire in coppia, i migliori sono i materassi con una buona indipendenza del letto, in modo che i movimenti di una persona non disturbino l’altra. Si consigliano materassi a molle insacchettate o materassi con buon assorbimento dei movimenti.

Persona che tocca un materasso

Anche il peso e l’altezza della persona o delle persone che dormiranno sul materasso sono importanti. (Fonte: Lightfieldstudios: 106837557/ 123rf.com)

Conclusioni

L’acquisto di un materasso è una questione molto personale che dipende in gran parte dalle preferenze di ogni persona o coppia. Sebbene dormiamo su di esso ogni giorno, possiamo dire che il materasso è uno degli oggetti più sconosciuti e trascurati in casa. Dormire su un materasso scadente può essere alquanto dannoso per la salute.

Speriamo che questo articolo ti abbia aiutato a scoprire quale materasso ti possa essere più congeniale. Come abbiamo già accennato, è molto importante tener conto del materiale con cui sono realizzati i materassi, della loro rigidità e della loro adattabilità.

E il tuo materasso, quanti anni ha? Pensi che sia ora di cambiarlo? Raccontaci la tua esperienza nei commenti e non esitare a condividere questa guida, se pensi che possa essere utile a qualcun altro.

(Fonte dell’immagine in evidenza: Guzhva: 89749052/ 123rf.com)

Riferimenti (4)

1. Maria Moya ed Elena Sanz: «Sufres insomnio? Dormir en pareja no te ayuda», su "Muy interesante". [Consultato il 13 gennaio 2020].
Fonte

2. Organizzzione Medica Collegiale di Spagna (2018): «Un estudio demuestra que el dolor de espalda mejora más con un colchón de firmeza intermedia que con uno muy firme», su Médicos y pacientes. [Consultato il 13 gennaio 2020].
Fonte

3. Marta Chavarrías (2019): «¿Cada cuánto debo cambiar mi viejo colchón», su eldiario.es. [Consultato il 13 gennaio 2020].
Fonte

4. Piergiorgio M. Sandri (2013): «Guerra al insomnio», su La Vanguardia. [Consultato il 13 gennaio 2020].
Fonte

Perché puoi fidarti di noi?

Priscilla Scrittrice e traduttrice
Sono laureata in lingue e la mia passione principale è viaggiare. Grazie al lavoro di scrittrice freelance, posso girare il mondo mentre scrivo degli argomenti che preferisco, come i prodotti di bellezza, gli animali e l'arte.
Elena Scrittrice
Ho studiato Traduzione e Interpretazione all'Università di Salamanca e oggi mi dedico alla gestione delle lingue: traduco, scrivo e parlo, ovviamente. Sono Scorpione, anche se non credo in quelle cose. Lo dico, perché so che per molte persone è importante.
Articolo informativo spagnolo
Maria Moya ed Elena Sanz: «Sufres insomnio? Dormir en pareja no te ayuda», su "Muy interesante". [Consultato il 13 gennaio 2020].
Vai alla fonte
Articolo medico
Organizzzione Medica Collegiale di Spagna (2018): «Un estudio demuestra que el dolor de espalda mejora más con un colchón de firmeza intermedia que con uno muy firme», su Médicos y pacientes. [Consultato il 13 gennaio 2020].
Vai alla fonte
Articolo di giornale
Marta Chavarrías (2019): «¿Cada cuánto debo cambiar mi viejo colchón», su eldiario.es. [Consultato il 13 gennaio 2020].
Vai alla fonte
Articolo di giornale
Piergiorgio M. Sandri (2013): «Guerra al insomnio», su La Vanguardia. [Consultato il 13 gennaio 2020].
Vai alla fonte