Un monitor LCD

I monitor LCD (Liquid Crystal Display, in inglese) sono i tradizionali monitor piatti attualmente in commercio, che sono andati via via sostituendo i vecchi schermi CRT con tubo catodico. I monitor LCD contengono uno strato di cristalli liquidi, appunto, una serie di circuiti elettrici che li controlla e un pannello luminoso: tutti questi elementi permettono di offrire una qualità d’immagine ottimale.

Attualmente, sul mercato è possibile trovare un’enorme varietà di monitor LCD con caratteristiche diverse, quindi acquistarne uno può risultare piuttosto complicato e anche frustrante. Non preoccuparti, però, perché con questa guida ti aiuteremo a conoscere meglio questi dispositivi e a scegliere il modello più adatto alle tue personali esigenze.

Le cose più importanti in breve

  • I monitor LCD dispongono di un pannello di cristalli liquidi: di qui il loro nome (Liquid Crystal Display, in inglese). Generalmente, si tratta di schermi con un sistema di retroilluminazione fluorescente in cui le immagini appaiono quando la luce proveniente dal retro dello schermo lo colpisce.
  • Oggi, i monitor LCD si contraddistinguono come dispositivi molto economici e con un ridotto consumo energetico. Inoltre, offrono livelli di qualità dell’immagine molto elevati e buone prestazioni. Grazie ad essi è possibile godere di neri più intensi e di un fantastico livello di nitidezza.
  • Al momento di acquistare un monitor LCD, la prima cosa a cui pensare è quale sarà il suo utilizzo principale e quali sono le dimensioni che desideri. Dopodiché, è utile tenere in considerazione criteri più tecnici come la risoluzione dell’immagine, se integra o meno la tecnologia HDR e i connettori di cui dispone.

I migliori monitor LCD sul mercato: la nostra selezione

Qui di seguito, ti presentiamo la nostra selezione dei migliori monitor LCD attualmente disponibili sul mercato. L’abbiamo elaborata includendo esclusivamente articoli che presentino un’ottimo rapporto qualità/prezzo. Ne troverai di tipi diversi, da quelli pensati per un’applicazione specifica a quelli più versatili.

Il miglior monitor LCD con pannello TN

Questo monitor LCD da 24,5 pollici, con display Full HD 1080p e retroilluminazione a LED, è dotato di pannello TN a risposta rapida, che lo rende perfetto per guardare film e giocare. La tecnologia Eye-Care protegge la vista riducendo l’affaticamento degli occhi, mentre la cornice sottilissima Edge to Edge e il design elegante consentono di posizionare il monitor in qualunque punto e stanza della casa.

Il monitor LCD dal miglior rapporto qualità/prezzo

HP presenta un monitor di 21,5 pollici con un rapporto d’aspetto di 16:9 dotato di pannello IPS con retroilluminazione a LED. Il design quasi privo di bordi e la risoluzione Full HD 1080p lo rendono un prodotto eccezionale dal punto di vista della funzionalità e, al contempo, piacevole ed elegante da vedere. Presenta una porta VGA e una HDMI per collegare facilmente il computer portatile o desktop.

Il miglior monitor LCD per il gaming 

Con un tempo di risposta pari a soltanto 1 ms, che assicura una visualizzazione fluida e nitida, questo monitor di 23,6 pollici è assolutamente perfetto per i gamer: l’esperienza di gioco è ottimale, grazie anche ai colori vivaci e allo SmartContrast, tecnologia Philips che regola il contrasto, migliorando tra l’altro la riproduzione delle tonalità scure dei videogiochi. Risoluzione Full HD 1080p, dotato di porte VGA, DVI e HDMI.

Il monitor LCD dal design più elegante

La prestigiosa marca Acer presenta un monitor incredibilmente elegante e ultrasottile (6,6 mm di spessore), privo di cornice, con la base decorata con un motivo a cerchi concentrici, piacevolissimo da vedere. Dotato di pannello IPS, risoluzione Full HD e formato 16:9, offre ampi angoli di visione, con colori che rimangono nitidi e inalterati indipendentemente dall’angolazione. AcerVisionCare protegge la vista, riducendo l’affaticamento degli occhi anche a seguito di uso prolungato.

Guida all’acquisto: Tutto quello che devi sapere sui monitor LCD

Al momento di acquistare un monitor LCD, è fondamentale tenere in considerazione una serie di questioni importanti. Non dimenticare infatti che esistono modelli diversi con prestazioni diverse. A seconda dell’uso che conti di farne, potrebbe interessarti un tipo di monitor piuttosto che un altro. In questa sezione, quindi, risolveremo i principali dubbi che possono sorgere relativamente a questi prodotti.

Donna davanti a un monitor LCD

I monitor LCD sono caratterizzati da schermi piatti, sottili e resistenti al passare del tempo. (Fonte: Samborskyi: 81847481/ 123rf.com)

In che cosa consiste un monitor LCD?

