Un metal detector smontato
Ultimo aggiornamento: 27/02/2020

Il nostro metodo

Products

12Prodotti analizzati
Hours

23Ore di lavoro
Studies

6Fonti e riferimenti usati
Comments

59Commenti valutati

Se da piccolo adoravi i film come Indiana Jones o i Goonies, sei di sicuro un appassionato di caccia al tesoro. Se è cosi, un metal detector può essere di sicuro un dispositivo interessante per te. Esso ti permette di trovare oggetti perduti o sepolti in qualunque posto, che sia in spiaggia o in montagna.

Avrai certamente visto più di una volta gente che in spiaggia, alla fine della giornata, si avvicina alla riva con un metal detector ed inizia a cercare nella sabbia. Si tratta degli amanti della caccia al tesoro e della ricerca di metalli. Per queste attività, si servono di questo aggeggio dall’aspetto curioso, che utilizza dei segnali per individuare la presenza di metalli nell’area in cui ci troviamo.



Le cose più importanti in breve

  • Alcuni fattori ambientali hanno un impatto sul rilevamento dei metalli. I terreni ad alta mineralizzazione (come la sabbia delle spiagge o la terra rossa) sono i più difficili in tal senso.
  • Alcuni modelli dispongono di un’opzione per “scremare” la ricerca di metalli, ovvero selezionare il tipo specifico del quale sei alla ricerca, in modo che l’apparecchio ignori la presenza di altri metalli nella zona.
  • I migliori metal detector hanno anche diverse modalità di allerta per segnalare il rilevamento di metalli nel suolo. Scegliere un modello che abbia almeno un segnale acustico e luminoso è l’ideale.

I migliori metal detector sul mercato: la nostra selezione

Un metal detector serve a cercare qualunque tipo di oggetto perduto, ad esempio, in spiaggia, come anelli, monete o ciondoli. Si tratta di un accessorio utilizzato anche da archeologi alla ricerca di reperti o siti di importanza per la loro attività. Se ti piace cercare tesori, sei fortunato: di seguito ti proponiamo la nostra selezione dei migliori modelli disponibili per te in commercio.

Il miglior metal detector per i principianti

Quello di INTEY è un metal detector facile da usare ma ricco di funzioni, perfetto per chi vuole iniziare con un prodotto valido e di qualità. Tramite un display LCD e alcuni pulsanti è possibile regolare sensibilità e volume, nonché creare profili di ricerca personalizzati. È possibile usare le cuffie con un classico jack da 3,5 mm. La piastra è rotabile di 90° ed è impermeabile. Per gli utenti si tratta di un ottimo prodotto, nonostante il prezzo contenuto, e viene apprezzato anche la presenza di una pala portatile.

Il metal detector più di successo

Il Garrett ACE 250 è forse il cercametalli più conosciuto in assoluto, prodotto da un’azienda leader nella produzione di metal detector per uso amatoriale e professionale. Si tratta di un prodotto relativamente facile da usare ma dotato di numerose funzioni, con toni di rilevazione differenti in base al metallo e 3 programmi preimpostati. Stando ai recensori, il prezzo è adeguato all’eccezionale qualità e precisione dello strumento.

Il miglior pinpointer

Il pinpointer che gode di maggior successo fra gli acquirenti viene proposto da VOLADOR, e gode di recensioni entusiaste che mettono in evidenza l’accuratezza del prodotto, la semplicità d’uso e l’ottimo rapporto qualità-prezzo. Si tratta di un metal detector piccolo e preciso, con rilevazione dei metalli a 360°, e che generalmente viene usato in combinazione con i prodotti più grandi. È dotato di un piccolo display LCD, segnale sonoro, vibrazione e torcia a LED. È inoltre impermeabile fino a 3 m di profondità.

Il metal detector più leggero

Con un peso di neanche 0,95 kg, il Quest X5 è uno dei metal detector più leggeri che si possa acquistare. È dotato di display LCD, 3 modalità di ricerca reimpostata, pinpointer integrato, torcia LED e batteria ricaricabile via USB. Gli acquirenti ne apprezzano l’ottimo rapporto qualità-prezzo, oltre naturalmente alla praticità data dalla leggerezza del prodotto e dalla sua struttura semplice e maneggevole.

Guida all’acquisto: Tutto quello che devi sapere sui metal detector

I metal detector sono la scusa perfetta per uscire all’aria aperta alla ricerca di tesori, che sia tra i campi o in spiaggia. Ovviamente, se vuoi che la tua ricerca sia fruttuosa, è importante che tu scelga un modello con una potenza ed una portata adeguate. Per aiutarti nella decisione, abbiamo elaborato questa guida all’acquisto e provato a rispondere alle domande più comuni tra gli interessati a questo prodotto.

