Un multimetro o tester
Ultimo aggiornamento: 23/07/2020

Benvenuti sul nostro articolo dedicato al multimetro. Se ti piace fare lavori elettrici o di elettronica, saprai quanto è pericoloso toccare un cavo o cambiare una spina quando non sei sicuro che ci sia o meno corrente. I cavi sotto tensione possono causare ustioni ed elettrocuzione. Fortunatamente, hobbisti ed elettricisti hanno a disposizione uno strumento funzionale come il multimetro.

I multimetri sono utilizzati per misurare l’elettricità. Ma non solo la corrente, possono anche misurare resistenza, continuità e tensione. In sintesi, è uno strumento molto completo e indispensabile per elettricisti e amanti del fai-da-te. In questo articolo, spiegheremo tutto ciò di cui hai bisogno su questi dispositivi, vuoi saperne di più?




Le cose più importanti in breve

  • I multimetri digitali sono apparecchiature molto sofisticate e, allo stesso tempo, molto facili da usare. Mostrano tutti i dati su schermi LCD, con numeri grandi e chiari.
  • La cosa migliore dei multimetri moderni è che uniscono le funzioni di un voltmetro e quelle di un amperometro. Inoltre, includono funzioni extra che ti torneranno utili.
  • La precisione è il fattore di acquisto più importante di un multimetro. Questo fattore mostra l’errore massimo consentito dal dispositivo in una lettura. Più preciso, migliore è il risultato finale.

I migliori multimetri sul mercato: la nostra selezione

Alcuni anni fa i multimetri erano attrezzature costose, accessibili solo ai professionisti. Oggi, i produttori realizzano sistemi semplici ed efficaci a prezzi accessibili per tutte le tasche. Per aiutarti a scegliere il tuo strumento, abbiamo selezionato i modelli meglio recensiti dagli acquirenti online. Vediamoli:

Il miglior multimetro digitale

Il Tacklife DM01 è un multimetro digitale che combina misurazioni precise ad un prezzo equilibrato, e che in fatto di funzioni non si fa mancare nulla. È in grado di misurare differenze di potenziale fino a 1000 V, intensità di corrente fino a 10 A, capacità fino a 100 mF, resistenza e frequenza, ed effettuare test su diodi e di continuità. È dotato di torcia LED ed il display è retroilluminato. Sono inoltre predisposti due fusibili sul retro dello strumento, per la linee da 600 mA e da 10 A. In dotazione vengono forniti puntali, sonda termometrica e 4 pile stilo.

Il miglior multimetro analogico

Quello in esame è un’alternativa ai più diffusi nonché più semplici da usare multimetri digitali, ovvero un multimetro analogico distribuito da Ice Strumentazione SRL, realizzato secondo le norme IEC 1010. Effettua misurazioni in corrente continua fino a 1000 V e 5 A, ed in corrente alternata fino a 750 V e 2,5 A, oltre che misure di resistenza e capacità. Gode di un ampio quadrante con ampiezza di scala da 100° ed effettua inoltre prove con diodi, transistor, di continuità e LowOhm 0-500 Ω.

Il multimetro più conveniente

Il tester digitale DM02A proposto da Tacklife è un prodotto economico ma funzionale, destinato ad hobbisti che cercano uno strumento completo e sufficientemente affidabile. Misura voltaggi fino a 600 V, intensità fino a 10 A, frequenze fino a 200 KHz e resistenze fino a 20 MΩ. Supporta il rilevamento di alti voltaggi a distanza ed effettua test su diodi e di continuità. Il display è retroilluminato e dispone di due fusibili sostituibili sul retro. E nella confezione sono inclusi puntali, batteria da 9 V ed un cacciavite.

