Ultimo aggiornamento: 03/08/2021

Il nostro metodo

15Prodotti analizzati

18Ore di lavoro

6Fonti e riferimenti usati

71Commenti valutati

Esplorare nuove esperienze è uno dei grandi piaceri di chiunque abbia un minimo di preoccupazione. Tuttavia, i nostri preziosi occhi non sono illimitati e ci sono cose che non sono in grado di vedere. Per questo, i microscopi sono i tuoi migliori alleati per esplorare oltre l’apparentemente visibile.

Derivato dai concetti “micro” (piccolo) e “scopio” (osservare), il microscopio ti dà la possibilità di osservare a livelli di vicinanza inimmaginabili. Questo è reso possibile dal suo ampio ingrandimento e dai vari filtri. Esplorare ciò che è più vicino a te non è mai stato così eccitante, osi?




Le cose più importanti da sapere

  • L’acquisto di un microscopio ti permette di esplorare di più, aprire la tua mente e risvegliare la tua curiosità per la scienza.
  • Oggi i microscopi sono facili da usare e collegati digitalmente, permettendo a chiunque di esplorare i propri interessi scientifici.
  • Ci sono diverse caratteristiche da considerare prima di scegliere un microscopio piuttosto che un altro. Nella sezione “Criteri di acquisto” li elenchiamo in dettaglio per te.

Microscopi: la nostra selezione

Guida all’acquisto: Quello che devi sapere sui microscopi

Iniziare con un microscopio può essere un po’ una sfida per chi ha meno familiarità con lo strumento. Anche se in precedenza era destinato più a scopi scientifici, al giorno d’oggi il suo uso e interesse si è ampliato. In questa sezione risolviamo alcuni dubbi comuni sul suo funzionamento.

Hombre en su taller con microscopio

Si consiglia di scegliere un microscopio digitale, poiché è facile da usare ed è collegato al computer. (Fonte: Pelikh: 84795650/ 123rf.com)

Perché è una buona idea regalare un microscopio?

Natale, compleanni o feste di famiglia. Ci sono momenti in cui hai voglia di fare un regalo che sia originale, utile, interessante e che aiuti a risvegliare l’immaginazione. In ognuno di questi casi, un microscopio è una buona opzione, in quanto non fa distinzione di età, quindi sarà utile sia per i nonni che per i bambini piccoli.

Si consiglia di scegliere un microscopio digitale, in quanto è facile da usare ed è collegato al computer. Inoltre, hanno un buon ingrandimento, senza nulla da invidiare a modelli più avanzati. Il livello di ingrandimento, in questo caso, sarà uno dei criteri più rilevanti prima di scegliere un modello o un altro.

Cosa ha significato l’invenzione del microscopio?

Ai suoi inizi, il microscopio ha significato un grande progresso scientifico, soprattutto per ricerche più approfondite. Dopo la sua invenzione nel 1590 da parte di Zacharias Janssen, nel 1665 la ricerca di William Harvey sulla circolazione del sangue divenne nota dopo aver analizzato in dettaglio i capillari del sangue.

Successivamente, i progressi tecnologici continuarono ad essere fatti da diversi pionieri. Aumentarono il livello di ingrandimento dei microscopi e resero possibili studi sempre più completi sul comportamento dei microrganismi e lo studio delle cellule. Il progresso fu enorme, specialmente nel 18° secolo.

Muchos microscopios

Ci sono quattro diversi tipi di illuminazione e noi useremo l’uno o l’altro a seconda di ciò che ci conviene.
(Fonte: Ousa Chea: gKUC4TMhOiY/ Unsplash.com)

Quali sono i diversi tipi di microscopi che esistono?

I microscopi sono alcuni degli strumenti più versatili che esistono, nel senso che possono essere distinti da molte aree. A seconda del tipo di utilizzo che vuoi farne, potresti sceglierne uno con un sistema di illuminazione ottica, elettronica o ultravioletta, per esempio. In questa sezione presentiamo le loro distinzioni.

Microscopi secondo: Tipi: Descrizione:
Sistema di illuminazione Ottico Un riflettore è puntato sul campione, che è illuminato dalla luce visibile.
Sistema di illuminazione Elettronico Il campione non è illuminato dalla luce, ma vengono utilizzati elettroni. Questi impattano in una camera a vuoto.
Sistema di illuminazione Luce ultravioletta Illumina il campione con luce ultravioletta, che permette una migliore risoluzione rispetto alla luce visibile.
Sistema di illuminazione Luce polarizzata È un microscopio ottico a cui sono stati aggiunti due polarizzatori.
Sistema di illuminazione Fluorescenza Permette l’osservazione di sostanze che emettono luce propria quando illuminate con una certa lunghezza d’onda.
Numero di lenti Simple Ha una sola lente ed è comunemente conosciuta come lente d’ingrandimento.
Numero di lenti Luce riflessa La luce illumina il campione e parte di essa viene riflessa e diretta all’obiettivo.
Numero di oculari Monoculare Ha un singolo oculare attraverso il quale il campione può essere osservato.
Numero di oculari Binoculare Permette di osservare il campione contemporaneamente con entrambi gli occhi. È il metodo più comunemente usato nei laboratori di ricerca.
Numero di oculari Trinoculare Consente di osservare il campione attraverso un terzo oculare per collegare una telecamera.