Uomo con metal detector in cerca di tesori

Ciò che motiva gli amanti della ricerca di metalli è proprio questo, sapere che tesori sepolti potrebbero trovare. (Fonte: Miraclemoments: 109080293/ 123rf.com)

A cosa serve un metal detector?

Proprio come ci spiega il suo nome, un metal detector ha la funzione di ricercare metalli sepolti o comunque nascosti. Questi dispositivi emettono radiofrequenze simili a quelle di un radar o di un sonar, che “rimbalzano” sui metalli per poi ritornare fino alla bobina del meccanismo. Quando un metallo viene individuato, il dispositivo emette un segnale acustico che ci indica dove cercare.

I metal detector possono trovare metalli di ogni tipo (ferro, zinco, alluminio, rame, varie leghe e metalli pesanti come oro ed argento). Sono ideali per cercare vecchi tesori sepolti come ad esempio monete, gioielli o reliquie. Vengono utilizzati dagli appassionati della ricerca di metalli, ma anche da archeologi e forze dell’ordine.

Per cosa si usa un metal detector?

Oltre all’uso ricreativo di cui ti abbiamo parlato, i metal detector possono essere usati anche dalle forze dell’ordine e da altri ufficiali preposti alla sicurezza per “scannerizzare” le persone, come ad esempio succede nell’accedere ad alcuni edifici ufficiali, ed individuare l’eventuale presenza di armi e metalli. Ne esistono modelli da mano o da piede (del tipo ad arco).

Vengono utilizzati anche per la geolocalizzazione, ad esempio, di siti archeologici ed altri tipi di rilievi di interesse. Nel 2008, un ricercatore spagnolo, Mike DeMar, trovò un calice d’oro su una nave spagnola naufragata 400 anni prima. Questi macchinari si utilizzano anche in ambito militare, per il rilevamento di mine esplosive sotterrate.

Metal detector e tesori

I modelli di metal detector più moderni dispongono di vari sistemi per segnalare il rilevamento. (Fonte: Nesterchuk: 91299228/ 123rf.com)

Come funziona un metal detector?

I metal detector funzionano trasmettendo un campo elettromagnetico dalla bobina del loro meccanismo al terreno. Qualunque oggetto metallico all’interno di questo campo elettromagnetico si carica di energia e trasmette a sua volta la propria “risposta” elettromagnetica. La bobina del metal detector riceve questa risposta ed emette un segnale acustico per segnalare la posizione dell’oggetto in questione.

La maggior parte dei metal detector moderni dispone di varie funzioni per selezionare uno specifico tipo di oggetti da cercare, ed offre la possibilità di impostare gli obiettivi indesiderati che la macchina ignorerà. Questo significa che il metal detector sarà in grado di distinguere il tipo di metallo individuato e segnalarci solo quello che abbiamo selezionato come interessante per la nostra ricerca.

Quali sono i concetti base dell’attività di rilevamento dei metalli?

Se vuoi diventare un buon ricercatore di metalli, devi prima capire come funzionano i metal detector. Allo stesso tempo, però, non serve saperli utilizzare praticamente se non vengono compresi alcuni aspetti fondamentali dell’attività di ricerca in sé per sé. Di seguito, ti spieghiamo i concetti principali del rilevamento di metalli:

  • Frequenza: La frequenza di un metal detector è una delle caratteristiche di base, che determinerà il corretto rilevamento degli obiettivi. Un metal detector a frequenza unica ritrasmetterà ad una frequenza alta, ovvero più sensibile ai piccoli obiettivi. I migliori metal detector emettono il loro campo elettromagnetico a frequenza multipla.
  • Bilanciamento del terreno: Il bilanciamento del terreno è una configurazione variabile che aumenta la profondità di rilevamento su un suolo mineralizzato. Nei terreni ricchi di sali (come la sabbia delle spiagge o la terra rossa) questa funzione aiuta a scremare la ricerca per non causare errori.
  • Scrematura: Si tratta della capacità del metal detector di identificare gli obiettivi basandosi sulle proprietà conduttive e ferrose di ciascun materiale. In tal modo, il materiale che cerchiamo viene identificato con precisione, mentre vengono ignorati gli altri tipi che non sono di interesse per la nostra ricerca.

Qual è la profondità massima che può essere raggiunta da un metal detector?