Il miglior multimetro per gli elettricisti

Il Fluke 117 è un multimetro professionale che garantisce affidabilità, precisione e versatilità ad elettricisti ed altri professionisti del settore, ad un prezzo piuttosto equilibrato. Misura correnti fino a 10 A (20 A per 30 secondi), tensioni fino a 600 V, e naturalmente capacità e resistenza. Supporta inoltre la rilevazione di tensione senza contatto, il riconoscimento automatico di correnti continue o alternate, e le misurazioni su carichi non lineari true-RMS. Il display è retroilluminato e gode di un’impedenza d’ingresso molto bassa.

Guida all’acquisto: Tutto quello che devi sapere sui multimetri

I multimetri sono i re dell’industria elettrica ed elettronica. Sono utilizzati per testare, riparare, controllare installazioni elettriche e circuiti elettronici. Nella prossima sezione dell’articolo, spiegheremo tutto ciò che devi sapere su questi dispositivi. Rispondendo alle domande più comuni e spiegando le loro caratteristiche.

Multimetro in funzione

A differenza di altri strumenti, i multimetri hanno solo due varianti: digitale e analogico. (Fonte: Kaewsai: 69381858/ 123rf.com)

Voltmetri e multimetri sono uguali?

È comune confondere voltmetri e multimetri fino a credere che siano uguali. In breve, il voltmetro viene utilizzato per misurare le differenze di tensione tra due punti, mentre il multimetro è uno strumento molto più completo, in grado di misurare non solo la tensione, ma anche altre grandezze come l’impedenza o la resistenza.

Per differenziarli, tutto ciò che devi fare è guardare il dispositivo, principalmente le misurazioni che ha sulla parte frontale. Se lo strumento è in grado di misurare solo la tensione (voltmetro), sarà contrassegnato da una V e una scala. Se è un multimetro, vedremo un pulsante selezionatore dei parametri e troveremo tensione (V), resistenza (ohm, Ω) e intensità (A).

Cos’è meglio, un voltmetro o un multimetro?

La scelta dipenderà dalle tue esigenze. Se vuoi un dispositivo domestico, per completare la tua cassetta degli attrezzi, allora è meglio scegliere un multimetro. Queste apparecchiature offrono un’ampia varietà di misure e con esse avrai una maggiore versatilità di lavoro. Fondamentalmente avrai un “tutto in uno”.

D’altra parte, se ti dedichi all’elettricità e hai bisogno, ad esempio, di installare un sensore di tensione in un circuito elettronico per conoscere la differenza di potenza in ogni momento e lo utilizzerai solo per quello, allora è meglio acquistare un voltmetro.

Quali sono i vantaggi e gli svantaggi dei multimetri?

Sebbene siano strumenti molto precisi e molto facili da usare, anche i multimetri hanno i loro svantaggi. Questi sono importanti se ti dedichi a lavori professionali. Per questo motivo, abbiamo deciso di spiegarti quali sono i principali vantaggi e svantaggi dei multimetri digitali e analogici:

Vantaggi Inconvenienti
Multimetri analogici Tracciamento più accurato delle variazioni di valore.
Misura di valori medi più piccoli.
Rilevamento di diverse variazioni di tensione.
I picchi dei valori misurati sono più visibili fino a 40 kHz.
È necessario escludere gli errori dei valori misurati, interpretando solo il valore corretto.
È necessario modificare il tipo di segnale quando si misura manualmente.
Gli elementi sono più sensibili.
È dannoso per lo strumento ignorare la polarità della corrente continua.
È dannoso non selezionare correttamente la lettura.
Non ha protezione da sovraccarico.
Multimetri digitali Non mostra errori di lettura sullo schermo.
Rilevamento automatico della polarità.
Rilevamento automatico della gamma di misurazione.
Maggiore precisione del valore misurato visualizzato sullo schermo.
Meno sensibili alle interferenze, al rumore o al flusso magnetico.
Più economico da produrre, poiché ha meno elementi meccanici.
Misurazioni errate alle alte frequenze.
I picchi di tensione possono danneggiare l’apparecchiatura.

A cosa serve un multimetro?