I monitor LCD sono attualmente i più diffusi. In generale, si compongono di un pannello di cristalli liquidi (di qui il loro nome, Liquid Crystal Display, in inglese) e di un sistema di retroilluminazione fluorescente situato nella parte posteriore dello schermo. Le immagini compaiono quando la luce proveniente dal sistema di retroilluminazione colpisce lo schermo.

I monitor LCD sono caratterizzati da schermi piatti, sottili e resistenti al passare del tempo. Inoltre, ormai da qualche anno, dispongono di retroilluminazione LED, quindi alcuni produttori parlano di schermi LCD LED. I monitor LCD, solitamente, comportano un consumo energetico ridotto e sono piuttosto economici.

Quali sono i vantaggi e gli svantaggi dei monitor LCD?

I monitor LCD offrono una serie di importanti vantaggi. Per cominciare, come detto, comportano un consumo energetico davvero ridotto e sono piuttosto economici. Inoltre, ti permettono di godere di colori particolarmente vividi e di un buon grado di nitidezza. Per saperne di più, puoi consultare tutti i loro vantaggi e svantaggi nella seguente tabella.

Vantaggi
  • Il loro consumo energetico è piuttosto ridotto.
  • Solitamente, sono più economici di altri tipi di monitor.
  • Potrai godere di colori molto vividi.
  • Offrono solitamente un buon livello di nitidezza.
  • Offrono neri più intensi.
  • Esiste una grande varietà di modelli diversi.
  • Sono più resistenti al passare del tempo.
Svantaggi
  • Offrono valori di contrasto ridotti.

Qual è il miglior rapporto d’aspetto per un monitor LCD?

Attualmente, il rapporto d’aspetto maggiormente utilizzato dai produttori e, di conseguenza, dagli utenti, è il 16:9. Tuttavia, ultimamente si ricorre sempre più spesso al formato 21:9 per lavorare con lunghe diagonali e quando è necessario utilizzare numerose finestre, come nel caso dei contenuti multimediali.

Monitor LCD su scrivania

Molti computer portatili dispongono di porte VGA o HDMI attraverso cui è possibile collegare un monitor. (Fonte: Tarashchenko: ep6Afz45gH0/ Unsplash.com)

Qual è la risoluzione dello schermo più adatta per un monitor LCD?

Anche se si tende a pensare che sia meglio disporre di una maggiore risoluzione d’immagine, in realtà non è sempre così. Per schermi da 21 a 24 pollici, ad esempio, l’ideale è forse puntare su risoluzioni Full HD o 1080p, mentre a partire dai 24 pollici è consigliabile optare per un monitor 4K.

Dall’altra parte, per il gaming può essere interessante una risoluzione 1440p, dato che si tratta di una risoluzione che non carica troppo la scheda grafica. Se però disponi di un computer e una grafica sufficientemente potenti o di una console adeguata, non esitare a lanciarti su un monitor 4K con HDR. Questo perché sono sempre più numerosi i giochi che permettono di sfruttarne tutto il potenziale.

Quali sono i fattori che influenzano maggiormente il prezzo dei monitor LCD?

In generale, sussiste un rapporto diretto tra le dimensioni dello schermo e il prezzo del monitor. Tuttavia, come puoi immaginare, questo non è ovviamente l’unico fattore determinante. Un altro elemento che influisce notevolmente sul prezzo è il tipo di pannello: oggi, i tre tipi principali sono TN, VA e IPS.

Tra questi, quello che solitamente costa di più è l’IPS, anche se negli ultimi anni i prezzi si sono abbastanza ridotti. Altri fattori che influiscono molto sul prezzo sono la risoluzione dell’immagine e la tecnologia HDR. Inoltre, i monitor per gaming dispongono solitamente di tecnologie specifiche per offrire un miglior rendimento durante il gioco, quindi il loro prezzo è più elevato.

Criteri di acquisto

Arrivato il momento di acquistare un monitor LCD, è importante tenere in considerazione una serie di criteri di acquisto. Per semplificarti il processo di scelta, abbiamo selezionato quelli che, a nostro giudizio, sono i più determinanti. Potrai così disporre di un’utile guida per regolare al meglio il rapporto qualità/prezzo.

  • Utilizzo principale a cui è destinato il monitor
  • Dimensioni dello schermo
  • Tipo di pannello
  • Risoluzione
  • HDR
  • Connettori

Utilizzo principale a cui è destinato il monitor

Se usi principalmente il computer per giocare, avrai bisogno di un monitor diverso da quello che potrebbe servirti se lo usassi soltanto per navigare e svolgere lavoro d’ufficio. Quindi, al momento di scegliere un monitor LCD, la prima cosa da fare è pensare a quale sarà l’utilizzo principale che ne farai.

Se per esempio cerchi un monitor per gaming, ti conviene sceglierne uno adatto al tipo di gioco a cui giocherai: se ami quelli competitivi, dovrai optare per un prodotto con un basso tempo di risposta. Per il disegno grafico o per godere di contenuti audiovisivi in alta definizione, l’ideale è invece scegliere un monitor dotato di pannello VA.