La risposta a questa domanda è generalmente semplice: la stessa profondità del diametro della bobina. Dunque, i metal detector con bobine più grandi saranno in grado di rilevare la presenza di metalli ad una maggiore profondità. Ovviamente, la profondità di rilevamento dipenderà anche dalla tecnologia utilizzata dal macchinario, e da altri fattori relativi all’ambiente.

Una risposta più complessa e completa a questa domanda potrebbe cominciare con “dipende”. Di seguito, ti elenchiamo i vari fattori che hanno un impatto sulla profondità di rilevamento:

Fattore Problema
Mineralizzazione del suolo Un suolo con un basso livello di mineralizzazione permette un rilevamento più profondo.

I livelli di mineralizzazione hanno un impatto negativo sul rilevamento.

Dimensioni dell’obiettivo Più l’obiettivo è grande, più profondo sarà il rilevamento.
Forma dell’obiettivo Gli obiettivi di forma circolare, quali monete ed anelli, possono essere identificati ad una profondità maggiore rispetto a quelli di forma allungata.
Posizione dell’obiettivo Una moneta in posizione orizzontale (posata sullo strato di terreno in cui si trova) sarà rilevata ad una profondità maggiore rispetto ad una in posizione verticale.
Materiale dell’obiettivo I metalli buoni conduttori (come l’argento) sono identificabili ad una profondità maggiore rispetto ai cattivi conduttori (ad esempio il piombo).

Qual è la frequenza di funzionamento di un metal detector?

La frequenza di un metal detector si misura in kHz (Kilohertz). Si tratta del numero di volte al secondo in cui il segnale viene trasmesso e ricevuto dal detector. Ad esempio, un metal detector che funziona a 6 kHz trasmetterà e riceverà informazioni 6000 volte al secondo, mentre uno a 50 kHz lo farà 50000 volte al secondo.

Come regola generale, i metal detector a bassa frequenza sono più sensibili al rame e all’argento, lavorano ad una buona profondità e sono in grado di scremare molto bene gli obiettivi. Quelli a frequenza più alta sono invece più reattivi a metalli leggeri e oro naturale, ma non distinguono bene i metalli non ferrosi.

Metal detector in riva al mare

Sebbene di solito non siano subacquei, i migliori metal detector sono impermeabili e a tenuta stagna. (Fonte: Yossundara: 102543621/ 123rf.com)

Quali metalli è in grado di rilevare un metal detector?

Una delle domande più comuni al momento dell’acquisto di un metal detector è proprio questa. Se non sei un esperto di questi dispositivi né della ricerca di metalli, è del tutto normale che tu te lo chieda. Come ti abbiamo già spiegato in precedenza, i metal detector di ultima generazione possono distinguere i diversi metalli, dunque puoi configurarli per cercare quello che vuoi.

Qui di seguito, ti spieghiamo che tipo di metalli potrai cercare con il tuo metal detector:

  • Metalli ferrosi: contengono ferro ed acciaio. Sono buoni conduttori di calore e vengono attratti da un magnete. Alcuni esempi sono graffette, spillatrici, viti, chiodi ed altri oggetti con ferro.
  • Metalli non ferrosi: Non sono magnetici e resistono meglio alla corrosione rispetto al ferro. Tra gli esempi vi sono l’alluminio, il rame, l’oro e l’argento.
  • Acciaio inossidabile: In generale è più difficile da individuare dei metalli ferrosi. L’acciaio inox di tipo 302, 304 e 316 non è individuabile.

Quali tipi di  “tesori” troverò con il mio metal detector?

Ciò che motiva gli amanti della ricerca di metalli è proprio questo, essere consapevoli dei tesori sepolti che potrebbero ritrovare. Si tratta di qualcosa che affascina chiunque, e soprattutto i bambini che iniziano questa attività. Questi dispositivi possono individuare praticamente qualunque cosa che contenga una parte metallica.

Negli Stati Uniti, ad esempio, è molto comune andare a caccia di tesori risalenti alla Guerra di Secessione. In Spagna, invece, sono molti gli appassionati che si recano con i loro metal detector sui luoghi che furono scenario della Guerra Civile, alla ricerca di resti come fibbie, schegge, munizioni e pezzi di uniformi. In realtà, si trova davvero di tutto, dalle monete ai gioielli.

Metal detector in primo piano

La funzione di “scrematura” ti permetterà di impostare il metal detector sull’obiettivo che stai cercando. (Fonte: Ishchenko: 88894316/ 123rf.com)

E la gamma di rilevamento?