Come ti abbiamo anticipato precedentemente, i multimetri sono attrezzature molto complete. Una delle loro migliori caratteristiche è che hanno molte funzioni. In generale, servono per misurare diverse grandezze in un circuito elettrico. Per darti un’idea, ti lasciamo un elenco con alcune delle sue funzioni principali:

  • Misurazione della resistenza.
  • Test di continuità.
  • Misurazioni di tensione con corrente alterna e continua.
  • Misurazioni di intensità con corrente alterna e continua.
  • Misurazioni di capacità.
  • Misurazioni di frequenza.
  • Rilevazione di corrente alternata.
Elettricista che usa un multimetro

La risoluzione è definita come la più piccola variazione in un segnale di ingresso che produce una variazione nel segnale di uscita. (Fonte: Muenhong: 63288208/ 123rf.com)

Quanti tipi di multimetro possiamo trovare sul mercato?

A differenza di altri strumenti, i multimetri hanno solo due varianti: digitale e analogico. Abbiamo già spiegato i vantaggi e gli svantaggi di ciascuno, quindi ora vedremo nel dettaglio le loro caratteristiche principali:

Tipo Risultato Precisione Intervallo
Analogico Ago e scala 1 % Da 0,4 mV a 1000 V
Digitale Schermo LCD Assoluta Da 0 mV a 1000 V

Come si misura la corrente con un multimetro?

L’intensità della corrente viene misurata in ampere e fornisce informazioni sulle cariche elettriche che scorrono attraverso una superficie definita in un determinato periodo di tempo. Per la misurazione, possiamo usare pinze amperometriche o il multimetro stesso. Per misurare la corrente con un multimetro è necessario:

  • Regolare l’intervallo di misurazione. Se non conosci questo intervallo, inizia con un intervallo di misurazione elevato e scendi.
  • Lasciare il circuito che stai per misurare senza tensione e aprirlo.
  • Posizionare i cavi di misurazione e chiudere nuovamente il circuito.
  • Il valore dell’intensità viene misurato in ampere e verrà visualizzato sul display del multimetro.

Come si misura la resistenza con un multimetro?

I multimetri hanno molte funzioni, tra cui quella per misurare la resistenza. Come sempre, è necessario collegare i due cavi isolati (rosso per positivo e nero per negativo) al DMM (Digital Multimeters). Per misurare la resistenza con un multimetro è necessario:

  • Posizionare la scala del multimetro sul simbolo Ω, che significa “ohm” ed è indicato per misurare la resistenza.
  • Successivamente trova il valore di resistenza che più ti conviene.
  • Ora posiziona i terminali tra i punti che vuoi misurare.
  • Registra il risultato che appare sul display.

Come si misura la continuità con un multimetro?

La continuità è la presenza di un percorso completo per il flusso corrente. Cioè, la capacità di un sistema elettrico di lasciarsi attraversare dall’elettricità. Un circuito elettrico, è completo quando l’interruttore è chiuso. Un circuito perfetto avrà una resistenza pari a 0 ohm.

Immagina che il caricabatterie del tuo laptop abbia smesso di funzionare, quindi devi sapere se la continuità è stata interrotta. Per fare questo, devi:

  1. Selezionare l’opzione di continuità nel selettore del multimetro. Questa opzione è generalmente contrassegnata con un simbolo dell’altoparlante.
  2. Controlla che il multimetro funzioni bene. Per fare ciò, puoi unire le punte dei due cavi. L’apparecchiatura dovrebbe emettere un suono acuto.
  3. Per misurare la continuità, inizia posizionando le punte del misuratore all’estremità dell’adattatore.
  4. La punta rossa dovrebbe andare all’esterno e l’altra all’interno.
  5. Se non suona, è necessario testare sezione dopo sezione per scartare e trovare il danno.

Come si misura l’amperaggio con un multimetro?

L’amperaggio è la quantità di corrente elettrica che attraversa un componente elettrico, come un filo. In particolare, l’amperaggio misura il numero di elettroni che attraversano un punto in un determinato periodo di tempo, con 1 amp (A) pari a 1 coulomb al secondo.