Quali sono le differenze tra microscopi digitali e stereo?

Abbiamo discusso i diversi tipi di microscopi disponibili sul mercato. Tuttavia, la distinzione principale che viene spesso fatta è tra microscopi digitali e stereo. Da un lato, i microscopi digitali ti permettono di collegare una fotocamera digitale al posto dell’oculare per catturare l’immagine.

Dall’altro lato, i microscopi stereo ti permettono di osservare il campione tridimensionalmente. Sono dotati di due oculari e l’immagine del campione che raggiunge ciascun oculare è diversa, così che quando sono combinati, si ottiene l’effetto 3D. L’ingrandimento ottenuto è inferiore a quello di un microscopio ottico convenzionale.

Hombre viendo a traves de microscopio

Prima di iniziare ad utilizzare il microscopio, è necessario conoscere diversi passaggi che ti aiuteranno ad ottenere risultati migliori dai tuoi campioni. (Fonte: Shironosov: 121685746/ 123rf.com)

Come si usa un microscopio?

Prima di iniziare ad usare un microscopio devi conoscere diversi passi che ti aiuteranno ad ottenere risultati migliori dai tuoi campioni. La messa a fuoco è l’azione più importante, ma ce ne sono altre elencate di seguito che possono essere utili una volta che metti le mani su un microscopio per la prima volta

  • Posiziona il palco sul carrello e regolalo.
  • Gira la vite macrometrica per iniziare la messa a fuoco fino a quando l’oggetto è in vista e gira la vite micrometrica.
  • Gira la vite del micrometro per regolare la qualità della messa a fuoco già raggiunta.
  • Analizza il focus fino al più piccolo dettaglio.
  • Regola altri fattori come l’illuminazione o il contrasto.

Quali sono le parti di un microscopio?

È importante conoscere le diverse parti che compongono il microscopio per ottenere il massimo da tutte. La combinazione di tutti loro ti permetterà di ottenere i giusti risultati, a seconda del tipo di attività che vuoi svolgere. I componenti sono elencati di seguito

  • Lente oculare: questo è il punto in cui si posiziona l’occhio per osservare il campione. La lente può ingrandire l’immagine di 10-15 volte la sua dimensione originale.
  • Canna: consiste in un tubo di metallo allungato. Il suo interno è nero e serve a sostenere la lente oculare e le lenti obiettive.
  • Obiettivi: raggruppamento di 2 o 3 lenti situate sul revolver.
  • Revolver: sistema che contiene le lenti dell’obiettivo. Può avere un sistema rotante che fornisce la possibilità di scambiare queste lenti.
  • Vite macrometrica: manopola che, quando viene girata, agisce per ingrandire o ridurre l’oggetto osservato.
  • Vite micrometrica: permette di mettere a fuoco correttamente l’immagine, rendendola più chiara.
  • Palcoscenico: piattaforma a morsa su cui è posto l’oggetto o il preparato da osservare.
  • Diaframma: utilizzato per regolare la quantità di luce che passa attraverso l’oggetto sotto osservazione.
  • Condensatore: utilizzato per concentrare il fascio di luce sul preparato o sull’oggetto.
  • Fonte di luce artificiale: dirige la luce sul palco.

Hombre con microscopio

Criteri di acquisto

Nonostante i progressi tecnici che i microscopi hanno subito nel corso degli anni, è necessario dare un’occhiata da vicino alle caratteristiche offerte da ogni prodotto. Se nella sezione Classifica abbiamo presentato i principali modelli del momento, in questa sezione vogliamo farti sapere a cosa dovresti prestare attenzione prima di effettuare il tuo acquisto

Qualità ottica

La qualità è definita dall’oculare e dall’obiettivo, anche se quest’ultimo è il più importante, dato che è dove viene prodotta la maggior parte dell’ingrandimento nel microscopio. Assicurati che gli obiettivi siano acromatici, poiché questo sarà in grado di correggere alcune imprecisioni visive delle lenti.