Come hai visto in precedenza, ciascun marchio specifica, tra le varie caratteristiche dei propri dispositivi, anche la profondità a cui il metal detector può arrivare. Tuttavia, si tratta di un aspetto molto complesso da definire. Un metal detector che offre una profondità di 25 cm potrebbe funzionare alla perfezione su terreni poco mineralizzati, ma sicuramente su quelli ad alto livello di mineralizzazione non supererebbe i 10 cm.

Dunque, devi sempre pensare all’uso che farai del dispositivo. I terreni umidi favoriscono il rilevamento, poiché creano un alone intorno ai metalli che migliora l’emissione del segnale. Ciò dipende anche in gran parte dal metallo stesso: uno darà un segnale più forte di un altro. L’argento, ad esempio, è più semplice da localizzare.

Esiste un metal detector per rilevare oro e argento?

La risposta è semplicissima: si. Alcuni modelli di metal detector identificano sia l’oro che l’argento, ma molto probabilmente dovrai configurarli. Alcuni hanno funzioni di ricerca separata, una per l’oro ed una per l’argento. Infine, ne esistono altri che permettono di cercarli entrambi nello stesso momento.

Criteri di acquisto

Ora che hai imparato cosa sia un metal detector e come funziona, è arrivato il momento di sceglierne uno. Per aiutarti a decidere quale acquistare, abbiamo creato per te questa sezione completa con i criteri e i fattori da prendere in considerazione prima di scegliere quello che porterai a casa:

Gamma di rilevamento

A seconda dell’uso che hai pensato di fare del tuo dispositivo, dovrai controllare la gamma di rilevamento di cui dispone. Ricorda che fattori ambientali quali umidità e mineralizzazione del suolo avranno un impatto, positivo o negativo, sulla gamma di rilevamento, insieme anche al tipo di metallo oggetto della tua ricerca.

Detto questo, i modelli più costosi ti offriranno una gamma di rilevamento più alta, permettendoti quindi di cercare metalli ad una profondità maggiore. Ovviamente, il prezzo di questi metal detector sarà meno accessibile, dunque se hai bisogno di un dispositivo per cominciare, o per usarlo di tanto in tanto come passatempo, sarà meglio orientarsi sui prodotti più economici con gamma di rilevamento più bassa.

Bambino con metal detector in un giardino

La ricerca di metalli, che sia un hobby o un’attività professionale, richiede un impegno in termini di tempo che può arrivare a diverse ore. (Fonte: Zavyalov: 83348837/ 123rf.com)

Grandezza del piatto

In questo caso, ti consigliamo i piatti più piccoli se la tua ricerca si concentrerà su oggetti molto compatti. Ad esempio, se vuoi che il tuo metal detector sia in grado di identificare un pendente o una collana, dovrai scegliere un piatto con diametro inferiore ai 25 cm. Viceversa, se ti interessano solo gli obiettivi più grandi, dovrai acquistare un modello con piatto dal diametro maggiore.

Utilizzo

Se non sei molto esperto della ricerca e rilevamento di metalli, ti consigliamo di avere ben chiaro, prima di iniziare, il motivo per cui userai il tuo metal detector. Cosi facendo, ti risulterà molto più semplice scegliere il modello che fa al caso tuo. Ci sono modelli da mano o da piede; i primi sono più piccoli e compatti, ma hanno una gamma di rilevamento più bassa e sono quindi meno efficaci.

I modelli da piede sono i più comuni e, di solito, hanno caratteristiche migliori. Ad esempio, una gamma di rilevamento più alta, insieme a bobine, piatti e struttura impermeabile, o la capacità di scremare la ricerca a seconda delle impostazioni che gli dai. Alla fine, quindi, il modello da scegliere dipende da te e dall’uso che hai pensato di dare al metal detector.  Pensaci bene e non spendere più del dovuto.

Ragazza con il metal detector in spiaggia

Il metal detector sarà il nostro strumento principale, ma non sarebbe male disporre anche di altri accessori che ti facilitino la ricerca. (Fonte: Zakob: 86033752/ 123rf.com)

Indicatori di rilevamento di metalli

I modelli più moderni di metal detector dispongono di vari sistemi per segnalare il rilevamento. La maggior parte ha più di un sistema di avviso. Alcuni modelli hanno luci a LED, vari allarmi sonori e vibrazioni. Controlla bene questo aspetto, poiché converrebbe sempre scegliere un modello che abbia diversi sistemi di allerta.