Misurare l’amperaggio è un compito importante quando si lavora con sistemi elettrici, principalmente per garantire che i cavi non trasportino più corrente di quanto possano gestire. Per misurare l’amperaggio è necessario:

  1. Impostare il selettore per la lettura dell’amperaggio. I multimetri hanno solitamente due letture: corrente alternata in ampli AAC o corrente continua in ampli ADC.
  2. Impostare l’intervallo in modo che il massimo sia ben al di sopra della lettura prevista. In questo modo si eviteranno sovraccarichi.
  3. Collegare i fili: nero al terminale COM e rosso a un terminale contrassegnato per misurazioni di corrente bassa o alta.
  4. Posizionare la punta rossa su un’estremità aperta e la punta nera sull’altra.
  5. Moltiplicare la corrente misurata per la tensione per ottenere la potenza nominale in watt. Ad esempio, una batteria per auto con 12 volt e una corrente di 5 amp produce 60 watt di potenza.

Particolare di un multimetro

Il Vero Valore RMS non è solo la media del valore assoluto della curva, ma fornisce un calcolo abbastanza complesso. (Fonte: Boonkitphuwadon: 10454942/ 123rf.com)

Quali sono le categorie di sovratensione?

È importante, quando si lavora con i multimetri, comprendere quali sono le categorie di sovratensione. Sono state stabilite categorie che vanno dalla CAT I alla IV e classificano le attrezzature di lavoro in base al pericolo che rappresentano per l’operatore. Prendi nota, poiché alcuni multimetri non saranno adatti a determinate categorie:

Categoria di sovratensione Sintesi Esempi
CAT IV Connessione trifase di qualsiasi dispositivo. È l’origine dell’installazione, ovvero dove viene effettuata la connessione a bassa tensione (connessione) all’alimentazione ad alta tensione.
Misuratori primari e dispositivi di protezione da sovracorrente.
Ingresso esterno e di servizio, cavo di collegamento dalla sorgente di alta tensione all’edificio, sezione tra il contatore e il pannello.
Linea aerea per edificio annesso, linee sotterrane e per pompa immersione.
CAT III Distribuzione trifasica (compresa l’illuminazione commerciale monofase). Apparecchiature in impianti, come interruttori ad alta tensione e motori polifase.
Alimentazione e collegamenti di impianti industriali.
Alimentatori e rami tagliati, dispositivi di quadri di distribuzione.
Sistemi di illuminazione in grandi edifici.
Presa di corrente di dispositivi elettronici con collegamenti corti agli ingressi di servizio.
CAT II Carichi monofase di ricezione collegati. Dispositivi elettrici, strumenti portatili e altri carichi domestici simili.
Presa di corrente e rami lunghi.
Presa di corrente a più di 10 metri da una fonte CAT III.
Presa di corrente a più di 20 metri da una fonte CAT IV.
CAT I Elettronica.
Apparecchiature elettroniche protette.
Apparecchiature collegate a circuiti (sorgente) in cui sono state prese misure per ridurre i picchi transitori a un livello appropriato basso.
Qualsiasi fonte ad alta tensione e bassa potenza derivata da un trasformatore di avvolgimento ad alta resistenza, come la sezione ad alta tensione di una fotocopiatrice.

Criteri di acquisto

Ora che sai tutto ciò che devi sapere sui multimetri e sulle loro numerose funzioni, è giunto il momento di capire quali sono i fattori di acquisto più importanti. Nella sezione successiva, spiegheremo ad una ad una le caratteristiche che dovresti cercare in un multimetro se intendi effettuare il miglior acquisto possibile.

Precisione

La precisione di un multimetro è l’errore massimo consentito nelle letture. Questo è espresso con il simbolo ∓ (% della lettura + numero della cifra meno significativa). Ciò mostra la precisione specifica per il limite di errore massimo attorno alla misurazione effettiva del segnale ponderato.