All’interno della gamma di obiettivi, oltre a quelli acromatici, troveremo anche altri tipi di obiettivi, a seconda del budget che vogliamo investire. Questi sono quelli piatti (raggiungono un livello di correzione quasi perfetto) o quelli semi-piatti (non sono così costosi come quelli piatti e hanno un livello di correzione più alto di quelli acromatici).

Estudiante con microscopio

I microscopi sono alcuni degli strumenti più versatili che esistono, nel senso che possono essere distinti da molti campi. (Fonte: Polc: 84829544/ 123rf.com)

Ingrandimento

Come detto sopra, l’ingrandimento del microscopio definisce la qualità e il tipo di campioni che possono essere osservati. È meglio avere un revolver che ti permetta di cambiare obiettivo in modo da avere la versatilità di osservare secondo le necessità. Non tutti i campioni hanno bisogno di un livello di ingrandimento estremo, che di solito va da 20 a 60x.

L’ingrandimento totale del microscopio ottico composto è prodotto in due fasi: prima nelle lenti dell’obiettivo e poi nelle lenti dell’oculare. Quindi, è necessario conoscere l’ingrandimento delle due parti del microscopio per conoscere l’ingrandimento totale ottenuto. Ingrandimento del microscopio = ingrandimento dell’obiettivo x ingrandimento dell’oculare.

Tipo di illuminazione

Ci sono quattro diversi tipi di illuminazione e noi useremo uno o l’altro a seconda delle nostre esigenze. Sono: tungsteno, fluorescente, LED e alogeno. Gli ultimi due sono quelli con la massima luminosità e qualità. Essendo luce bianca, il calore non influisce sul campione. Pertanto, dovrebbero essere utilizzati in indagini più delicate.

La fluorescenza è un altro tipo di illuminazione che non causa alcun danno. Il tungsteno, d’altra parte, contiene luce gialla ed è raccomandato per l’uso su campioni che non possono essere influenzati dal calore. Questi fattori dovrebbero essere presi in considerazione quando si acquista un microscopio, considerando se il tipo di utilizzo è più o meno delicato.

Microscopio en primera plano

I microscopi stereo permettono di osservare il campione tridimensionalmente.
(Fonte: Suria: 111518681/ 123rf.com)

Materiali

Il materiale di cui è fatto il tuo microscopio determina la sua durata. In altre parole, se stai cercando un prodotto economico senza troppe pretese, puoi optare per un modello più economico. In questo caso, dovresti tenere a mente che la sua vita utile o la sua qualità si deteriorerà più rapidamente. Preferisci che sia fatto di plastica o di metallo?

Se lo userai solo per il tempo libero o per attività scolastiche, il metallo sarà sufficiente. Ma se il tuo uso è più scientifico, per osservazioni più avanzate e professionali, il metallo ti permetterà di raggiungere un livello di qualità superiore. Principalmente, il metallo e la plastica sono i due materiali più comunemente usati.

Accessori

Se finora abbiamo visto gli elementi principali da considerare prima di acquistare un particolare microscopio, è anche consigliabile dare un’occhiata agli accessori che possono essere utilizzati per raggiungere livelli più alti di qualità. Questo è particolarmente consigliabile se stai cercando qualcosa che va oltre il prodotto base.

Principalmente, il vantaggio degli accessori è quello di ottenere risultati sempre più accurati utilizzando il microscopio. Per accessori intendiamo la possibilità di aggiungere fotocamere digitali, obiettivi diversi, specchi riflettenti o condensatori, tra le altre opzioni.

Hombre adulto en su oficina

Nei suoi primi giorni, il microscopio è stato una grande scoperta scientifica, specialmente per ricerche più approfondite. (Fonte: Stokkete: 26749515/ 123rf.com)

Sommario

Non dovresti essere sorpreso dall’idea di comprare un microscopio anche se non sei un ricercatore scientifico. Al giorno d’oggi, con i progressi tecnologici, questo strumento è alla portata di chiunque sia interessato a conoscere più di quello che l’occhio nudo può vedere. Ti consideri una persona curiosa?

Se la risposta è sì, questa è una ragione sufficiente per fare il grande passo e iniziare questo eccitante mondo nascosto. Dai bambini piccoli agli adulti, i microscopi possono essere utili se prima hai un’idea chiara del tipo di utilizzo che ne farai. In questo modo, è consigliabile comprarne uno che si adatti tecnicamente ai tuoi interessi.

Se questo articolo ti è stato utile per sapere perché dovresti comprare un microscopio, ti invitiamo a lasciarci un commento o a condividerlo sui social network.

(Fonte dell’immagine in evidenza: Lightfieldstudios: 77858052/ 123rf.com)

Perché puoi fidarti di me?

Recensioni