Molti utilizzatori si lamentano del fatto che il proprio dispositivo non emetta suoni per avvisare del rilevamento, e sono quindi costretti a dipendere dallo schermo, dovendolo controllare continuamente. Ecco perché è importante scegliere un modello con più sistemi di avviso. Ti consigliamo anche di orientarti su un dispositivo che abbia un ingresso per le cuffie, per poter ascoltare meglio i segnali acustici anche in luoghi molto rumorosi.

Distinzione dei metalli

Questa funzione ti permetterà di impostare il metal detector programmando l’obiettivo di cui sei alla ricerca. Una volta individuato, il dispositivo emetterà un segnale solo se si tratta del metallo desiderato, ignorando completamente gli altri tipi. Si tratta di un’opzione molto utile, che ti permetterà di lavorare più velocemente ed in maniera più efficiente.

I metal detector da polso non includono questa opzione. Quelli a bassa frequenza invece si, ma ad un prezzo maggiorato. Scegli un modello con questa funzione solo se la userai davvero, altrimenti sarà una spesa inutile.

Uomo con il metal detector in spiaggia

La frequenza in un metal detector viene misurata in kHz (Kilohertzios).
(Fonte: Sergey: 108299714/ 123rf.com)

Design ergonomico

Il rilevamento dei metalli, che sia un hobby o un’attività professionale, richiede un impegno a livello di tempo che può arrivare anche a diverse ore. Ecco perché è necessario scegliere un modello che disponga di alcune caratteristiche che facilitino la nostra ricerca e la rendano più piacevole.

A questo proposito, controlla il peso del dispositivo e l’area di appoggio per il braccio. Ti consigliamo di scegliere sempre un modello imbottito e regolabile; idem per l’impugnatura. Altrettanto utile sarebbe avere l’asta retrattile, per non doverti piegare o accovacciare e regolarla in base alle tue esigenze.

Accessori

Il metal detector sarà il nostro strumento principale, ma non sarebbe male disporre anche di altri accessori che ti facilitino la ricerca. Potresti trovare molti di questi complementi già inclusi nella confezione, dunque ti consigliamo di controllare sempre attentamente il contenuto e gli accessori già forniti.

Tra i vari extra utili per usare il tuo metal detector ci sono una pala, una cintura con fodera e tasche, una borsa di sicurezza per riporre il dispositivo o degli auricolari. Se sei agli inizi con la ricerca di metalli, ti potrebbe far comodo anche un manuale, o del materiale informativo grafico con consigli su questa attività.

Tesori nascosti

I migliori modelli di metal detector dispongono di vari sistemi per segnalare il rilevamento. (Fonte: Филин: 112752652/ 123rf.com)

Impermeabilità

Sebbene di solito non siano subacquei, i migliori metal detector sono impermeabili e a tenuta stagna. In genere sono certificati IP, il che assicura resistenza a polvere ed umidità. Questo aspetto è essenziale per questi apparecchi, visto che spesso vengono utilizzati in spiaggia, a stretto contatto con l’acqua.

Conclusioni

Un metal detector può essere un fantastico regalo per un bambino: gli consegnerai un invito ad uscire all’aria aperta ed esplorare. Ma non è solo per i più piccoli: sono sempre di più gli appassionati della ricerca di metalli, che utilizzano questo strumento per uscire a caccia di “tesori” sepolti, sia per hobby che per lavoro. Si tratta di un apparecchio divertente e molto completo.

Come hai avuto modo di leggere, esiste una grande varietà di modelli in commercio. Scegliere quello che fa più al caso tuo non è sempre facile, soprattutto se non sei un esperto in materia. In questo articolo, abbiamo elaborato per te una guida completa, che comprende tutti i fattori d’acquisto da tenere in considerazione e le risposte alle domande più frequenti su questi prodotti.

Se l’articolo ti è piaciuto, lasciaci un commento o condividilo con i tuoi amici e parenti per aiutarli ad acquistare il miglior metal detector sul mercato.

(Fonte dell’immagine in evidenza: Lisitsyn: 70671533/ 123rf.com) 

Perché puoi fidarti di noi?

Dalila Coviello Redattrice e traduttrice
Le parole sono il mio più grande amore: ne ho scritte di mie, in italiano (Alice nel Paese dei call center, Nike Editrice, 2014), e da più di sei anni ne traduco da altre lingue, divertendomi ogni volta. Sono anche appassionata di digital, e social media e storytelling sono il mio pane quotidiano.
Jaume Vicent Redattore
Mi dedico alla scrittura di testi per diversi siti web. Adoro scrivere e sono un maniaco del SEO e del marketing digitale (sono appassionato di Inbound Marketing e Content Marketing). Le mia specialità sono gli attrezzi e i prodotti tecnologici.