Se il multimetro è composto da 4 ½ cifre con una precisione della tensione CC ∓ 0,05% + 3, mentre si misura un segnale da 12 V, il multimetro visualizzerà qualsiasi segnale tra 11,994 e 12,006 V. Inoltre, questo numero può variare in ∓ 3, quindi otterrai letture tra 11,991 e 12,009 V.

Intervallo Risoluzione Precisione
220 mV 10 μV ∓ 0,05% di intervallo + 3 cifre.
2,2 V 100 μV
22 V 1 mV
220 V 10 mV
1000 V 0,1 V

Risoluzione e cifre

La risoluzione è definita come la più piccola variazione in un segnale di ingresso che produce una variazione nel segnale di uscita. La risoluzione di un multimetro digitale è espressa dal numero di cifre che il display può mostrare. Un multimetro da 3 ½ visualizza tre numeri interi da 0 a 9 e uno da 0 a 1.

L’intervallo può essere ∓ 1,999, il che significa che può visualizzare numeri positivi e negativi fino a 1,999. La maggior parte dei multimetri sul mercato sono compresi tra 3 ½ e 4 ½, con un intervallo di ∓ 1,999 o 19,999. Alcuni produttori indicano la risoluzione con la parola count.

Vero Valore RMS (True RMS)

Questo fattore è ciò che differenzia un multimetro economico da uno professionale. I multimetri senza True RMS misurano i segnali AC ipotizzando che le onde siano perfette. Le onde non raggiungono mai questa condizione, causando imprecisioni nelle misurazioni effettuate. Per ottenere dati reali, dovrai fare diversi tentativi e calcolare la media.

Il Vero Valore RMS non è solo la media del valore assoluto della curva, ma fornisce un calcolo abbastanza complesso. Un multimetro a risposta media senza True RMS sarà in grado di fornire letture accurate solo quando le onde sono perfettamente sinusoidali. Per misurare carichi non lineari (controlli elettronici), è necessario il True RMS.

Impedenza di ingresso

La maggior parte dei multimetri ha un’alta impedenza di ingresso. In questo modo, non danneggia né influenza il circuito durante la misurazione. I multimetri di scarsa qualità avranno 1 MΩ in ingresso, che sarà sufficiente per applicazioni non specifiche; ad esempio, per attività fai-da-te o dispositivi elettronici domestici.

Se ciò di cui hai bisogno è un’attrezzatura per compiti di una certa sensibilità, è importante scegliere un multimetro con un’impedenza minima di 10 MΩ. In questo modo ti garantirai letture affidabili e sicure.

Conclusioni

I multimetri sono i compagni perfetti per elettricisti e professionisti di elettronica. Sono ideali per le persone che lavorano con il riscaldamento, l’installazione di condizionatori d’aria e tutti i tipi di macchinari elettrici. Sono dispositivi molto versatili che offrono un’ampia varietà di funzioni.

In questo articolo, ti abbiamo spiegato tutto ciò che devi sapere per acquistare un buon multimetro. Abbiamo risposto alle domande più comuni su questo tipo di strumento e analizzato nel dettagliato le caratteristiche principali che dovresti valutare per fare un buon acquisto. Ora tocca a te scegliere il modello più adatto alle tue esigenze.

Se ti è piaciuto l’articolo, lascia un commento e condividilo con i tuoi amici e familiari in modo che possano trovare anche loro il miglior multimetro sul mercato.

(Fonte dell’immagine in evidenza: Boonkitphuwadon: 12392728/ 123rf.com)

Perché puoi fidarti di noi?

Claudio Scrittore e traduttore
Sono una persona solare, che ama tutto ciò che riguarda la natura, ma amo anche la tecnologia e il fai da te. Sono un tipo sportivo, ma allo stesso tempo mi piace starmene seduto a leggere. Una volta laureato, vorrei insegnare.
Jaume Scrittore
Mi dedico alla scrittura di testi per diversi siti web. Adoro scrivere e sono un maniaco del SEO e del marketing digitale (sono appassionato di Inbound Marketing e Content Marketing). Le mia specialità sono gli attrezzi e i prodotti tecnologici.