Persona davanti al monitor LCD

I monitor LCD sono attualmente i più diffusi.
(Fonte: Haivan: HFMhZD6InJQ/ Unsplash.com)

Dimensioni dello schermo

Le dimensioni dello schermo di un monitor vengono solitamente espresse in funzione della lunghezza della diagonale in pollici. Anche se, in ultima istanza, le dimensioni dello schermo dipenderanno in larga misura dalle dimensioni della stanza in cui collocherai il monitor, oggi un valore “normale” è compreso tra i 24 e i 27 pollici.

Tipo di pannello

Oggi esistono principalmente tre tipi di pannelli: TN, IPS e VA. Ovviamente, ognuno di essi offre prestazioni specifiche ed è maggiormente indicato per un utilizzo piuttosto che un altro. Nella seguente tabella potrai scoprire le loro principali caratteristiche e applicazioni.

TN IPS VA
Distribuzione dei cristalli Perpendicolare ai pannelli di vetro. Parallela. Parallela ai pannelli.
Qualità dell’immagine Colori più spenti. Ottima qualità di immagine e minore distorsione in relazione agli angoli di visione. Miglior qualità di immagine e contrasto.
Applicazioni principali Sono ideali per gamer che cercano un monitor con un basso tempo di risposta. Vengono usati abbastanza anche come monitor da ufficio. Vengono sempre più utilizzati per diversi tipi di applicazioni. Si usano molto per il gaming non competitivo. Si usano molto per il disegno grafico. Inoltre, sono perfetti per usufruire di contenuti multimediali come serie TV o film.
Prezzo Sono piuttosto economici. Il loro prezzo si è ridotto considerevolmente negli ultimi anni. Sono più costosi dei pannelli TN.

Risoluzione

Ci stiamo ormai addentrando completamente nell’epoca della risoluzione 4K, eppure si sta già iniziando a parlare di risoluzioni 8K. Comunque sia, se utilizzi il computer per navigare o per attività d’ufficio, una risoluzione Full HD sarà più che sufficiente. Un caso particolare è se lo utilizzi essenzialmente per giocare con i videogiochi.

Se è così, dovresti iniziare a pensare ad un monitor che ti offra una risoluzione 4K, appunto. Tieni però presente che potrai sfruttarlo al massimo soltanto se disponi di un computer sufficientemente potente. Lo stesso vale se sei un amante del cinema e delle serie TV, dato che sono sempre più numerosi i contenuti sviluppati in 4K.

HDR

Negli ultimi anni è sempre più frequente trovare monitor HDR (High Dynamic Range, in inglese). Questa tecnologia offre colori più simili a quelli che normalmente vediamo nella realtà. Inoltre, un altro dei grandi vantaggi dell’HDR è il fatto che illumina in maniera indipendente le diverse zone dello schermo.

Grazie all’HDR, si ottiene un maggior contrasto dell’immagine. In tal modo, i benefici di questa tecnologia si percepiscono soprattutto nell’illuminazione delle diverse scene e nei colori più vividi. Oggi esistono vari standard di HDR: HDR10, Dolby Vision, HDR10+ e HLG.

Connettori

Naturalmente, i connettori più importanti di un monitor sono le porte video. E, tra queste, quella in assoluto più importante è l’HDMI, quindi può essere utile che il monitor ne abbia più d’una. A partire da qui, a seconda del dispositivo a cui collegherai il monitor, potrebbero rendersi necessarie una porta VGA, in particolare per computer vecchi, o una porta DVI.

Il vantaggio delle porte HDMI è che permettono anche di trasmettere audio. Le porte DVI, dal canto loro, reggono maggiori frequenze di aggiornamento. Devi anche tenere in considerazione la connessione DisplayPort, perché è quella che offre maggior larghezza di banda. Ovviamente, non è male se il monitor dispone anche di porte USB.

Conclusioni

I motivi per cui potresti aver bisogno di un monitor LCD sono molti e diversi. Può darsi che tu debba sostituire quello che possiedi perché si è rotto o semplicemente hai deciso di cambiarlo con un altro dalle prestazioni migliori. O, magari, vuoi un monitor a cui collegare il portatile quando sei a casa o in ufficio.

In ogni caso, i monitor LCD offrono sostanzialmente un ottimo rapporto qualità/prezzo. Tuttavia, non sempre risulta facile scegliere quello più adatto alle proprie esigenze e, di fronte a così tanti parametri tecnici, si rischia di sentirsi un po’ sperduti. Il nostro consiglio, quindi, è quello di tenere in considerazione un ridotto numero di criteri di acquisto, come ad esempio l’uso che farai del monitor, le dimensioni dello schermo o il tipo di pannello.

Se ritieni che questa guida ti sia stata utile nel tuo processo di scelta, puoi lasciarci un commento o condividerla attraverso i vari social network.

(Fonte dell’immagine in evidenza: Kitai Jogia: R9rA/ Unsplash.com)

Perché puoi fidarti di me?

REVIEWBOX Redazione
REVIEWBOX
I redattori di REVIEWBOX fanno ricerche approfondite e scrivono articoli interessanti e completi per aiutare gli utenti a fare la scelta giusta nel momento in cui devono trovare il miglior prodotto per le proprie esigenze.